28 marzo

28 MARZO 2010: Un raggio di sole nel temporale 

Patrizia Iannicelli
 
Il mese viola di marzo del 2010 inizia con molta delusione e amarezza per la sconfitta tra le mura amiche dagli acerrimi nemici di sempre, i bianconeri, e per l’eliminazione dalla Champions. I gigliati in questa stagione oltre alle direzioni arbitrali sfavorevoli anche in campionato, perdono più partite della precedente stagione, in modo inaspettato anche in casa. Un marzo in chiaro scuro: si accendono le speranze di una rimonta entusiasmante con due vittorie in campionato, ma la squadra perde punti anche con avversari inferiori e la rincorsa per salire la classifica diventa difficile. Alla vigilia della gara contro l'Udinese, uno tsunami investe squadra, allenatore e società. Parole dure del Presidente Diego Della Valle, che tuona contro l'allenatore reo di aver preso contatto con altre società. La tifoseria incredula e perplessa si divide come sempre a favore dell'uno e dell'altro. Il momento è delicato e particolare, tante le strumentalizzazioni che fanno presagire ad una vera catastrofe tra le varie componenti. In tutta la confusione il 28 marzo si torna in campo al Franchi, con i friulani che cercano punti salvezza. Il Franchi accoglie il tecnico viola con cori e applausi, molti gli striscioni a lui dedicati. La squadra risponde alle polemiche della vigilia con un inizio scoppiettante. Nei primi dieci minuti un destro di Santana finisce di poco a lato, subito dopo un colpo di testa di Gilardino viene fermato in area da Zapata. Sembra un monologo dei viola, ma l'Udinese comincia a creare occasioni, la gara sale di ritmo con azioni che si capovolgono da una parte e dall'altra dell'area.  Protagonisti anche i portieri, Handanović che si supera sulle conclusioni di Jovetić e Gilardino, e Frey che respinge con i pugni una punizione di Pepe. Al trentaseiesimo punizione per i gigliati, tocco di Montolivo per Vargas che con sinistro micidiale tocca l'interno del palo e porta il vantaggio dei viola. Neanche il tempo di esultare che cinque minuti dopo Di Natale mette in mezzo un cross rasoterra, Pepe in corsa con un sinistro batte Frey per il pareggio. Nella ripresa la stessa intensità e il susseguirsi di emozioni con le due squadre che continuano ad affrontarsi a viso aperto. Al decimo Gilardino sotto rete raccoglie una respinta corta di Handanović su tiro di Santana e sigla il 2 a 1. L'Udinese non ha la forza di reagire e le energie del primo tempo. Ne approfittano i viola che al ventitreesimo con un diagonale sinistro di Santana su assist di Gobbi, porta a tre le reti. Il poker dei viola è siglato da Jovetić con un colpo di testa su cross perfetto di De Silvestri. La squadra risponde nel migliore dei modi alle polemiche e porta la serenità in tutto l'ambiente, con una prestazione convincente anche se l'Europa resta ancora a quattro punti. Una domenica che portò un raggio di sole nel grigio di un temporale.           
 
Riproduzione dell’articolo consentita solo previa citazione della fonte www.museofiorentina.it e del nome dell’autore
 
 

Leggi tutte le News

Leggi tutte le News

Leggi tutte le News

 
 
Facebook Museo Viola
Feed
Museo Fiorentina - Museo Viola
>> Home NEWS BATTITO VIOLA 28 marzo

MUSEO FIORENTINA

Sede Legale: Via Leonardo Ximenes 55B - 50125 Firenze

UTENTI ON LINE

 255 visitatori online

 

MOTORE DI RICERCA - Museo Viola

AREA RISERVATA

SERVICE