CRONOLOGIA FIORENTINA

 

A cura di Enrico Faini, Marco Bicchierai, Patrizia Meli, Andrea Guidi, Marcello Verga, Sara Mori, Maria Pia Paoli, Aurora Savelli, Antonio Chiavistelli, Francesco Catastini, Leonardo Raveggi, Matteo Mazzoni e Andrea Claudio Galluzzo.



 

ETA' ROMANA

59 a.C. Fondazione della Firenze romana.   
15 d.C. Ambasceria della città di Firenze al Senato contro la deviazione della Chiana in Arno.   
123 L’imperatore Adriano fa ricostruire fino alla città di Firenze un tratto della via Cassia.   
Secolo III (inizi) Presso l'attuale piazza S. Firenze viene edificato un tempio in onore della dea Iside.   
250 ottobre 25 Martirio a Firenze di san Miniato.   
287 U Firenze si erige una statua dell’imperatore Diocleziano.   
Secoli III e IV Firenze viene istituita capoluogo della regione Tuscia-Umbria.   
313 ottobre 2 Felice, vescovo di Firenze, partecipa al sinodo che si pronuncia contro l’eresia donatista.   
366 Gli imperatori Valentiniano e Valente inviano un rescritto a Massimino, corrector, che risiede a Firenze.   
393 (Quaresima) Sant'Ambrogio, vescovo di Milano, è presente a Firenze.   
393 (Quaresima) Consacrazione della basilica fiorentina di San Lorenzo.   
398-429 Episcopato a Firenze di San Zanobi.   
 

ALTO MEDIOEVO

406 I Goti di Radagaiso assediano Firenze. Stilicone rompe l'assedio e stermina i Goti.  
539 Nell'ambito della guerra greco-gotica, l'esercito bizantino assedia Fiesole.  
541 I Goti assediano Firenze. Ritirandosi sconfiggono i Bizantini in Mugello.  
550 San Maurizio vescovo di Firenze.  
552 Firenze è nelle mani dei Goti.  
553-570  Firenze sotto amministrazione Bizantina
556 Una lettera di papa Gelasio I è indirizzata ad un anonimo vescovo fiorentino  
570 La Tuscia è invasa dai Longobardi.  
680 Reparato, vescovo di Firenze, partecipa ad un concilio a Roma.  
Secolo VII Fondazione della chiesa di San Giovanni (Battistero).  
715 Re Liutprando ratifica un giudizio riguardante una lite tra Siena e Arezzo. Tra i consiglieri del re troviamo Specioso, vescovo di Firenze.  
716 Il vescovo Specioso interviene in una lite tra i vescovi di Pistoia e Lucca. 
743 Tommaso, vescovo di Firenze, partecipa a un concilio 
781 Carlomagno, re dei Franchi, è presente nel territorio fiorentino 
786 Carlomagno a Firenze 
Secolo VIII Gudibrando duca di Firenze 
Secolo VIII Scrot conte di Firenze 
Secolo IX Fondazione delle chiese fiorentine di San Remigio e dei Santi Apostoli 
833 Agiprando, vescovo di Firenze, è giudice a Siena per incarico imperiale
852 Radingo vescovo di Firenze 
854 Per la prima volta è documentata l'unione tra i comitati di Firenze e di Fiesole 
866 Firenze, unita in un unico distretto con Arezzo e Volterra, partecipa alla guerra promossa dall'imperatore Ludovico II contro i Saraceni.  
869-893 Episcopato di sant'Andrea a Firenze 
871 Andrea, vescovo di Firenze, è messo imperiale in una causa di fronte al marchese di Toscana Adalberto  
877 Nel sinodo di Pavia il vescovo Andrea partecipa all'elezione di Carlo il Calvo a re d'Italia 
881 L'imperatore Carlo il Grosso forse a Firenze 
896-930  Episcopato fiorentino di Grasulfo 
897 marzo 4 Grasulfo siede a giudizio in città assieme al messo dell'imperatore Lamberto 
900 Grasulfo a Roma assieme al nuovo imperatore Ludovico di Borgogna


SECOLO X

916 gennaio 2 Berengario imperatore nel territorio fiorentino  
931 maggio-964 luglio Raimbaldo vescovo di Firenze  
950 Il 'lessico' bizantino detto Suida cita Firenze e Pisa come sole città della Tuscia  
950 Fondazione della chiesa fiorentina di San Martino, poi detta del Vescovo.  
963 Raimbaldo partecipa al sinodo che depone il papa Giovanni XXII  
966-987 Sichelmo vescovo di Firenze  
967 giugno 25 Rodolfo, conte di Firenze, e Rodilando, visconte, tengono un placito in Firenze  
967 aprile Sichelmo, vescovo di Firenze, partecipa al concilio di Ravenna  
967 o 968 Probabile soggiorno fiorentino di Ottone I imperatore   
978 Ottone II dona al vescovado alcuni possedimenti lungo la Sieve   
978  Willa, madre del marchese Ugo di Toscana, fonda la Badia fiorentina  
987-1002  San Podo vescovo di Firenze  
987 giugno 6 In un placito tenuto a Firenze è citato Podo, vescovo della città.


SECOLO XI

1001 dicembre Morte di Ugo, marchese della Tuscia. Il corpo è tumulato a Firenze nella chiesa della Badia  
1004 settembre Prima menzione di Guido, vescovo di Firenze  
1007 marzo 20  Ultima menzione del vescovo Guido  
1008  Prima menzione di Ildebrando, vescovo di Firenze  
1010 Presunta prima distruzione di Fiesole a opera dei fiorentini  
1014 aprile 22 L'imperatore Enrico II nel territorio fiorentino  
1018 aprile 27 Fondazione di San Miniato al Monte  
1018 Primo indiretto accenno all'esistenza del Mercato Nuovo  
1020 Guarino, abate di Settimo, accusa il vescovo Ildebrando di essere un concubinario  
1024 Il vescovo Ildebrando istituisce un mercato annuale fuori dalle mura della città  
1025-1032  Lamberto vescovo di Firenze   
1031 Fondazione dello spedale della Badia di Firenze  
1032-1044 Attone vescovo di Firenze  
1035 Giovanni Gualberto predica in Mercato Vecchio contro il vescovo suscitando un tumulto contro di sé   
1035 Fondazione di Vallombrosa  
1036 Papa Benedetto IX, un ragazzo di dodici anni, è presente a Firenze  
1036 novembre Riforma del Capitolo della cattedrale di Firenze   
1038 febbraio/marzo Corrado II imperatore è a Firenze  
1038 marzo 9 Placito imperiale a Firenze tenuto da Cadelo, cancelliere, e Bertaldo, messo imperiale  
1040 Fondazione dello spedale di San Giovanni, intitolato all'Evangelista  
1044-1061 Gerardo nuovo vescovo di Firenze  
1045 dicembre 6 Gotebodo, messo dell'imperatore, tiene un placito a Firenze  
1048 aprile 16 Fondazione del monastero vallombrosano di San Salvi poco fuori della città  
1050 luglio/agosto Papa Leone IX a Firenze  
1055 giugno 4 Il nuovo papa, Vittore II, e l'imperatore Enrico III si incontrano a Firenze  
1057 giugno 14-24 Il pontefice Vittore II è a Firenze   
1058 A Firenze si ritrovano i capi della Riforma della Chiesa  
1058 marzo 29 Muore a Firenze il pontefice, Stefano IX, fratello del marchese di Toscana. Viene sepolto nella chiesa di S. Reparata  
1058 dicembre Il vescovo di Firenze Gerardo è eletto papa e prende il nome di Niccolò II. Mantiene, tuttavia, anche la titolarità della sede fiorentina  
1059 novembre 7 Il pontefice è a Firenze, dove consacra il convento e la chiesa di Santa Felicita  
1060 gennaio 16 Il pontefice, a Firenze, dota di beni fondiari la chiesa di San Michele e Sant'Eusebio, presso Ognissanti  
1060 gennaio 20 Il pontefice, a Firenze, riconsacra la chiesa di San Lorenzo  
1061 luglio 20 Niccolò II muore a Firenze   
1061 dicembre 1 Beatrice, moglie del marchese di Toscana, presiede un placito a Firenze  
1062-1068 Pietro Mezzabarba è il nuovo vescovo di Firenze 
1067 Annata di carestia  
1067/1068 A Firenze agitazioni popolari contro il vescovo, fomentate dal nuovo ordine dei vallombrosani  
1067 febbraio/marzo Fondazione e consacrazione del monastero fiorentino di San Pier Maggiore  
1067 primavera Ambasceria dei vallombrosani al sinodo romano
1067 estate Il papa Alessandro II a Firenze
1067 Ricostruzione dello spedale della Badia  
1068 febbraio 13  Prova del fuoco presso la badia di Settimo. Il vescovo Pietro Mezzabarba, sconfitto nella prova dal monaco Pietro, poi detto Igneo, viene cacciato dalla sede vescovile  
1068-1071 La sede vescovile fiorentina è vacante   
1070 maggio 25 La marchesa Beatrice, vedova di Goffredo, presiede un placito a Firenze 
1071-1113 Episcopato fiorentino di Ranieri  
1073 Placito del duca di Toscana Goffredo, marito di Matilde di Canossa, tenuto a Firenze  
1073 febbraio 25 e 27 Matilde presiede due placiti a Firenze  
1073 luglio 12 Giovanni Gualberto muore nell’abbazia vallombrosana di Passignano  
1073 novembre Sinodo diocesano fiorentino  
1075 maggio 7 Beatrice e Matilde di Canossa presiedono un placito a Firenze
1076 dicembre Papa Gregorio VII a Firenze
1077 giugno-agosto Papa Gregorio VII a Firenze  
1082 estate  L'imperatore Enrico IV assedia Firenze, ma la città non cede
1096-1099  I fiorentini partecipano alla prima crociata
 

SECOLO XII

1100 Costruzione del palazzo marchionale; restauro di quello vescovile  
1101 luglio Muore a Firenze Corrado, figlio di Enrico IV e ribelle al padre
1105 autunno Matilde è presente nel territorio fiorentino   
1107 I fiorentini distruggono il castello di Gangalandi  
1107 estate I fiorentini, all'interno dell'esercito di Matilde, distruggono Prato, roccaforte dei conti Alberti  
1107 settembre Papa Pasquale II a Firenze
1110 maggio 26 I fiorentini vincono sul fiume Pesa i conti Alberti
1110 dicembre L'imperatore Enrico V è a Firenze
1113 febbraio 18 o 19 Muore il conte Ugo dei Cadolingi, ultimo della sua stirpe, potente nel territorio fiorentino
1113 luglio 12 Muore il vescovo Ranieri
1113 agosto 6-1115 Pasqua I fiorentini partecipano alla spedizione pisana contro i musulmani delle Baleari
1113 I fiorentini assaltano il castello già cadolingio di Montecascioli 
1114-1142 Episcopato di Goffredo degli Alberti 
1114 agosto 18 I fiorentini, di notte, assaltano per la seconda volta Montecascioli e lo distruggono 
1115 maggio 4 Incendio di Borgo SS. Apostoli
1115 luglio 24 Muore Matilde, marchesa di Toscana 
1117 agosto 16 Incendio di Firenze, che ha inizio dal Mercato Vecchio 
1115-1116 Disordini contro il vescovo Goffredo 
1119 ottobre 2 I fiorentini distruggono per la terza volta Montecascioli. Il marchese Rabodo cade nello scontro 
1122 ottobre 24 Il marchese Corrado presiede un placito nel fiorentino. E' l'ultimo placito di cui si serbi memoria
1123-1125  Guerra di Firenze contro Fiesole
1124 Contesa tra il vescovo Goffredo e Guilla, badessa di Santa Felicita 
1125 settembre 12 Presa e distruzione di Fiesole
1129 novembre 18  I fiorentini, in lega con gli aretini contro Siena, conquistano il castello di Vignale in Chianti 
1131 Gli abitanti di Marturi chiedono l'intervento dei maiores Florentie clerici et laici per risolvere una contesa confinaria 
1135 giugno 16 Engelberto, marchese di Toscana, è presente a Firenze 
1135 autunno  I fiorentini espugnano il castello di Montegufoni  
1135 ottobre 23 I fiorentini espugnano il castello di Montebuoni 
1136 Il vescovo Goffredo è cacciato dalla città 
1136 Enrico il Superbo, duca di Baviera, assedia e sottomette Firenze per conto dell'imperatore 
1137 ottobre L'imperatore Lotario II con il suo esercito è presente nel territorio fiorentino 
1138 marzo 19 Prima menzione di consoli di Firenze alla dieta di San Genesio 
1138 giugno 4  I fiorentini costringono alla sottomissione il conte Uguccione degli Aldobrandeschi 
1138 agosto 13-novembre 13 Firenze subisce l’interdetto da parte dal vescovo Goffredo 
1139 agosto 6 Il nuovo marchese di Toscana, Ulrico di Attems, è a Firenze ed emana un privilegio in favore del vescovo 
1141 giugno 3 L'esercito fiorentino, assieme alle truppe del marchese, si accampa alle porte di Siena 
1141 o 1142 L'esercito del vescovo Goffredo tenta di impadronirsi di Montedicroce, ma viene respinto da Guido Guerra dei conti Guidi 
1143 I fiorentini distruggono il castello di Cuona 
1143 estate  I fiorentini pongono l'assedio a Montedicroce, ma sono costretti a toglierlo dopo due settimane  
1145 Nuovo assedio di Montedicroce
1145 luglio 13 I fiorentini sconfiggono i senesi a Montemaggio 
1146-1154 Episcopato di Azzo 
1146 giugno 23 I fiorentini sono sconfitti da Guido Guerra presso Montedicroce 
1147 Presa di Montedicroce 
1147 agosto 13 I senesi sconfiggono i fiorentini a Monte Rinaldi in Chianti 
1148 Distruzione di Montedicroce da parte dei fiorentini 
1148 agosto-1154 febbraio Firenze è sotto interdetto 
1150 febbraio 22 I fiorentini, assieme a lucchesi e pistoiesi, assediano il castello di Vorno, occupato dai pisani 
1153 Seconda distruzione di Montedicroce 
1154 A Carmignano i fiorentini vengono sconfitti assieme ai pratesi dai pistoiesi 
1154 febbraio 28 Fine dell'interdetto contro Firenze  
1155-1156 Episcopato di Ambrogio 
1155 maggio Presunto scontro tra Firenze e l'esercito dell’imperatore Federico I 
1155 luglio 27 I fiorentini conquistano e distruggono il castello di Marturi, appartenente al conte Guido Guerra 
1156 aprile 9 I fiorentini sono respinti alle porte di Poggibonsi 
1158-1181Episcopato di Giulio 
1158 I fiorentini sconfiggono i senesi a Montemaggio 
1160 marzo 20 Dieta di San Genesio indetta dal marchese Guelfo: vi partecipano i consoli di Firenze 
1161 Il vescovo Giulio si schiera contro l'antipapa Vittore ed entra in contrasto con la sua città 
1164 estate Nuova dieta di San Genesio riunita dal legato imperiale Rainaldo di Dassel 
1167 estate Con la distruzione del castello di Figline i fiorentini frustrano il tentativo del vescovo di Fiesole di liberarsi dalla loro tutela 
1170  Firenze e il suo vescovo di nuovo in accordo 
1171 luglio 4 Alleanza tra Firenze e Pisa 
1172 estate  Guerra di Pisa e Firenze contro Impero, Lucca, Genova, Siena 
1172 febbraio 3 Dieta di San Genesio convocata da Cristiano di Magonza 
1172 maggio 5 Concluso un patto segreto tra pisani, sanminiatesi e fiorentini  
1172 giugno  I consoli di Firenze sono fatti arrestare da Cristiano di Magonza  
1172 agosto I fiorentini distruggono il castello imperiale di Montegrossoli 
1172-1176 Nuova cerchia di mura a Firenze 
1173 Il conte Macario, emissario dell'Impero, stringe alleanza con i fiorentini in funzione antisenese 
1173 aprile 15  Firenze è colpita dall'interdetto 
1174 primavera Cristiano di Magonza in territorio fiorentino 
1174 luglio 7 I fiorentini vincono i senesi ad Asciano 
1175 novembre Federico I impone la pace alle città toscane 
1176 Trattative di pace tra Firenze e il conte Guido Guerra 
1176 marzo Accordo tra Firenze e Siena  
1177 primavera/estate Nel contesto della pace di Venezia accordo con il conte Guido Guerra e suo matrimonio con la fiorentina Gualdrada figlia di Bellincione di Uberto dei Ravegnani 
1177-1180 Guerra civile a Firenze 
1179 estate Congiura dei marchesi di Monferrato, di Firenze e altre città toscane contro Cristiano di Magonza 
1182-1188  Episcopato di Bernardo
1182 febbraio 3 Firenze sottomette Empoli e Pontorme. Comincia la guerra contro i conti Alberti.
1184 luglio 21 Accordo con Lucca, rivolto specificamente contro gli Alberti 
1184 ottobre 28 Il conte Alberto, sconfitto, si arrende a Mangona 
1184 novembre Gli Alberti giurano fedeltà a Firenze 
1185 luglio 31 L’imperatore Federico I è a Firenze 
1186 maggio 30 L'esercito imperiale, nel quale militano anche i fiorentini, sconfigge i senesi a Rosaio 
1187 giugno 24 Privilegio dell’imperatore Enrico VI in favore di Firenze 
1188-1205  Episcopato di Pietro 
1193 E' podestà di Firenze il fiorentino Gerardo Caponsacchi 
1193 Prima attestazione delle Arti nella vita politica di Firenze  
1194 Enrico VI ingiunge ai fiorentini di custodire il contado di Pisa  
1196 Nuovo interdetto scagliato dal papa contro Firenze 
1196 Prime mosse ostili di Firenze contro il castello di Semifonte 
1197 Discordie tra clero e laici in Firenze 
1197 autunno Firenze dà vita ad una lega antiimperiale tra città e signori di Toscana 
1198 I fiorentini muovono contro Semifonte e i conti Alberti


SECOLO XIII

1200 febbraio 12 Il conte Alberto vende i suoi diritti sopra Semifonte ai fiorentini. 
1200 ottobre 15 Accordo dei fiorentini con gli Ubaldini  
1200-1201 Paganello da Porcari è il primo podestà forestiero apparentemente scelto dai fiorentini  
1201  Costituzione dell’Arte dei Mercatanti 
1201 marzo 29 Accordo tra fiorentini e senesi 
1202 I fiorentini distruggono il castello di Combiate  
1202  Imposizione della libra  
1202 aprile 3 I fiorentini conquistano Semifonte   
1202 ottobre I fiorentini si alleano con Montepulciano contro Siena  
1203 giugno 4 Arbitrato tra Firenze e Siena sulla questione dei confini   
1204 Nel trattato con Siena compaiono i consoli delle nuove Arti: della Lana e di Por S. Maria  
1204 giugno 3 I fiorentini sono impegnati in una lotta contro Guido Borgognone degli Alberti e i pistoiesi. Guido si sottomette. Fondazione di Montelupo in opposizione al castello di Capraia degli Alberti   
1205-1230 luglio 14 Episcopato di Giovanni da Velletri  
1206 Viene costituita l’Arte del Cambio  
1206 La magistratura dell’Opus Pontis cura la manutenzione del ponte sull’Arno e l’affitto delle botteghe  
1207 Viene terminata la chiesa di San Miniato al Monte 
1207 Podestà forestiero: Guifredotto Graselli da Milano   
1207 giugno 20 I fiorentini vincono l'esercito senese rinforzato da orvietani e pistoiesi a Montalto  
1208 Di nuovo podestà Guifredotto Graselli da Milano  
1208 marzo 23 Siena stringe un accordo col legato imperiale e Firenze le muove nuovamente guerra
1208 agosto-settembre I fiorentini sconfiggono i senesi  
1208 ottobre 6 Trattato di pace tra Firenze e Siena  
1209 E' documentata la Piazza di Orsanmichele  
1209 Podestà il romano Giovanni Guidonis de Papa  
1210 E' documentata la Placza Comunis  
1211 Viene sistemato il Lungarno tra il Ponte e la foce del Mugnone  
1212 Podestà Rodolfo conte di Capraia  
1212 dicembre 5 Guerra tra Pistoia e Bologna. Il Comune di Firenze non si schiera ma la nobiltà fiorentina sta dalla parte dei bolognesi  
1213 Podestà il romano Uguccio di Giovanni di Pietro Leoni 
1213 Guerra tra Pisa e Lucca. I fiorentini, i pistoiesi e il conte Guido Guerra III stanno dalla parte di Pisa  
1214 Podestà il romano Pietro di Giovanni Crassi   
1214/1215 Il vescovo di Fiesole si trasferisce a Firenze   
1215 Podestà Gherardo Rolandini   
1216 aprile Secondo la tradizione inizia, con una faida, a seguito dell’uccisione di Buondelmonte dei Buondelmonti, la sanguinosa divisione tra guelfi e ghibellini a Firenze
1217 Podestà il bolognese Andalò 
1218 Podestà Bartolomeo Nasi 
1218 Podestà Otto da Mandello, milanese  
1218 Guidalotto Voltodellorco inaugura uno spedale in San Gallo (primo luogo di residenza dei francescani)  
1218 Costruzione del ponte alla Carraia sull'Arno  
1218 Una nuova sede comunale presso S. Cecilia (Curia Nova) affianca la Curia Vetus esistente dal 1172.  
1218/1219 A Firenze prevalgono tendenze guelfe  
1218 marzo 19 Forte Bilicozzi fonda il convento delle clarisse di Monticelli  
1219 Podestà Alberto da Mandello, milanese
1219 San Domenico a Firenze  
1220 Podestà il pisano Ugo Grotti  
1220 I fiorentini partecipano alla crociata e alla presa di Damietta  
1220 estate I fiorentini conquistano il castello di Mortennano strappandolo agli Scorcialupi  
1220 novembre 22 I fiorentini Oderigo Fifanti e Mosca Lamberti sono presenti all'incoronazione di Federico II a Roma. Contesa, in tale occasione, tra gli inviati fiorentini e quelli di Pisa  
1221 Bando imperiale contro i fiorentini  
1221 Podestà il perugino Bombarone 
1221 aprile San Francesco e Ugolino d'Ostia (cardinale e legato pontificio) sono presenti a Firenze   
1221 luglio 10 Gli uomini di Poggibonsi stipulano con i fiorentini un'alleanza difensiva e offensiva  
1221 novembre 8 I domenicani si insediano in S. Maria delle Vigne (poi S. Maria Novella)  
1222 Podestà il romano Oddo di Piero Gregorii  
1222 luglio 17 I cavalieri fiorentini muovono per aiutare Lucca contro Pisa  
1222 luglio 21 I fiorentini vincono i pisani a Castel del Bosco  
1223 Podestà Gherardo Orlandi  
1223 Figline, sobillata dai senesi, nega ubbidienza a Firenze. I fiorentini costruiscono il castello dell'Incisa e acquistano altri castelli nel contado per il controllo delle strade 
1224  Podestà Ingerramo da Magreto  
1224  E' documentata la Via Nova (Via della Vigna Nuova)   
1224  Cambia la costituzione del Consiglio generale con l'aggiunta di 120 cittadini (20 per sesto)  
1225  Podestà il modenese Bernardino di Pio Manfredi  
1225  Frà Iacopo, francescano, orna di mosaici alcune parti del Battistero  
1226  Podestà il romano Guido di Giovanni di Guido Pape   
1226  Inizio dell’insediamento dei francescani presso S. Croce  
1227  Podestà Guido de Monasterio. 
1228  Podestà Andrea Jacobi  
1228 gennaio 12 Il papa accorda il trasferimento della sede episcopale da Fiesole a Firenze  
1228 primavera Firenze muove contro Pistoia   
1228 settembre 14 Santa Croce risulta già edificata  
1228 autunno Firenze costringe Pistoia ad una pace umiliante  
1229 Podestà Giovanni Boccacci  
1229 Firenze, Pistoia, Lucca, Arezzo, Orvieto e Montepulciano contro Montalcino, Cortona, Pisa e Siena  
1229 agosto 18 Nel testamento di Gianni Amidei si fa riferimento al convento di Santa Maria Discalciatorum  
1229 settembre L'esercito fiorentino entra in territorio senese
1229 ottobre 23 Arretramento dei fiorentini. I senesi si impadroniscono di Tornano   
1230 Podestà il milanese Otto da Mandello  
1230 Redazione delle Gesta Florentinorum del cronista Sanzanome   
1230 Scorrerie senesi in territorio fiorentino  
1230 maggio 22 I fiorentini in marcia contro Siena  
1230 giugno 15 I fiorentini vincono sotto le mura di Siena  
1230 estate I fiorentini strappano ai senesi il castello di Selvole  
1231-1247 Episcopato di Ardingo Foraboschi  
1231-1232 Podestà Andrea Jacobi 
1231 aprile 10  I fiorentini e i lucchesi, alleati, sono sconfitti dai pisani a Barga  
1232 giugno I fiorentini si spingono in territorio senese fino a Quercegrossa, ma subiscono una sconfitta sul fronte pisano  
1232 ottobre 2 L'imperatore cita in giudizio i fiorentini  
1232 ottobre Anche il papa invita i fiorentini a una pacificazione con senesi e pisani  
1232 ottobre 27 A Firenze un incendio sviluppatosi dalle case dei Caponsacchi devasta il Mercato Vecchio  
1232 dicembre Il tribunale imperiale condanna Firenze a una multa enorme e avalla la guerra di Siena contro Firenze a scopo di risarcimento  
1233 Podestà Torello de Strata
1233  A Firenze si compilano registri della popolazione e si accerta la condizione degli uomini (servi o liberi)  
1233 luglio I fiorentini si accampano presso Siena
1234 Podestà il romano Giovanni Giudici  
1234 dicembre 25 Un incendio devasta la zona di Santa Felicita in Oltrarno  
1235 Podestà il mantovano Compagnone dei Poltroni  
1235 Pace con i senesi
1235 Comincia la coniazione del fiorino d'argento: valore 12 denari (un soldo) 
1235 giugno Scoppiano a Firenze violente agitazioni contro la pacificazione ordinata dal papa 
1235 giugno In questo contesto vengono distrutti il palazzo comunale e il palazzo filiorum Galigai 
1236 gennaio-aprile Podestà Guglielmo Venti  
1236 Il monastero di Settimo passa ai Cistercensi di S. Galgano che si insediano anche a S. Frediano in Oltrarno  
1236 marzo-aprile  Cacciata del podestà Guglielmo Vento; eletto Rolando Rossi, vicino all'imperatore 
1236 maggio-dicembre Podestà Rolando Ugonis Rubeus di Parma 
1237 Podestà il milanese Rubaconte da Mandello, antiimperiale e contrario al vescovo Ardingo  
1237 Viene costruito il Ponte Rubaconte (ponte alle Grazie). Si lastricano tutte le vie della città  
1237 giugno  Firenze interviene nelle contese che a Pistoia oppongono il popolo alla nobiltà. Prende le parti della nobiltà e impone due podestà fiorentini 
1237 luglio Firenze invia truppe a Roma in appoggio a papa Gregorio in rotta con la popolazione cittadina   
1237 novembre 27 Federico II batte i comuni a Cortenuova. I debitori esterni dei fiorentini non pagano: grave crisi finanziaria 
1237 Gli usurai fiorentini all'estero (in Francia e in Inghilterra specialmente) sono fatti oggetto di violenze  
1238 Podestà Rubaconte da Mandello 
1238 aprile Agitazioni in città. Incendio tra Por S. Maria e S. Trinita  
1238 giugno Cacciata di Rubaconte da Mandello. Si insedia a Firenze Gerhard di Arnstein, funzionario imperiale
1238 Podestà Angelo Malabranca   
1238 dicembre  Nuova insurrezione a Firenze in occasione della scelta del podestà per l'anno successivo. Le lotte durano quattro mesi.   
1238 dicembre In tale contesto distruzione della chiesa di Or San Michele.   
1239 Podestà Guglielmo Usimbardi
1239 I ghibellini hanno la meglio in città. I guelfi per la prima volta abbandonano in massa Firenze.  
1239 primi di maggio Demolizione della chiesa di S. Michele in Orto.
1239 Podestà Guido da Sesso 
1239 Gli Umiliati si insediano nel convento di San Donato a Torri  
1240  Istituzione della Misericordia Vecchia
1241 Podestà Ugo Ugolini da Città di Castello  
1241 aprile Re Enzo figlio dell’imperatore Federico II soggiorna per una decina di giorni a Firenze  
1242 Scontri tra guelfi e ghibellini in città   
1242 Podestà il conte palatino Goffredo da Lomello  
1242 giugno Re Enzo di nuovo a Firenze  
1243 Viene ricostruita la chiesa di S. Simone  
1243 Podestà il parmense Ugolino di Ugo dei Rossi  
1244 Prima organizzazione del Popolo in parte politica retta da due Capitani   
1244 Podestà il parmense Bernardino di Orlando dei Rossi  
1244 Si insediano a Firenze i Templari  
1244-1245 Pietro da Verona (san Pier Martire) è a Firenze
1244 Istituzione delle compagnie del Bigallo, della Vergine Maria, dei Laudesi di Santa Maria Novella per opera di San Pier Martire  
1244 Fra' Ruggero Calcagni, domenicano di S. Maria Novella, è inquisitore con giurisdizione su tutta la Toscana  
1245 Podestà il bergamasco Pace Pesamigola  
1245 estate I domenicani e il vescovo si sollevano contro il governo della città, ma il podestà ghibellino, con grande concorso di popolo, ha la meglio  
1246-1250 Federico d'Antiochia, figlio di Federico II, podestà di Firenze e vicario imperiale per tutta la Toscana 
1246 - 47 Situazione di grave discordia cittadina  
1246 Nuovo ordinamento per il contado fiorentino. Il nuovo podestà elimina i Capitani del Popolo
1246 maggio 19 Muore la beata Umiliana dei Cerchi  
1247 Fiorentini presenti nell'esercito di Federico d'Antiochia contro Perugia e Lucca  
1247 maggio 3 Morte del vescovo Ardingo  
1247 dicembre Scontri tra guelfi e ghibellini in città  
1248 febbraio 2 I guelfi escono dalla città  
Secolo XIII I Servi di Maria cominciano la costruzione della Santissima Annunziata  
Secolo XIII Costruzione del Bargello  
1250 ottobre 20 I ghibellini hanno la peggio combattendo a Figline con i guelfi fuoriusciti. Il Popolo organizza un proprio governo   
1250/1251Filippo Fontana, già vescovo di Ferrara, è vescovo di Firenze  
1251-1274 Giovanni de' Mangiadori vescovo di Firenze 
1251 gennaio 7 Il popolo fiorentino richiama i guelfi  
1251 giugno Lega tra Pisa, Siena, Pistoia e i ghibellini fiorentini contro Firenze 
1251 agosto Alcuni ghibellini sono cacciati da Firenze  
1251 settembre Spedizione fiorentina contro Arezzo. Sconfitta di Montaio  
1252 Costruzione del ponte a Santa Trinita 
1252 Contese con gli Ubaldini del Mugello, i senesi, i pisani  
1252 febbraio 9 Conquista del castello di Montaio spettante ai Guidi 
1252 luglio 2 Vittoria contro pisani e senesi a Pontedera  
1252 novembre Coniati i fiorini d'oro  
1253 giugno 20 Firenze batte i pistoiesi appoggiati da senesi e pisani 
1254 febbraio 1 Pace tra Pistoia e Firenze 
1254 giugno 11 Pace con Siena  
1254 estate Presa di Volterra e di Poggibonsi  
1254 dicembre 11 Pace con Pisa  
1255 primavera Presa dai fiorentini, Poggibonsi è obbligata a demolire parte delle proprie mura 
1255 luglio 31 Alleanza con Siena  
1255 Inizia la costruzione del palazzo del Popolo, poi detto il Bargello 
1256 Gli Umiliati entrano nel convento di Ognissanti  
1256 I fiorentini vincono i pisani sul Serchio  
1256 maggio-1257 settembre 23 Firenze sotto interdetto ecclesiastico  
1257 Il Popolo si ribella è caccia il podestà 
1257 settembre 24 Pace tra Firenze e Pisa  
1258 luglio L'esecuzione di alcuni ghibellini (un Uberti e un Infangati) convince molti ghibellini di Firenze a lasciare la città. Molti si rifugiano a Siena  
1258 settembre Esecuzione dell'abate generale dei vallombrosani accusato di connivenza con i ghibellini 
1260 aprile L'esercito fiorentino si mette in marcia contro Siena  
1260 settembre 4 I fiorentini sono sconfitti dai senesi a Montaperti  
1260 settembre 5 I partigiani dei Ghibellini di Firenze si sollevano contro i Guelfi  
1260 settembre 9 I Guelfi abbandonano la città  
1260 settembre 12 I Ghibellini entrano in città  
1262 settembre 20 Sotto le mentite spoglie di penitenti i lucchesi e i fiorentini esiliati tentano un'assalto in territorio fiorentino 
1263 giugno Sollevazione del Popolo fiorentino che riesce ad imporre al regime ghibellino l'elezione di un Capitano del Popolo  
1264 agosto 14 Sotto i colpi della Lega Ghibellina di Toscana cade Lucca, ultimo rifugio in Toscana dei Guelfi fiorentini. Essi trovano scampo a Bologna 
1266 febbraio 26 Nella battaglia di Benevento i Guelfi fiorentini si distinguono per la furia in combattimento. Vittoria di Carlo d'Angiò contro Manfredi e lo schieramento ghibellino  
1266 marzo 16 Firenze si sottomette al papa, ma resta in mano ai ghibellini  
1266 aprile Moto popolare a Firenze: per poco tempo le Arti (forse anche le minori) tengono il potere accanto ai capi del passato regime ghibellino, Napoleone degli Alberti e Guido Novello  
1266 novembre 11 A seguito di un nuovo moto popolare Guido Novello con una schiera di cavalieri, molti dei quali tedeschi, abbandona la città. Fine della dominazione ghibellina di Firenze 
1266 novembre Si instaura un regime popolare a Firenze, sopra i partiti  
1266 dicembre 19 o 20 Pace tra Guelfi e Ghibellini 
1267 aprile 19 e 20 Colpo di grazia al regime misto popolare-guelfo-ghibellino: i cavalieri di Carlo d'Angiò e i Guelfi irriducibili assaltano Firenze. Esodo dei Ghibellini  
1267 maggio 7 Carlo d'Angiò a Firenze 
1267 novembre Capitolazione di Poggibonsi, una delle roccaforti dei ghibellini esiliati da Firenze  
1268 marzo 24-31 Re Carlo di nuovo a Firenze  
1268 luglio La presenza di Corradino di Svevia in Toscana destabilizza il regime Guelfo e antipopolare di Firenze: rivolte popolari in città  
1268 agosto 23 L'esito della battaglia di Tagliacozzo (con la vittoria di Carlo d'Angiò su Corradino di Svevia) rafforza il regime guelfo di Firenze
1268 ottobre I guelfi fiorentini prendono Lamporecchio, sede di Ghibellini esuli  
1269 giugno 17 A Colle Valdelsa i Guelfi fiorentini hanno la meglio sui senesi  
1269 Annata di carestia  
1270 aprile 3 I fiorentini vincono i Ghibellini fiorentini e senesi a Montevarchi  
1270 aprile 27 Guido di Montfort, vicario angioino in Toscana, entra in Firenze  
1270 settembre/novembre Poggibonsi, piegata dalle armi di Guido di Montfort, è distrutta dai fiorentini 
1271 A quest'epoca risalgono i mosaici della cupola del Battistero, ma i mosaici non erano ancora terminati nel 1325  
1271 marzo Guido di Montfort cade in disgrazia presso Carlo d'Angiò. Gli succede, quale vicario del re in Toscana, Enrico di Vaudemont  
1271 estate Cade San Miniato, ridotto dei Ghibellini  
1271 estate Carestia 
1272 Si tiene a Firenze un capitolo generale dell'ordine domenicano. Vi partecipa Tommaso d'Aquino  
1273  Sorge la confraternita dei Servi di Maria della Santissima Annunziata 
1273 giugno Il papa Gregorio X e re Carlo a Firenze per rappacificare le fazioni 
1273 luglio 12 Lodo papale per rappacificare le fazioni fiorentine 
1273 agosto 5 o 6 Re Carlo lascia Firenze  
1273 agosto 20 Aldobrandino Cavalcanti, vescovo di Orvieto, è nominato dal papa suo vicario per i territori della Chiesa e della città di Roma 
1274 settembre 30 La Lega guelfa di Toscana decide di muovere contro Pisa, dove prevalevano i Ghibellini 
1273 settembre Il papa scaglia l'interdetto su Firenze e scomunica i Guelfi della città per la condotta adottata verso Pisa  
1274 dicembre 31 Muore il vescovo Giovanni de' Mangiadori. La sede rimane vacante per 12 anni e mezzo  
1275 Riforma della Parte Guelfa: a condurla si chiama un rettore forestiero, il 'Capitano della massa di Parte Guelfa' 
1275 settembre 9 I Guelfi ottengono una vittoria schiacciante sui Ghibellini pisani presso Asciano, vicino ai Bagni Pisani  
1275 dicembre 15 Di ritorno dal concilio di Lione, papa Gregorio X si ferma a Santa Croce in Mugello, presso il palazzo degli Ubaldini che, in quel periodo, erano in conflitto con Firenze  
1275 Il papa, malato, è costretto ad attraversare Firenze, alla quale però non toglie l'interdetto  
1276 giugno 9 Battaglia del fosso Rinonico: le truppe della Lega hanno la meglio su quelle pisane  
1276 giugno 13 Pace tra Pisa e le città della Lega Toscana 
1277 A Firenze comincia a fratturarsi il fronte guelfo: inimicizie tra le famiglie più importanti  
1277 Sorgono le compagnie di San Silvestro (popolo di San Felice in Piazza) e quella dei Santi apostoli  
1278 Prima menzione della "Società mediocre" di Santa Croce. Nasce la compagnia di Sant'Egidio 
1278 settembre 24 Carlo d'Angiò, su istanza del papa, si dimette dalla carica di legato imperiale per la Toscana 
1279 ottobre 8 Il cardinale Latino Malabranca entra in Firenze  
1279 novembre 19 Parlamento del popolo fiorentino. Pieni poteri attribuiti al cardinal Latino  
1280 Nasce la compagnia di Santa Maria del Carmine 
1280 gennaio 18 Lodo del cardinal Latino, proclamato ufficialmente di fronte al popolo in parlamento, per giungere a una pacificazione tra Guelfi e Ghibellini 
1280 febbraio 18  Pace tra Guelfi e Ghibellini di Firenze  
1280 aprile 26 Il cardinal Latino lascia Firenze  
1281 Si tiene a Firenze un capitolo dei domenicani 
1281 Nasce la compagnia di Santa Reparata (detta anche di San Zanobi)  
1281 L'imperatore Rodolfo d'Asburgo invia in Toscana due suoi vicari generali: Giovanni di Enstall, vescovo di Gurk, e Rodolfo di Hoheneck. Rodolfo cerca di convincere i Fiorentini a cedere alcuni poteri, tra questi il diritto di discutere le cause d'appello. Peggiorano i rapporti tra Firenze e l'Impero  
1282 Annata di carestia.  
1283 marzo 14-18 Carlo d'Angiò a Firenze  
1283 giugno Le Arti diventano anche società armate  
1283 giugno 24 Nel popolo di Santa Felicita si costituisce una compagnia di divertimenti fondata dai Rossi  
1283 dicembre Piena dell'Arno: il sesto di San Pier Scheragio è inondato  
1284 Domenica delle Palme Nuova inondazione e frana di parte della Costa di San Giorgio  
1284 agosto 6 I Pisani sono sconfitti dai Genovesi nelle acque della Meloria  
1284 ottobre 13 Patto tra Firenze, Genova e Lucca per combattere Pisa  
1284 dicembre 21 Accordo tra Firenze e il vescovo di Volterra: Firenze ottiene il diritto di costruire un porto nella Maremma volterrana 
1285 maggio 26-1286 agosto 16 Vescovo di Firenze Jacopo Rainucci di Perugia 
1286  Folco Portinari fonda l'ospedale di Santa Maria Nuova  
1286-1295 Andrea de' Mozzi vescovo 
1286 luglio E' a Firenze il vicario imperiale Percivalle di Lavagna  
1286 ottobre 30 Corso Donati cerca di impedire l'esecuzione pubblica di un magnate. Il Popolo lo ferma. In questo periodo vengono ricostituite le vecchie società armate di Popolo, abolite dopo Montaperti 
1287 Si tiene a Firenze il capitolo generale degli agostiniani  
1287 ottobre 7 Nel Battistero si riuniscono i rappresentanti della lega tra città della Toscana assieme ai guelfi fuggiti da Arezzo. Si delibera di muover guerra ad Arezzo  
1288 giugno 1 L'esercito fiorentino marcia contro Arezzo  
1288 giugno 24 I Fiorentini corrono il palio di San Giovanni sotto le mura di Arezzo. Tuttavia si ritirano dopo aver conquistato qualche castello perché non preparati all'assedio 
1288 settembre 15 I Fiorentini entrano di nuovo nell'Aretino  
1289 Annata di carestia  
1289 Operazioni militari contro Pisa  
1289 Approvato lo statuto della Camera del Comune di Firenze
1289 maggio 2 Carlo II d'Angiò transita per Firenze  
1289 giugno L'esercito fiorentino muove contro Arezzo  
1289 giugno 11 I Fiorentini sconfiggono gli Aretini a Campaldino  
1289 giugno 24 I Fiorentini corrono di nuovo il palio di San Giovanni sotto le mura di Arezzo, ma devono ritirarsi circa un mese dopo  
1289 agosto 2 Divieto della vendita e dell'acquisto di uomini  
1290 gennaio Scorreria fiorentina contro Arezzo 
1290 giugno 1 L'esercito fiorentino muove ancora contro Arezzo 
1290 giugno 24 Palio di San Giovanni corso sotto le mura di Arezzo. A fine mese, però, il grosso dell'esercito ritorna in città  
1290 estate I Fiorentini muovono contro Pisa  
1290 settembre I Fiorentini espugnano Anghiari, nell'Aretino  
1291 Annata di carestia 
1292 maggio 1 Il re di Francia fa arrestare i banchieri italiani  
1292 primavera Preparazione di una spedizione contro Pisa. Azioni militari che si risolvono in un nulla di fatto  
1292 dicembre/1293 gennaio A Firenze si impone un cambiamento nel gruppo di governo 
1293-1294 L'esterno del Battistero è ornato di marmi bicromi 
1293 gennaio Nasce l'Officio del fuoco, un corpo di vigili del fuoco  
1293 gennaio 18 Approvati gli Ordinamenti di Giustizia  
1293 marzo Giano della Bella approfitta del suo priorato e degli Ordinamenti per demolire le case dei suoi nemici: i Galli  
1293 luglio 12 Pace con Pisa  
1294 Muore Brunetto Latini 
1294 marzo La famiglia reale di Napoli a Firenze  
1295 gennaio 19 Simone Novello dei Donati uccide un popolano 
1295 gennaio 23 La lieve condanna inflitta dal podestà induce il Popolo al tumulto. Il podestà è costretto alla fuga  
1295 febbraio Nel priorato prevalgono i nemici di Giano della Bella. Tra di essi un Velluti. Cacciata di Giano della Bella  
1295 maggio Nella speranza di metter definitivamente fine al governo popolare alcune famiglie magnatizie stringono paci tra di loro 
1295 maggio 3 Posa della prima pietra della nuova chiesa di Santa Croce 
1295 giugno 24 Vendetta dei Velluti contro i Mannelli 
1295 luglio 6 Tumulto dei magnati. Accordo pacifico con la parte popolare  
1296 Demolizione dello spedale di San Giovanni Evangelista in Firenze  
1296 Costruzione di San Giovanni Valdarno e Castelfranco di Sopra 
1296 Contingenti fiorentini mandati in aiuto dei Bolognesi 
1296 luglio Giunge a Firenze il legato pontificio Pietro da Piperno  
1296 settembre 8 Posa della prima pietra della nuova cattedrale  
1296 settembre 10 I Manieri uccidono per vendetta un Gherardini 
1297  Prime attestazioni documentarie della Misericordia 
1297 giugno 26 Votato nel consiglio del Cento un aiuto al papa contro i Colonna 
1298 Predomina a Firenze la fazione dei Donati 
1298 dicembre 20 Zuffa tra Cerchi da una parte e Ubertini e Donati dall'altra  
1298 dicembre 29 Pace tra Bologna ed Estensi siglata a Firenze  
1299 febbraio 24 Posa della prima pietra del Palazzo dei Priori (Palazzo Vecchio) 
1299 maggio 2 Moto popolare che rovescia il podestà e, con esso, la fazione dei Donati. Corso è in pericolo, ma ottiene la podesteria di Orvieto che lo allontana dalla città. Prevale la fazione dei Cerchi 
1299 autunno I magnati accusano la coalizione popolare al potere di malversazioni 
1299 novembre Costruzione del carcere delle Stinche
1299 novembre 20 Inizia la costruzione dell'ultima cerchia di mura  
1300 aprile 18 Condanna di alcuni Fiorentini fiduciari del papa  
1300 maggio 1 Fatto di sangue che oppone i Donati ai Cerchi: a uno dei Cerchi è tagliato il naso  
1300 maggio Convegno segreto in Santa Trinita nel quale si manovra per un ritorno di Corso Donati. Si mira alla cacciata dei Cerchi. La congiura è sventata 
1300 agosto 29 Muore Guido Cavalcanti  
1300 giugno Matteo d'Acquasparta inviato da papa come paciere a Firenze  
1300 giugno/luglio Vanne dei Gherardini uccide per vendetta Neri da Sticciano  
1300 giugno 15-agosto 15 Priorato di Dante Alighieri  
1300 giugno 23 Durante una processione in onore di San Giovanni, alcuni magnati assaltano i componenti delle Capitudini delle Arti  
1300 settembre 28 o 29 Matteo d'Acquasparta scomunica il governo fiorentino dato che non aveva trovato la volontà sincera di giungere a una pacificazione  
1300 ottobre 2 Matteo d'Acquasparta lascia Firenze

 

 

SECOLO XV

 


1434 gennaio 12 Filippo Brunelleschi termina la cupola di S. Maria del Fiore, che viene consacrata il 7 agosto   
1434 giugno 23 Il pontefice Eugenio IV arriva a Firenze, in fuga da Roma   
1434 settembre 29 È revocato il bando contro Cosimo de' Medici   
1434 ottobre 1° Cosimo de' Medici rientra in città   
1435  Si tiene un torneo in onore di Francesco Sforza    
1435 ottobre 12 - 1437 agosto 6 Giovanni Vitelleschi arcivescovo di Firenze   
1436 marzo 25  Eugenio IV consacra la cattedrale di S. Maria del Fiore   
1436 aprile 18  Eugenio IV parte da Firenze e si reca a Bologna   
1436 La chiesa di S. Marco è affidata ai Domenicani Osservanti    
1436  Nasce a Firenze il poeta Marcantonio Sabellico, morto a Venezia nel 1505   
1437 È fondata la Biblioteca di S. Marco grazie ai libri lasciati dall'umanista Niccolò Niccoli   
1437 Firenze conquista Massa in Lunigiana    
1437 agosto 6 - 1439 dicembre 18  Ludovico Scarampi arcivescovo di Firenze   
1439 gennaio 27  Eugenio IV torna a Firenze e vi trasferisce il Concilio di Ferrara    
1439 febbraio 12 R Arriva a Firenze il patriarca di Costantinopoli    
1439 febbraio 16  R L'imperatore bizantino Giovanni Paleologo arriva a Firenze per partecipare al Concilio    
1439 luglio 6  R È proclamata la riunione della Chiesa Romana con quella d'Oriente   
1439 settembre 4 R Eugenio IV pronuncia la scomunica contro i padri del Concilio di Basilea   
1439 dicembre 18 - 1445 dicembre 21 R Bartolomeo Zabarella arcivescovo di Firenze   
1439 R Il corpo di S. Zanobi è riposto nella cappella edificata in suo onore in S. Maria del Fiore  1439 U Simone Vespucci inizia la costruzione dell'ospedale di Borgo Ognissanti    
1440 giugno 29  P Battaglia di Anghiari: i Fiorentini sconfiggono Niccolò Piccinino   
1440 P Firenze entra in possesso della contea di Poppi   
1441 P È firmata la pace con Filippo Maria Visconti, duca di Milano   
1442 R Vengono istituiti da Antonino Pierozzi i Buonuomini di San Martino   
1442 P Visita di Renato d'Angiò a Firenze    
1442 P Firenze cede Massa in Lunigiana al marchese Antonio Alberico Malaspina   
1443 gennaio 7 P Il pontefice Eugenio IV lascia Firenze   
1446 gennaio 10 - 1459 maggio 2 R Antonino Pierozzi (S. Antonino) arcivescovo di Firenze   
1446 aprile 16 A Muore Filippo Brunelleschi, che viene sepolto in S. Maria del Fiore   
1449 gennaio 1°  P Nasce Lorenzo de' Medici, detto il Magnifico   
1450 giugno 29  P È firmata la pace con Alfonso d'Aragona, re di Napoli   
1451 A Nasce a Firenze Domenico Ghirlandaio   
1452 gennaio 30 P Prima visita dell'imperatore Federico III a Firenze   
1452 febbraio 2 P Ad Ancona muore Rinaldo degli Albizzi   
1452 aprile 15 C Nasce Leonardo da Vinci   
1452 maggio 5-7 P Seconda visita di Federico III a Firenze   
1456 U Inizia la ricostruzione della Badia Fiesolana   
1457  U Cosimo de' Medici inizia la ricostruzione della Biblioteca di S. Marco   
1457 ca. U Inizia la costruzione di Palazzo Pitti   
1458 novembre 29 P È creato il Consiglio del Cento   
1459 E È ordinato il nuovo catasto   
1459 aprile 25 P + F Pio II arriva a Firenze, dove si tengono molte feste in suo onore    
1459 giugno 16 - 1461 R Orlando Bonarli arcivescovo di Firenze   
1461 P Carlotta, regina di Cipro, visita Firenze   
1462 marzo 22 - 1473 R Giovanni Neroni arcivescovo di Firenze   
1464 agosto 1°  P Muore Cosimo de' Medici   
1466 agosto (fine) P Congiura di Luca Pitti, Dietisalvi Neroni, Agnolo Acciaioli e Niccolò Soderini 1468 febbraio 27 P Firenze acquista Sarzana ed altre località in Lunigiana dai Campofregoso   
1469 febbraio 7  F Giostra di Lorenzo il Magnifico    
1469 maggio 3 C Nasce Niccolò Machiavelli   
1469 dicembre 3  P Muore Piero de' Medici    
1470 aprile 6  P Fallito tentativo di rivolta da parte di Prato   
1471 P Visita a Firenze di Galeazzo Maria Sforza, duca di Milano   
1471 P È istituito il Consiglio dei Cento   
1472 febbraio-giugno  P Rivolta di Volterra e successiva guerra di riconquista   
1472 aprile 20 C Muore Leon Battista Alberti   
1473 C Riapre lo Studio di Pisa   
1473 luglio 20- 1474 gennaio 5 R Pietro Riario arcivescovo di Firenze    
1474 gennaio 28- 1508 luglio 5  R Rinaldo Orsini arcivescovo di Firenze   
1474 novembre 7  C Nasce a Firenze il letterato Francesco Vettori    
1474  P Visita di Cristiano I, re di Danimarca, a Firenze   
1475 gennaio 29 F Torneo di Giuliano de' Medici   
1475 marzo 5 C Nasce Michelangelo Buonarroti   
1476  C Nasce a Firenze Jacopo Nardi   
1476  C Nel monastero di S. Jacopo di Ripoli è aperta una stamperia    
1478 febbraio 8 P Firenze eredita il marchesato di Verrucola-Fivizzano in Lunigiana   
1478 aprile 26 P Congiura dei Pazzi: Giuliano de' Medici è ucciso   
1478 giugno 20  P Il pontefice Sisto IV lancia l'interdetto contro Firenze   
1479 dicembre 5  P Lorenzo de' Medici si imbarca per Napoli per trattare la pace col re Ferdinando  1479 dicembre 6 P Sarzana è occupata dai Campofregoso   
1479 dicembre 29 P Alle finestre del Bargello è impiccato Bernardo Bandini Bandinelli, l'assassino di Giuliano de' Medici   
1480 marzo 6 P È firmata la pace fra Firenze e il regno di Napoli   
1480 aprile 19 P Sono istituiti il Consiglio dei Settanta e gli Otto di Pratica   
1480 novembre 25 P Sisto IV assolve Firenze dall'interdetto    
1481 E Nuova redazione del catasto   
1483 R Girolamo Savonarola predica per la Quaresima nella chiesa di S. Lorenzo   
1483 marzo 6  C Nasce a Firenze Francesco Guicciardini   
1484 agosto 7 P Pace di Bagnolo con Venezia   
1484 novembre 7  P Firenze conquista Pietrasanta   
1487 giugno 22 P Firenze recupera Sarzana    
1489 U Inizia la costruzione di Palazzo Strozzi   
1489 marzo 9 R Giovanni de' Medici è creato cardinale (la nomina verrà resa pubblica il 9 gennaio 1492)   
1489 settembre 12 E È rifondata la Confraternita della Misericordia   
1492 aprile 8 P A Careggi muore Lorenzo il Magnifico   
1494 settembre 24 C Muore Angelo Poliziano   
1494 ottobre 26 P Piero de' Medici cede a Carlo VIII Sarzana, Pietrasanta, Livorno e Pisa   
1494 novembre 8 P Piero de' Medici è costretto a fuggire da Firenze. Sono aboliti i Consigli dei Cento e dei Settanta   
1494 novembre ?-28  P Carlo VIII, re di Francia, a Firenze   
1495 settembre 15 P Firenze recupera Livorno    
1495 E Viene fondato il Monte di Pietà   
1497 maggio 12  R Girolamo Savonarola è scomunicato da Alessandro VI   
1497 agosto  P Fallisce una congiura filomedicea    
1498 maggio 25  P Girolamo Savonarola è arso in piazza della Signoria    
1498 novembre E Alluvione dell'Arno   
1499  C Nasce a Firenze Piero Vettori   
1499 ottobre 1°  P Paolo Vitelli, capitano dei fiorentini, è giustiziato per alto tradimento   
 

 

SECOLO XVI

1502 giugno 4  P Arezzo si ribella a Firenze su istigazione di Vitellozzo Vitelli  
1502 settembre 10  P Piero Soderini è creato Gonfaloniere a vita  
1503 dicembre 28  P Piero de' Medici annega nel Garigliano  
1508 luglio 5- 1513 aprile 9 R Cosimo de' Pazzi arcivescovo di Firenze  
1509 giugno 8 P Firenze riconquista Pisa  
1512 P Istituita una Balìa controllata dai Medici, per controllare l’accesso alle magistrature e operare modifiche istituzionali  
1512 febbraio 22 C A Siviglia muore il navigatore fiorentino Amerigo Vespucci  
1512 agosto 30 P Il vicerè di Napoli assedia e saccheggia Prato. Piero Soderini abbandona Firenze  
1512 settembre 14 P  Il cardinale Giovanni de' Medici entra a Firenze insieme ad altri parenti  
1512 settembre 16 Colpo di stato: il cardinale Giovanni de’ Medici occupa il Palazzo della Signoria con alcuni armati e convoca Parlamento
1513 Aboliti il consiglio Grande e quello degli Ottanta e istituiti i consigli dei Settanta e del Cento controllati dai Medici
1513 febbraio Congiura antimedicea di Pietropaolo Boscoli e Agostino Capponi, poi giustiziati. Tra i sospettati Niccolò Machiavelli, confinato a Sant’Andrea in Percussina in Val di Pesa ma liberato dopo pochi mesi
1513 marzo 11 Giovanni de’ Medici ascende al soglio pontificio con il nome di Leone X
1513 maggio 9 Giulio de’ Medici arcivescovo di Firenze; il 23 è nominato cardinale
1513 Da Roma Giulio de’ Medici influenza il governo di Firenze, dove Giuliano, figlio del Magnifico, rappresenta il potere della famiglia
1513 agosto 13 Lorenzo de’ Medici, figlio di Piero, prende il controllo del governo fiorentino al posto di Giuliano, nominato gonfaloniere della Chiesa
1513 agosto Niccolò Machiavelli – come da ipotesi generalmente accettata dagli studiosi – inizia a scrivere Il Principe
1514 maggio 1 Ripristinata dai Medici una milizia del contado, sotto diversa forma e con differenti obiettivi rispetto a quella ideata nel 1506 da Machiavelli
1515 Pubblicati a Firenze i Motti e facezie del Piovano Arlotto
1515 febbraio 11 Processo al monaco Teodoro, predicatore che si richiama all’esempio di Savonarola per compiere frodi. Il risalto dato al processo rivela il tentativo della Chiesa regolare di gettare discredito sui frati seguaci di Savonarola
1515 maggio 23 Lorenzo de’ Medici è nominato Capitano della Repubblica fiorentina, ulteriore passo verso la costituzione di un vero e proprio principato
1515 Leonardo da Vinci si trasferisce alla corte di Francesco I in Francia
1515 Indetto un concorso per la realizzazione della facciata di San Lorenzo. Tra i partecipanti Michelangelo e Giuliano da Sangallo
1515 Leone X de’ Medici spinge perché Firenze entri nella lega contro la Francia. La vittoria francese a Marignano e il successivo accordo del 13 ottobre tra Francesco I e Leone X risparmia alla città il pericolo di essere coinvolta più a fondo nel conflitto
1515 novembre Solenne visita di Leone X a Firenze. Si demolisce l’antiporto della Porta di San Piero a Gattolini, attuale Porta Romana, per far passare il numeroso seguito del pontefice; nelle piazze e nelle vie si edificano apparati effimeri
1515 novembre-1516 febbraio Leone X promuove un’inchiesta sull’insegnamento profetico contenuto negli scritti di Savonarola. L’inchiesta sarà tra gli argomenti affrontati nei mesi seguenti nel sinodo generale della provincia, che si concluderà nel 1517
1516 Michelangelo inizia i primi lavori per la facciata di San Lorenzo
1516 marzo 17 Muore Giuliano de’ Medici
1516 Niccolò Machiavelli comincia a frequentare gli Orti Oricellari, dove dà forse lettura di alcuni passi dei Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio
1516 agosto 18 Lorenzo de’ Medici assume il titolo di duca di Urbino
1517 I decreti del sinodo provinciale fiorentino proibiscono la predicazione ai frati sprovvisti di licenza rilasciata dal clero ordinario o dalla sede apostolica, in linea con i decreti emanati con una sessione del concilio generale Lateranense del 19 dicembre 1516
1519 gennaio 17 Trattato segreto stipulato tra Leone X e Carlo V – reso noto nel ’21 – una clausola del quale garantisce protezione ai Medici in Firenze
1519 aprile 13 Nascita di Caterina de’ Medici, futura regina di Francia
1519 maggio 4 Muore Lorenzo de’ Medici; al cardinale Giulio la rappresentanza degli interessi medicei a Firenze
1519 novembre 2 Muore Cosimo Rucellai, animatore degli incontri culturali svolti nei giardini di sua proprietà (Orti Oricellari)
1520 novembre 8 Lo Studio fiorentino commissiona a Machiavelli le Istorie fiorentine
1520 A Pistoia si fabbricano le prime armi da fuoco portatili, chiamate «pistole»
1520 Giulio de’ Medici commissiona a Michelangelo la costruzione della Sagrestia Nuova di San Lorenzo
1520 Pontormo dipinge gli affreschi della villa Medici di Poggio a Caiano
1520 Michelangelo abbandona i lavori per la facciata di San Lorenzo
1521 Michelangelo inizia la costruzione delle cappelle di Giuliano e Lorenzo de’ Medici nella Sagrestia Nuova di San Lorenzo
1521 dicembre 1 Muore Leone X; il 9 gennaio è eletto pontefice Adriano VI di Utrecht
1522 maggio-giugno Congiura antimedicea, ordita da Zanobi Buondelmonti, Luigi Alamanni, Antonio Brucioli e altri frequentatori degli Orti Oricellari
1523 novembre 19 Giulio de’ Medici papa col nome di Clemente VII; Adriano VI era morto il 14 settembre
1524 maggio Dopo l’elezione di Giulio a papa, il cardinale Silvio Passerini di Cortona regge il governo di Firenze per conto dei giovani Ippolito e Alessandro de’ Medici
1524 Giovanni Rucellai scrive Le api
1524 Michelangelo inizia la costruzione della Biblioteca Laurenziana, ultimata al tempo di Cosimo I
1526 maggio 22 Lega di Cognac contro Carlo V tra Francesco I di Francia, papa Clemente VII, le repubbliche di Venezia e Firenze e il ducato di Milano
1526 novembre 25 Giovanni de’ Medici, detto Giovanni dalle bande nere, è ferito a morte mentre tenta d’impedire l’avanzata dei Lanzichenecchi di Carlo V
1527 Cresce la paura in città per il temuto sacco da parte degli imperiali in marcia verso Roma. Disagio economico e malcontento verso i Medici
1527 febbraio Tumulti antimedicei in seguito alla rotta degli eserciti pontifici a Borgoforte
1527 febbraio 9 Nel rinascente spirito savonaroliano, il gonfaloniere proclama Cristo re di Firenze
1527 aprile 26 Tumulto del venerdì. Alcuni giovani chiedono una milizia (poi istituita in un primo tempo su base volontaria e ufficiosa) a difesa della città dai Lanzichenecchi che, arrivati il 26 a S. Giovanni Valdarno, puntano su Firenze
1527 aprile 31 La città è salva dal pericolo di assedio: i Lanzichenecchi partono verso sud
1527 maggio 17 Dopo il sacco di Roma da parte dei Lanzichenecchi, Filippo Strozzi convince i Medici ad abbandonare Firenze. Proclamato decaduto il loro regime, sono restaurati i consigli repubblicani (consiglio Maggiore e consiglio degli Ottanta) e istituito un nuovo Gonfaloniere di giustizia per la durata di un anno. Il primo a ottenere l’incarico è il repubblicano moderato Niccolò Capponi
1527 giugno 2 Epidemia di peste, protrattasi per i mesi successivi
1527 giugno 11 Prestiti forzosi e imposte sui cittadini più ricchi, che colpiscono soprattutto i partigiani del precedente regime mediceo
1527 giugno 16 Riorganizzata la magistratura dei Nove della milizia, vacante sotto i Medici (che l’avevano ricostituita nel ’14, di fatto poi abbandonandola). La provvisione del 6 novembre 1528 segnerà il vero ripristino della milizia
1527 giugno 17 Istituita la Quarantia, consiglio chiamato a supervisionare l’operato degli Otto di guardia invisi ai popolani e in generale l’amministrazione della giustizia
1527 giugno 18 Portata a Firenze l’immagine miracolosa della Madonna dell’Impruneta, per invocare l’aiuto divino contro la peste
1527 giugno 21 Muore a Firenze Niccolò Machiavelli
1527 settembre 23 Donato Giannotti eletto Segretario dei Dieci di Balìa
1528 Ercole d’Este, noto per la posizione antimedicea, è proclamato Capitano generale dell’esercito fiorentino; di fatto non eserciterà mai le sue funzioni
1528 febbraio-maggio Recrudescenza dell’epidemia di peste
1528 novembre 6 Istituita ufficialmente una nuova milizia d’Ordinanza, divisa nei 4 quartieri e 16 gonfaloni di Firenze. La provvisione prevede che periodicamente si tenga un discorso di un giovane cittadino alle milizie
1529 aprile 15 Firenze assolda Malatesta Baglioni signore di Perugia, considerato avverso ai Medici, col titolo generico di Governatore delle soldatesche
1529 aprile Il popolano Francesco Carducci sostituisce come Gonfaloniere Capponi, accusato di rapporti epistolari con Clemente VII per trovare una via d’uscita dalla guerra. Ề una vittoria della fazione «piagnona» (savonaroliana) popolana
1529 aprile Michelangelo è eletto Governatore generale e Procuratore alle fortificazioni di Firenze per completare le fortificazioni cominciate nel 1521 (restringendone però il perimetro per renderle più difendibili). Distrutte abitazioni, ville e monasteri esterni e vicini alle mura; costruiti i bastioni davanti alle porte della cerchia medievale; fortificata la collina di San Miniato
1529 giugno 25 Istituite sanzioni contro la bestemmia
1529 giugno 26 Nello spirito savonaroliano della fazione al potere Cristo è di nuovo proclamato re di Firenze
1529 giugno 29 Trattato di Barcellona tra Clemente VII e Carlo V: quest’ultimo promette il suo aiuto al papa per riportare i Medici a Firenze, ottenendo in cambio la promessa della corona imperiale
1529 giugno A sancire l’accordo di Barcellona si stipula in Spagna il matrimonio tra Alessandro de’ Medici e Margherita, figlia dell’imperatore
1529 Prestiti forzosi imposti ai cittadini più ricchi per far fronte alle spese di guerra, necessarie a contrastare l’avanzata delle truppe imperiali dal sud della Toscana
1529 agosto 3 Trattato di Cambrai tra Carlo V e Francesco I: la Francia si impegna a lasciare l’Italia e a togliere sostegno agli alleati italiani, compresa Firenze
1529 settembre 20 Michelangelo si allontana da Firenze, inserito in una lista di proscritti. Quando il 20 ottobre ha il perdono, torna in città per partecipare alla sua difesa
1529 settembre-ottobre Avvicinandosi le armate comandate dal d’Orange molti cittadini fiorentini partigiani dei Medici o ottimati contrari al governo popolano lasciano Firenze; tra questi Francesco Guicciardini, Roberto Acciaiuoli, Baccio Valori, Alessandro de’ Pazzi e Alessandro Corsini
1529 ottobre 14 Inizia l’assedio degli imperiali a Firenze
1529 ottobre 29 Primo bombardamento delle mura di Firenze
1529 ottobre-novembre Il commissario fiorentino Francesco Ferrucci compie sortite contro i nemici; rinforza la guardia di Prato e di Empoli, garantendo rifornimenti di viveri e munizioni dal Mugello e da Pisa verso Firenze. A Montopoli e a San Miniato al Tedesco (10 novembre) Ferrucci sbaraglia i nemici
1529 novembre 2 Riorganizzata la milizia, elevando il limite massimo di età per i coscritti dai 35 ai 50 anni. Arriva dunque a 10.000 il numero dei soldati
1529 dicembre 2 Raffaele Girolami succede a Francesco Carducci nella carica di Gonfaloniere
1529 dicembre Istituiti i Sindachi dei ribelli, incaricati di requisire i beni dei disertori e dei cittadini fiorentini considerati nemici della Repubblica
1529 dicembre 11 Il capitano fiorentino Stefano Colonna assalta gli accampamenti imperiali di Santa Margherita a Montici; dalle porte di Firenze altri soldati colgono di sorpresa i nemici, ma, secondo gli storici del tempo, la ritirata voluta da Malatesta Baglioni impedisce di sbaragliare il nemico
1530 gennaio 26 Malatesta Baglioni succede ufficialmente ad Ercole d’Este, in realtà rimasto sempre distante da Firenze, come Capitano generale dell’esercito fiorentino
1530 febbraio 17 Solenne partita di calcio giocata in piazza Santa Croce, luogo vicino alle postazioni imperiali fuori le mura, per farsi udire dai nemici in segno di scherno
1530 Infiammate prediche di frati savonaroliani incitano alla resistenza e alla lotta
1530 aprile 27-28 Francesco Ferrucci, nominato Commissario generale di campagna delle genti de’ Fiorentini, doma la ribellione di Volterra
1530 maggio 5 e giugno 10 Altre sortite dei Fiorentini contro i nemici accampati fuori dalle mura. Anche questa volta il comportamento di Malatesta Baglioni, che lascia il grosso delle truppe inoperose, è giudicato inadeguato
1530 maggio 13 Il vice comandante degli imperiali Fabrizio Maramaldo assedia Volterra, difesa con successo dai soldati fiorentini di Francesco Ferrucci
1530 maggio 16 Celebre orazione in occasione del giuramento della milizia cittadina, davanti al consiglio Maggiore
1530 maggio 29 Capitolazione di Empoli alle armate imperiali. La città è saccheggiata
1530 giugno 21 Alla luce del successo di Empoli gli imperiali tentano un secondo assedio a Volterra, ancora una volta respinto dai Fiorentini di Ferrucci
1530 Penuria di viveri e di rifornimenti e nuova epidemia di peste a Firenze
1530 agosto 3 L'esercito fiorentino comandato da Ferrucci, che cerca di portare soccorso a Firenze, è sconfitto dalle truppe di Fabrizio Maramaldo a Gavinana. Nella battaglia muore il principe d'Orange, Capitano generale degli imperiali. Anche Ferrucci perde la vita dopo essere stato ferito e preso prigioniero
1530 agosto 8 Tradimento di Malatesta Baglioni, che si impadronisce della guardia di Porta Romana e permette agli imperiali di penetrare in città
1530 agosto 12 Firenze si arrende. Firmato a Santa Margherita a Montici un accordo che permette di evitare il saccheggio
1530 agosto 20 I partigiani dei Medici rientrati in città, occupato il Palazzo della Signoria, convocano Parlamento e nominano una Balìa che depone le istituzioni repubblicane. Viene definitivamente restaurato il domino dei Medici
1531 C Donato Giannotti compone Della Repubblica fiorentina  
1531 R Processo al medico Girolamo Buonagrazia per luteranesimo  
1531 luglio 5 P Entrata di Alessandro dei Medici a Firenze  
1531 luglio 6 P Lettura nel salone dei Cinquecento del rescritto imperiale di Carlo V del 28 ottobre 1530  
1531 ottobre 18 Pubblicati per la prima volta dall’editore Blado di Roma i Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio di Machiavelli; stampati il successivo 10 novembre anche da Bernardo di Giunta a Firenze
1532 P Riforma delle istituzioni della Repubblica fiorentina e istituzione del principato: abolizione della distinzione delle Arti in Maggiori e Minori; creazione del Consiglio dei Dugento e del Senato dei Quarantotto. Elezione di Alessandro dei Medici a duca della Repubblica fiorentina  
1532 gennaio 4 Pubblicato per la prima volta dall’editore Blado Il Principe di Machiavelli; stampato il successivo 8 maggio anche da Bernardo di Giunta a Firenze
1532 maggio 1 P Il duca Alessandro lascia il palazzo di famiglia, va a sentire messa a S. Giovanni e prende possesso del palazzo della Signoria  
1532 maggio 14 P Riforma del tribunale della Ruota fiorentina  
1532 luglio 17 P Riforma delle Arti Minori  
1532 dicembre 12 A Da Roma arrivano cinque vasi con reliquie da collocare in S. Lorenzo  
1533 U Incendio palazzo arcivescovile  
1533 aprile 16 F Arriva a Firenze, per ripartire per Napoli, Margherita d’Austria, allora dodicenne, figlia naturale di Carlo V, e destinata sposa al duca Alessandro  
1533 settembre 1 F Parte da Firenze Caterina dei Medici, promessa sposa del duca dìOrleans, Enrico di Francia, secondogenito del re Francesco I  
1534 A Collocazione della statua di Ercole e Caco di Bandinelli nella facciata del palazzo della Signoria  
1534 inverno - primavera E Rialzo del prezzo del pane   
1534 maggio 27 U Si dà avvio ai lavori della fortezza di S. Giovanni su disegno di Antonio da Sangallo  
1534 settembre 25 R Muore il papa Clemente VII dei Medici; è eletto papa Alessandro Farnese con il nome di Paolo III  
1536 febbraio 26 P Celebrazione a Napoli del matrimonio tra il duca Alessandro e Margherita d’Austria  
1536 aprile 29 - maggio 4 P Soggiorna a Firenze Carlo V  
1536 maggio 31 F Arrivo a Firenze della duchessa Margherita  
1537 gennaio 6 P Lorenzino dei Medici uccide il duca Alessandro  
1537 gennaio 9 P Il Senato dei Quarantotto elegge Cosimo dei Medici, figlio di Giovanni delle Bande Nere, a “capo et primario della città di Firenze”  
1537 febbraio 9 P Convegno dei capi antimedicei  
1537 marzo 13 F Esequie del duca Alessandro a San Lorenzo e sua sepoltura nella Sagrestia Nuova  
1537 marzo 23 P Bando contro “i disordini in tempo di notte”  
1537 aprile 24 P Bando da Firenze di Lorenzino dei Medici  
1537 giugno 21 P Dichiarazione dell’inviato di Carlo V al Senato dei Quarantotto a favore del riconoscimento della successione di Cosimo I  
1537 luglio 31
 P Battaglia di Montemurlo contro i fuoriusciti antimedicei  
1537 agosto 3-4 P Esecuzione de capi dei fuoriusciti arrestati a Montemurlo  
1537 agosto 20 P Baccio Valori è decapitato nel cortile del Bargello  
1538 E Imposizione tassa 7% ad artigiani e cittadini fiorentini   
1539 luglio F Matrimonio di Cosimo I con Eleonora di Toledo  
1540 U Ristrutturazione del palazzo della Signoria, in vista del trasferimento in esso di Cosimo e di Eleonora  
1540 R Eleonora assegna al suo seguito di spagnoli una cappella di S. MAria Novella (cappellone degli spagnoli)  
1540 A Collocazione nella piazza di S. Lorenzo della statua di Giovanni delle Bande Nere, scolpita da Bandinelli  
1540 maggio 22 C Muore ad Arretri Francesco Guicciardini  
1540 novembre 1 C Antonfrancesco Grazzini (detto il Lasca) fonda l’Accademia degli Umidi  
1541 marzo 25 F Nascita del principe Francesco, primogenito di Cosimo I  
1541 agosto P Arrivano a Firenze duecento soldati tedeschi, che comporranno la Guardia alemanna della fortezza da basso  
1542 A Avvio realizzazione a palazzo della Signoria, nel salone dei Cinquecento, delle “Udienza”, destinata ad accogliere il trono di Cosimo  
1542 febbraio 22 C Istituzione dell’Accademia Fiorentina  
1542 agosto 25 R Pietro Martire Vermigli lascia Firenze dopo un incontro con Bernardino Ochino in casa della duchessa Caterina Cibo  
1543 C Apertura lavori dell’Accademia Fiorentina  
1543 C Cosimo I chiama nuovi professori ad insegnare all’Università di Pisa  
1543 luglio 3 P Cosimo prende possesso delle fortezze di Firenze, fino ad allora in mano di comandanti spagnoli  
1544 marzo P E' istituita la guardia delle Corazze a cavallo, formata da sessanta cavalleggeri spagnoli  
1545 A Si affida a Pontormo l’incarico di affrescare il coro di San Lorenzo  
1545 F Cosimo I riorganizza la celebrazione della festa di San Giovani e concede alle Potenze armi e il privilegio di fare giostre  
1545 agosto 30 R Espulsione dei Domenicani dal convento di San Marco, da San Domenico di Fiesole e da S: Maddalena in Pian di Mugnone (loro rientro immediato, in seguito alla minaccia del papa di scomunicare Cosimo)  
1546 U Si avviano i lavori per la Loggia dei Mercanti al Mercato Nuovo  
1546 R Arrivo dei Gesuiti a Firenze  
1546 A Fondazione dell’arazzeria medicea  
1546 ottobre 19 E Legge “sopra gli ornamenti et abiti degli uomini e delle donne”  
1547 marzo R Condanna dell’Inquisizione contro Ludovico Domenichi  
1547 aprile 5 C Affidamento a Lorenzo Torrettino della stamperia ducale  
1547 giugno 18 R Il gesuita Lainez predica in Duomo  
1547 ottobre 15 R Bando per l’osservanza delle feste  
1548 A Bandinelli realizza il nuovo altare maggiore e il coro di S. Maria del Fiore e si proseguono i lavori per la libreria di San Lorenzo  
1548 R Nomina papale di Antonio di Bindo Altoviti, esponente di una famiglia apertamente antimedicea, ad arcivescovo di Firenze  
1548 gennaio 10 P Bando “delle armi proibite” da Firenze  
1549 U Eleonora di Toledo compra il palazzo di Bonaccorso Pitti  
1549 F Rappresentazione pubblica del combattimento tra David e Golia  
1549 marzo 13 P Un bando divide la città in cinquanta “sindicherie”, ciascuna con due “denunziatori” “per informare di ogni più minuto successo della loro contrada”  
1550 C Prima edizione di Le Vite di Giorgio Vasari  
1550 A Avvio dei lavori per il giardino di Boboli  
1550 maggio 15 F I Medici trasferiscono la loro abitazione a palazzo Pitti; cambia l’itinerario della processione di San Giovanni (è ora previsto il passaggio dalla colonna di San Felice, per piazza Pitti e poi via Guicciardini)  
1550 settembre 22 P Bando che attribuisce ai “denunziatori” di Firenze non un salario mensile, ma un premio per ogni “malefitio che rapporteranno”  
1551 A Apposizione sul frontone del palazzo della Signoria dell’iscrizione “Rex Regum et Dominus Dominantium”  
1551 E Censimento generale della popolazione: ammonta a 59-179 anime  
1551 C Guillaume Postel pubblica da Torrettino il De Etruria, dedicato a Cosimo I  
1551 febbraio 13 P Bando per elezione dei “denunziatori” col sistema delle borse  
1551 dicembre R Auto de fé e rogo di libri ereticali  
1552 febbraio 6 R Abiura in Duomo di ventidue eretici  
1552 febbraio12 R Auto de fé di tre donne  
1553 P Guerra contro Siena. Piero Strozzi è a capo delle truppe francesi che difendono Siena  
1553 settembre 19 P Obbligo alle meretrici della città e dello Stato di lasciare, alla loro morte, un quarto dei loro beni al monastero fiorentino di S: Elisabetta o delle Convertite. A sua volta il monastero darà una parte degli introiti all’Ospedale degli Innocenti  
1553 novembre 13 P Bando che proibisce a qualunque persona di accorrere nei luoghi dove scoppino risse tra “soldati stipendiati da Sua Eccellenza Illustrissima [Cosimo I] e altre persone di qualsivoglia sorte”  
1554 A Collocazione del Perseo di Benvenuto Cellini nella loggia ducale  
1554 ottobre 3 P Indulto per i fuoriusciti, ad eccezione dei condannati per delitti di Stato  
1554 ottobre 25 E Proibizione di “fare a sassi con scaglie o frombe” a Firenze  
1555 aprile 17 P Capitolazione di Siena nelle mani di Cosimo I  
1555 luglio 21 F Istituzione a Firenze di un “palio animale”  
1556 luglio 24 E Riforma degli statuti dell’arte dei Medici e Speziali per quel che riguarda la confezione di cere e candele  
1557 luglio3 P Filippo II di Spagna dà in feudo a Cosimo I la città e lo stato di Siena, riservandosi i porti di Orbetello, Talamone, Port’Ercole, Monte Argentario e Santo Stefano  
1557 settembre 13 E Piogge e alluvione dell’Arno; danni ai ponti alla Carraia e di Santa Trinita; istituzione di una deputazione per la pulizia delle strade  
1557 dicembre 23 P Bando per l’osservanza delle feste da parte delle Arti fiorentine  
1558 U Ricostruzione ponte di Santa Trinita ad opera dell’Ammannati  
1558 U Realizzazione della Loggia del Pesce al Mercato Vecchio  
1558 dicembre30 E Obbligo ai fornai di pagare la tassa del “Segno del pane”  
1559 A Realizzazione dello Scrittoio o Tesoretto del duca a palazzo della Signoria  
1559  U Ricostruzione del ponte alla Carraia  
1559 gennaio 2 P Impiccagione di Pandolfo Pucci e decapitazione degli altri congiurati antimedicei  1559 marzo 8 R In piazza San Marco rogo di libri ereticali  
1559 aprile 11 F Bando per festeggiamenti in occasione della pace di Cateau-Cambrésis del 2 aprile  1559 maggio 12 E Bando per la macellazione delle carni  
1560 maggio 16 P Bando per “ridurre in miglior ordine l’Archivio della Camera della città”  
1560 maggio 21 R Bando per l’osservanza della festa di san Zanobi  
1560 giugno 26 U Ordine per la costruzione degli Uffizi, nuova sede di quindici magistrature  
1560 agosto 27 U Istituzione di Cinque Provveditori per la fabbrica degli Uffizi  
1560  P Imposizione di una tassa a tutti gli “artefici” del dominio fiorentino per la fabbrica degli Uffizi  
1560 settembre 10 P Ordine per la custodia delle carceri del Bargello  
1560 dicembre 22 R Editto per celebrare la riapertura del Concilio  
1561  F Esequie di Eleonora di Toledo in San Lorenzo  
1561 maggio 17 E Proibizione di giocare “alla palla” nelle strade pubbliche  
1561 giugno 17 U Elezione di quattro capimastri per “visitare e descrivere diligentemente tutte le case” di Firenze “con le loro famiglie e abitatori”  
1561  E Proibizione alle meretrici di abitare a meno di 100 braccia fiorentine dai monasteri femminili  
1561 settembre 5 E Riforma della dogana fiorentina  
1561 settembre 9 E Abolizione della tassa dell’”arbitrio”  
1561 E Nomina di quattro riformatori per l’amministrazione dell’Opera di Santa Maria del Fiore  
1562 gennaio 30 P Nomina quattro riformatori dell’Arte dei Giudici e Notai  
1562 novembre 25 F Esequie a Firenze del cardinale Giovanni, figlio di Cosimo I  
1562 dicembre 4 E Riforma “sopra il vestire abiti et ornamenti delle dinne d uomini della città di Firenze”  
1563 A Avvio lavori ristrutturazione del salone dei Cinquecento  
1563 gennaio 21 F Corsa dei cocchi a piazza Santa Maria Novella  
1563 giugno 23 A Istituzione dell’Accademia del Disegno  
1564 marzo 8 U Avvio lavori per la fontana in piazza della Signoria  
1564 giugno 11  P “Abdicazione” di Cosimo I a favore del figlio Francesco, che assume la reggenza  
1564 luglio 14 F Esequie di Michelangelo in San Lorenzo  
1565 A; F Arrivo a Firenze dell’arciduchessa Giovanna d’Asburgo, moglie di Francesco I, e decorazione del loggiato di palazzo della Signoria con le vedute delle città dell’Impero degli Asburgo  
1565 U; A Realizzazione in pochi mesi del corridoio tra palazzo della Signoria e palazzo Pitti, ad opera di Giorgio Vasari  
1565 dicembre A Allestimento di una sala da teatro nel salone dei Cinquecento, in occasione della rappresentazione della Cofanaria di Francesco d’Andrea, con un sipario di Federico Zuccai  
1565 P Trasferimento di Cosimo I a palazzo Pitti  
1565 A Sistemazione nella sala dei Cinquecento del Genio della Vittoria di Michelangelo  
1565 A In piazza Santa Trinita è innalzata la colonna della Giustizia  
1565 dicembre 14 E Proibizione del gioco nelle taverne cittadine  
1566 maggio 30 P Nuova redazione degli statuti dell’Arte dei Giudici e Notai, dopo la distruzione degli statuti precedenti nell’alluvione del 1557  
1566 agosto 23 E Proibizione del gioco nelle strade e nelle piazze della città  
1567 U Realizzazione della Loggia del Pesce ad opera di Vasari  
1567 aprile 7 P Proibizione di portar armi in città  
1567 maggio 14 R Festa per l’ingresso a Firenze dell’arcivescovo Antonio di Bindo Altoviti, nominato nel 1548, ma mai entrato in possesso della sua diocesi, per la posizione antimedicea della sua famiglia  
1567 dicembre 2 E Bando per i “cittadini che saranno tratti alle Porte” della città  
1568 C Seconda edizione de Le Vite di Giorgio Vasari  
1568 U Costruzione del palazzo Ramirez di Montalvo, famiglia spagnola venuta a Firenze al seguito di Eleonora di Toledo  
1569 P Istituzione dell’archivio generale dei contratti e delle scritture pubbliche  
1569 agosto 24 P Bolla di Pio V per la concessione a Cosimo della corona reale e del tutolo granducale  
1569 dicembre 13 P Pubblicazione a Firenze della bolla di Pio V  
1570 C Pubblicazione dell’Ercolano di Benedetto Varchi  
1570 A Avvio lavori per lo studiolo di Francesco I in palazzo della Signoria  
1570 marzo 29 F Cosimo I sposa Camilla Martelli  
1571 A Completamento della libreria di san Lorenzo  
1572 C L’Accademia Fiorentina avvia la compilazione di regole per la lingua toscana  
1574 P Morte di Cosimo I  
1574 R Bando per l’osservanza delle feste religiose  
1574 F Esequie a Firenze in onore di Carlo IX di Francia  
1575 maggio 10 F Soggiorna a Firenze per sei giorni il duca Ottavio Farnese duca di Parma e Piacenza  
1575 maggio 23 P Scoperta della congiura antimedicea di Orazio Pucci  
1575 giugno R Arrivo a Firenze del visitatore apostolico per la “visita” di tutti i luoghi di culto 1575 luglio E Si mettono guardie alle porte della città contro il pericolo di contagio di peste  
1575 agosto 1 E Rissa tra Neri Capponi e Francesco Corsi in piazza della Signoria “per gelosia di una pubblica meretrice”  
1575 agosto 17 E Proibizione di fiere per paura della peste  
1575 agosto 27 P Impiccagione di Orazio Pucci  
1575 agosto 27 E Torna a Firenze il cardinale Ferdinando dei Medici, allontanato da Roma per la sua passione eccessiva del gioco  
1575 ottobre 10 P Impiccagione del ladro Niccolò Cavalcanti  
1576 E Istituzione della “Nuova Misericordia” in piazza Duomo nel palazzo degli Uffiziali dei Pupilli  
1576 febbraio 12 P Proclamazione a Firenze della concessione imperiale del titolo granducale a Francesco I  
1576 febbraio 13 P Omaggio dei senatori al granduca  
1576 aprile U E' spianato il prato d’Ognissanti, per edificare case e un giardino per iol cardinale Ferdinando  
1576 aprile 28 E Bando contro l’eccessivo aumento degli affitti dei magazzini  
1576 luglio 16 P La sorella del granduca, Isabella, è strangolata dal marito Paolo Giordano Orsino, duca di Bracciano  
1577 maggio 6 P Condanna a morte di partecipanti alla congiura antimedicea di Orazio Pucci  
1577 giugno F Bando degli Otto di Pratica sopra le Potentie della città di Firenze con cui si proibiscono attività quali combattimenti, taglieggiamenti dei pasanti, arbitrati per risolvere vertenze  
1577 settembre 1 A Rifacimento fonte battesimale del Battistero in occasione della nascita del figlio del granduca e di Bianca Cappello  
1577 ottobre 1 E Caccia in piazza Santa Croce  
1578 gennaio 15 P Esecuzione di Camillo di Pandolfo Martelli  
1578 aprile 9 F Morte della granduchessa Giovanna d’Austria  
1578 maggio E Rincaro del prezzo del pane da 18 a 19 once  
1578 settembre P Bianca Cappello va ad abitare a palazzo Pitti  
1579 R Costruzione della chiesa di San Giovannino dei Gesuiti ad opera di Bartolomeo Ammannati  
1579 marzo E Il prezzo del pane torna a 18 once; uno staio di farina costa lire 4 e soldi 8  
1579 giugno 5 F Il granduca Francesco sposa segretamente Bianca Cappello  
1579 luglio 31 E Uno staio di farina a lire 5 e soldi 8  
1579 ottobre 14 F Ambasceria veneziana a Firenze per onorare il matrimonio del granduca con la Cappello  
1580 U Completamento costruzione degli Uffizi sotto la guida si Alfonso Parigi e di Bernardo Buontalenti  
1581 A Avvio dei lavori per la galleria all’ultimo piano degli Uffizi  
1583 C Fondazione Accademia della Crusca  
1583 A Collocazione nella loggia della Signoria del gruppo del Ratto delle Sabine del Giambologna  
1584 F Allegria delle Potenze in occasione del matrimonio della principessa Eleonora con Vincenzo Gonzaga: alla sassaiola di via Larga si avranno morti e feriti  
1586 A Allestimento agli Uffizi della “sala per le commedie” del Buontalenti  
1587 A Concorso per la facciata del Duomo  
1587 ottobre 19 P Morte nella villa di Poggio a Caiano del granduca Francesco I e di Bianca Cappello  
1587 ottobre 19 P Successione di Ferdinando I  
1588 A Istituzione dell’Opificio delle Pietre Dure  
1588 giugno 16 F Elezione del duca del Carroccio (potenza costituita dagli iscritti alle arti della seta e del cambio) a capo della signoria dei setaioli  
1589 aprile 30 F Entrata a Firenze di Cristina di Lorena, sposa di Ferdinando I  
1589 maggio 9 R Traslazione a Firenze del corpo di S: Antonino  
1589 maggio F Festa notturna a palazzo Pitti, con la rappresentazione della espugnazione di un castello turco e un combattimento navale nel cortile  
1589 dicembre 27 E Bando sulla confezione del pane mescolato con semola e stacciatura  
1590 U Avvio costruzione forte Belvedere  
1590 F Nascita del principe Cosimo, figlio di Ferdinando I  
1591 C Francesco Bocchi pubblica Le bellezze della città di Firenze  
1594 A Collocazione del monumento equestre di Cosimo I in piazza della Signoria  
1596 giugno 15 F Rescritto con cui si stabilisce che il palio di San Giovanni non si corra più dal ponte alle Mosse, ma dalla Porta al Prato “fin al sdrucciolo della porta alla Croce”  
1598 F Esequie in San Lorenzo in onore di Filippo II, re di Spagna  
1600 F Matrimonio per procura di Maria dei Medici con Enrico IV, re di Francia e 10 giorni di festeggiamenti


SECOLO XVII

1600-1647 C S. Ammirato, Istorie fiorentine, Firenze  
1600 P Istituzione della Consulta per le “suppliche di Stato”. La magistratura è formata dall’auditore fiscale e da due auditori nominati dal granduca  
1600 aprile 30 P Ferdinando I Medici conclude le nozze fra Enrico IV re di Francia e la nipote Maria Medici  
1604-1608 P Ferdinando ottiene dal re di Spagna il feudo di Pitigliano  
1605 R Alessandro Marzi Medici arcivescovo di Firenze  
1605 P Filippo III di Spagna riafferma l’investitura di Siena  
1605 aprile R Solenni celebrazioni in Duomo per la morte di Papa Leone XI, l’ex arcivescovo di Firenze Alessandro Medici papa per soli 26 giorni  
1605 maggio 29 R Inaugurata in via Palazzuolo la nuova sede della congregazione di San Francesco per l’insegnamento della dottrina cristiana (detta anche dei “vanchetoni” o “bacchettoni”) fondata dal laico Ippolito Galantini  
1606 P Ordinanza dell’auditore fiscale Pietro Cavallo che impone pene più severe agli stampatori fiorentini che non sottopongano le loro pubblicazioni al giudizio dell’auditore delle riformagioni 1606 P Acquisizione della contea di Pitigliano e Sorano  
1607 P Acquisite Monterotondo e Santa Sofia di Marecchia  
1608 U Collocati in piazza Santa Maria Novella due grandi obelischi per lo svolgimento del palio dei cocchi  
1608 ottobre 19 P Cosimo, erede del granducato, sposa Maria Maddalena d’Austria, figlia dell’arciduca d’Austria  
1608 ottobre-novembre F Corteo per l’ingresso degli sposi a Firenze; collocate le statue delle quattro stagioni, opera di Pietro Francavilla, Giovanni Caccini e Taddeo Landini, a decorare le testate del ponte Santa Trinita  
1609 febbraio 3 P Muore Ferdinando I. Gli succede il figlio Cosimo II; conferma dell’investitura di Siena da parte di Filippo III  
1609 agosto 24 P Nasce Maria Cristina, primogenita di Cosimo II e Maria Maddalena d’Austria  
1610 P È soppressa la carica di primo auditore granducale, le cui mansioni passano al primo segretario di Stato, all’auditore dei benefici ecclesiastici e ad altri auditori  
1610 luglio C Galileo Galilei è nominato “filosofo e matematico del Granduca di Toscana”  
1610 luglio 14 P Nasce Ferdinando, futuro granduca di Toscana  
1611 A Si costituisce la compagnia dei Comici Confidenti sotto la protezione di Giovanni Medici  
1611 U Costruzione del molo Cosimo nel porto di Livorno  
1611 luglio 24 P Nasce Giancarlo, secondogenito del granduca  
1612-1628 A Decorazione della galleria di casa Buonarroti  
1612 C Esce a Venezia la prima edizione del Dizionario dell’accademia della Crusca  
1612 C Riccardo Riccardi istituisce la biblioteca Riccardiana (505 volumi), arricchita nel 1688 dai libri di Vincenzo Capponi  
1612 maggio 31 P Nasce Margherita Medici  
1613 maggio 9 P Nasce Mattias Medici  
1614-1615 C Jean Tarde, cappellano del re di Francia Enrico IV, soggiorna a Firenze dove incontra più volte l’amico Galileo Galilei  
1614 ottobre 16 P Nasce il quarto figlio maschio del granduca: Francesco Medici  
1615 P Cosimo II definisce le funzioni della Consulta, il consiglio che ha il compito di esaminare le questioni di grazia e giustizia  
1616-1621 E Serie ininterrotta di cattivi raccolti di grano; il prezzo del cereale sale  
1616 P Acquisizione della contea di Castellottieri  
1616 aprile 23 P Riforma del Monte di Pietà di Firenze  
1616 luglio 21 P Nasce Anna Medici  
1617-1622 P Partecipazione del granducato alla guerra dei Trent’anni  
1617 P Matrimonio tra Caterina Medici, sorella di Cosimo II, e Ferdinando Gonzaga duca di Mantova  
1617 P Acquisita Terra Rossa, in Lunigiana  
1617 novembre 6 P Nasce Leopoldo Medici  
1618 F La tradizionale festa popolare dello scontro sull’Arno tra tessitori e tintori fiorentini viene sceneggiata dal poeta di corte Andrea Salvadori  
1618 U Cosimo II decide di ampliare nuovamente palazzo Pitti; l’incarico è affidato a Giulio Parigi, che prolunga la facciata portandola alle dimensioni attuali  
1619 U Cosimo II fa costruire, su progetto di Giulio Parigi, la loggia del Grano. Al piano terra si tiene la vendita dei cerali, nel sottotetto si trova il magazzino  
1620 U Giulio Parigi costruisce il palazzo della Crocetta destinato alle principesse medicee  
1620 A Artemisia Gentileschi, in questo periodo residente a Firenze, dipinge il suo capolavoro Giuditta e Oloferne  
1620 febbraio E Abolito il dazio di importazione sulla lana greggia  
1620 marzo 20 R Muore in odore di santità Ippolito Galantini. I confratelli della Congregazione della dottrina cristiana promuovono l’iter per la canonizzazione  
1620 ottobre - 1621 giugno E Epidemia di tifo esantematico a Firenze  
1620 novembre P Provvedimento istitutivo della “deputazione sopra le coltivazioni”  
1621 febbraio 28 P Muore Cosimo II. Gli succede il figlio Ferdinando II, di dieci anni. Il testamento prevede che alla madre Cristina di Lorena e alla nonna Maria Maddalena si affianchino nel disbrigo degli affari di Stato l’arcivescovo di Pisa Giuliano Medici, il conte Orso d’Elci, Niccolò dell’Antella e il marchese Fabrizio Colloredo  
1621 marzo 13 P Il granduca avoca tutti i poteri decisionali in merito alla gestione dell’ospedale di Santa Maria Nuova e degli altri ospedali cittadini  
1621 settembre P I tessitori dell’arte della Seta di Firenze chiedono un sostegno al governo. La richiesta è accolta: vengono messi a disposizione dell’arte 40.000 scudi da destinare a chi metterà in funzione telai inutilizzati, attribuendo 1000 scudi per ogni cinque telai attivati  
1621 ottobre 27 P Con editto granducale si cerca di arginare il problema dell’accattonaggio istituendo ricoveri per mendicanti  
1622 E La popolazione di Firenze è di 76.000 abitanti  
1622 P Filippo IV conferma l’investitura di Siena  
1623 P Concordato il matrimonio tra Ferdinando e Vittoria della Rovere, figlia del duca di Urbino  
1623 C Seconda edizione, stampata a Venezia, del Dizionario dell’accademia della Crusca  
1623 gennaio 30 P Abolita la legge che esclude il ceto magnatizio dall’esercizio delle cariche pubbliche. La reggenza, in nome di Ferdinando II, decreta che “in tutti i futuri tempi quei Cittadini Fiorentini, che [...] saranno abili per le qualità delle famiglie e capacità e meriti della persona loro medesima [...] possino non ostante dette provvissioni e leggi antiche [che stabilivano l’incapacità a ricoprire cariche per i feudatari e possessori di signorie] essere eletti ed ammessi al numero del detto e amplissimo Senato de’ Quarantotto ed altri ofizi, magistrati e governi di dentro alla Città e di fuori di essa [...]”  
1625 gennaio 26 P Ladislao Vasa, figlio di Sigismondo III re di Polonia, giunge a Firenze  
1625 gennaio 28 A Nella sala delle Commedie del teatro mediceo degli Uffizi è in scena la Festa di Sant’Orsola, melodramma di Andrea Salvadori  
1625 febbraio 3 A Nella villa di Poggio Imperiale è inscenato il melodramma La liberazione di Ruggiero dall’Isola di Alcina, musicato da Francesca Caccini e scritto da Ferdinando Saracinelli  
1625 febbraio 6, 9, 11 F In occasione del carnevale si giocano in Santa Croce le partite del calcio fiorentino  
1625 febbraio 7 P Il granduca, nel chiostro della SS. Annunziata, elargisce doti ad alcune fanciulle indigenti  
1625 luglio P È istituito il Monte del Sale non vacabile  
1627 R Si insedia a Firenze la Congregazione dei barnabiti, che apre un collegio  
1627 luglio 3 P Caterina Medici, principessa di Toscana e duchessa di Mantova, è nominata governatrice della Città e Stato di Siena. Giunge a Siena l’8 luglio  
1628 ottobre 11 P Margherita Medici sposa Edoardo I Farnese duca di Parma (1612-1646)  
1628 P Ferdinando II assume il potere  
1629-1630 E Epidemia di peste e carestia  
1629 P Riforma delle istituzioni sanitarie e degli istituti di assistenza  
1629 C Il nobile Carlo Strozzi ottiene con privilegio granducale il diritto di appropriarsi di ogni genere di manoscritto prima della sua distruzione o dispersione. La raccolta Strozzi (che è chiusa con l’estinzione del casato nel 1784) comprende soprattutto codici contenenti memorie di storia patria  
1629 aprile 17 P Muore a Siena la governatrice Caterina Medici Gonzaga  
1629 maggio 28 P Mattias Medici è nominato governatore della Città e Stato di Siena. Giunge a Siena il 26 agosto; ne riparte nell’agosto 1631  
1630 circa C Si insediano a Firenze i padri delle Scuole pie, seguaci di Galileo  
1630 circa   Cessa la sua attività l’accademia degli Alterati (attiva dal 1568)  
1630-1634 U Ristrutturazione del giardino di Boboli. Giulio e Alfonso Parigi trasformano l’anfiteatro di verzura in un’architettura murata; si costruiscono i labirinti, le ragnaie e la vasca dell’Isola  
1630 marzo 7 P Bando contro i mendicanti e proibizione delle fiere in tempo di Quaresima  
1630 agosto 13 R Muore l’arcivescovo Alessandro Marzi Medici. Il nuovo arcivescovo è Cosimo Bardi  
1630 ottobre 12 P Il magistrato della Sanità di Firenze censisce tutti i medici e i chirurghi che operano nel granducato  
1632 R L’arcivescovo Bardi muore di peste. Segue l’episcopato di Pietro Niccolini  
1632 C Galileo Galilei pubblica in Firenze il Dialogo dei massimi sistemi  
1632 R È fondata a Firenze una piccola comunità oratoriana in San Sebastiano  
1632 agosto 9 P Muore Maria Cristina Medici  
1633 A È messa in scena la commedia Il convitato di pietra, rifacimento italiano di Giacinto Andrea Cicognini dell’opera di Tirso da Molina El burlador de Sevilla  
1633 P Il senatore Cosimo del Sera è nominato da Ferdinando II “soprintendente generale”  
1633 P Acquisizione della contea di Santa Fiora e di Scansano  
1633 R I barnabiti aprono una scuola nel quartiere d’Oltrarno  
1633 P Galileo Galilei è consegnato all’Inquisizione romana  
1634 febbraio 29 A In palazzo Vecchio è rappresentata La siringa, commedia di Michelangelo Buonarroti il giovane  
1635 C Il letterato Agostino Coltellini fonda l’Accademia degli Apatisti  
1636 A Nel giardino di Boboli è posta la statua dell’Abbondanza, iniziata dal Giambologna e terminata dal Tacca  
1636 marzo 18 P Leopoldo Medici è nominato governatore della Città e Stato di Siena. Giunge a Siena il 16 maggio  
1637 P Nozze di Ferdinando II con Vittoria della Rovere (1622-1694) figlia di Francesco Ubaldo della Rovere principe di Urbino  
1637 A In occasione dei festeggiamenti nuziali è messa in scena nel cortile di palazzo Pitti la favola mitologica di Giovan Francesco Coppola Le nozze degli dei  
1637 A Ferdinando II chiama Pietro da Cortona ad affrescare la sala della Stufa a Pitti  
1637 P Alessandro Vettori è nominato Auditore delle Riformagioni  
1637 A Viene sistemata la facciata della chiesa d’Ognissanti  
1637 ottobre 26 P Prammatica et legge sopra alle perle, & altre gioie, vestimenti, abbigliamenti, ornamenti di casa, & altro, conviti, e mortori, da doversi osservare nella Città di Firenze, & suo contado, & in tutte le altre città, terre, e luoghi del Dominio fiorentino  
1638 C Il poeta inglese John Milton fa visita a Galileo Galilei, residente forzato ad Arcetri  
1639 dicembre 20 P Nasce il primo figlio del granduca; morirà il giorno seguente  
1640 U Si colloca la statua equestre di Ferdinando I in piazza della SS. Annunziata  
1640 U Iniziano i lavori, diretti da Matteo Nigetti, per la costruzione della cappella dei Principi adiacente alla basilica di San Lorenzo  
1640 C Ferdinando II fonda l’accademia Medicea Sperimentale con sede a palazzo Pitti  
1640 maggio C Data della pubblicazione della prima gazzetta a stampa fiorentina, dai torchi di Amadore Massi e Lorenzo Landi  
1641-1644 P “Guerra barberina” per il feudo di Castro: il granduca sosterrà il cognato Odoardo Farnese, duca di Parma, contro il pontefice. Le truppe toscane saranno affidate al principe Mattias Medici, che lascia in questo periodo il governo di Siena  
1641-1647 A Pietro da Cortona decora palazzo Pitti  
1641 R Processo davanti all’Inquisizione fiorentina del canonico Pandolfo Ricasoli, di Faustina Mainardi e di altri seguaci delle sue dottrine considerate eretiche  
1641 aprile 2 P Mattias Medici è eletto nuovamente governatore di Siena  
1641 maggio 31 P La granduchessa Vittoria della Rovere partorisce una bimba che morirà subito dopo la nascita  
1642 C Il granduca fonda la “Sperimentale Accademia medicea”  
1642 gennaio 8 C Muore ad Arcetri Galileo Galilei  
1642 agosto 14 P Nasce il terzo figlio del Granduca, Cosimo  
1642 settembre 29 F La granduchessa Vittoria esce per la prima volta dopo il parto dai suoi appartamenti e festeggia la nascita del figlio. Per l’occasione è celebrata una messa nella cattedrale e viene scoperta l’immagine della SS. Annunziata  
1643 maggio 26 P Alleanza tra la repubblica di Venezia, granducato di Toscana e i duchi di Parma e Modena contro il pontefice. Mattias Medici assume il comando dell’esercito della lega; il governo di Siena è trasferito nel principe Leopoldo  
1643 maggio 29 P Il granduca ordina a Francesco Niccolini, ambasciatore a Roma, di partecipare ai ministri dell’Imperatore, del re di Spagna e di quello di Francia la decisione di muovere guerra ai Barberini  
1644 R Giancarlo Medici è ordinato cardinale  
1644 C Fondata l’accademia nobiliare dei Concordi, protetta da don Lorenzo Medici e con sede al Casino di via del Parione  
1644 C Lo scrittore inglese John Evelyn soggiorna a Firenze  
1644 maggio P Mattias Medici torna al governo di Siena; resterà in carica fino all’anno della morte (1667)  
1645 febbraio 14-27 A Sette repliche della commedia La finta pazza di Giulio Strozzi, eseguita dalla compagnia veneziana degli accademici Febiarmonici nel teatro fiorentino della Dogana detto di Baldracca  
1645 maggio 11 P Bando per la concessione del monopolio a privati per l’appalto e vendita del tabacco  
1646 gennaio 5 P Nuova imposta sulla carta bollata richiesta per tutti gli atti, contratti, testamenti. Gli ecclesiastici ne sono esenti  
1646 gennaio P Decima sugli affitti  
1646 giugno 10 P Anna Medici, sorella di Ferdinando II, sposa Ferdinando Carlo, arciduca d’Austria 1649 P Si decide la trattenuta di una crazia su stipendi, salari, provvisioni e pensioni pagati dallo Stato, a beneficio del Monte di Pietà  
1650 R Nascita dell’istituto delle Minime Ancelle della Santissima Trinità che si dedicano all’istruzione delle giovani d’estrazione nobiliare  
1650 A È costruito il teatro del Cocomero  
1650 C Il principe Leopoldo fa edificare al primo piano dell’antico palazzo Medici un piccolo teatro  
1650 P Ferdinando II acquisce dalla Spagna Pontremoli, in ringraziamento dell’aiuto dato nella difesa dello Stato dei Presidi dai francesi  
1651 C L’accademia dei Concordi cambia nome e sede. Diventa accademia degli Immobili e si traferisce nel teatro del Cocomero  
1651 R È arcivescovo il cardinale Francesco Nerli, quasi sempre impegnato all’estero; la diocesi è retta principalmente dal vicario Vincenzo Bardi  
1652 U Pietro Tacca edifica il teatro della Pergola, sotto il patronato del cardinale Giancarlo Medici, fratello di Ferdinando II  
1652 gennaio 17 A Alla presenza del duca di Modena i membri dell’accademia degli Affinati mettono in scena una commedia nel teatro di palazzo Medici  
1654 C Sir John Reresby soggiorna a Firenze  
1654 A Gli accademici Immobili si trasferiscono nel teatro della Pergola  
1654 A Il teatro del Cocomero è occupato dalla nuova accademia dei Sorgenti  
1655 febbraio 6 A È rappresentata dagli accademici Affinati, nel teatro di palazzo Medici, la commedia L’amico per forza, traduzione italiana dell’opera di Lope de Vega  
1655 febbraio 18 A Il granduca, assieme al principe Adolfo di Svezia, assiste ad una commedia al teatro del Cocomero  
1656 P Arrivo a Firenze dell’ambasciatore russo Ivan Cemodanov  
1657 C Fondata da Leopoldo Medici l’accademia del Cimento, in cui confluisce l’attività dell’accademia Medicea Sperimentale  
1658-1679 A Viene decorato il corridoio di ponente degli Uffizi con soggetti che esaltano uomini e istituzioni che avevano dato fama a Firenze  
1659 U I Medici vendono alla famiglia Riccardi il palazzo di via Larga, che viene ampliato e decorato da Luca Giordano  
1659 P Il nobile russo Lichacev visita Firenze  
1660 A L’accademia degli Affinati, specializzata nella messa in scena di prose e drammi musicali e protetta da Leopoldo Medici, si trasferisce da palazzo Medici al Casino di San Marco  
1661 P Giovanni Federighi è nominato auditore delle riformagioni  
1661 U Il matematico Vincenzo Viviani si occupa del restauro della lanterna della cupola del Brunelleschi danneggiata da un fulmine  
1661 A In occasione delle nozze gli appartamenti terreni di palazzo Pitti sono decorati a fresco da Jacopo Chiavistelli  
1661 P Cosimo, futuro granduca, sposa Margherita Luisa d’Orléans, cugina di Luigi XIV  
1661 giugno 20 F Il corteo nuziale entra in città da porta San Gallo, dove Gherardo e Pier Francesco Silvani hanno realizzato un monumentale ingresso, percorre via Larga e raggiunge il Duomo, attraversa il ponte Santa Trinita, via Maggio e si arresta in palazzo Pitti. I festeggiamenti proseguono con gli spettacoli nell’anfiteatro di Boboli e nel teatro della Pergola  
1661 luglio 1 A Si mette in scena nell’anfiteatro di Boboli un balletto a cavallo intitolato Il mondo festeggiante  
1661 luglio 12 A È rappresentato al teatro della Pergola il dramma musicale Ercole in Tebe, libretto di Giovanni Andrea Moneglia e musica di Jacopo Melani  
1663 gennaio 23 R Muore il cardinale Giancarlo Medici  
1663 agosto 9 P Nasce Ferdinando, figlio di Cosimo e Margherita Luisa d’Orléans  
1664 marzo 19 C Sodalizio fra dodici nobili per formare l’accademia degli Infuocati  
1667-1690 P Con una serie di motupropri è smantellato l’ufficio della Decima. Viene istituito un soprintendente generale, con competenze sulla decima dei cittadini e del contado. Gli introiti della decima dovranno garantire il pagamento degli interessi del Monte  
1667 P Nasce Anna Maria Luisa, figlia di Cosimo e Margherita Luisa d’Orléans  
1667 P Il principe Cosimo, futuro Cosimo III, inizia il suo viaggio d’istruzione in diversi paesi europei, dalla Spagna all’Inghilterra  
1667 R Leopoldo Medici diviene cardinale  
1667 C Chiude l’accademia del Cimento  
1667 ottobre 11 P Muore Mattias Medici  
1668 C Francesco Redi pubblica Esperienze intorno alla generazione spontanea degli insetti  
1669 C Nicola Stenone, medico alla corte medicea, pubblica De solido intra solidum naturaliter contento dissertationis prodromus  
1669 A L’accademia degli Infuocati assume come sede il teatro del Cocomero  
1669 F Viene canonizzata a Roma Maria Maddalena de’ Pazzi. Feste e processioni a Firenze  
1670 R È nominato arcivescovo il cardinale Francesco Nerli, nipote del precedente arcivescovo, anch’egli quasi sempre assente da Firenze. La guida dell’episcopato è affidata al vicario Alessandro Pucci  
1670 R Il tribunale toscano dell’Inquisizione condanna al carcere a vita il nobile fiorentino Alessandro Martini per una presunta adesione al movimento quietista  
1670 maggio 24 P Muore Ferdinando II; gli succede il figlio Cosimo III  
1671 E Popolazione di Firenze: 70.355 abitanti  
1671 P Nasce Giangastone, terzo figlio di Cosimo III e Margherita Luisa d’Orléans  
1671 P Carlo de’ Ricci è nominato auditore delle riformagioni  
1671 agosto 3 P Rinnovatione del bando contro li Birboni, e Vagabondi  
1672 P La granduchessa Margherita Luisa si ritira a Poggio a Caiano  
1672 F Festa, celebrata in SS. Annunziata, per la canonizzazione di San Filippo Benizzi  
1673 P Luigi XIV, re di Francia, invia a Firenze il vescovo di Marsiglia e Madame Du Deffant per far riappacificare la granduchessa con Cosimo III  
1673 C Orazio Capponi dà alle stampe i Capitoli del calcio fiorentino, preceduti da una riedizione del Discorso sopra ’l giuoco del calcio fiorentino di Giovanni Bardi (1580)  
1674 P Accordo fra Cosimo III e la moglie: la granduchessa si ritirerà, fin dal 1675, nel convento di Montmartre, rinunziando a titoli e onori  
1675 novembre 10 P Muore Leopoldo Medici, la cui collezione di strumenti scientifici, fra cui le lenti e il cannocchiale di Galileo, entra a far parte della collezione medicea conservata negli Uffizi  
1676 P Cosimo III istituisce il porto franco a Livorno  
1676 settembre 11 P Muore Anna Medici  
1677 gennaio 21 P Bando e proibizione di non poter vendere Grani, e Biade oltre i prezzi tassati  
1677 U Cosimo III fa costruire un serraglio nel giardino di Boboli per gli animali strani e rari  
1678 R Insediamento a Firenze dei francescani scalzi riformati di Pietro d’Alcantara  
1678 P Antonio de’ Ricci è nominato auditore delle riformagioni  
1678 P La tassa sul macinato, istituita come gabella insieme all’ufficio delle farine nel 1552 per la sua riscossione, è trasformata in testatico  
1680 P Istituzione della Ruota criminale, tribunale penale supremo che assume competenze prima degli Otto di guardia e balia  
1680 E L’approvvigionamento della carne per la città di Firenze è dato in appalto al priore Ferdinando Ximenes  
1680 dicembre 20 E Bando contro il commercio carnale fra cristiani e ebrei; si proibisce inoltre a cristiani e ebrei di abitare sotto lo stesso tetto  
1682 R Giacomo Antonio Morigia, padre barnabita, è il nuovo arcivescovo di Firenze  
1682 C Cosimo III acquista il cabinet naturalistico dell’olandese Rumph  
1682 P Roberto Pandolfini è nominato Auditore delle Riformagioni  
1682 febbraio 24 F Grande mascherata carnevalesca per le strade di Firenze organizzata dal principe Francesco Maria Medici, fratello del granduca  
1683 F Per festeggiare la liberazione di Vienna dall’esercito turco, il granduca fa scoprire la Santissima Annunziata e proclama dei giorni di festa  
1683, carnevale F Giocate partite di calcio in parte sovvenzionate dal granduca  
1683 marzo P Francesco Maria Medici è nominato governatore della Città e Stato di Siena; resterà in carica fino alla morte (1711)  
1684, carnevale F Giocate partite di calcio in parte sovvenzionate dal Granduca  
1686 marzo-aprile C Jean Mabillon e Michel Germain, incaricati dai ministri di Luigi XIV di arricchire la biblioteca Reale di manoscritti e libri preziosi, incontrano a Firenze il bibliotecario del granduca Antonio Magliabechi  
1686 F Festa “di giuoco e di ballo” organizzata dal marchese Corsi nel suo palazzo al canto a’ Tornaquinci  
1688 giugno 22 P Bando contro i vagabondi, e Birboni, e Accattoni  
1688 maggio 24 P Il principe Ferdinando sposa per procura Violante Beatrice di Baviera  
1689 maggio 15 C Cosimo III istituisce l’accademia dei Nobili  
1689 novembre 22 – dicembre 22 C Soggiorno di Leibniz a Firenze: è stato inviato dal duca di Brunswick in Italia per fare ricerche sulla sua casata  
1689 A Il principe Ferdinando fa costruire un teatro a Pratolino; l’incarico è dato all’architetto Antonio Ferri  
1689 A In occasione della rappresentazione Il Greco in Troia il teatro della Pergola è decorato e ristrutturato  
1689 gennaio 9 F Cerimonia ufficiale di incoronazione della principessa Violante. Partita di calcio in suo onore  
1691-1713 P Il granduca finanzia la partecipazione dell’Impero alla guerra della Lega di Augusta e a quella di successione spagnola  
1691 F Incontro di calcio organizzato in occasione delle nozze di Anna Maria Luisa Medici con il duca Giovanni Guglielmo di Neuburg  
1691 C Terza edizione, questa volta stampata a Firenze, del Dizionario dell’Accademia della Crusca 1691 A Arriva a Firenze l’artista siciliano Gaetano Giulio Zumbo che crea vari modelli in cera di preparati anatomici  
1692 E È istituito l’istituto di credito detto monte del sussidio vacabile  
1692 giugno 21 P Tassa sulle parrucche  
1693 C Alla morte di Agostino Coltellini l’accademia degli Apatisti passa sotto la protezione di Cosimo III Medici  
1693 gennaio 21 R Per un oltraggio all’immagine della madonna, il granduca ordina “processioni e solenni orazioni per tutto il veniente giorno di venerdì 23 gennaio”  
1694 A Il granduca concede una stanza dello Studio fiorentino all’accademia degli Apatisti  
1694 U Il granduca, preoccupato per le crepe che compaiono nella cupola del Brunelleschi, richiede l’intervento del matematico Vincenzo Viviani  
1696-1699 A Per iniziativa di Cosimo III vengono decorate da Giuseppe Nasini e Giuseppe Tonelli le volte del braccio degli Uffizi che si affacciano sull’Arno con soggetti celebrativi  
1697 luglio 30 P Riforma generale dell’Abbondanza. Intervento legislativo in materia di annona, con cui si ribadisce la politica vincolistica  
1698 P Šeremet’ev , ambasciatore di Pietro il Grande, visita Firenze  
1698 agosto 23 P Il nobile russo Petr Andreevic Tolstoj trascorre la giornata a Firenze  
1699 P Filippo Buonarroti è nominato auditore delle riformagioni  
1699 P Soppresso il tribunale della Ruota criminale
 

SECOLO XVIII

1700 È arcivescovo il nobile fiorentino Leone Strozzi, della congregazione vallombrosana
1700 La popolazione fiorentina è di circa 72.000 abitanti
1701-1703 Lo scrittore inglese Joseph Addison visita Firenze
1703 Tommaso Bonaventura Della Gherardesca arcivescovo di Firenze
1705 Nel chiostro della SS. Annunziata è organizzata, per volere del principe ereditario Ferdinando, un’esposizione di belle arti
1708 Giangastone Medici torna a Firenze dopo aver passato  più di dieci anni a Reichstadt con la moglie
1709 Fondazione del seminario arcivescovile
1709 Un inverno gelidissimo che interessa quasi tutta la Toscana distrugge i raccolti di olive e di vino
1709 Federico IV, re di Danimarca e di Norvegia, è in visita a Firenze
1709 luglio 14 Francesco Maria Medici sposa Eleonora Luisa Gonzaga
1710 Scipione Maffei pubblica il “Giornale dei letterati”
1710 Di fronte alla mancanza di figli dei suoi eredi, Cosimo propone alla conferenza preliminare di pace di Getruidenberg un progetto di trasformazione in repubblica del granducato al momento dell’estinzione della dinastia
1712-1715 Costruzione della facciata in pietra della chiesa di San Filippo Neri su progetto dell’architetto Ferdinando Ruggieri
1712 Istituita la congregazione per il commercio, per individuare soluzioni alla crisi toscana del commercio e delle manifatture
1712 È istituito il seminario diocesano. Vi saranno impartite lezioni di ebraico, greco, latino, lingua toscana e teologia scolastica
1712 febbraio 3 Muore Francesco Maria Medici, Governatore di Siena
1713 ottobre 30 Muore l’erede Ferdinando; il fratello Giangastone e la sorella Anna Maria subentrano nella successione per decreto del senato fiorentino
1713 dicembre 20 Memorial di Leibniz all’elettore di Hannover: vi si definisce l’atto del senato “contre les droits de l’Empire”. In seguito Leibniz si impegnerà per favorire la successione al granducato dei duchi d’Este
1714 Muore Antonio Magliabechi, bibliotecario granducale
1715 Aperta al pubblico, in palazzo Medici Riccardi, la biblioteca Riccardiana
1715 Diminuzione della gabella sulle compravendite terriere
1716 È istituita la società Botanica, fondatore Pier Antonio Micheli
1717 aprile 12 Violante Beatrice di Baviera, vedova del principe Ferdinando, si insedia come governatrice della Città e Stato di Siena
1717 Terminati gli affreschi della cupola della chiesa di San Marco, ad opera di Alessandro Gherardini
1717 ottobre 22 Anna Maria, figlia di Cosimo III, torna a Firenze dopo la morte del marito
1718 Un trattato internazionale stabilisce in via provvisoria che alla morte di Anna Maria, Carlo, figlio di Filippo V e Elisabetta Farnese, succeda al trono granducale
1718 Viene costruito l’orto botanico
1718 Il teatro la Pergola aperto al pubblico
1719 dicembre Il senato proclama pubblicamente il nuovo patrono di Firenze San Giuseppe; per l’occasione è coniata una medaglia
1720 agosto Neri Corsini è nominato dal granduca plenipotenziario al congresso di Cambray
1721 Cosimo III ordina di togliere dall’altare del Duomo le statue di Adamo ed Eva del Bandinelli, perché considera sconveniente la loro nudità
1721 settembre 19 Muore Margherita Luisa d’Orleans, moglie di Cosimo III. Celebrata una messa funebre in San Lorenzo in suo onore
1722 Nomina dell’arcivescovo Giuseppe Maria Martelli
1722 Congresso di Cambrai: don Carlos di Spagna è indicato come successore dei Medici. Cosimo III e poi Giangastone rifiuteranno di aderirvi
1722 luglio Giangastone interviene come delegato di suo padre alla Consulta
1723 Segni, Istorie fiorentine, Augusta, 1723
1723 ottobre 31 Muore Cosimo III. Succede Giangastone
1725 Il teatro del Cocomero è ampliato e rinnovato
1726 Edito a Firenze De Etruria regali, dello scozzese Tommaso Dempster
1726 agosto Si vieta l’importazione del grano perché il raccolto era stato favorevole
1727 Esonerato dal pagamento della colletta, tassa annuale, chi ha reddito inferiore a 100 scudi annui
1727 aprile Henry Somerset, terzo duca di Beaufort, visita Firenze
1728 Montesquieu visita Firenze
1728 F. De’ Nerli, Commentari dei fatti civili occorsi dentro la città di Firenze dall’anno 1215 al 1537, Augusta, 1728
1729 Esce il primo tomo della quarta edizione del vocabolario della Crusca
1729 agosto Terremoto di modeste proporzioni
1729 novembre Trattato di Siviglia: sancisce l’arrivo delle truppe spagnole in Toscana in attesa dell’arrivo di don Carlos
1730 Giangastone nomina Anton Francesco Gori professore di storia sacra e profana nello Studio fiorentino
1731 Convenzione di famiglia per la successione granducale: don Carlos è designato alla successione medicea. L’impegno di Filippo V è che sia “mantenuta la costituzione del governo della Toscana nell’economico, civile e giurisdizionale, conservato ogni diritto, privilegio e prerogativa alla città di Firenze, che sarà la principale residenza del serenissimo Infante e ciascheduna altra città e luogo e specialmente ogn’altro ordine di magistratura”. Arrivo delle truppe spagnole in Toscana
1731 Anton Francesco Gori inizia la pubblicazione del Museum florentinum (12 volumi, 1731-1766)
1731 maggio 30 Muore Violante Beatrice di Baviera Medici, governatrice di Siena
1732 Giovanni Lami direttore della biblioteca Riccardiana
1732 marzo 9 Don Carlos di Spagna fa la sua entrata a Firenze
1733 Giovanni Lami è nominato teologo consulente del granduca
1734-1743 Antonio Cocchi è segretario della società botanica fiorentina
1734 Giulio Rucellai succede a Filippo Buonarroti nella carica di segretario del regio diritto
1735 Horace Mann si trasferisce a Firenze dove diverrà ambasciatore dell’Inghilterra
1735 Pompeo Neri è nominato auditore delle regie possessioni
1735 maggio 15 È fondata la società Colombaria: tra i sedici fondatori Anton Francesco Gori, Giovanni Targioni Tozzetti, Domenico Maria Manni, Giovan Girolamo de’ Pazzi
1735 giugno Editto contro le persecuzioni degli ebrei
1735 ottobre Preliminari della pace di Vienna: si attribuisce il granducato di Toscana, alla morte di Giangastone, a Francesco Stefano di Lorena, figlio di Leopoldo I e futuro marito (febbraio 1736) di Maria Teresa d’Austria, erede della monarchia di Carlo VI
1737 Fondazione della manifattura di porcellane di Doccia del marchese Carlo Ginori
1737 gennaio 24 Diploma di investitura del granducato a favore di Francesco Stefano emanato dall’imperatore. Fallisce il tentativo toscano di vedere riconosciuta una secondogenitura toscana. Ritiro delle truppe spagnole dalla Toscana e arrivo del contingente imperiale (circa 6.000 uomini)
1737 giugno 8 Marc Beauvau, principe di Craon, ministro plenipotenziario del duca di Lorena, arriva a Firenze
1737 luglio 9  Muore Giangastone, ultimo rappresentante della dinastia Medici. Il Craon è ora presidente del consiglio di Reggenza
1737 agosto Arriva a Firenze il conte Emmanuel Nay di Richecourt, stretto collaboratore di Francesco Stefano di Lorena
1737 ottobre 9 Si svolge, per volere del nuovo granduca, un funerale in memoria di Giangastone Medici
1737 ottobre 31 Convenzione fra Anna Maria e Francesco Stefano di Lorena sui beni allodiali dei Medici
1737 novembre In attesa dell’arrivo a Firenze del corpo di guardia lorenese è congedata la guardia a cavallo del granduca Medici
1738-1747 Marc Beauvau de Craon, plenipotenziario per le questioni relative al passaggio dinastico, presiede il consiglio di Reggenza
1738 Legge sull’“estrazione” dei grani in Maremma che assicura per dodici anni il libero commercio frumentario
1738 Istituzione dell’appalto per la riscossione dei tributi
1738 Perquisizione del padre inquisitore Ambrogi nella libreria del Rigacci alla ricerca di opere eterodosse
1738 Scioglimento della prima loggia massonica fiorentina, fondata dal barone Von Stosch
1738 gennaio 22 Bando che elimina il privilegio di portare armi per “sicurezza pubblica” e prelude al rifiuto di accordare la licenza alla “famiglia” dell’Inquisitore fiorentino
1738 aprile 9 Rappresentato alla Pergola lo spettacolo Le nozze di Perseo e d’Andromeda, su testo di Damiano Marchi, musicato e diretto da Giuseppe Maria Orlandini
1738 marzo-maggio Giungono in Toscana tre reggimenti delle guardie lorenesi. Timori di un attacco al granducato
1738 agosto 9 Riforma dell’esercito, con la creazione di un reggimento delle guardie lorenesi e di un reggimento toscano. Un dispaccio del dicembre confermerà comunque il sistema delle bande, strutturatosi con Cosimo I e basato su un reclutamento locale
1738 ottobre Editto di liberalizzazione della circolazione ed esportazione dei grani maremmani
1739 Concessione dell’appalto del gioco del lotto al romano Ottavio Cataldi e soci
1739 gennaio 20 Per l’ingresso di Francesco Stefano di Lorena si erige l’arco di trionfo a porta San Gallo (opera dell’architetto Jean Nicolas Jadot)
1739 gennaio 27 Editto con cui si liberalizza parzialmente il commercio interno di lane e pannine
1739 febbraio 2 In onore del nuovo granduca si svolge una partita di calcio in costume: il gioco era stato abolito l’anno precedente perché troppo legato alla tradizione repubblicana e medicea
1739 aprile 25 Attraverso alcune “istruzioni” Francesco Stefano regolamenta i consigli di Reggenza, Finanze e Guerra
1739 maggio Arresto del poeta Tommaso Crudeli, implicato nella loggia massonica del Von Stosch
1739 ottobre 3- ottobre 10 Charles de Brosses visita Firenze: constaterà un diffuso sentimento antilorenese e filoborbonico
1739 dicembre 29 Dichiarazione di neutralità di Livorno e delle coste toscane rispetto al conflitto fra Spagna e Inghilterra
1740-1748 Guerra di successione austriaca: Francesco Stefano è impegnato a fianco della moglie e nella difesa territoriale del granducato. Quest’ultimo persegue una politica di neutralità, ma vive per tutti questi anni l’ansia di un attacco da parte delle truppe borboniche
1740-1744 Diverse collette universali sono imposte in questo periodo
1740 Costruzione di palazzo Capponi, poi Bastogi, in via Larga (odierna via Cavour)
1740 Nasce la rivista “Novelle Letterarie”, diretta da Giovanni Lami. Fra i collaboratori Anton Francesco Gori, Giovanni Targioni Tozzetti e Giovanni Panfilo Gentili
1740 Stefano Bertolini è nominato auditore della Camera granducale, tribunale regio istituito per tutelare gli interessi del fisco in concomitanza alla creazione dell’appalto generale delle finanze
1740 L’Arno è in piena e inonda Firenze
1740 Costruzione su progetto di Ferdinando Ruggieri del campanile della basilica di San Lorenzo
1740 Unificazione delle imposte e istituzione dell’appalto generale delle finanze
1740 primavera Creazione di tre reggimenti: Capponi (poi Lunigiana); Pandolfini (poi Romagna) e un reggimento di cavalleria
1740 ottobre 20 Muore l’imperatore Carlo VI
1741 Horace Walpole soggiorna a Firenze
1741 Francesco Gaetano Incontri arcivescovo di Firenze
1741 maggio Richecourt si reca a Vienna per cercare sostegno in caso di invasione del granducato: rientrerà nel dicembre
1742 Il consiglio di Reggenza progetta di abolire i tassi doganali tra Siena e Firenze
1742 Nasce il periodico “Giornale dei Letterati”, redatto da Lorenzo Mehus, Ottaviano Bonaccorsi e Francesco Raimondo Adami
1742 febbraio Carlo di Baviera è nominato imperatore: momento di grave crisi del fronte Asburgo. La Reggenza dovrà consentire al passaggio di truppe spagnole
1743 Muore Anna Maria Medici
1743 marzo 8 Legge sulla stampa
1743 aprile 5 Anton Francesco Gori è fra i deputati alla revisione delle stampe
1744 agosto 11 Sconfitta a Velletri dell’armata austriaca: questo segna un contenimento delle ambizioni italiane di Maria Teresa d’Austria e Francesco Stefano  
1744 Andrea Bonducci acquista la tipografia di Pietro Matini e fonda la Stamperia Bonducciana All’Insegna della Colomba
1744 Carlo Goldoni soggiorna a Firenze, dove fa amicizia con Giulio Rucellai
1745 Pompeo Neri, segretario del consiglio di Reggenza, è incaricato di redigere un nuovo codice legislativo
1745 La Stamperia Granducale diviene Stamperia Imperiale
1745 La popolazione di Firenze è di 73.500 abitanti
1745 Riduzione dei luoghi ecclesiastici immuni
1745 gennaio 21 Morte dell’imperatore Carlo VII. Francesco Stefano può porre la propria candidatura al trono imperiale
1745 marzo 12 Varo di un’imposizione straordinaria al 6%: la nuova imposta grava su ogni sorte di entrata
1745 settembre 21 Francesco Stefano è eletto imperatore; sarà incoronato a Francoforte il 4 ottobre
1746 Apre al pubblico la biblioteca Magliabechiana grazie al legato di Antonio Magliabechi
1746 luglio 9 Morte di Filippo V. La moglie Elisabetta Farnese deve abbandonare il progetto di una egemonia borbone-farnese in Italia
1746 ottobre 1 Carlo Ginori viene esonerato dal consiglio di Reggenza e Finanze e diviene governatore di Livorno
1746 novembre Abolizione del consiglio di Finanze, le cui competenze saranno affidate a Richecourt
1747 Apre al pubblico la biblioteca Magliabechiana
1747 giugno Legge sui fedecommessi che limita la costituzione di patrimoni inalienabili alla sola nobiltà e al quarto grado di parentela
1748 Abolizione dell’appalto sulla carta, a sostegno delle stamperie fiorentine
1748 luglio 25 Eclissi di sole
1748 ottobre 18 La pace di Aquisgrana pone fine alla guerra di successione austriaca
1749-1762 circa Costruzione della strada carrozzabile tra Firenze e Bologna attraverso il passo della Futa
1749 aprile Legge sui feudi, che sottopone a maggiori controlli l’esercizio della giustizia feudale
1749 luglio 19 Emanazione del breve pontificio sulla riduzione delle feste: sono giorni d’intero precetto le domeniche, le feste del Signore (Natività, Circoncisione, Epifania, Ascensione e Corpus Domini); le feste della Vergine (Concezione, Natività, Annunciazione, Purificazione e Assunzione); SS. Pietro e Paolo, Ognissanti e le feste dei patroni di ciascuna città e luogo
1750 Richecourt dà vita alla Compagnia nazionale toscana, compagnia teatrale con direttore Pietro Pertici, a cui affida in modo permanente il teatro del Cocomero
1750 giugno 4 Trattati di pace fra la Toscana e il regno di Tunisi e la Reggenza di Tripoli
1750 ottobre Legge sulla nobiltà, che istituisce un registro della nobiltà e della cittadinanza. Una quindicina di famiglie lorenesi sarano ascritte alla nobiltà fiorentina
1751-1754 Prima edizione della Relazione di alcuni viaggi fatti in diverse parti della Toscana di Giovanni Targioni Tozzetti
1751 marzo 11 Legge sulla manomorta che vieta il trasferimento a enti ecclesiastici di beni mobili o immobili senza licenza granducale
1752 Piena dell’Arno
1752 Gli scienziati De La Garde e Ottavio Cametti effettuano esperimenti sull’elettricità nel giardino di Boboli
1752 settembre 15 La biblioteca Marucelliana, che si era costituita nel 1698 per legato dell’abate Francesco Marucelli, viene aperta al pubblico. Ne è bibliotecario Angelo Maria Bandini
1753-1756 Richecourt presiede il consiglio di Reggenza
1753-1757 Esce l’edizione completa, con privilegio decennale, delle opere di Goldoni, per i tipi di Bernardo Paperini
1753 settembre 13 Riforma delle milizie del granducato: è abolito il sistema delle bande territoriali (vedi anno 1740) e l’esercito è strutturato in tre reggimenti regolari
1754 Concordato con la Santa Sede sulla riforma del tribunale dell’Inquisizione toscano
1755 Il gesuita trapanese Leonardo Ximenes è nominato geografo di sua maestà imperiale
1755 Alla Pergola si insedia come impresario stabile Giuseppe Compostoff
1756 Si costituisce, per la prima volta, la cattedra di ostetricia all’interno della scuola chirurgica di Santa Maria Nuova
1756 Angelo Maria Bandini diviene bibliotecario della biblioteca Laurenziana alla morte di Angelo Maria Biscioni
1756 febbraio 20 Il granduca imperatore chiede alla Reggenza di allestire tre battaglioni (per un totale di più di 3.000 uomini) per sostenere gli Asburgo nella guerra dei Sette Anni (1756-1763)
1756 aprile Richecourt, colpito da un colpo apoplettico, ritorna in Lorena. Nel consiglio di Reggenza restano Gaetano Antinori e Giovanni Antonio Tornaquinci
1757 agosto Nomina di 84 nuovi membri nel consiglio dei Duecento
1757 ottobre-1766 Il marchese Antonio Botta Adorno esercita la presidenza del consiglio di Reggenza
1757 ottobre 6 Botta Adorno è alla testa del governo toscano. Nel consiglio di Reggenza siedono fin dall’agosto Pompeo Neri e Neri Venturi
1758 L’abate Felice Fontana visita per la prima volta Firenze
1758 gennaio Trattato tra Austria e Toscana “per sussidi di soldati”: tre battaglioni entreranno nel marzo al servizio di Maria Teresa
1758 dicembre Inondazione dell’Arno
1759 Fondato dall’accademia drammatica degli Arrischiati il teatro della piazza Vecchia
1760 Apertura del teatro di via di Porta Rossa di Antonio Bechi
1760 Inaugurato il teatro del recinto di San Giovanni Evangelista in via dell’Acqua, ad uso privato dei monaci di San Giovanni
1760 novembre Francesco Maria Gianni è nominato senatore
1761 Giuseppe Pelli Bencivenni diviene membro del magistrato dei Nove Conservatori
1761 aprile 23 Nomina di 12 nuovi senatori. Altri 7 saranno nominati nel 1763
1762 Incendio del terzo corridoio di palazzo Pitti. La nuova decorazione è affidata a Giuliano Traballesi, Giuseppe Maria Terreni e Giuseppe Del Moro
1762 dicembre Accordo per il matrimonio fra Pietro Leopoldo (figlio di Francesco Stefano e Maria Teresa), futuro granduca di Toscana, e Maria Luisa, infanta di Spagna
1763 Giuseppe, futuro imperatore, rinuncia ai diritti successori sulla Toscana
1763 La società Botanica acquista le opere di Linneo e ordina che il giardino dei Semplici venga riorganizzato secondo la classificazione linneana
1763 Giuseppe Pelli Bencivenni è nominato revisore delle stampe
1763 È attivata la prima scuola per levatrici all’interno del conservatorio di Orbatello
1763 Benjamin West, pittore americano, è a Firenze
1763 novembre L’attore teatrale inglese David Garrick soggiorna a Firenze, dove si esibisce in circoli e salotti privati
1764-1767 Periodo di gravi carestie e epidemia di tifo
1765-1766 Il matematico francese Jérôme de Lalande visita la Toscana
1765-1766 Esce alla macchia, di Giovan Francesco Pagnini, Della decima e di varie altre gravezze imposte dal Comune di Firenze
1765 Ristrutturazione di parte di palazzo Pitti ad opera di Giuseppe Ruggieri
1765 agosto 18 Morte dell’imperatore Francesco Stefano. Giuseppe II cede al fratello Pietro Leopoldo i diritti sul granducato
1765 settembre Pietro Leopoldo giunge in Toscana
1765 settembre Lo storico Edward Gibbon visita Firenze
1765 novembre 14 Per festeggiare l’arrivo di Pietro Leopoldo e della sua sposa si mette in scena alla Pergola il dramma musicale L’arrivo di Enea nel Lazio, scritto dal marchese Vincenzo Alemanni e musicato da Baldassarre Galuppi
1766 La popolazione fiorentina è di 78.635 abitanti
1766 Esce il giornale la “Gazzetta patria”
1766 Vertenza tra Giuseppe II e Pietro Leopoldo sull’eredità di Francesco Stefano
1766 marzo 31 Giuramento solenne,  nel salone dei Cinquecento a palazzo Vecchio, al nuovo sovrano da parte del senato dei Quarantotto e del consiglio dei Duecento
1766 giugno 24 Grande parata in onore di Pietro Leopoldo a Firenze
1766 agosto- settembre Leggi sulla libera panificazione, la circolazione dei grani e la soppressione delle dogane frumentarie
1766 settembre 15 Vescovi e arcivescovi toscani rendono omaggio al nuovo sovrano
1766 novembre 25 Pietro Leopoldo istituisce una deputazione per un’inchiesta sull’economia toscana
1766 L’abate Felice Fontana è incaricato di allestire un Gabinetto di fisica e storia naturale nel palazzo Torrigiani in via Romana
1766 Il conte Francesco Orsini di Rosenberg giunge in Toscana da Vienna e assume le cariche di presidente del consiglio di Finanze e maggiordomo maggiore della Real Corte
1766 Anton Giuseppe Pagani apre la sua stamperia e libreria allo scalere della Badia
1766 La direzione della Stamperia Granducale è affidata a Gaetano Cambiagi
1767 Apertura del teatro di borgo de’ Greci di Giuseppe Vannetti
1767 In occasione del carnevale, alla Pergola è messa in scena l’Ifigenia in Tauride, opera seria di Tommaso Traetta. Alle prove e all’allestimento contribuisce Pietro Leopoldo
1767 I libri della biblioteca di Santa Croce sono trasferiti nella Laurenziana
1767 Edizione dell’opera Alimurgia o sia modo di rendere meno gravi le carestie proposto per sollievo de’ poveri di Giovanni Targioni Tozzetti
1767 Esce il quindicinale “Le Veglie” a cura del canonico Ubaldo Montelatici
1767 gennaio 17 Nasce la primogenita di Pietro Leopoldo, Maria Teresa
1767 giugno 5 Angelo Fabroni rientra a Firenze per coprire la carica di capo del canonicato nella basilica di San Lorenzo
1767 settembre 18 Legge sulla libertà di commercio dei grani; il più completo liberoscambismo sarà però sancito dalla notificazione del 25 febbraio 1771 e dall’editto del 24 agosto 1775
1768 Abolizione della “ferma”, concessione in appalto della riscossione delle imposte
1768 Esce anonima l’opera di Cosimo Amidei  La Chiesa e la Repubblica dentro i loro limiti
1768 Jacopo Riguccio Galluzzi ottiene la cattedra di filosofia morale nello Studio fiorentino “con l’obbligo di leggere nell’Accademia dei Nobili”
1768 febbraio 12 Nasce l’erede Francesco Giuseppe Carlo; sono decisi nove giorni di celebrazioni e per tre sere da palazzo Vecchio si sparano fuochi d’artificio
1768 aprile 29 Passa e soggiorna per qualche tempo a Firenze Maria Carolina, diretta a Napoli come regina e sposa di Ferdinando di Borbone
1768 agosto 1 Abolizione dell’appalto
1768 ottobre 28 Nuove costituzioni per il Casino e l’accademia dei Nobili di Firenze
1769 Nasce la Stamperia Allegrini e compagni, con l’aiuto economico del marchese Alemanni
1769 Seconda edizione delle Relazioni di alcuni viaggi fatti in diverse parti della Toscana di Giovanni Targioni Tozzetti
1769 Parziale revisione della legge sulla manomorta
1769 Abolizione del diritto d’asilo nei luoghi pii
1769 Riordino delle opere presenti nella galleria degli Uffizi
1769 Apre al pubblico la galleria degli Uffizi; direttore è Giuseppe Querci
1769 aprile 12 Giuseppe II giunge in incognito a Firenze
1769 ottobre 31 Jacopo Riguccio Galluzzi, Carlo Bonsi e Ferdinando Fossi hanno l’incarico di riordinare l’archivio della Segreteria vecchia, consistente in più di seimila filze
1769 dicembre Nomina di Pompeo Neri alla direzione della segreteria di Stato
1770 Saverio Manetti, segretario dell’accademia dei Georgofili, pubblica la rivista il “Magazzino toscano”
1770 Pietro Leopoldo ordina all’abate Fontana di dotare tutti i tetti dei magazzini di polvere da sparo di parafulmini
1770 febbraio 1 Soppressione delle corporazioni, sostituite una Camera di Commercio, Arti e Manifatture
1770 febbraio 16 Le “Novelle Letterarie” dà notizia del concorso indetto dall’accademia dei Georgofili sul tema “quali sarebbero i più sicuri mezzi da praticarsi in Toscana per impiegare i mendichi a beneficio dell’agricoltura”
1770 dicembre 28 Creazione dei quattro dicasteri centrali degli Esteri, Interni, Finanze e Guerra. Il conte Rosenberg lascia il servizio. Pompeo Neri assume la direzione degli Interni, Angelo Tavanti quella delle Finanze
1771 Abolizione del dazio sull’importazione dei grani
1771 Fusione delle biblioteche Magliabechiana e Palatina, con allargamento dell’orario di apertura
1772 febbraio Il ballerino e coreografo Antoine Pitrot mette in scena alla Pergola il balletto Medea e Giasone
1772 settembre 30 Legge per il nuovo compartimento dei tribunali di giustizia dello Stato fiorentino, che fissa le circoscrizioni giudiziarie e le mansioni di vicari e podestà, giudici professionali selezionati tramite pubblico concorso
1773 Esce la “Gazzetta universale”, bisettimanale fondato dall’abate Piombi
1773 Pietro Leopoldo acquista la collezione di antichità etrusche della nobile famiglia volterrana Galluzzi
1773 Stefano Bertolini è nominato primo auditore della Consulta di grazia e giustizia
1773 Espulsione dei gesuiti
1773 Raimondo Cocchi, figlio di Antonio, è nominato direttore della galleria degli Uffizi
1773 primavera Pietro Leopoldo stende le Relazioni da lui stesso definite “un complesso di ricordi ed osservazioni sue sopra i principali dipartimenti ed impiegati nel suo Granducato di Toscana”
1772-1775 Zanobi Del Rosso realizza un nuovo oratorio per la congregazione di San Filippo Neri nella piazza San Firenze
1774 Esce il Lunario per i contadini della Toscana per l’anno 1774 ovvero istruzioni d’agricoltura pratica ad opera di Marco Lastri
1774 maggio Introduzione della ‘tassa di redenzione’ sulla proprietà fondiaria, in sostituzione di diverse altre imposte
1774 maggio 9 Tumulti a Firenze provocati dallo scontro di alcuni militari con famigli del Bargello
1775 Il granduca commissiona a Riguccio Galluzzi una storia del granducato di Toscana
1775 La direzione della galleria degli Uffizi è affidata a Giuseppe Pelli Bencivenni e Luigi Lanzi
1775 Costruzione della palazzina della Livia, in piazza San Marco. L’edificio è opera di Bernardo Fallani su commissione di Pietro Leopoldo per la danzatrice Livia Malfatti Raimondi
1775 E aperto il museo di Fisica e Storia naturale
1775 Il marchese de Sade visita Firenze
1775 Legge con la quale si assoggettano tutte le persone ecclesiastiche al pagamento delle imposte statali e comunitative
1775 Esce l’opera di Marco Lastri Ricerche sull’antica e moderna popolazione della città di Firenze dal 1451 al 1774
1775 maggio 7 Il granduca concede al principe Corsini l’ordine del Toson d’oro
1775 maggio 11 Motuproprio che sottopone al pagamento della decima i beni ecclesiastici, della corona, di luoghi pii e di possessori laici privilegiati
1775 agosto 24 Motuproprio che abolisce gli uffici dell’annona
1776 Il danzatore e coreografo Antoine Pitrot allestisce al Cocomero il balletto Elettra
1776 Pietro Leopoldo abolisce la detenzione dei debitori “meramente civili”
1776 aprile 14 Motuproprio che annuncia la decisione del granduca di dare la decima in accollo alle comunità; annesso regolamento per compilare i nuovi campioni. L’operazione fallirà e nel 1777 saranno date nuove istruzioni
1777 Apre il gabinetto di lettura di Vincenzio Pagani
1777 maggio 26 Istituito il Supremo Tribunale di Giustizia (in sostituzione del tribunale degli Otto) formato da giudici di nomina sovrana; ai quattro commissari di quartiere sono affidati compiti di sorveglianza dell’ordine pubblico. Con altra legge dello stesso giorno è abolita la magistratura dei Conservatori delle Leggi, le cui competenze passano al Magistrato dei Pupillli (riformato) e al nuovo Supremo Tribunale
1777 maggio 27 Istituzione del tribunale del Conservatore delle Leggi, con compiti di sorveglianza dell’operato dei giusdicenti. Con altra legge è istituito l’Avvocato Regio, per le cause interessanti “il fisco, le regalìe e il nostro patrimonio”
1777 maggio 28 Aboliti i Sindacatori della Ruota e i Procuratori dei Palazzi e dei Collegi
1777 ottobre-1781 febbraio Vittorio Alfieri si trasferisce da Siena a Firenze
1778 La compagnia comica di Antonio Sacco, interprete rinomato di Arlecchino, è al teatro di via Santa Maria
1778 Inizia la costruzione della palazzina della Meridiana nel giardino di Boboli
1778 Edificato il teatro in Borgognissanti per volere dell’accademia dei Solleciti
1778 Alla morte di Giulio Rucellai, Stefano Bertolini è chiamato rivestire la carica di segretario del regio diritto
1778 Istituita una deputazione sul catasto
1778 marzo 7 Riguccio Galluzzi è nominato revisore delle stampe
1778 giugno Autorizzata la costruzione del teatro della Palla a corda voluto dalla nascente accademia degli Intrepidi; il progettista è Giovan Battista Ruggeri
1779-1782 Elaborato e approvato un progetto di costituzione
1779 settembre Inaugurato il teatro della Palla a corda
1779 novembre Circolare di Pietro Leopoldo ai vescovi toscani: vi si chiede di far conoscere al sovrano i diritti sottratti dalla curia romana
1780 Riguccio Galluzzi riordina l’archivio della giurisdizione
1780 aprile 11Istituita la Truppa civica di Firenza
1780 dicembre Esequie fiorentine private per la morte di Maria Teresa d’Austria
1781 Esce a Firenze il mensile “Giornale delle Dame”, edito da Ranieri del Vivo e redatto da Francesco Saverio Catani
1781 Esce, di Riguccio Galluzzi, l’Istoria del Granducato di Toscana sotto il governo della Casa Medici (Firenze, Stamperia Granducale, 8 voll.)
1781 febbraio 7 Grande rito funerario pubblico per la morte di Maria Teresa
1781 giugno 26 Motuproprio con cui si stabilisce la consegna dei nuovi cmpioni alle comunità. I possessori dovranno pagare la decima localmente. Abolito l’ufficio della Decima del contado 
1781 agosto 30 Approvazione di un’unica tariffa doganale
1781 novembre 20 Istituzione della Comunità di Firenze
1782 Arrivo a Firenze, in incognito, del figlio di Caterina di Russia e della moglie
1782 Antonio Martini arcivescovo di Firenze
1782 gennaio Riguccio Galluzzi ottiene la nomina di archivista nella segreteria di stato
1782 marzo 1 Soppressione della Camera di Commercio, Arti e Manifatture
1782 luglio 5 Abolizione del Tribunale del Sant’Uffizio
1783 Niccolò Gaspero Paoletti inizia la costruzione della palazzina della Meridiana
1783 Il periodico “Il Magazzino georgico”, diretto da Gaspero Sella, diviene organo dell’accademia dei Georgofili
1783 maggio 6 La società Botanica è riunita all’accademia dei Georgofili per formare la Reale Società Economica di Firenze (nome assunto nell’ottobre)
1783 luglio 3 Soppressione delle tre accademie sovvenzionate (Fiorentina, Apatisti e Crusca) e riunione nella nuova accademia Fiorentina. Essa è unita alla biblioteca Magliabechiana, che ne diventa la sede, ed è affidata alla presidenza di Giovanni Federighi
1783 ottobre 22 Pietro Leopoldo approva le nuove costituzioni dell’accademia dei Georgofili
1784 aprile 22 Soppressione della carica di auditore fiscale e distinzione dei compiti di polizia e di giustizia: i primi sono affidati al presidente del Buongoverno, i secondi al presidente del Supremo Tribunale di Giustizia. Giuseppe Giusti sarà alla guida del Buongoverno fino al 1805
1784 aprile 5 Riguccio Galluzzi è nominato segretario del consiglio di Stato
1784 ottobre L’accademia del Disegno è riformata e trasformata in una Reale Accademia di Belle Arti
1785 Charles Dupaty soggiorna a Firenze
1785 marzo 21 Motuproprio sui teatri consentiti in ogni città, con i tempi di apertura e chiusura. “I teatri di Firenze restano fissati a soli quattro, quelli cioè di via della Pergola, della Palla a corda o sia degli Intrepidi, di via del Cocomero e di via Santa Maria...”
1785 marzo 21 Motuproprio di soppressione delle compagnie e confraternite. Con editto del giorno seguente sono pubblicati “Capitoli generali per le compagnie di carità”, nuovi corpi a base parrocchiale
1785 marzo 29 Motuproprio, sollecitato dall’arcivescovo, con cui sono mantenute le seguenti compagnie: Buca di S. Girolamo, Buca di S. Jacopo, Compagnia della Misericordia, dei Bacchettoni, delle Stimate, di S. Benedetto Bianco, di S. Niccolò del Ceppo, di S. Salvadore e S. Filippo
1785 maggio-agosto Ferdinando e Carolina di Napoli soggiornano a Firenze
1786 Il cavalier Filippo Buonarroti e Francesco Saverio Catani sono arrestati per aver diffuso opere oscene
1786 gennaio Pietro Leopoldo invia a tutti i vescovi toscani i Cinquantasette punti ecclesiastici
1786 settembre Sinodo di Pistoia: il vescovo giansenista Scipione de’ Ricci promuove un programma di riforme ecclesiastiche
1786 ottobre 23 Goethe visita per un solo giorno Firenze
1786 novembre 30 Promulgato il codice penale che abolisce, fra l’altro, la tortura e la pena di morte
1787 Il capitano Gioacchino Cambiagi, parente dello stampatore, apre un teatro, sotto forma di sala di ritrovo privata, nell’edificio della vecchia Quarconia
1787 Ristrutturato da Giuseppe Salvetti l’ospedale di Bonifacio in via S. Gallo
1787 Innocenzo Spinazzi realizza il monumento a Niccolò Macchiavelli in Santa Croce
1787 In occasione del matrimonio fra Maria Teresa, figlia di Pietro Leopoldo, e Antonio Clemente di Sassonia sono allestiti spettacoli e organizzati giochi alle Cascine
1788 Pietro Leopoldo approva il Regolamento generale per tutte le scuole pubbliche del Granducato
1788 In primavera è rappresentata al teatro la Pergola la versione integrale delle Nozze di Figaro di Mozart
1788 marzo 3 Riforma dell’imposta del sale
1788 marzo 7 Editto sul riscatto dell’imposta fondiaria
1788 aprile 29-maggio 11 Goethe soggiorna a Firenze
1788 settembre 20 Abolizione del tribunale della Nunziatura
1788 settembre 23 Abolizione della Consulta e trasferimento delle sue competenze nel presidente del Buongoverno
1789 Terminata la costruzione della specola astronomica a Palazzo Torrigiani
1789 Divisione fra i beni dello Stato e quelli del patrimonio ereditario della corona e del patrimonio personale della famiglia reale
1789 febbraio 23 Proibizione della continuazione dei fedecommessi
1789 aprile 6 Riforma dell’apparato di governo: unificazione del consiglio di Stato e del consiglio di Finanze. Presidente è nominato Antonio Serristori; Francesco Maria Gianni è uno dei cinque componenti
1789 giugno 18 Abolizione del monopolio sui tabacchi
1790 Giovanni Fabbroni diviene il responsabile del museo di Fisica e Storia naturale
1790 Disordini e ribellioni contro la politica riformistica dei Lorena
1790 Si ristampano a Firenze i fogli, con uscita settimanale, del “Giornale dell’Assemblea Generale di Francia”, editi a Livorno fin dall’anno precedente
1790 febbraio 20 Muore Giuseppe II, imperatore d’Austria
1790 luglio 27 Pietro Leopoldo succede al fratello Giuseppe II come imperatore d’Austria e rinuncia alla sovranità sulla Toscana in favore di Ferdinando III
1791 Inizia la pubblicazione degli “Atti della Real Società Economica di Firenze ossia de’ Georgofili”
1791 Ferdinando III, secondogenito di Pietro Leopoldo, succede la trono granducale
1791 maggio 31 Nuovo regolamento per la revisione delle stampe
1792 Durante il carnevale è rappresentato alla Pergola Il matrimonio per industria, spettacolo di Ferdinando Rutini con musica per clavicembalo eseguita da Neri Bondi
1792 Al teatro del Cocomero è rappresentata la tragedia alfieriana l’Agamennone
1792 Rappresentate le tragedie alfieriane Oreste e Virginia di Vittorio Alfieri al teatro di via Santa Maria
1792 Politica di neutralità della Toscana nella guerra fra la Francia rivoluzionaria e l’Austria
1792 Vittorio Alfieri si stabilisce a Firenze assieme alla contessa d’Albany
1793 François-Xavier Fabre si trasferisce a Firenze
1793 Al teatro degli Intrepidi è rappresentato il dramma giocoso Le confusioni della somiglianza o siano i due gobbi, testo di Cosimo Mazzini tratto dalla commedia di Luigi del Bono e musicato da Marco Portogallo, compositore al servizio del granduca
1793 marzo In una sala privata Vittorio Alfieri recita Saul
1794 Temporanea rottura delle relazioni diplomatiche con la Francia
1794 La popolazione fiorentina è di 84.000 abitanti
1794 Abolizione delle riforme doganali leopoldine
1794 dicembre 20 Vittorio Alfieri presenzia alla quinta replica del Saul, diretto da Antonio Morrocchesi nel teatro di via Santa Maria
1795  Revisione del codice penale emanato da Pietro Leopoldo
1795 ottobre 26-dicembre 14 Jean Charles Leonarde Sismonde de Sismondi è a Firenze per la prima volta con la madre e la sorella
1796 Temporanea invasione francese della Toscana
1799 marzo 27 Occupazione francese di Firenze. Ferdinando III è costretto ad abbandonare il granducato e il governo è affidato al commissario repubblicano Reinhard
1799 marzo 12 Il Direttorio dichiara guerra alla Toscana
1799 marzo 25  Le truppe francesi entrano a Firenze, Ferdinando III e la sua famiglia si rifugiano a Vienna
1799 marzo/aprile Charles Reinhard è nominato commissario del governo toscano
1799 marzo/aprile Alessandro Rivani presidente del Buon Governo
1799 marzo/aprile  Nascono tre nuove testate giornalistiche: «Il Monitore fiorentino»; «Il Club patriottico» e «Il Democratico»
1799 aprile 12 Scontri a Firenze fra le truppe francesi e la popolazione a causa dei vertiginosi aumenti del prezzo del grano
1799 maggio Gli occupanti impongono alle comunità del circondario fiorentino un prestito forzoso per il mantenimento dell'armata
1799 giugno Si costituisce, su base volontaria, il battaglione etrusco che opererà al seguito delle truppe francesi
1799 Gli occupanti francesi trafugano Palazzo Pitti e trasportano a Parigi settantatrè tele, mobili, argenterie e suppellettili
1799 luglio 5 I francesi abbandonano Firenze in seguito alle sconfitte subite nel Nord Italia
1799 luglio 7 Firenze è occupata da bande di carattere sanfedista, di origine aretina e chiamati "Viva Maria"
1799 luglio/agosto Si costituisce un governo aretino provvisorio dal carattere molto confuso, Ferdinando III rimane a Vienna
1799 settembre Il governo aretino si scioglie, l'armata dei "Viva Maria" è costretta a ritornare a casa
1799 settembre 8 Truppe austrorusse occupano Firenze
1799 ottobre  Continui aumenti del prezzo del grano, tumulti e disordini in tutta la Toscana. Ferdinando III non ammette misure vincolistiche, richieste a gran voce dal popolo
1800 giugno 9 Il Senato fiorentino ordina la leva di massa
1800 giugno 14 Vittoria di Napoleone a Marengo
1800 giugno 19 Ferdinando III nomina una reggenza, composta dai senatori Amerigo Antinori, Marco Covoni e Luigi Bartolini Baldelli e presieduta da un generale, Annibale Sommariva
1800 giugno Armistizio di Alessandria
1800 ottobre Trattato franco-spagnolo di Sant'Ildefonso
1800 ottobre Il generale francese Dupont dopo le scorrerie dell'esercito toscano nell'ex Ducato di Modena e nel bolognese ordina lo scioglimento delle formazioni toscane e il risarcimento dei danni
1800 dicembre 19  L'esule napoletano Francesco Pignatelli innalza in Santa Croce a Firenze l'albero della libertà, il simbolo dei valori di libertà e democrazia di cui si facevano un tempo esportatori le truppe francesi
 
 
SECOLO XIX

1800 gennaio 27 Première nel Teatro del Cocomero de La locandiera, dramma giocoso per musica in 1 atto di Ferdinando Rutini, su libretto di Giulio Artusi (da Carlo Goldoni)   
1800 maggio 6 Nasce a Firenze l’arpista e compositore Ferdinand Marcucci (morirà a Firenze il 29 dicembre 1876)   
1800 ottobre 15 I francesi occupano di nuovo Firenze   
1801 Al primo piano del Teatro della Pergola si apre il Saloncino, progettato dall’architetto Ristorini    
1801 gennaio 20 Gioacchino Murat, Luogotenente Generale francese, arriva a Firenze e fa pubblicare l’annuncio dell’armistizio di Treviso   
1801 gennaio 23 Spettacolo alla Pergola, cui assiste il ministro russo generale Lewacheff   
1801 febbraio 9 Trattato di Lunéville: il granduca Ferdinando III rinuncia alla Toscana, ceduta all’infante don Lodovico di Borbone, principe ereditario di Parma   
1801 febbraio 27 Trattato di Firenze tra la Francia e Ferdinando IV di Napoli che cede lo Stato dei Presidi al governo francese   
1801 marzo 9 È istituita una cattedra di economia politica a Firenze conferita all’arciduca Luca Cagnazzi napoletano   
1801 marzo 12 Murat impone una tassa di due milioni di franchi ai contribuenti della Toscana per il mantenimento del proprio esercito   
1801 marzo 21 Il trattato di Madrid crea il Regno di Etruria, accresciuto dallo Stato dei Presidi ma privato dell’Isola d’Elba   
1801 aprile 4 E Nominata in luogo del Comitato di Finanze una nuova Deputazione economale consultiva; ne sono parte il cav. Alessandro Pontenanni, il marchese Antonio Corsi Salviati, il cav. Ippolito Venturi, Giovanni Fabbroni, Francesco Carcherelli (sostituito subito dopo da Ubaldo Ferroni Fierle) e l’avv. Gregorio Fierli   
1801 aprile 13 P Grave tumulto a Firenze per la fucilazione di un granatiere toscano accusato di aver ucciso un soldato francese   
1801 aprile 15 P In seguito ai ripetuti tumulti, Murat ordina l’espulsione da Firenze dei rifugiati napoletani e romani   
1801 giugno 28 E Il Governo istituisce la tassa sui beni stabili    
1801 luglio 29 P Cesare Ventura, commissario nominato da Lodovico I di Borbone, arriva a Firenze   
1801 agosto 1 U Viene rimossa dalla porta principale di Palazzo Vecchio l’arme granducale, sostituita con quella borbonica   
1801 agosto 12 P
 Insediamento di Lodovico I e della madre Maria Luisa a Firenze   
1801 agosto 23 P Lodovico ripristina il Consiglio di Stato e di Finanza e nomina Consigliere il senatore Giulio Mozzi   
1801 ottobre 20 R Nomina di monsignor De Gregorio a nunzio apostolico straordinario    
1801 novembre 19 E Lodovico promuove a Direttore dei Conti della Regia Depositeria Francesco Ignazio de Cambray-Digny   
1802 E Rinnovate le concessioni per la fabbricazione della porcellana alla famiglia Ginori   
1802 febbraio 5 P Pubblicati alcuni decreti sulla stampa e sui libelli, con cui si richiede la revisione dei testi sia da parte delle autorità ecclesiastiche che da quelle governative   
1802 aprile 17 R Emanata una nuova legge che regola i rapporti con il clero e gli ecclesiastici   
1802 giugno C Apre in Via della Condotta il Caffè del Commercio   
1802 agosto 11 E Il governo sospende ogni pagamento dei debiti arretrati, trasformati in azioni del Monte comune   
1802 agosto 26 P Nominata la nuova Giunta di revisione per mettere in ordine l’amministrazione dello Stato toscano   
1802 dicembre 26 A Première al Teatro della Pergola de La clemenza di Tito, dramma per musica in 3 atti di Antonio Del Fante, su libretto di Pietro Metastasio, nella revisione di Gaetano Rossi    
1803 E Concessa per cinque anni al banchiere Gio. Gabriello Eynard la privativa sui tabacchi   
1803 maggio 27 P Morte di Lodovico I. Gli succede il figlio Carlo Lodovico, sotto la reggenza della madre Maria Luisa di Borbone   
1803 maggio 29 F La salma di Lodovico I è trasportata da Palazzo Pitti alla basilica di San Lorenzo   
1803 agosto 25 P Giuramento del Senato nel salone di Palazzo Vecchio davanti a Carlo Lodovico e alla madre   
1803 settembre 8 A Première nel Teatro della Pergola de Il trionfo di Claudia, opera di Gaetano Andreozzi "Jommellino"   
1803 ottobre 8 C Muore a Firenze Vittorio Alfieri   
1803 dicembre F Grande pranzo, organizzato dalla Reggente, in onore del principe Borghese e della moglie Paolina Bonaparte in visita a Firenze   
1804 maggio 11 C Forti scosse di terremoto a Firenze   
1804 giugno 24 F Paolina Bonaparte assiste alla consueta corsa di cavalli per la festa di San Giovanni    
1804 novembre 6 R Pio VII passando per Firenze cresima il re Carlo Lodovico   
1804 novembre 9 P Il conte Odoardo Salvatico allontanato dalla Segreteria generale di Stato   
1805 C Apre un Gabinetto letterario in via delle Terme, emanazione della Libreria degli Associati   
1805 gennaio 30 C L’Arno esonda all’altezza di San Casciano   
1805 aprile 14 P Francesco Beauharnais, nuovo ambasciatore francese a Firenze, presenta le sue credenziali alla Regina   
1805 maggio 6 R Pio VII è in visita a Firenze   
1806-1810 A Antonio Canova realizza il monumento funebre dedicato a Vittorio Alfieri in santa Croce   
1807 settembre 13 A Première nel Teatro della Pergola di Tersandro in Eleusi, opera seria in 3 atti di Sebastiano Nasolini   
1807 dicembre 20 P Maria Luisa, accompagnata dai due figli e dalla salma di Lodovico esumata dalla cripta di San Lorenzo, parte da Firenze e finisce esule a Nizza   
1807-1818 C Esce la Collezione di opuscoli scientifici e letterari, ed estratti di opere interessanti a cura di Francesco Inghirami   
1808 marzo A Al Teatro degli Intrepidi si rappresenta la prima dell’opera di Carlo Coccia Il poeta fortunato, ossia Tutto il mal vien dal mantello    
1808 marzo 9 P Abolito il Senato fiorentino   
1808 marzo 10 A Nasce a Firenze il tenore Napoleone Moriani   
1808 marzo 29 R Recepito in Italia il decreto con cui vengono abolite abbazie, conventi e monasteri, con alcune eccezioni.   
1808 maggio 28 P La Toscana è unita all’Impero francese e divisa nei tre dipartimenti dell’Arno, del Mediterraneo, e dell’Ombrone   
1808 dicembre 31 E La Giunta francese istituisce un Consiglio straordinario incaricato di estinguere il debito dei passati governi   
1809 gennaio 23 P È eletto maire di Firenze Emilio Pucci   
1809 marzo 3 P Il governo generale dei tre dipartimenti è conferito alla principessa Elisa Baciocchi, sorella di Napoleone   
1809 aprile 1 F La granduchessa Elisa Baciocchi fa il suo ingresso a Firenze   
1809 C L’Accademia fiorentina viene divisa in tre sezioni: Accademia del Cimento, Accademia della Crusca, Società del Disegno   
1809 dicembre 31 R Morte dell’arcivescovo di Firenze Antonio Martini   
1810 E Nei locali stati del convento di S. Orsola Bartolomeo Silvestri realizza la Manifattura Tabacchi di via Guelfa   
1810 gennaio-aprile E Censimento   
1810 ottobre 22 R Napoleone con decreto imperiale nomina arcivescovo di Firenze Antonino Eustachio Osmond, vescovo di Nancy. Il papa non riconosce la nomina.   
1812 E L’amministrazione francese crea a Firenze un’Agenzia dei presti, con il compito di prestare denaro alla Depositeria generale dello Stato e con funzioni simili al Monte dei pegni   
1812-1813 C Ugo Foscolo è a Firenze, presso Bellosguardo   
1812 aprile C Jacopo Balatresi, editore e libraio, apre un Gabinetto di lettura vicino al Duomo in via de’ Martelli   
1813 E Tumulti in Toscana per l’elevato prezzo del grano   
1813 A All’Accademia di Belle Arti vengono annessi la Galleria e il Conservatorio di musica   
1814 E La popolazione fiorentina è di 81.000 abitanti   
1814 febbraio 23 P Le truppe di Gioacchino Murat, re di Napoli, entrano a Firenze. Elisa Baciocchi fugge prima a Lucca poi a Genova   
1814 marzo 8 P Le truppe inglesi di Lord Bentinck sbarcano a Livorno   
1814 aprile 20 P Conclusa a Parma la convenzione fra il plenipotenziario di Murat e il principe Rospigliosi, delegato di Ferdinando III   
1814 aprile 23 P La Toscana torna sotto la sovranità dei Lorena. Ferdinando III, ancora in Austria, dà mandato al plenipotenziario principe Giuseppe Rospigliosi di riorganizzare lo Stato    
1814 maggio 1 P Ripristinata la Presidenza del Buon Governo, nelle cui attribuzioni rientravano la direzione della polizia (d’ora in avanti estesa a tutto lo Stato), la sorveglianza sul movimento dei forestieri, la direzione di tutti gli stabilimenti di pena, la sorveglianza sugli spettacoli e la censura sui giornali e sui libri provenienti dall’estero, la direzione del regio fisco   
1814 giugno 27 P Richiamati in vigore i regolamenti comunitativi leopoldini e abolite tutte le disposizioni francesi in materia di amministrazione locale   
1814 settembre 18 F Rientro a Firenze del granduca Ferdinando III   
1814 ottobre A Al Teatro del Cocomero viene messa in scena la prima dell’opera Carlotta e Werther dal libretto di Carlo Coccia   
1815-1824 C Esce il Giornale pratico legale, redatto da Girolamo Sacchetti e contenente l’estratto delle sentenze dei tribunali più importanti della Toscana   
1815 marzo 15 R Nomina di Pier Francesco Morali ad arcivescovo di Firenze   
1815 maggio 1 P Il Buon Governo chiude l’indagine sui toscani sospettati di reati politici con una lista di 54 nomi tra cui figurano ex-massoni, possidenti, nobili e religiosi   
1816 U Il mercato della paglia è trasferito dalle logge di San Paolo alla loggia del Mercato Nuovo   
1816 A Tornano a Firenze alcuni degli oggetti d’arte trafugati dai francesi   
1816 giugno 24 E Nasce Giuseppe Mantellini, futuro avvocato regio del Granducato di Toscana, dal 1862 direttore dell’Ufficio erariale di Firenze e dal 1876 Avvocato generale erariale dello Stato. Morirà il 12 giugno 1885   
1816 luglio C Esce a cura di Giuseppe Molini il Giornale di letteratura e belle arti. Redattore principale è l’abate Antonio Renzi   
1816 settembre 16 P Ferdinando III vara la legge sull’amministrazione delle comunità locali. Raddoppiati i requisiti di censo per accedere alle cariche, il ceto dirigente locale appare ancora più rappresentato da nobili e da proprietari terrieri   
1816 novembre 22 A Première alla Pergola de Lo sprezzatore schernito, pasticcio-scherzo musicale di Ferdinando Paër, Giovanni Pacini, Niccolò Paganini, Pietro Carlo Guglielmi, Francesco Sampieri, Pietro Generali, Marc'Antonio Portogallo e Giuseppe Farinelli   
1816 dicembre E Viene fondata una Cassa di sconto a Firenze   
1817-1818 A Pietro Benvenuti decora la Sala di Ercole di Palazzo Pitti, come già deciso da Elisa Baciocchi   
1817 P Visita del cancelliere austriaco, principe Metternich, a Ferdinando III   
1817 gennaio C Apre in via del Proconsolo, angolo con Borgo degli Albizi, il gabinetto letterario e di belle arti “All’insegna di Pallade”   
1817 gennaio 23 A Prima rappresentazione alla Pergola de Il barbiere di Siviglia, dramma giocoso in 2 atti e 4 quadri di Gioachino Rossini, su libretto di Cesare Sterbini    
1817 agosto 5 C Incendio nella stamperia Granducale di proprietà di Giovacchino Cambiagi, posta in via della Condotta   
1817 settembre 30 P Matrimonio della figlia del Granduca Maria Teresa con Carlo Alberto di Savoia-Carignano   
1817 settembre 16 P Matrimonio del primogenito di Ferdinando III, Leopoldo, nella basilica della Santissima Annunziata, con la principessa Maria Anna Carolina di Sassonia   
1817 ottobre A Al Teatro del Cocomero viene messa in scena la prima dell’opera Fajello di Carlo Coccia   
1818 C Escono per opera di Balatresi il “Giornale della Società” e il “Giornale del Genio”   
1818 febbraio 18 A Nasce il soprano Marianna Barbieri-Ninni   
1818 maggio 18 A Prima rappresentazione alla Pergola di Don Giovanni o sia Il dissoluto punito, opera buffa in 2 atti e 36 scene di Wolfgang Amadeus Mozart, su libretto di Lorenzo Da Ponte    
1818 agosto 25 A Niccolò Paganini si esibisce alla Pergola. Il grandissimo successo lo costringe a due repliche nel mese successivo   
1818-1830 A Costruzione del monumento a Dante Alighieri in Santa Croce, opera di Stefano Ricci   
1819-1825 A Luigi Sabatelli dipinge una composizione dell’Olimpo nella Sala dell’Iliade di palazzo Pitti   
1819 P Visita dell’imperatore d’Austria Francesco I, accompagnato da Metternich   
1819 febbraio C Giuseppe Molini, libraio e proprietario di un gabinetto di lettura, pubblica il giornale umoristico Il Raccoglitore   
1819 aprile C Esce il primo numero del Saggiatore, rivista fondata dall’avvocato Lorenzo Collini e Gaetano Cioni   
1819 giugno 30 C Esce il primo numero del Vagliatore   
1819 dicembre 9 C Si annuncia l’apertura di Gabinetto scientifico letterario a Palazzo Buondelmonti in piazza Santa Trinita, fondato da Giovan Pietro Vieusseux   
1820-1823 C Francesco Inghirami prosegue la sua attività di giornalista redattore con la Nuova collezione di opuscoli e notizie di scienze lettere ed arti    

1820 gennaio 25 C Inaugurazione del Gabinetto scientifico-letterario di Vieusseux   
1820 settembre P Il Buon Governo toscano avvia una seconda indagine contro i sospetti per reati politici e associazionismo carbonaro   
1821 U Viene costruito il palazzo sulla via Ghibellina per il principe Camillo Aldobrandini   
1821 U Gaetano Baccani realizza il torrino di Palazzo Torrigiani    
1821 gennaio C Esce il primo numero dell’Antologia, rivista fondata da Vieusseux, stampata dalla tipografia Pezzati   
1822 aprile 30 P Il Buon Governo definisce le regole per la censura sugli spettacoli teatrali in Toscana   
1821 maggio P Il Buon Governo toscano chiude l’indagine contro i sospettati di reati politici. Compila una lista in cui compaiono 20 maestri carbonari e 31 apprendisti   
1822 maggio C Giunge a Firenze Arthur Schopenhauer, che il 4 novembre si abbonerà al Gabinetto Vieusseux   
1823 R Sottoscrizione a Firenze per la fondazione della Chiesa evangelica riformata; tra i sottoscrittori Giovan Pietro e André Vieusseux, Carlo Eynard   
1823 A Alessandro Lanari, impresario, assume la gestione della Pergola, mantenendola fino al 1855 e inaugurando una lunga stagione di successi di pubblico   
1823-1824 U Ristrutturazione del Monastero Nuovo in via della Scala   
1824 U Sono demoliti la torre e l’arco, detto dei “pizzicotti”, del palazzo Spini-Feroni   
1824 maggio 3 F Ricevimento a Palazzo Buondelmonti in onore della scrittrice Angelica Palli e per esprimere solidarietà alla causa greca   
1824 giugno 18 P Muore Ferdinando III, cui succede il figlio Leopoldo II   
1825 C L’impresario edile Luigi Gargani fa aprire nelle nuove stanze del teatro Goldoni un gabinetto di lettura   
1825 giugno 3 A Nasce il violinista Giovacchino Giovacchini   
1825 novembre 2 A Première de Le gelosie villane ossia La comunità di castel Formicolone ovvero Le gelosie villane, dramma giocoso per musica in 2 atti di Vittorio Trento, su libretto di Jacopo Ferretti    
1825-1827 C Esce il mensile Giornale degli apologisti della religione cattolica   
1826 A Alla Pergola Martellini dipinge il sipario storico raffigurante l’incoronazione di Petrarca in Campidoglio, tuttora usato nelle occasioni di gala   
1826 gennaio 24 A Première alla Pergola di Piglia il mondo come viene, opera buffa di Giuseppe Persiani, su libretto di Angelo Anelli   
1826 marzo 11 A Première alla Pergola de Il voto di Jefte, melodramma serio in 2 atti di Pietro Generali, su libretto di Francesco Gnecco   
1826 settembre 11 A Nasce il compositore Francesco Cortesi   
1826 settembre 29 R Muore l’arcivescovo Morali   
1826 novembre 20 A Nasce il musicologo e scrittore Alessandro Felice Ademollo    
1826-1830 U Lavori per il prolungamento di via Larga   
1826-1830 U Sistemazione del lato sud di piazza Duomo con costruzione dei Palazzi dei Canonici   
1827 C Alessandro Manzoni soggiorna a Firenze   
1827 E Apre il caffè Doney   
1827 marzo C Esce il primo fascicolo trimestrale del Giornale agrario toscano compilato da Raffaele Lambruschini, Cosimo Ridolfi e Lapo de’ Ricci   
1827 aprile 19 A Muore in città il compositore, didatta e violinista Giuseppe Maria Puppo   
1826 giugno 16 A Première alla Pergola di Danao re d'Argo, melodramma (opera seria) in 2 atti di Giuseppe Persiani, su libretto di Felice Romani    
1827  C Niccolò Tommaseo si trasferisce a Firenze e collabora con la rivista vieusseiana Antologia   
1827 giugno 25 C Serata in onore di Giacomo Leopardi al Gabinetto Vieusseux   
1827 giugno 26 A Paganini si esibisce a Firenze   
1827 settembre 3 C Manzoni è a Firenze. Incontra a Palazzo Buondelmonti Vieusseux, Niccolini, Cioni, Leopardi, Mamiani, Pieri e Giordani   
1828 gennaio 28 R Eletto il nuovo arcivescovo Ferdinando Minucci   
1828-1848 C Si stampa settimanalmente il Giornale di commercio e di gratuita informazione   
1829 aprile 30 E Fondazione della Cassa di risparmio di Firenze   
1830 U Giuseppe Martelli costruisce la casa di Tommaso dell’Imperatore in via del Proconsolo   
1830 giugno 21 A Première alla Pergola di Saul, opera in 3 atti di Carolina Uccelli, su libretto della compositrice   
1831 E La popolazione fiorentina è di 94.000 abitanti   
1831 C Giunge a Firenze Felice Le Monnier   
1832 C Attilio Zuccagni Orlandini pubblica l’Atlante geografico fisico e storico del Granducato di Toscana   
1832 maggio C Walter Scott transita da Firenze   
1833 C Emanuele Repetti dà inizio alla pubblicazione dei 7 volumi del suo Dizionario geografico-fisico-storico della Toscana   
1833 P Leopoldo II sposa in seconde nozze Maria Antonia, figlia di Francesco I delle Due Sicilie   
1833 marzo 17 A Première alla Pergola di Parisina (Parisina d'Este), tragedia lirica (opera seria) in 3 atti di Gaetano Donizetti, su libretto di Felice Romani    
1833 marzo 27 C Soppressione dell’Antologia   
1833 novembre 24 A Nasce il tenore Giuseppe Fancelli   
1833-1838 U Trasformazioni delle carceri delle Stinche in residenze   
1834-1837 A Leopoldo II fa dipingere le sale del suo appartamento privato a Pitti con scene dei Promessi Sposi. Il ciclo è opera di Nicola Cianfanelli   
1834 C Tommaseo è costretto a lasciare Firenze ed andare a Parigi   
1834 C Esce a Firenze il Giornale dei fanciulli a cura di Pietro Thouar, soppresso dopo pochi numeri   
1834 U Inaugurazione del bazar Bonaiuti in via dei Calzaiuoli, struttura ad imitazione dei passages parigini (attuale sede della Coin)   
1834 febbraio 27 A Première alla Pergola di Rosmonda d'Inghilterra, melodramma serio in 2 atti di Gaetano Donizetti, su libretto di Felice Romani   
1835 C Gaetano Cioni fonda la Tipografia Galileiana   
1835 U Costruzione dei Macelli pubblici tra la via lungo le mura di S. Rosa e il lungarno Soderini   
1835 ottobre 30 A Nasce il soprano Carlotta Patti   
1836 C Inizia la diffusione della Guida dell’Educatore di Raffaello Lambruschini   
1836 marzo 23 C Jean Charles Leonard Sismonde de Sismondi è di passaggio a Firenze, diretto alla sua villa di Valchiusa a Pescia   
1836 agosto 27 A Première nel Teatro Alfieri di Matilde a Toledo, opera di Teodulo Mabellini, dirige il compositore   
1836-1837 U Costruzione dei ponti metallici San Ferdinando e San Leopoldo. L’impresa è affidata ai fratelli Séguin, ingegneri francesi   
1837-1840 A Viene realizzata da Lorenzo Bartolini la tomba di Sofia Zamoyska in Santa Croce   
1838 U Eretta nell’attuale piazza Ognissanti una cancellata lungo la riva del fiume   
1838 E Esposizione dei prodotti dell’industria toscana ad opera dell’Accademia dei Georgofili   
1838 gennaio 31 A Première alla Pergola di Caterina di Cleves, melodramma in 3 atti di Luigi Savi, su libretto di Felice Romani    
1838 febbraio 1 A Première nel Teatro del Cocomero di Marco Visconti, opera seria in 2 atti di Ermanno Picchi, su libretto di Luigi Venturi (da Tommaso Grossi)   
1838 novembre 25 A Première alla Pergola di Giovanni da Procida, opera del principe Giuseppe Poniatowski, su libretto del compositore (da Giovanni Battista Nicolini)   
1839 C Inizia le pubblicazioni il Ricoglitore fiorentino   
1839 C Alla morte di Stefano Ricci, Lorenzo Bartolini ottiene la cattedra di scultura all’Accademia di Firenze   
1839 U Interventi a Palazzo Pitti di Pasquale Poccianti, con il compimento dei rondò settecenteschi   
1839 U Si iniziano ad installare le grondaie sui tetti della città per evitare l’allagamento delle strade   
1839 dicembre 26 A Première alla Pergola de Il barbiere di Siviglia, ballo di Giacomo Piglia su musiche di Gioachino Rossini, soggetto e coreografia del compositore (da Cesare Sterbini)   
1840 C Nasce la casa editrice Bemporad   
1840 U Viene riaperta la Porta di S. Miniato, murata nel 1580   
1840 febbraio 29 C Esce la Rivista musicale di Firenze   
1840 giugno 10 A Première alla Pergola di Rosamunda, opera di Jules Eugène Abraham Alary, su libretto di Emiliano Pacini   
1840 agosto 11 A Première nel Teatro Alfieri di Romilda e Ezzelino, opera di Abramo Basevi   
1840 settembre 15 A Première alla Pergola de I petroniani e i geminiani, opera drammatica in 3 atti di Biaggi, su libretto da Alessandro Tassoni (La secchia rapita)   
1840 dicembre 26 A Prima rappresentazione alla Pergola di Roberto il diavolo, grand-opera (2a versione) in 5 atti di Giacomo Meyerbeer, su libretto di Eugène Scribe e Germain Delavigne   
1841-1860 U Giuseppe Martelli avvia la costruzione della Tribuna di Galileo nel Museo di Fisica e storia naturale   
1841 C Si tiene a Firenze il terzo congresso degli Scienziati italiani   
1841 marzo 30 A Première alla Pergola di Luigi Rolla, melodramma tragico in 3 atti di Federico Ricci, su libretto di Salvatore Cammarano   
1841 maggio 23 A Première alla Pergola di Ildegonda nel carcere, opera in 3 atti del conte Marco Aurelio Mariani, su libretto di Pietro Giannone    
1841 dicembre 26 A Prima rappresentazione alla Pergola de Gli Anglicani, grand-opera in 5 atti di Giacomo Meyerbeer, su libretto di Eugène Scribe e Émile Deschamps   
1841-1844 U Allargamento di via dei Calzaiuoli, su progetto dell’ingegner Chiesi   
1842 C Vieusseux e Gino Capponi iniziano la pubblicazione dell’ Archivio storico italiano   
1842 U Gaetano Baccani progetta il campanile di Santa Croce   
1842 E Nasce la fonderia del Pignone, di cui sono proprietari Pasquale Benini, fabbricante di cappelli di paglia di Lastra a Signa, e un commericiante fiorentino, Tommaso Michelangioli   
1842 U Ad opera di Gaetano Baccani sono costruiti i due organi nuovi nel Duomo in sostituzione delle due cantorie di Donatello e Luca della Robbia   
1842 giugno 1 A Première (successo) alla Pergola di Vannina d'Ornano, dramma lirico in 3 atti di Fabio Campana, su libretto di Francesco Guidi, dirige il compositore   
1842 dicembre 26 A Prima rappresentazione alla Pergola de La reine de Chypre, opera in 5 atti di Jacques-François Fromental Halévy, su libretto di Jules-Henri Vernoy de Saint-Georges   
1843 E L’inglese Henry Roberts apre in via Tornabuoni una farmacia che vende oltre ai medicinali, vini, liquori, alimentari e cosmetici   
1843 febbraio 3 A Prima rappresentazione alla Pergola de Il franco cacciatore, opera romantica in 3 atti e 5 quadri di Carl Maria von Weber, su libretto di Johann Friedrich Kind    
1843 giugno 4 A Première alla Pergola de Il conte di Lavagna, opera di Teodulo Mabellini, su libretto di Francesco Guidi, dirige il compositore   
1844 A Al Teatro del Cocomero (poi Niccolini) viene messa in scena Una folle mania, opera del commediografo toscano Tommaso Gherardi del Testa (alla prima uscita teatrale)   
1844 C Le Monnier inizia la pubblicazione della collana di romanzi “Biblioteca Nazionale”   
1844 U Costruzione della piazza Maria Antonia (adesso piazza Indipendenza)   
1844 U Leopoldo II inaugura il Casino di Firenze nel palazzo Aldobrandini Borghese in via Ghibellina   
1844 gennaio 1 C Esce il primo numero del mensile Giornale Botanico Italiano. Direttore Filippo Parlatore, principali collaboratori Giovan Battista Amici, Pietro Cuppari, Vincenzo Ricasoli, Antonio Targioni Tozzetti. Proseguirà le pubblicazioni fino al 1847   
1844 aprile 8 A Première nel Teatro della Pergola di Saul, tragedia lirica in 3 atti di Giovanni Antonio Speranza, su libretto di Felice Romani   
1844 aprile 14 P Muore Vittorio Fossombroni   
1844 novembre 3 E Alluvione   
1844-1851 U Iniziano i lavori per la costruzione del nuovo quartiere popolare di Barbano   
1841-1848 E Costruzione della linea ferroviaria Firenze-Pisa-Livorno, progetto dell’inglese Robert Stephenson    
1845 C John Ruskin visita per la prima volta Firenze   
1845 giugno 18 A Première alla Pergola di Buondelmonte, tragedia lirica in 3 parti di Giovanni Pacini, su libretto di Salvatore Cammarano   
1845 settembre 22 C Costituita a Firenze, in forma semisegreta, La Società dei tipografi di Firenze che riunisce 335 addetti alla tipografia operanti nell’area cittadina. Segretario Mariano Cellini, cassiere Cosimo Ridolfi   
1845 ottobre 25 P Muore Neri Corsini   
1845 novembre C Cessano le pubblicazioni della Guida dell’educatore   
1845 novembre 8 P Nomina di Francesco Cempini alla carica Direttore delle Reali Segreterie   
1846 E Illuminazione a gas di alcune vie centrali della città   
1846 C Giungono a Firenze i coniugi Robert e Elizabeth Brownings   
1846 C Le Monnier pubblica e diffonde l’opuscolo di Massimo D’Azeglio Degli ultimi casi di Romagna   
1846 C Il poeta pesciatino Giuseppe Giusti si trasferisce a Palazzo Capponi a Firenze   
1846-1871 P Il Palazzo Spini Ferroni, voltato sopra il Lungarno Acciaiuoli, è sede del Municipio di Firenze   
1846 febbraio 12 A Nasce il compositore e pianista Giovanni Buonamici   
1846 febbraio 12 A Première alla Pergola di Alessandro Stradella, dramma lirico in 3 atti di Adolfo Schimon, su libretto di Leopoldo Cemini    
1846 marzo 12 P Rinvenuto sui muri di molti palazzi cittadini un falso motuproprio granducale stampato alla macchia in cui si irridono i recenti cambiamenti all’interno del governo    
1846 marzo 14 A Première alla Pergola di Maria di Francia, opera di Teodulo Mabellini, su libretto di Francesco Guidi, dirige il compositore   
1846-1847 C Esce a puntate, sulla Rivista musicale di Firenze (poi Rivista di Firenze), il romanzo
Il figlio del Bastardo. Ossia gli scolari di Pisa e i liberali del 1831 del commediografo Tommaso Gherardi del Testa
1846 gennaio-1847 agosto C Esce il Filocattolico, sotto gli auspici dell’arcivescovo Minucci   
1847 U Costruzione della scala monumentale di Palazzo Pitti (sostituisce quella dell’Ammannati)   
1847 U Su progetto dell’architetto Presenti è costruita la stazione ferroviaria per la linea Firenze-Pisa fuori da Porta al Prato   
1847 U L’abside di Santa Maria Novella viene liberata dalle case addossate; restaurate le finestre delle cappelle e delle navate   
1847 E Realizzazione della prima linea telegrafica italiana lungo la ferrovia Firenze-Pisa   
1847 U Apertura di via della Dogana   
1847 gennaio 7 C Esce La Rivista di Firenze, continuazione della Rivista musicale di Firenze del 1840 con la collaborazione tra gli altri di Enrico Montazio, Giuseppe La Farina e Carlo Tenca   
1847 gennaio 20 A Première alla Pergola di Un duello alla Montagnola di Bologna ovvero Tutti amanti, dramma giocoso per musica in 3 atti di Carlo Romani, su libretto di Francesco Maria Piave   
1847 febbraio 4 A Première alla Pergola de Il birraio di Preston, melodramma giocoso in 3 atti di Luigi Ricci, su libretto di Francesco Guidi   
1847 marzo 14 A Première alla Pergola di Macbeth, melodramma (1° versione) in 4 parti e 8 quadri di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave e Andrea Maffei (da William Shakespeare), dirige il compositore    
1847 aprile 1 C Esce il primo numero del foglio trisettimanale Journal universel poliglotte. Direttore C.F. Vesin, collaboratori Emilio Conforti, Francesco Masi Maurizio Tarchetti. Cesserà le pubblicazioni il 30-9-1847 (n° 79)   
1847 aprile 18 E Fondata la Prima Centuria per vedovanza che “in privato accordo” riuniva 100 soci allo scopo di soccorrere le famiglie dei tipografi fiorentini in caso di morte del capofamiglia. La sede era presso il Gabinetto Scientifico-Letterario Vieusseux e “riscuotitore” era Gaetano Lapi   
1847 maggio 6 P Nuova legge sulla censura delle stampe che apre alla possibilità di stampare fogli periodici dai contenuti politici   
1847 giugno 5 A Première alla Pergola di Enrico Howard, opera di Abramo Basevi, su libretto di Francesco Guidi   
1847 giugno 12 C Appare il manifesto di associazione per la nuova rivista di Vieusseux La Fenice   
1847 giugno 14 C Inizia la pubblicazione de L’Alba, giornale politico diretto da Giuseppe Bardi e dal siciliano Giuseppe La Farina   
1847 giugno C Esce il primo numero del foglio fiorentino La Patria, che aveva come direttore Responsabile Vincenzo Salvagnoli, poi Celestino Bianchi e come condirettori Bettino Ricasoli e Raffaello Lambruschini   
1847 giugno 26 A Première nelle sale di Palazzo Vecchio di Esmeralda, dramma lirico in 3 atti del principe Giuseppe Poniatowski, su libretto del compositore e Francesco Guidi   
1847 luglio 14 A Nasce il tenore Alberto Bassi "De Bassini"   
1847 agosto 24 P Riforma della Consulta, organizzata in due sezioni, una con funzioni legali e l’altra amministrative   
1847 settembre 4 P Istituzione della Guardia Civica, corpo di cittadini con il compito di mantenere l’ordine pubblic.   
1847 settembre 12 F Deputazioni delle più importanti città toscane ringraziano il sovrano per l’istituzione della Guardia Civica, richiedendone la presenza in tutte le città    
1847 settembre 12 A Prima esecuzione alla Pergola di Italia risorta, inno patriottico di Teodulo Mabellini, dirige il compositore. Il clima è di generale entusiasmo per i concomitanti festeggiamenti per la riforma della guardia civica   
1847 settembre 27 P Leopoldo II nomina Cosimo Ridolfi ministro degli Interni e Luigi Serristori ministro degli Esteri    
1847 ottobre 4 P Il ducato di Lucca, a seguito dell’anticipata reversione, cessa di esistere e i suoi territori passano sotto la sovranità del Granduca di Toscana.   
1847 ottobre 30 C Esce il primo numero del foglio The Tuscan Atheneum. Tra i collaboratori Paolo Emiliani Giudici, Colomb de Batines, Walter Landor. Cesserà le pubblicazioni il 22-1-1848 (n° 13)   
1847 novembre 1 C Esce il primo numero del mensile La Temi. Ne è direttore Carlo Guarnacci. Tra i principali collaboratori: Giuseppe Panattoni, Lodovico Bosellini. Proseguirà con qualche interruzione fino al settembre 1864    
1848 U Realizzazione della stazione ferroviaria per la linea Pistoia-Roma all’interno del complesso monumentale di Santa Maria Novella   
1848 E Inaugurata la linea ferroviaria Firenze-Prato-Pistoia detta “Maria Antonia”   
1848-1855 C Attilio Zuccagni Orlandini pubblica in 5 voll. le Ricerche statistiche sul Granducato di Toscana   
1848 gennaio 20 C Diffusa tra gli ambienti vieusseiani la circolare di rinuncia al progetto di rivista La Fenice   
1848 gennaio 25 P Conferenza municipale a Palazzo Riccardi, nominata dal Granduca nel maggio 1847 e convocata da Ridolfi, per discutere modifiche da apportare all’ordinamento comunitativo (si scioglierà dopo otto sedute)   
1848 gennaio 31 P Leopoldo II nomina una commissione di 5 membri (Gino Capponi, Leopoldo Galeotti, Piero Capei, Niccolò Lami, Leonida Landucci) incaricata di varare un progetto di riforma della Consulta di Stato e della legge sulla Stampa   
1848 febbraio 11  P Leopoldo II dà incarico alla commissione dei quinqueviri (31-1-1848) di “dotare la patria di quella rappresentanza nazionale alla quale miravano già i suoi studi”. Sull’esempio di quanto stava accadendo negli altri Stati della penisola, Leopoldo II si piega all’idea di concedere una costituzione   
1848 febbraio 15 P Leopoldo II promulga lo Statuto fondamentale. La Toscana ha ora una costituzione scritta e un parlamento bicamerale - da riunirsi a Firenze - con un Consiglio generale elettivo ed un Senato di nomina regia   
1848 marzo 3 P Leopoldo II promulga la nuova legge elettorale per la camera dei deputati (Consiglio generale); sono istituiti 86 collegi uninominali   
1848 marzo 9 P Riordinamento dell’amministrazione locale. Il Granducato è diviso in sette compartimenti, ognuno retto da un prefetto e da un consiglio di prefettura di nomina granducale   
1848 marzo 29 P Il Granduca firma il proclama di guerra contro gli austriaci e concede il passaggio in Toscana alle truppe pontificie e napoletane dirette in Lombardia   
1848 aprile 5 A Première alla Pergola di Gennaro Annese, melodramma in 3 atti di Gualtiero Sanelli, su libretto di anonimo, dirige il compositore   
1848 aprile 9 F Solenne cerimonia per la benedizione delle bandiere e consegna delle stesse ai quattro battaglioni della guardia civica cittadina   
1848 aprile 16 C Duello tra Bettino Ricasoli e Luigi Serristori nello studio del pittore Tito Benvenuti. Motivo del diverbio era stato un articolo (di cui però Ricasoli non era responsabile) comparso su La Patria contro un oscurantista genovese ospitato dalla famiglia Serristori   
1848 aprile 26 P Leopoldo II vara un decreto di modifica alla legge elettorale che amplia di poco i requisiti per l’acquisizione del diritto di voto   
1848 maggio 6 P Leopoldo II promulga la nuova legge sulla stampa che istituisce la censura repressiva   
1848 giugno 3 P Francesco Cempini lascia la presidenza del Consiglio; il granduca nomina al suo posto Cosimo Ridolfi   
1848 giugno 14 P Elezioni per la camera dei deputati in tutti gli 86 collegi uninominali in cui è divisa la Toscana   
1848 giugno 15 C Esce il primo numero de Il Conciliatore, quotidiano diretto da Giulio Casali e poi da Cesare Martini, con la collaborazione di Leopoldo Galeotti e Marco Tabarrini   
1848 giugno 17 P Emanato un decreto granducale per la regolamentazione elettorale nei territori della Garfagnana, Massa Carrara e Pontremoli, di recente annessi al granducato. Questi territori sono divisi in 7 collegi uninominali, così che il Consiglio generale della Toscana comprende 93 Deputati   
1848 giugno 26 F Solenne apertura del Parlamento toscano a Firenze nel salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio   
1848 giugno 27 C Pubblicato con successo a Firenze l’opuscolo Vincenzo Gioberti ai Fiorentini ( tip. Le Monnier)   
1848 giugno 29 C Vincenzo Gioberti è a Firenze e tiene un discorso solenne all’Accademia dei Georgofili. Il 30 giugno è all’Accademia della Crusca   
1848 luglio 10 C Gioberti lascia Firenze diretto a Pisa   
1848 luglio 20 P Elezioni per i 7 deputati al Consiglio Generale dei territori della Garfagnana e Lunigiana   
1848 luglio 31 P Cosimo Ridolfi si dimette dalla presidenza del consiglio   
1848 agosto 1  P Leopoldo II affida l’incarico di formare un nuovo ministero a Bettino Ricasoli, il quale però non riuscirà a mettere insieme una squadra di governo   
1848 agosto 17 P Nuovo governo, diretto da Gino Capponi, composto da: Donato Sanminiatelli agli Interni, Gaetano Giorgini agli Esteri, Jacopo Mazzei alla Giustizia, Leonida Landucci alle Finanze, Commercio e Lavori pubblici, Celso Marzucchi alla Pubblica Istruzione e agli Affari ecclesiastici, Giacomo Belluomini alla Guerra. Il governo entra presto in difficoltà   
1848 settembre 2-30 C Escono 3 numeri della rivista The Advertiser Anglo-Tuscan and Florence record of literature, science and art; editrice Logge del grano, editore responsabile M. Jonsiffe   
1848 ottobre 12 P Caduta del Governo Capponi   
1848 ottobre 14  P Leopoldo II affida di nuovo a Bettino Ricasoli il compito di formare un nuovo ministero    
1848 ottobre 21 P Pressato dalla ‘deriva’ democratica della pubblica opinione e deluso dal fallimento del tentativo di Ricasoli, Leopoldo II affida la composizione del governo a Giuseppe Montanelli, il quale ha come punto qualificante del suo progetto l’elezione di un’assemblea costituente nazionale da eleggersi a suffragio universale   
1848 ottobre 28 P Il governo democratico si insedia con Montanelli come Presidente e ministro degli Esteri, Francesco Domenico Guerrazzi ministro dell’Interno, Giuseppe Mazzoni ministro di Giustizia e Grazia e Affari ecclesiastici, Mariano d’Ayala ministro della Guerra, Pietro Augusto Adami ministro delle Finanze, commercio e Lavori pubblici, Francesco Franchini ministro dell’Istruzione pubblica   
1848 novembre 20 P Elezioni in tutti i 93 collegi uninominali della Toscana per il nuovo Consiglio generale   
1848 dicembre 1 C Esce il primo numero del quotidiano Il Nazionale. Direttore responsabile Celestino Bianchi, poi Cesare Tellini; tra i collaboratori Cesare Guasti. È considerato la continuazione del foglio La Patria   
1848 dicembre 23 C Esce il primo numero de La Costituente italiana. Direttore Antonio Mordini, poi Leonida Biscardi; tra i collaboratori Atto Vannucci, Ferdinando Zannetti e Carlo Tenca. Il giornale sarà il punto di riferimento dei democratici repubblicani unitari   
1849 gennaio 22 F Grande manifestazione a Firenze per indurre il governo a inviare 37 deputati toscani all’Assemblea Costituente che avrebbe dovuto tenersi a Roma   
1849 gennaio 22 R L’arcivescovo fiorentino fugge dalla città   
1849 gennaio 30 P Leopoldo II non firma la legge per l’elezione a suffragio universale di un’assemblea Costituente e raggiunge i propri familiari a Siena, per poi andare a Porto Santo Stefano da dove fuggirà a Gaeta   
1849 febbraio 9 P Costituzione del triumvirato Montanelli, Guerrazzi e Mazzoni, che mantiene in carica il governo Montanelli   
1849 marzo 12 P Nuove elezioni per i deputati della Camera e della Costituente. Si introduce il suffragio universale maschile   
1849 marzo 27 P La neoeletta Camera conferisce pieni poteri a Guerrazzi   
1849 marzo 30 C Cessa la pubblicazione del foglio democratico La Costituente italiana   
1849 aprile 11 A Il compositore Gioachino Rossini, in città, termina la partitura di Canone perpetuo (3a versione: Canone scherzoso a quattro soprani democratici)   
1849 aprile 12 P Il Municipio di Firenze, di fronte alle difficoltà di Guerrazzi nel gestire i rapporti tra il suo governo e quello di Roma già repubblicano, assume, a nome del Granduca, la “direzione degli affari”, cercando così di evitare l’invasione austriaca della Toscana e far rientrare il Granduca   
1849 aprile 13 P L’Assemblea toscana è sciolta e Guerrazzi arrestato   
1849 aprile 17 P Il comitato provvisorio, formato da Capponi, Ricasoli, Serristori, Torrigiani e Capoquadri invia una delegazione a Gaeta, dove era rifugiato Leopoldo II, chiedondogli di riassumere la guida della Toscana ed evitare l’invasione delle truppe asburgiche   
1849 maggio 1 P Leopoldo II invia come commissario straordinario a Firenze Luigi Serristori   
1849 maggio 22 C Inizia la pubblicazione del foglio Lo Statuto. Direttore responsabile Ferdinando Bussotti, collaboratori, tra gli altri, Marco Tabarrini, Leopoldo Galeotti, Marco Minghetti e Giovan Battista Giorgini   
1849 maggio 25 P Le truppe asburgiche guidate dal generale D’Aspre occupano Firenze   
1849 maggio 27 P Il Granduca nomina un nuovo governo   
1849 giugno 11 C Inizia la pubblicazione del quotidiano Il Costituzionale. Direttore responsabile Ferdinando Bussotti, poi G. Sagrestani; tra i principali collaboratori Leopoldo Cempini e Raffaele Busacca   
1849 luglio 28 P Leopoldo II rientra a Firenze   
1849 agosto 5 A Première alla Pergola di Etruria, oratorio di Teodulo Mabellini, su libretto di Francesco Guidi, dirige il compositore   
1849 novembre 24 P Revoca della legge comunale emanata nel settembre 1848   
1850 settembre 15 C Giunge a Firenze Théophile Gautier   
1850 ottobre 18 C Cessa le pubblicazioni il quotidiano Il Nazionale (1-12-1848)
(In preparazione la cronologia dal 1850 al 1899)

 

 

 

 

XIX SECOLO

1919 aprile 24  P Nasce il primo Fascio di Combattimento di Firenze  
1919 giugno  P Nasce l’Alleanza di Difesa Cittadina, che finanzierà il giornale “Sassaiola fiorentina. Giornale di guerriglia ardita” (nov. 1920-nov. 1921)
1920 novembre 7 P Alle amministrative vittoria del “blocco nazionale” di cui sono parte i fascisti  
1920 novembre 20 P Si insedia l’amministrazione provinciale socialista, sciolta d’autorità due anni dopo e affidata (25 novembre 1922-2 giugno 1923) ad una Regia Commissione straordinaria  
1920 novembre 29 P Antonio Garbasso sindaco di Firenze
1921 Statuto del Partito Nazionale Fascista. I Fasci locali sono costituiti da un minimo di venti iscritti e nominano a scheda segreta il direttore del Fascio; i Fasci compresi in una Provincia devono costituirsi in Federazione provinciale, nominando il Direttorio provinciale e il Segretario politico della Federazione
1921 gennaio Primo numero dell’organo ufficiale del fascismo fiorentino, “La Riscossa”  
1921 febbraio 27 Il sindacalista comunista Spartaco Lavagnini è ucciso dallo squadrismo fascista nel suo ufficio di via Taddea 2 Approfondimento
1921 maggio A questa data i fascisti toscani sono circa l’8% del totale nazionale; in provincia di Firenze ne sono concentrati la metà (6.353). Nell’anno a venire questo numero crescerà in modo vertiginoso: nel 1922 la provincia conterà 20.880 iscritti  
1922 Presidente Enrico Bemporad, si inaugura a Firenze la Fiera internazionale del libro. Si svolgerà ogni tre anni, fino al 1932  
1922 ottobre 28  Marcia su Roma  
1923 Il Regio Istituto Musicale di Firenze cambia la sua denominazione in Conservatorio Luigi Cherubini 
1923 aprile Il Circolo di cultura politica ha una struttura ufficiale e una sede in Borgo Santi Apostoli 27
1923 aprile 3 Inaugurazione della nuova sede del Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux nel Palagio di Parte Guelfa
1923 giugno Calcio storico in livrea  
1924 L’Istituto di Studi Superiori (Facoltà di Filosofia e Filologia, Scienze, Medicina e Chirurgia) assume la denominazione e gli attributi di Regia Università di Firenze; viene aggiunta allora la Facoltà di Giurisprudenza
1924 luglio 8 Piero Gobetti illustra al Circolo di cultura politica il programma dei Gruppi della rivoluzione liberale
1924 dicembre 31 Devastate dai fascisti le sedi del Circolo di cultura politica, chiuso con decreto prefettizio il 5 gennaio, e del “Nuovo Giornale”   
1925 marzo Dalle pagine di "Battaglie fasciste" attacco a Gaetano Salvemini che, con i fratelli Rosselli e Nello Traquandi aveva fondato a Firenze, nel gennaio, il primo giornale antifascista clandestino: "Non mollare"
1925 marzo 5 Inaugurazione della Mostra Didattica Nazionale. Il materiale raccolto è destinato ad un Museo Didattico Nazionale, con sede in via Laura Approfondimento
1925 luglio 18 Giovanni Calò, Alessandro Levi e altri sono bastonati all’uscita dall’aula di tribunale dove si svolge il processo contro Salvemini, arrestato per la pubblicazione “Non mollare”  
1925 autunno Si costituisce a Firenze il Comitato permanente per l’Etruria  
1925 ottobre 3 Uccisi dai fascisti il deputato socialista Gaetano Pilati, l’avvocato Gustavo Console, anch’egli socialista, e il repubblicano Giovanni Becciolini Approfondimento 
1925 ottobre 10 Italo Balbo assume i pieni poteri sulla federazione e il fascio cittadino, che verranno profondamente ristrutturati  
1926 gennaio Primo numero della rivista “Solaria”, diretta da Alberto Carocci
1926 giugno 10  L’onorevole Giacomo Matteotti, che aveva denunciato le violenze fasciste chiedendo alla Camera di non convalidare le elezioni, viene rapito a Roma e ucciso a pugnalate
1926 giugno 11 Dopo mesi di gestione commissariale si ricostituisce il Fascio fiorentino  
1926 agosto 29 Nasce l’Associazione Fiorentina del Calcio, voluta dal marchese Luigi Ridolfi Vay da Verrazzano, Federale di Firenze, e procurata attraverso la fusione tra le sezioni calcio del Club Sportivo Firenze e della Palestra Ginnastica Fiorentina Libertas
1926 ottobre Nuovo statuto del PNF: giuramento obbligatorio per gli iscritti, abolizione dell’eleggibilità delle cariche  
1926 novembre 9  Vengono reintrodotti la pena di morte ed il Tribunale speciale per la difesa dello Stato  
1927 Costruzione della Casa del Fascio e dell’Accademia dell’Aeronautica (arch. Raffaello Fagnoni)
1927 Istituzione della Provincia di Pistoia  
1927 gennaio 9 Scioglimento dell’amministrazione comunale: entra in vigore l’ordinamento podestarile   
1927 gennaio 16 Antonio Garbasso primo podestà di Firenze  
1927 marzo 26 Bonaventura Tecchi si dimette dalla carica di direttore del Gabinetto Vieusseux. Gli subentra Eugenio Montale Approfondimento 
1928 Il conte Giulio Guicciardini e l’architetto Raffaello Fagnoni presentano al Podestà un progetto Per il risanamento del Quartiere di Santa Croce
1928 giugno 9 Istituita la Stabile orchestrale fiorentina (dall’anno successivo ente morale) grazie all'iniziativa del marchese Luigi Ridolfi Vay da Verrazzano che, fin dall'inizio, chiamerà a dirigerla Vittorio Gui
1928 settembre 13 Giuseppe Della Gherardesca nuovo podestà di Firenze  
1929 Statuto del PNF: per la prima volta è prevista la costituzione facoltativa, da parte dei segretari federali, di “sottosezioni o circoli rionali” (confermata dalle nuove redazioni statutarie del 1932 e del 1938)
1929 aprile 10 Alessandro Pavolini è nominato segretario federale di Firenze Approfondimento al posto di Luigi Ridolfi Vay da Verrazzano
1929 maggio Primo numero de “Il Frontespizio”, periodico cattolico diretto da Piero Bargellini. Fra i collaboratori Giovanni Papini, Nicola Lisi, Carlo Betocchi, Piero Parigi   
1929 giugno 9 Esce il primo numero de “ Il Bargello”  
1929 fine Istitutita la Federazione toscana per il movimento dei forestieri   
1930-1932 Realizzazione dello Stadio Comunale su progetto di Pier Luigi Nervi Approfondimento
1930 Inaugurazione del Museo di Storia della Scienza
1930 maggio In occasione del IV centenario della morte di Francesco Ferrucci si riprende il Calcio in Livrea  
1931 La popolazione è pari a 316.350 abitanti, distribuiti in 18 ‘zone statistiche’ e nelle 5 frazioni di Castello, Brozzi, Ponte a Greve, Galluzzo, Ponte a Ema (aggregate nel 1929)  
1931 marzo 1 Inaugurazione della Regia Scuola Superiore di Architettura di Firenze  
1931 marzo 22 Viene inaugurata la prima edizione della Fiera nazionale dell’Artigianato al Palazzo delle Esposizioni del Parterre di San Gallo, alla presenza del ministro delle Corporazioni Giuseppe Bottai   
1931 giugno 28 La Fiorentina, classificata prima nel campionato di serie B, è promossa in serie A  
1931 settembre 20 La Fiorentina disputa la sua prima gara nella serie A su girone unico: 1-1 a Milano contro il Milan  
1932 Nuovo statuto del PNF: prevista la costituzione, nelle città capoluogo di provincia, di un Gruppo universitario fascista e di fasci femminili e giovanili
1932 gennaio Nasce l’Azienda autonoma di turismo in sostituzione della Federazione toscana per il movimento dei forestieri, il cui primo presidente è Alessandro Pavolini
1932 febbraio 21 Elia Dalla Costa arcivescovo di Firenze
1932 dicembre 31 Esce per la casa editrice fiorentina G. Nerbini il primo numero del settimanale Topolino, primo periodico italiano dedicato ai personangi di Walt Disney. Nerbini pubblica il giornale fino all'estate del 1935 quando i diritti Disney sono rilevati dalla Arnoldo Mondadori di Milano.  
1933 Paolo Venerosi Pesciolini nuovo podestà di Firenze e Giorgio La Pira vince la cattedra di Istituzioni di Diritto Romano a Firenze
1933 aprile A Prima edizione del Maggio Musicale Fiorentino  
1934 marzo 25 Dopo l’elezione a deputato Pavolini è sostituito da Giulio Ginnasi nella carica di segretario federale
1934 ottobre 27 Traslazione in Santa Croce dei corpi di trentasette «martiri» fascisti fiorentini
1935  E La Fiera dell’Artigianato assume la denominazione di Mostra Mercato Nazionale dell’Artigianato
1935 ottobre 3  Le truppe italiane varcano il Mareb, confine fra Eritrea ed Etiopia, iniziando la penetrazione nelle terre del Negus Hailè Selassiè   
1935 ottobre 30 Inaugurazione della Biblioteca Nazionale Centrale (architetto Cesare Bazzani) e della stazione ferroviaria (architetti Giovanni Michelucci, Pierniccolò Berardi, Italo Gamberini, Sante Guarnieri, Leonardo Lusanna)
1936 Entrano a far parte dell’Università come Facoltà omonime, gli Istituti Agrario e Forestale, di Economia e Commercio, di Magistero, di Architettura
1936 Demolizione di isolati nel quartiere Santa Croce, nell’area tra le vie dell’Agnolo, via Verdi, via Pietrapiana e Borgo Allegri; le progettate ricostruzioni non saranno realizzate
1936 primavera  Scoppia la guerra di Spagna  
1937  All’interno dell’Accademia della Crusca è istituito un Centro di studi di filologia italiana
1937 Dalla crisi di “Solaria” prendono avvio le riviste “Letteratura”, fondata da Alessandro Bonsanti, e “La Riforma letteraria” (Alberto Carocci e Giacomo Noventa)
1937 giugno 3 Viene istituito l’Ente comunale di assistenza Approfondimento 
1937 luglio 29 Con decreto-legge nasce il Centro Nazionale di Studi sul Rinascimento (dal 1942 Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento)  
1937 novembre 4 Solenne inaugurazione, alla presenza del re, della Casa del Mutilato (arch. R. Sabatini)  
1938  Entra a far parte dell’Università come Facoltà di Scienze Politiche, l’Istituto Cesare Alfieri
1938 gennaio-febbraio Primo numero del periodico “La Rinascita”, organo del Centro Nazionale di Studi sul Rinascimento diretto da Giovanni Papini
1938 aprile 10  La Fiorentina, classificata sedicesima nel campionato di serie A, è retrocessa in serie B  
1938 agosto Esce la rivista “Campo di Marte”, diretta da Alfonso Gatto e Vasco Pratolini. Ne usciranno 17 numeri (fino all’agosto 1939)  
1938 ottobre 6  Il Gran Consiglio del fascismo instaura le leggi razziali e sono espulsi dall’Università di Firenze, tra gli altri, Federico Cammeo, Enrico Finzi, Ludovico Limentani, Renzo Ravà, Attilio Momigliano
1938 dicembre Eugenio Montale è allontanato dalla direzione del Gabinetto Vieusseux per motivi politici   
1939 aprile C Inaugurazione del monumento a Ugo Foscolo, scolpito da Antonio Berti, nella Basilica di Santa Croce
 Approfondimento
1939 maggio 28  F La Fiorentina, classificata prima nel campionato di serie B, è promossa in serie A  
1939 settembre 1  P Hitler invade la Polonia dando inizio alla seconda guerra mondiale  
1940
gennaio-febbraio  C Ultimo numero della rivista “Princìpi” di Giorgio La Pira; l’organo d’informazione fascista, “Il Bargello” attacca violentemente La Pira e pochi giorni dopo il giornale cattolico viene chiuso (ufficialmente per mancanza di carta)  
1940 giugno 10 E Adunata in Piazza Signoria (ore 17) e discorso via radio di Mussolini per annunciare l’entrata in guerra contro Gran Bretagna e Francia, a fianco della Germania; sul balcone di Palazzo Vecchio tutte le autorità sono presenti  
1940 giugno 11 E Il prefetto emana le norme per l’oscuramento; la Martinella di Palazzo Vecchio suona segnalando l’inizio della guerra   
1940 giugno 15 F La Fiorentina, battendo il Genoa in finale, vince il suo primo trofeo: la Coppa Italia 1940  
1940 ottobre 28 P Mussolini accoglie Hitler, in visita ufficiale a Firenze, dove annuncia l’entrata in guerra contro la Grecia Approfondimento 
1940 novembre 17 C Si inaugura la nuova sede del Gabinetto Vieusseux, in Palazzo Strozzi
1941 E Dal censimento del 1940 risultano 331.325 abitanti  
1941 marzo C Esce la rivista “Argomenti” (Alberto Carocci e Raffaello Ramat), soppressa dopo nove numeri nel dicembre
1941 maggio 26 A Maria José di Piemonte esegue, a S. Maria Nuova, un concerto per pianoforte in favore dei feriti in guerra  
1941 giugno  U Gli orti di guerra si estendono ad aiuole, spartitraffico ecc.; le Cascine vengono coltivate a patate, mentre la colonia elioterapica per bambini si trasferisce a Villa Fabbricotti  
1941 giugno 16 E Inaugurato il servizio tranviario notturno   
1941 giugno 24 E Arriva a Firenze una compagnia di reduci dalla Grecia  
1941 giugno 29 F Gara ciclistica “circuito di Firenze”; ai 75 giri del circuito partecipano anche Bartali e Coppi  
1941 luglio U L’autostrada Firenze-mare viene aperta ai ciclisti; per evitare il pedaggio molti di questi entrano lungo il tragitto   
1941 agosto 15  U 30.000 biciclette (senza contare tutte quelle abusive) transitano sulla Firenze-mare   
1942 febbraio 8 E Il podestà ordina lo spegnimento delle luci stradali durante il plenilunio   
1942 aprile 5 F A Pasqua non viene effettuato il tradizionale scoppio del carro   
1942 aprile 23 A Si inaugura l’ottavo Maggio Musicale Fiorentino  
1942 maggio 15 P Precettazione civile a scopo di lavoro per gli ebrei fra i 18 ed i 55 anni, i quali hanno l’obbligo di far pervenire alla Prefettura le loro generalità  
1942 giugno 29 F Rossi e Bianchi giocano una partita di calcio in costume  
1942 novembre 30 C Il Centro didattico fiorentino (già Museo Didattico Nazionale) assume la denominazione di Centro didattico nazionale di studi e documentazione
1943-1944 Nascosto in Piazza Pitti Carlo Levi scrive Cristo si è fermato a Eboli
1943 marzo Nello studio di Calamandrei viene redatto il programma del Partito d’Azione  
1943 aprile Pietro Calamandrei, invitato dal rettore dell’Università di Firenze ad esprimere la sua lealtà al fascismo, mette a disposizione la sua cattedra di diritto  
1943 luglio 25 Gara podistica domenicale degli atleti della gioventù italiana del Littorio, con partenza in Piazza Beccaria; alle 17 allo Stadio si tiene la finale del campionato di categoria “avanguardisti"
1943 luglio 26 In Piazza Vittorio Emanuele (oggi piazza della Repubblica) si tiene una manifestazione spontanea ed un corteo; vengono frantumati i busti del Duce, alcuni noti fascisti sono picchiati. Al conservatorio Cherubini viene abbattuto un busto di Mussolini  
1943 luglio 28 Si diffonde la voce che è stato firmato l’armistizio; per fermare le manifestazioni di gioia il prefetto fa suonare l’allarme antiaereo  
1943 luglio 31 Il “Nuovo Giornale” annuncia che tutti gli appartenenti al PNF (che nel frattempo è stato sciolto) sono richiamati alle armi   
1943 agosto 31  Piero Calamandrei viene nominato rettore dell’Università di Firenze  
1943 settembre 5-7 A casa di Carlo Furno e Enzo Enriques Agnoletti si svolge il primo congresso nazionale del Partito d’Azione  
1943 settembre 8 Ore 19.45: messaggio radiofonico con cui Badoglio annuncia l’armistizio   
1943 settembre All’università, in sostituzione del GUF, viene creato il “Fronte della Gioventù” nel quale sono largamente rappresentati gli studenti comunisti e che parteciperà attivamente alla lotta di liberazione  
1943 settembre 11 I tedeschi occupano Firenze. 4 mila soldati italiani vengono rinchiusi nella caserma del Lungarno della Zecca, altri alla Fortezza . I tedeschi insediano la Stadtkommandantur nel palazzo del corpo d’armata in Piazza S Marco
1943 Si costituisce a Roma il Comitato di Liberazione Nazionale. Sull’esempio romano, dopo qualche giorno nasce a Firenze il Comitato Toscano di Liberazione Nazionale (CTLN)  
1943 settembre 13 P I giornali annunciano che Mussolini è stato liberato  da un commando tedesco   
1943 settembre 17 P Si ricostituisce a Firenze la 92° legione della MVSN (Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale). All’interno della legione viene costituito un Ufficio Politico Investigativo diretto dal centurione Mario Carità. I membri di questa sezione sono soprannominati la Banda Carità  
 P Viene annunciato che ogni manifestazione è vietata. Si costituisce la Guardia Nazionale Repubblicana (GNR)  
1943 settembre 25 E Ore 11.25: Firenze subisce il primo bombardamento alleato   
1943 ottobre 5 P Mussolini nomina commissario del fascio fiorentino Raffaello Manganiello   
1943 ottobre 12 P Si ricostituisce ufficialmente il Movimento dei Giovani Italiani Repubblicani (MGIR) fondato nel 1941 da Luciano Stanghellini con l’obiettivo di rinnovare le gerarchie fasciste: il movimento ha sede in via dei Magazzini 12   
1943 ottobre 28 P Al cinema Rex (poi Apollo in via Nazionale), Gino Meschiari viene acclamato Segretario Federale del PFR  
1943 novembre 2 P In questo giorno il CTLN approva la decisione del CLN di Roma e si assume la responsabilità della guida nella lotta di liberazione in Toscana  
1943 novembre 6 P Per iniziativa di Manganiello, nasce l’ufficio “affari ebraici” presieduto da Giovanni Martelloni   
1943 novembre 11 C Esce il primo numero del settimanale “La Patria”, giornale del MGIR. Tra i collaboratori Angelo Gracci. Del giornale escono solo due numeri, in seguito allo scioglimento del movimento, ordinato da Pavolini  
1943 novembre 15 E Riaprono le scuole primarie e secondarie  
1943 novembre 25 C Viene trasferita a Firenze l’ “Accademia d’Italia”   
1943 dicembre P Al Grand Hotel comincia l’arruolamento della X Mas. Responsabile dell’arruolamento Nino Buttazzoni  
1943 dicembre 1 P I GAP (Gruppi d’Azione Patriottica, comunisti) uccidono il tenente colonnello Gino Gobbi, responsabile del distretto militare. I fascisti decidono, come rappresaglia, la fucilazione immediata di dieci fra i detenuti arrestati per motivi politici  
1943 dicembre 5 E Il cardinale Elia Dalla Costa raccomanda al clero ed alla cittadinanza di non commettere azioni violente contro i fascisti ed i tedeschi  
1944 P Si susseguono in città azioni gappiste
1944 L’Istituto di Studi etruschi cambia la sua denominazione in Istituto di Studi etruschi ed italici 
1944 In questo periodo a Firenze risultano aperti 28 cinematografi 
1944 gennaio Diretta da Giovanni Gentile riprende le pubblicazioni a Firenze la rivista “Nuova Antologia”  
1944 gennaio 26 Gli Alleati sono fermati a Cisterna; il fronte si stabilizza
1944 febbraio 8 Tragedia dei ragazzi del “Collegino” di San Pietro a Colonnata: una bomba alleata provoca 24 vittime   
1944 marzo 3 Sciopero generale   
1944 marzo 11 Alle ore 10.30 un bombardamento alleato devasta la zona di S. Jacopino, Careggi e Rifredi; il cessato allarme suona alle 12.50  
1944 marzo 22 Il tribunale speciale decide di fucilare cinque giovani rastrellati a Vicchio, perché sia d’esempio alle reclute Approfondimento
1944 marzo 23 Alle ore 11.05 il Campo di Marte diventa bersaglio di un bombardamento alleato  
1944 aprile 10 Primo eccidio di Cercina: sono uccisi dai militi della GNR sei giovani, forse sospettati di favoreggiamento nei confronti dei partigiani
1944 aprile 15 Viene ucciso Giovanni Gentile, presidente dell’Accademia d’Italia   
1944 maggio 1 Dalle ore 9.55 alle ore 18.10 la città è sotto le bombe alleate  
1944 giugno Si precisa un comando militare unico delle forze antifasciste: la città è suddivisa nelle zone di Oltrarno, Cascine-Porta al Prato-Rifredi, Centro, Via Bolognese-Faentina-Campo di Marte
1944 giugno Gli Alleati occupano Roma
1944 giugno Il CTLN approva un manifesto (reso pubblico dopo una settimana) in cui si dichiara che “Tutta la città di Firenze, come tutti i capoluoghi di Provincia e i centri minori, sono sottoposti al controllo politico del CTLN che agisce in nome del popolo finalmente padrone dei propri destini”
1944 giugno 12 Secondo eccidio di Cercina: sono fucilati tra gli altri Italo Piccagli e Anna Maria Enriques Agnoletti Approfondimento
1944 luglio Si rifugiano a Firenze migliaia di profughi provenienti dalle campagne   
1944 luglio 1 Cessano le pubblicazioni del settimanale fascista “Repubblica”  
1944 luglio 6 Dalla fusione tra le brigate garibaldine “Sinigaglia”, “Lanciotto”, “Caiani” e “Fanciullacci”, nasce la divisione “Arno” di cui è nominato comandante Aligi Barducci   
1944 luglio 15 Il CTLN riabilita Eugenio Montale nominandolo Commissario al Gabinetto Vieusseux
1944 luglio 17 Liberazione di Montaione, cui seguiranno gli altri comuni della provincia fiorentina
1944 luglio 23 P Anche Manganiello scappa e con lui, uno dopo l’altro, tutti i gerarchi della Firenze fascista
1944 luglio 24 P Si installa in Piazza S. Marco il colonnello Fuchs, al comando di circa mille uomini, per coprire i tedeschi in ritirata. Le autorità fasciste hanno già abbandonato la città
1944 luglio 27 P Gli alleati occupano S. Casciano  
1944 luglio 30 E Viene a mancare l’energia elettrica. Esce su “La Nazione” l’ordine dei tedeschi di sfollare un’ampia zona in prossimità del fiume: appare evidente che Firenze, nonostante le assicurazioni al riguardo, non sarà considerata città aperta
1944 luglio 31 U I soldati tedeschi bloccano il transito su tutti i ponti, mentre i genieri si mettono all'opera per farli saltare  
1944 agosto 2 P Poteri di governo al CTLN
1944 agosto 3 P Alle ore 14 scatta lo stato di emergenza: i fiorentini hanno tre ore di tempo per chiudersi in casa e sbarrare porte e finestre  
Il CTLN si accorda sul nome di Gaetano Pieraccini, socialista, come sindaco, affiancato dai vicesindaci Renato Bitossi (Partito Comunista) e Adone Zoli (Democrazia Cristiana) Approfondimento 
Ordinanza tedesca: si proibisce a chiunque di lasciare le case e camminare per la città  
Fallisce il tentativo partigiano di salvare il Ponte alla Carraia e il Ponte alla Vittoria  
1944 agosto 4 Da San Casciano parte la colonna di una divisione sudafricana per raggiungere la periferia a sud della città; essa giunge a Porta Romana accolta da manifestazioni di gioia. Tutti i ponti di Firenze, tranne il Ponte Vecchio, sono fatti saltare dai tedeschi in ritirata. Il partigiano Enrico Fischer riesce stabilire un contatto telefonico fra il comando alleato in Oltrarno e il CTLN utilizzando il corridoio vasariano
1944 agosto 6 Nella parte destra dell’Arno continua l’occupazione tedesca. Un’ordinanza consente a donne e bambini di uscire di casa per provviste. Alle 6.45 un vigile del fuoco fa suonare la Martinella di Palazzo Vecchio dando il segnale dell’insurrezione. Fino al 13 agosto i partigiani sostengono da soli lo scontro con le truppe tedesche in ritirata  
1944 agosto 15 Il comando alleato riconosce il ruolo svolto dal CTLN, che rimane in carica
1944 agosto 31 P Alle 6.30 i partigiani entrano nell’ospedale di Careggi  
1944 settembre C L’università viene riaperta; anche il tribunale riapre i battenti  
1944 settembre 1 P Gli uomini della “Buozzi” con elementi locali liberano Fiesole  
1944 settembre 7 F Alla Fortezza si svolge la cerimonia che precede lo scioglimento delle formazioni partigiane  
1944 settembre 20 E Riprendono le trasmissioni di Radio Firenze  
1944 ottobre Gaetano Pieraccini è nominato primo sindaco di Firenze
1944 Ricostituito il Circolo di cultura politica con la denominazione Circolo di cultura politica Fratelli Rosselli  
1945 Si lancia un bando di concorso per ricostruire il Ponte alla Vittoria. Il vincitore avrà un premio di 300mila lire  
1945 marzo Il giardino di Boboli viene riaperto  
1945 marzo 2 Viene annunciato che le porte del Battistero sono ritornate in città  
1945 marzo 31 Sabato santo: la colombina arriva fino al carro e lo incendia, tornando indietro senza troppi intoppi  
1945 aprile Le Monnier pubblica la rivista “Il Ponte” di Piero Calamandrei, alla quale partecipano molti dei protagonisti della Resistenza, fra i quali Enzo Enriques Agnoletti  
1945 aprile 1 Il cardinale Elia Dalla Costa pronunciando l’omelia si dice favorevole al voto per le donne a condizione che esse siano “illuminate e libere”  
1945 maggio 1 Grande comizio, agli Uffizi, per celebrare la festa dei lavoratori  
1945 giugno 20 “Il Corriere del Mattino” assume la denominazione de “Il Nuovo corriere”
1945 Aprono numerosi cantieri per intervenire sui monumenti duramente danneggiati dalla guerra, in particolare quelli della badia Fiorentina, della chiesa dei SS: Apostoli, della Basilica e del convento di S. Miniato a Monte, della Chiesa di Santa Felicita e di quella di S. Jacopo Sopr’Arno, quello del Tempio Israelitico e quello della Galleria degli Uffizi
1945 maggio 2 Inaugurato dal sindaco Pieraccini il ponte all’Asse sul Mugnone
1945 maggio 6 Riaprono al pubblico le Cappelle medicee
1945 maggio 9 Riprende a funzionare la linea ferroviaria Firenze-Pistoia-Lucca
1945 giugno 7 Riprende a funzionare la linea ferroviaria Firenze-Roma
1945 giugno 20 Il Governo militare alleato consegna al Prefetto Paternò i poteri sulla provincia
1945 giugno 21 Abolito il coprifuoco
1945 giugno 29 A Inaugurazione a Palazzo Pitti di una mostra di opere di pittori francesi (fra cui Cezanne, Picasso, Degas) provenienti da collezioni private per la prima volta esposte al pubblico
1945 luglio 10 Riaperto al pubblico il Museo di Storia delle Scienze
1945 luglio 14 Inizia la ricostruzione del Ponte alla Vittoria su progetto degli architetti Nello Baroni, Lando Bartoli, Italo Gamberini, Carlo Maggiora e dell’ing. Mario Focacci. La Giunta comunale delibera di aprire un concorso per la ricostruzione del Ponte alla Carraia
1945 luglio 22 Con una cerimonia ufficiale in piazza della Signoria il gen. Hume riconsegna al sindaco Pieraccini e a tutti i fiorentini le opere d’arte sequestrate dalle truppe tedesche in fuga e recuperate grazie alla collaborazione degli alleati e degli italiani nelle regioni settentrionali
1945 agosto Palazzo Strozzi: mostra fotografica sui danni di guerra e i primi recuperi
1945 agosto La Biblioteca Moreniana di proprietà della Provincia è aggregata alla Biblioteca Riccardiana
1945 agosto Si costituisce l’Associazione Amici del Paesaggio, di cui è presidente il dott. Ugo Procacci
1945 agosto 9 P Per la prima volta diventa assessore del comune di Firenze una donna: Anna Ciampini del PLI
1945 agosto 11 P Celebrazione del I anniversario della Liberazione di Firenze alla presenza del presidente del Consiglio Ferruccio Parri che conferisce la medaglia d’oro alla città
1945 ottobre 7 A Inaugurazione della stagione sinfonica al Teatro comunale dopo l’interruzione della guerra
1945 ottobre 14 P Grande folla al comizio di PCI, PSIUP e Pd’A per la Costituente in piazza Santa Croce
1945 ottobre 15 P Iniziano i processi ai criminali fascisti presso la Corte d’Assise straordinaria
1945 ottobre 24 E Per affrontare la gravissima crisi degli alloggi, è resa obbligatoria la coabitazione a chi dispone di stanze in eccedenza
1945 novembre 10 P L’inaugurazione dell’anno accademico è dedicata alla memoria degli studenti caduti
1945 dicembre 3 C Prima manifestazione dell’associazione Dante Alighieri dopo la guerra. Presidente è dott. Tancredo Tancredi
1945 dicembre 7 E Prima riunione del Comitato di Solidarietà popolare presieduto da La Pira. Viene decisa la distribuzione di 10.000 pacchi dono ai bambini del comune e la costituzione di una mensa gratuita per bambini, disoccupati, inabili al lavoro e chiunque sia stato danneggiato gravemente dalla guerra
1945 dicembre 11 U La giunta bandisce il concorso per la ricostruzione di Por Santa Maria  
1945 dicembre 20 E Riprendono tutti i servizi alla Stazione centrale di Santa Maria Novella
1946 C Nasce il Museo e l’Istituto fiorentino di Preistoria, nell’ex convento delle Oblate
1946 A Roberto Rossellini gira l’episodio fiorentino del film "Paisà" con la consulenza di Vasco Pratolini
1946 gennaio 1 E Il tram riprende a transitare sul Ponte alla Vittoria e ‘cambia nome’: alla vecchia STU (Società trasporti urbani) subentra ATAF (Azienda tramviaria automobilistica e filoviaria).   
1946 gennaio 5 U Aperta ai pedoni la prima metà del Ponte alla Vittoria
1946 gennaio 15 C Esce il primo numero di "Belfagor", rivista politico-culturale diretta da Luigi Russo. Fra i collaboratori vi è Piero Calamandrei
1946 gennaio 22 E Su iniziativa della Camera del Lavoro apre una mensa per gli operai in via dei Servi 15 e una per gli studenti in via Cavour 1946 gennaio 26 E Tariffa unica di 5 £ per le corse ATAF
1946 febbraio 8 U Apre in Palazzo Vecchio la mostra sui progetti per la ricostruzione del Ponte alla Carraia
1946 febbraio 14 E Il Commissariato agli alloggi assegna i primi quartieri sinistrati e riparati
1946 febbraio 15 E Istituzioni, partiti, organizzazioni economiche e sindacali, riunite dal prefetto, chiedono al governo di avviare importanti lavori pubblici in città per alleviare la gravissima piaga della disoccupazione che provoca scioperi, forti tensioni e un grave disagio sociale. Nei giorni successivi il governo stanzia 350 milioni
1946 febbraio 26 P Dimessosi l’avv. Luigi Boniforti dopo l’uscita dal Pd’A, Max Boris è eletto e si insedia alla presidenza del CTLN
1946 marzo 4 E È inaugurata la linea del tram Ponte Rosso-Trespiano
1946 marzo 16 A A "La Conchiglia" in Piazza Duomo serata finale del concorso "Il più bel sorriso e il più bel viso di Firenze" per Miss Italia 1946 che sarà Rossana Martini di Empoli, eletta il 20 settembre a Milano e preferita dalla giuria a Silvana Pampanini
1946 marzo 20 P Mirko Giobbe, ex direttore de "La Nazione" nel periodo della RSI, è condannato a sei anni e otto mesi di reclusione al termine del processo per collaborazionismo
1946 marzo 21 E La prefettura decreta l’abrogazione delle restrizioni sul consumo di energia elettrica, visto il miglioramento della situazione della produzione
1946 marzo 30 E Riapre la ferrovia Firenze-Arezzo
1946 marzo 30 P Patto fra tutti i partiti antifascisti della provincia di Firenze per garantire la regolarità delle elezioni, difendere la libertà e operare per l’instaurazione della repubblica democratica
1946 aprile 11 P Si apre a Firenze il XXIV Congresso nazionale del partito socialista
1946 aprile 15 E Inaugurata la ferrovia Firenze-Empoli che permette di ristabilire le comunicazioni ferroviarie con Siena
1946 aprile 20 P I dirigenti della Camera del lavoro prendono possesso della sede della Gioventù italiana del Littorio
1946 maggio 2 P Inizia il processo ai generali repubblichini che a Firenze e in altre città toscane avevano presieduto i tribunali militari speciali durante la RSI
1946 maggio 7 A Riaprono ufficialmente i musei del Bargello e di San Marco
1946 maggio 9 P Nel Salone dei Cinquecento, conferimento delle ricompense al valore alle famiglie dei caduti e ai reduci della Divisione partigiana "Garibaldi"
1946 maggio 11 P Per l’abdicazione di Vittorio Emanuele III in favore del figlio Umberto il 9 maggio, in piazza della Signoria si svolge una grande manifestazione dei partiti antifascisti a favore della Repubblica. Intervengono Rodolfo Francioni per la Dc, Giovanni Ignesti per il PSI, Menotti Riccioli per il PRI, Roberto Battaglia per il Pd’A, Giuseppe Rossi per il PCI, Renato Bitossi per la Confederazione generale del Lavoro e infine Enrico Berlinguer a nome del Fronte della Gioventù. Sul numero de "La Nazione del Popolo" di quel giorno, Calamandrei condanna la scelta del re di abdicare, nell’articolo intitolato Il colpo di stato dei fantasmi, definendola un tentativo estremo di beffare il popolo italiano
1946 maggio 18 C Nel Salone dei Dugento il prof. Roberto Papini commemora Filippo Brunelleschi in occasione del V° centenario della morte
1946 maggio 25 P Si chiude il processo ai generali repubblichini: il gen. Adami Rossi, comandante della piazza d’armi di Firenze, è condannato a morte, così come il gen. Berti; 30 anni di carcere al cap. Gobbi, 26 a Baggio Durcane, 22 a Ciccarone, 16 al col. Adimari Morelli, 6 per il col. Benti, assolto il col. De Meda
1946 giugno 2 P I fiorentini votano per il referendum istituzionale e per l’Assemblea Costituente. Affluenza all’88.78%. Per la repubblica votano in 148.763 (63,4%) contro gli 85.753 (36,6%) che si schierano a sostegno della monarchia. Nel voto per la Costituente la DC risulta il primo partito con il 27%, segue il PCI con il 25%, il PSI con il 23,5%, quindi l’Uomo qualunque con il 9%, i liberali con oltre il 7%, il PRI con il 3%, ultimo il partito d’azione con l’1,8%. Di fronte a questi risultati Pieraccini si dimette, ma Fabiani lo convince a restare in carica fino alle imminenti amministrative
1946 giugno 11 P I fiorentini festeggiano la proclamazione della Repubblica con una grande manifestazione in piazza della Signoria alla presenza delle autorità, dei rappresentanti dei partiti e delle forze sociali. In serata spettacoli musicali e balli sia in centro che in ogni quartiere della città
1946 giugno 18 U  Al via la ricostruzione del Ponte alla Riffe sul torrente Mugnone nella zona Cure
1946 giugno 30 U Scadono i termini del concorso per la ricostruzione di Por Santa Maria
1946 luglio 3 P Tornano dall’esilio la madre, le vedove e i figli di Carlo e Nello Rosselli
1946 luglio 4 P Si scioglie il CTLN
1946 luglio 5 P "La Nazione del Popolo" muta il sottotitolo da "Organo del Comitato Toscano di Liberazione Nazionale" a "Quotidiano di informazione"
1946 luglio 7 C Inaugurato il Museo della Fondazione Salvatore Romano al cenacolo di Santo Spirito: vi sono conservate le opere d’arte donate dal prof. Salvatore Romano al Comune
1946 luglio 8 U Scelto dalla commissione giudicatrice il progetto per il Ponte alla Carraia a cura degli architetti Giuseppe Gori, Leonardo Savioli, Leonardo Ricci, Giorgio Neumann
1946 luglio 8 F Bartali vince il Giro d’Italia
1946 luglio 14 A Inaugurata alla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti la mostra sui Macchiaoli
1946 agosto F Torna dopo tre anni d’interruzione il Giro della Toscana
1946 agosto 1 C Riapre il museo Stibbert
1946 agosto 2 C Riapre il museo Bardini
1946 settembre 2 E L’Ente comunale di assistenza presieduto da La Pira apre una mensa popolare nei locali della chiesa di San Benedetto in via degli Orti Oricellari
1946 settembre 8 P Primo congresso nazionale dei partigiani italiani nel Salone dei 500 in Palazzo Vecchio
1946 settembre 24 U Inaugurazione ufficiale del Ponte alla Vittoria
1946 settembre 29 E Inaugurata la clinica Donatello
1946 ottobre 13 F Allestita nel Salone dei Dugento in Palazzo Vecchio la mostra dell’Esercito italiano di Liberazione
1946 ottobre 13 A Inaugurata all’Accademia la mostra delle opere d’arte restaurate su iniziativa della Soprintendenza delle Belle Arti
1946 novembre 6 U Nel concorso per il Ponte alle Grazie vince il progetto degli architetti Giovanni Michelucci, Edoardo Detti, Riccardo Gizdulich, Danilo Santi e dell’ing. Piero Melucci
1946 novembre 10 P Elezioni amministrative comunali: vince il PCI con 64.030 voti, seguono DC con 45.010, PSIUP 41.377, Qualunquisti 25.721, Liberali 6.544, repubblicani 4.249, azionisti 2457. Il Consiglio comunale è così composto: su 60 seggi al PCI ne vanno 21, al PSIUP 13, alla DC 15, all’Uomo qualunque 8, al PLI 2, al PRI 1, nessuno agli azionisti
1946 novembre 28 P Il consiglio comunale elegge sindaco Mario Fabiani, già vicesindaco della giunta Pieraccini, a capo di una giunta PCI-PSIUP-PRI. Fabiani, mantenendo la delega a finanze tributi e economato, nomina Francesco Tocchini assessore agli affari generali, alla statistica, al personale e ai beni immobili; Giovanni Pieraccini agli affari legali; Alberto Albertoni all’istruzione; Pariso Votto alle belle arti; Attilio Mariotti ai giardini e paesaggi; Mario Fanfani ai servizi demografici; Bruno Somigli all’assistenza e all’opera maternità e infanzia; Bruno Pucci all’annona e ai mercati; Riccioli Menotti alla polizia e ai vigili urbani; Gianfranco Musco all’urbanistica e ai lavori pubblici; Paolo Tincolini ai servizi pubblici e ai trasporti; Alberto Furno all’igiene e alla sanità; assessori supplenti: Francesco Floris al personale; Ilario Tarchiani all’assistenza; Luigi Menotti ai tributi e all’economato
1946 dicembre 1 A Inaugurazione in Palazzo Strozzi della mostra del ritratto e autoritratto, a cura della Società di Belle Arti
1946 dicembre 16 C Calamandrei inaugura il primo anno accademico dell’Italia repubblicana
1946 dicembre 23 F Pieraccini riceve il titolo di cittadino benemerito da parte del Consiglio comunale
1947 A Aprono altri cantieri per restaurare monumenti danneggiati dalla guerra: al Battistero di San Giovanni, alla chiesa di Santo Spirito e alla chiesa di San Felice in Piazza
1947 Pratolini pubblica presso Vallecchi Cronaca familiare a gennaio e Cronache di poveri amanti in primavera
1947 gennaio 3 U Si insedia in Palazzo vecchio la commissione giudicatrice dei progetti per la ricostruzione dell’area del Ponte Vecchio
1947 gennaio 8 U Nella chiesa di Santo Stefano sono esposti i progetti per la ricostruzione del borgo di Por Santa Maria
1947 febbraio 5 P Esce il primo numero de "Il Mattino dell’Italia centrale"; direttore ne è Cristiano Ridomi, capo redattore Raffaello Calandri. Il quotidiano è l’erede de "La Nazione del popolo", toccata alla DC in seguito all’assunzione del controllo del "Nuovo Corriere" da parte di socialisti e comunisti dopo la vittoria alle amministrative di novembre. Il cambio del nome è dovuto all’imminente ritorno nelle edicole del quotidiano storico di Firenze: "La Nazione"
1947 febbraio 15 Inizia la costruzione di un nuovo tratto di lungarno fra il ponte alla Vittoria e il Torrino di Santa Rosa
1947 febbraio 25 P Il sindaco Fabiani di ritorno da Roma annuncia di aver ottenuto 380 milioni per la ricostruzione delle opere pubbliche, di cui 200 destinati alla provincia
1947 marzo 5 E Arrivano i profughi da Pola e dall’Istria e vengono ospitati nei locali dell’ex Manifattura tabacchi
1947 marzo 22 U Premiati i vincitori del concorso per la ricostruzione del quartiere di Por Santa Maria
1947 marzo 27 P Riprende le pubblicazioni "La Nazione", di cui Bruno Micheli è condirettore responsabile. Il primo numero vende 7.000 copie; a fine anno il giornale è a quota 50mila
1947 aprile 6 F Torna "lo scoppio del carro" il giorno della celebrazione di Pasqua
1947 aprile 13 F Dopo 3 anni, viene inaugurata la X edizione del Maggio fiorentino, anche se in una versione limitata
1947 aprile 15 E Inaugurazione del servizio aereo civile al campo di aviazione di Peretola
1947 maggio 4 P In città sciopero generale di protesta per l’eccidio di Portella delle Ginestre avvenuto il primo maggio
1947 maggio 8 F Mostra-mercato dei fiori in piazza della Signoria
1947 maggio 12 U Iniziano i lavori per la ricostruzione di Ponte San Niccolò secondo il progetto dell’ing. Romano Morandi
1947 maggio 15 F Rinasce il Calcio storico fiorentino, dopo la pausa bellica, con la prima partita ufficiale fra le squadre dei Bianchi e dei Verdi. Le difficoltà economiche peseranno a lungo sull’organizzazione del torneo che tornerà ad essere a quattro squadre solo nel 1952
1947 maggio 15 A Inaugurata da Enrico De Nicola, capo provvisorio dello Stato, la mostra d’arte fiamminga e olandese in Palazzo Strozzi, alla presenza del presidente dell’Assemblea costituente Terracini
1947 maggio 16 U Con ordinanza del sindaco è vietato il transito di mezzi pesanti sul Ponte Vecchio
1947 giugno 7 P Scoperta una lapide in memoria dei fratelli Rosselli in via Giusti 38, dove abitavano. Commemorazioni di Calamandrei e Lombardi
1947 giugno 20 A La fiorentina Gianna Maria Canale, residente a Porta a Prato, impiegata di 19 anni, è proclamata Miss Italia
1947 luglio 1 E Torna il pane bianco
1947 luglio 2 E Il biglietto del tram sale a 10 lire
1947 luglio 21 F Torna una gara automobilistica (la Coppa Biemme) al circuito delle Cascine dopo una lunga pausa iniziata nel 1937
1947 luglio 25 F Trionfale accoglienza del Corteo del Calcio storico che arriva a Praga per partecipare al Festival mondiale della Gioventù; è la prima uscita internazionale della tradizionale manifestazione fiorentina
1947 agosto 12 P Torna a Firenze il tesoro della Sinagoga, trafugato dalla Banda Carità, recuperato a Vicenza dai partigiani e consegnato al vescovo
1947 settembre 1 F I nuotatori della "Florentia" sono campioni d’Italia nella staffetta 4x200
1947 settembre 25 F Aperta al pubblico la prima edizione del dopoguerra della Mostra dell’Artigianato (XII edizione) nei locali del Parterre prima adibiti ad alloggi per gli alleati, poi a lazzaretto
1947 ottobre 15 U Il Consiglio comunale approva la costituzione di una commissione per esaminare i progetti delle ricostruzioni del centro
1947 ottobre 27 F Inaugurata al Parterre la Mostra di ottica e cartografia per celebrare i 75 anni di vita dell’Istituto geografico militare
1947 ottobre 31 P I reparti americani lasciano la città; ne restano alcuni per il disbrigo delle ultime pratiche
1947 novembre 5-6 P Il presidente della repubblica Enrico De Nicola in visita a Firenze
1947 novembre 11 P Tommaso Pavone sostituisce Giulio Paternò alla guida della prefettura di Firenze
1947 novembre 27 U Presentato un progetto degli architetti Nello Bemporad e Nino Iodice per costruire un lungarno sotterraneo fra Ponte Vecchio e Ponte Santa Trinita
1947 dicembre P Violenti scontri a causa dell’esposizione di una bandiera listata a lutto alla sede del Partito nazionale del lavoro (formazione monarchica) per la morte di Vittorio Emanuele III avvenuta il giorno precedente in Egitto
1947 dicembre 31 P Il prefetto consegna al sindaco una copia del testo della Costituzione
1948 gennaio 1 P Le campane di Palazzo Vecchio e del Bargello annunciano l’entrata in vigore della Costituzione della Repubblica
1948 gennaio 17 E Inaugurata la linea ferroviaria elettrica Firenze-Empoli
1948 gennaio 17 U La Commissione giudicatrice redige le conclusioni sul concorso per la ricostruzione della zona di Por Santa Maria
1948 gennaio 28 U Viene fondato il Comitato per la ricostruzione del Ponte Santa Trinita, di cui è nominato presidente onorario lo storico e critico dell’arte Bernard Berenson
1948 febbraio 6 Ordine del giorno approvato dall’assemblea dei soci della Società Leonardo da Vinci contro le innovazioni previste dal progetto di ricostruzione della zona del Ponte Vecchio: galleria pedonale al primo piano degli edifici in via di ricostruzione sul lato di Por Santa Maria, alterazione degli equilibri della riva sinistra del fiume
1948 febbraio 8 F Celebrazioni del centenario del 1848 con un discorso dell’on. Meuccio Ruini nel Salone dei Dugento
1948 febbraio 22 F Inaugurazione del busto di George Washington alle Cascine
1948 febbraio 23 P In Palazzo Vecchio, alla presenza del sindaco Fabiani, tutti i partiti sottoscrivono un accordo sulle modalità dell’imminente campagna elettorale
1948 marzo 29 Riapre al pubblico il museo dell’Opera del Duomo, ne è presidente il marchese Roberto Venturi Ginori Lisci
1948 aprile 12 Bartali vince il Giro della Toscana, arrivando primo al velodromo delle Cascine
1948 aprile 15 Riattivata la linea ferroviaria Pontassieve-Borgo San Lorenzo danneggiata durante la guerra dai guastatori tedeschi
1948 aprile 18 Elezioni politiche: ribaltando i risultati di due anni prima, in linea con il dato nazionale, a Firenze la DC vince le elezioni ottenendo alla Camera il 46,3%, 109.548 voti, contro i 92.222 del Fronte popolare. Seguono Unità socialista (20.149 voti), Blocco nazionale (4.591), PRI (3.977), MSI (3.574). Dati analoghi per il Senato: DC 116.813 voti, Fronte popolare 98.695, Unità socialista 21.318, Blocco nazionale 4.828, PRI 4.205, MSI 3.814
1948 aprile 27 In occasione dell’inaugurazione del Maggio musicale è ripristinata l’illuminazione elettrica sui lungarni fino alle Cascine
1948 maggio 4 Il consiglio comunale approva i progetti di ricostruzione delle zone sinistrate intorno al Ponte Vecchio, senza la galleria pedonale e i "lungarnini" sulla riva sinistra previsti nel progetto originario
1948 maggio 30-31 F Il presidente della Repubblica Einaudi in visita a Firenze inaugura la mostra della Casa italiana nei secoli a Palazzo Strozzi
1948 giugno 6 Nei quartieri della Meridiana di Palazzo Pitti inaugurata la mostra su Firenze granducale
1948 giugno 12 Partita del Calcio storico in trasferta: la tradizionale manifestazione fiorentina viene realizzata a Torino con una partita fra Bianchi e Verdi
1948 giugno 20 La mostra del libro d’arte italiano, voluta da Alessandro Bonsanti, in concomitanza con il I Convegno internazionale delle arti figurative tenutosi tra 20 e 25 giugno, rappresenta la prima grande iniziativa del Gabinetto Vieusseux nel dopoguerra
1948 giugno 20 Inaugurato in Palazzo Medici Riccardi il primo Congresso internazionale di arti figurative
1948 giugno 22 Il Comitato per la ricostruzione del Ponte Santa Trinita allestisce la prima mostra a cura dell’arch. Gizdulich
1948 giugno 24 Alla presenza del Ministro dell’Istruzione Gonella, viene celebrato solennemente il restauro della Porta del Paradiso, la porta est del Battistero realizzata da Ghiberti
1948 luglio 12 F Bernard Berenson è proclamato dal consiglio comunale cittadino onorario
1948 agosto 21 F Lo Scià di Persia Reza Palevi in visita a Firenze
1948 agosto 30 F La Rari Nantes Florentia è campione d’Italia di pallanuoto
1948 settembre 13 – ottobre 9 U Viene chiuso il Ponte alla Carraia per la sistemazione della pavimentazione in legno
1948 settembre 26 F Nel corso del Gran premio delle Cascine di F2, una macchina in gara, per un guasto ai freni, sfonda le protezioni e piomba sulla folla provocando la morte di 6 persone e il ferimento di altre 16
1948 ottobre 23 U Il Comitato tecnico-amministrativo del Provveditorato regionale alle opere pubbliche della Toscana approva il progetto di ricostruzione della zona di Por Santa Maria, e boccia quello relativo alla riva sinistra dell’Arno
1948 novembre 2  P Viene stabilito che a 12 km da Firenze, sulla via Cassia, sorgerà il cimitero dei caduti americani nell’Italia centro-settentrionale
1948 novembre 26 P Mario Tanini è nominato presidente della Deputazione provinciale
1948 novembre 28 A A Palazzo Pitti riapre la Galleria d’arte moderna
1948 dicembre 2 C Presso la Biblioteca Riccardiana è inaugurata la mostra su Lorenzino de’ Medici
1949 E Forti agitazioni e scioperi contro il caro vita e per aumenti salariali da parte di tutte le categorie sociali, dagli operai ai dipendenti pubblici, segnano la vita della città in questi mesi
  
1949 C Primo Conti dipinge la tela con Santa Rita da Cascia per la chiesa di S. Maria Maggiore. Pratolini pubblica Le ragazze di san Frediano sul III Quaderno della rivista romana "Botteghe oscure"
  
1949 gennaio 8 P Si insedia il nuovo prefetto Giuseppe Soldaini
  
1949 febbraio 11 A Torna visibile nella sua interezza la colonna di san Zanobi, con la caratteristica "corona" di ferro battuto, dopo i lavori tranviari avviati nel 1938
  
1949 febbraio 16 F A Villa Fabbricotti viene inaugurata la prima Casa internazionale degli universitari
  
1949 marzo 4 U A Roma, il Consiglio superiore delle Belle arti e quello dei Lavori pubblici approvano definitivamente il piano di ricostruzione della riva destra attorno a Ponte Vecchio. Viene stabilito in due anni il termine dei lavori
  
1949 marzo 17 P La Celere interviene per disperdere una manifestazione di protesta contro l’adesione dell’Italia al Patto atlantico
  
1949 aprile 9 F Conferimento della cittadinanza onoraria a Bernard Berenson
  
1949 aprile 24 F Celebrazioni nel V centenario della nascita del Magnifico. Un corteo storico segna l’inizio delle cerimonie, che proseguono fino alla fine di maggio, quando il presidente del Consiglio De Gasperi visita la mostra dei codici in San Lorenzo e quella dedicata a Lorenzo il Magnifico e le Arti in Palazzo Strozzi il 27 maggio, seguito il giorno successivo dal presidente Einaudi
  
1949 maggio 16 U Ponte San Niccolò è aperto al traffico dei pedoni e delle vetture
  
1949 maggio 21 F Einaudi visita la Mostra dell’Artigianato
  
1949 maggio 26 U Viene inaugurato il nuovo Ponte di San Niccolò, iniziato nel ’47, su progetto dell’arch. Romano Riccardo Morandi
  
1949 maggio 29 P Inaugurazione allo Stadio comunale a Campo di Marte di una lapide in ricordo dei cinque giovani renitenti alla leva della RSI fucilati nel 1944
  
1949 maggio 31 U Il Consiglio comunale discute il nuovo progetto presentato dalla giunta sulla ricostruzione della riva sinistra dell’Arno
  
1949 giugno  A Viene decisa la ricostruzione della Loggia del Pesce e l’innalzamento della Colonna dell’Abbondanza in piazza dei Ciompi
  
1949 giugno 15 P In seguito alla scissione sindacale nazionale, conseguente alle posizioni divergenti dei sindacalisti cattolici rispetto allo sciopero generale indetto dalla CGL dopo l’attentato a Togliatti il 14 luglio 1948, si costituisce la sezione di Firenze della Federazione italiana dei lavoratori
  
1949 giugno 22 A  Inaugurazione della mostra delle opere donate dagli artisti per la ricostruzione del Ponte Santa Trinita. Tra gli altri hanno contribuito Rosai, De Chirico, De Pisis, Soffici, Annigoni
  
1949 giugno 29 P Nell’ambito dell’opposizione all’adesione italiana al Patto atlantico, manifestazione per la pace in piazza della Signoria, organizzata da socialisti e comunisti, conclusa dall’on. Celeste Negarville, membro della direzione nazionale del PCI
  
1949 luglio 18 A Viene costituita l’Unione per la difesa di Firenze antica e moderna da parte dei maggiori enti culturali e economici della città, tra i quali: l’Accademia dell’Arte del Disegno, l’Accademia Luigi Cherubini, la Società Leonardo da Vinci, il Rotary Club, la Cassa di Risparmio. Scopo dell’associazione è dedicarsi alle questioni riguardanti il decoro e la bellezza dello sviluppo della città
  
1949 luglio 29 C Si insedia in Palazzo Strozzi il consiglio dell’Istituto nazionale per gli studi sul Rinascimento presieduto da Mario Salmi
  
1949 agosto 29 A Greta Garbo visita Firenze
  
1949 settembre 4 P Inaugurazione nel cimitero di Rifredi di una cappella votiva in memoria dei partigiani del rione
  
1949 settembre 5 A Annunciato l’inizio del restauro di parte di Palazzo Vecchio (sala dei Gigli, sala degli Elementi, salone dei Cinquecento)
  
1949 settembre 15 U Inizia la costruzione dei quartieri nella zona di Bellariva previsti dal cosiddetto Piano Fanfani
  
1949 ottobre 25 F Il principe ereditario di Svezia, Gustavo Adolfo, soggiorna a Firenze e visita i principali monumenti
  
1949 ottobre 27 C Inaugurato a Palazzo Vecchio il Congresso mondiale delle Biblioteche e dei Musei musicali; la manifestazione è promossa dal Conservatorio Cherubini che celebra il suo primo centenario. Per l’occasione è allestita una mostra della musica a Palazzo Davanzati
  
1949 novembre 15 C Gaetano Salvemini, dopo quasi venticinque anni di esilio in America, torna ad insegnare all’Università di Firenze
  
1949 dicembre 1 A Il consiglio comunale delibera lo stanziamento di 300.000 lire per l’acquisto di opere d’arte per la Galleria d’Arte moderna
  
1949 dicembre 21 U Il Consiglio superiore del Ministero dei Lavori pubblici approva il progetto per il Ponte alla Carraia e per Santa Trinita che sarà ricostruito "così com’era", secondo i desiderata del Comitato omonimo e della cittadinanza
  
1949 dicembre 4 E Sono sospese le limitazioni dell’energia elettrica
  
1949 dicembre C Viene fondata l’Unione fiorentina, associazione che punta a difendere e rinnovare le espressioni più pure della fiorentinità. Tra i promotori: Piero Bargellini, Alessandro Bonsanti, Primo Conti, Mario Gozzini, Nicola Lisi, Giovanni Michelucci, Aldo Palazzeschi, Roberto Papini, Gaetano Pieraccini, Giovanni Poggi, Mario Salmi, Gianni Vagnetti, Piero e Enrico Vallecchi, Renato Zavataro
  
1950 U Sono realizzati importanti lavori di consolidamento del Ponte Vecchio
  
1950 C Si apre il grande cantiere per il ripristino delle strutture originarie del Forte Belvedere
  
1950 A Nascono le riviste d’arte "Paragone" diretta da Roberto Longhi e "Commentari" di Mario Salmi e Lionello Venturi
  
1950 gennaio U Iniziano i lavori di costruzione di abitazioni del piano INA-Casa nella zona di Novoli
  
1950 febbraio  U Per dare risposta alla grave crisi degli alloggi, il Comune ottiene ingenti finanziamenti dal piano Fanfani di edilizia popolare per costruire abitazioni nella zona via Baracca-via del Barco da collegare con due nuove strade alla zona industriale di Novoli
  
1950 febbraio C Riprendono le pubblicazioni della rivista "Rinascita" a cura dell’Istituto nazionale del Rinascimento
  
1950 febbraio-marzo U La giunta stanzia 65 milioni per completare l’illuminazione pubblica delle strade
  
1950 marzo 2 P Violenti scontri in piazza della Repubblica per l’apparizione di un giornale neofascista di cui vengono bruciate alcune copie. Denunciati i responsabili della pubblicazione per apologia di fascismo
  
1950 marzo 8 C Inaugurazione a Palazzo Strozzi del primo anno accademico della Libera cattedra di storia della civiltà fiorentina; la prolusione è fatta da Emilio Cecchi sul tema della "fiorentinità"
  
1950 marzo 31 C Muore nella notte lo storico Carlo Morandi
  
1950 aprile E Riaperto al traffico civile con Roma, l’Italia meridionale e le isole l’aereoporto di Peretola
  
1950 aprile 2 C Inaugurazione della Biblioteca Marucelliana dopo i lavori di ampliamento
  
1950 aprile 16 P Solenni onoranze in piazza della Signoria, con orazione di Calamandrei, alle trenta salme di partigiani, già inumati nel cimitero di guerra del Giardino dei Semplici, prima della loro traslazione nella cappella appositamente costruita nel cimitero di Rifredi
  
1950 maggio 7 F Presente in città il presidente della repubblica irlandese S.E. Scan T. Kelly
  
1950 maggio 13 E La prefettura dà il nulla osta per la costruzione di una Centrale del latte
  
1950 maggio 18 A  Inaugurazione della prima mostra d’arte "Premio del Fiorino"
  
1950 maggio 21 F Il presidente Einaudi in visita alla Mostra dell’Artigianato
  
1950 maggio 21 F Il sindaco consegna a Bartali, vincitore in aprile dell’annuale Giro della Toscana, una medaglia d’oro per aver tenuto alto nello sport il nome di Firenze
  
1950 maggio 22 F Il presidente della repubblica Einaudi inaugura la V Conferenza dell’UNESCO che si tiene in città alla presenza dei rappresentanti di 56 nazioni
  
1950 maggio 26 F Il Giro d’Italia fa tappa a Firenze, vince Alfredo Martini
  
1950 maggio 27 C Viene fondato l’Istituto storico della Resistenza in Toscana. Soci promotori sono Enzo Enriques Agnoletti, Eugenio Artom, Aldo Arcangeli, Luigi Boniforti, Francesco Berti, Carlo Campolmi, Luigi Gaiani, Dino Del Poggetto, Foscolo Lombardi, Nello Niccoli, Mario Tanini
  
1950 giugno 10 E Il Consiglio comunale approva la costruzione di un nuovo acquedotto per le frazioni periferiche della città: Peretola, Petriolo, Quaracchi e Brozzi e quella di un serbatoio di carico presso S. Domenico
  
1950 luglio-agosto E Si susseguono minacce di licenziamenti, scioperi e tensioni sociali fra i lavoratori della Pignone. Il 25 agosto sciopero di solidarietà di tutti i lavoratori fiorentini indetto dalla Camera del Lavoro
  
1950 settembre E Mentre non si fermano manifestazioni e scioperi, proseguono le trattative: la proprietà del Pignone assicura che non smantellerà la fabbrica
  
1950 settembre 22 E Dopo uno sciopero di 81 giorni, la vertenza del Pignone è risolta con un accordo fra le parti sottoscritto presso il Ministero del Lavoro: i lavoratori ottengono una riduzione dei licenziamenti e agevolazioni finanziarie
  
1950 ottobre 22 E Inaugurata una nuova filovia per Trespiano
  
1950 ottobre 31 P Caprin lascia la direzione de "La Nazione". Gli succedono in rapida serie: Sandro Volta, Panfilo Gentile, Bruno Micheli, Alfio Russo
  
1950 ottobre-dicembre E Scioperi di diverse categorie di lavoratori: dagli autoferrotranvieri agli operai della Richard Ginori che protestano contro i paventati licenziamenti
  
1950 novembre E Costituita la sezione fiorentina del sindacato UIL
  
1950 novembre 6 U Il Consiglio comunale approva il progetto per la sistemazione della fognatura
  
1950 novembre-dicembre A Scoperti reperti di età romana negli scavi in Por Santa Maria
  
1950 dicembre 17 E Inaugurata in via Carlo del Prete 22 la nuova Casa della madre e del bambino dell’Opera nazionale maternità e infanzia; l’edificio può avere fino a 50 ospiti con i rispettivi figli
  
1950 dicembre 18 E Inaugurazione della Casa della Redenzione in via Dante da Castiglione in una villa di proprietà del convento fiorentino dei domenicani. L’edificio, benedetto dal cardinale Dalla Costa, serve ad ospitare ex carcerate e ex prostitute
  
1950 dicembre 19 F Concerto di Beniamino Gigli nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio
  
1950 dicembre 21 F Riprende per iniziativa del Comune la celebrazione del marchese Ugo di Toscana dinanzi alla tomba scolpitagli da Mino da Fiesole nella Chiesa della Badia fiorentina
  
1951 gennaio U Il Comune ottiene un piano triennale di finanziamenti INA-Casa per 2 miliardi e 150 milioni, di cui 500 destinati alla costruzione del "Villaggio dell’Isolotto"
  
1951 gennaio 18 P Manifestazione di protesta del PCI contro la visita in Italia del presidente americano Eisenhower: scontri con la polizia, fermati numerosi manifestanti
  
1951 gennaio 22 U Consegnati ai dipendenti di imprese private i primi 56 appartamenti INA-Casa, costruiti in via Aretina
  
1951 gennaio 26 F  Il presidente della Repubblica Einaudi visita l’Accademia aeronautica delle Cascine in occasione dell’apertura del nuovo anno accademico della stessa
  
1951 febbraio 12 E Inaugurato, con l’inizio delle lezioni, il nuovo Istituto professionale-tecnico Leonardo da Vinci di proprietà comunale
  
1951 marzo  E Dopo una lunga vertenza e la decisione delle maestranze degli stabilimenti Richard Ginori di Doccia, Sesto fiorentino e Rifredi di proclamare lo sciopero ad oltranza, la Direzione generale dell’azienda a Milano firma un preliminare d’accordo con le commissioni interne degli stabilimenti in base al quale i licenziamenti necessari saranno decisi in base a criteri legati alla produttività e alla situazione familiare degli operai
  
1951 marzo 15 P Manifestazione studentesca organizzata dall’Associazione goliardica fiorentina per riaffermare l’italianità di Trieste in piazza Santa Croce. Davanti a circa 700 studenti medi e universitari interviene l’avv. liberale Eugenio Artom
  
1951 aprile 15 U Il Ministero dei LLPP approva con decreto la ricostruzione di Borgo San Jacopo secondo un progetto rettilineo di viabilità che non tiene conto della situazione dell’anteguerra
  
1951 aprile 16-18 F Visita in città della principessa Elisabetta Windsor e del consorte Filippo, duchi di Edimburgo
  
1951 aprile 22 E Inaugurata la nuova linea tranviaria per il viale dei Colli
  
1951 aprile 25 F Il sindaco Fabiani e la cittadinanza accolgono in piazza della Signoria le salme dei fratelli Rosselli, che ricevono il giorno successivo l’omaggio dei fiorentini nel Salone dei Dugento. Il 30 aprile si svolgerà la commemorazione solenne, alla presenza del presidente Einaudi, con l’orazione ufficiale di Gaetano Salvemini
  
1951 aprile 25  F Alla presenza delle autorità civili e religiose, inaugurazione del fonte battesimale e dei lavori di restauro alla chiesa di S. Maria Maggiore
  
1951 maggio 3 F Il presidente del Consiglio De Gasperi inaugura la XV Mostra dell’Artigianato
  
1951 maggio 6 P Nominato Ridomi presidente della RAI, Ettore Bernabei diventa condirettore de "Il Mattino dell’Italia centrale"
  
1951 maggio 26 A Riaperta al pubblico la casa di Michelangelo Buonarroti con l’omonima galleria
  
1951 giugno 10-11 P Elezioni amministrative comunali: la DC, apparentatasi con PLI, PRI, PSLI batte con 113.431 voti (46,7%) contro 107.325 il blocco di sinistra, formato da PCI e da PSI (43,8%). Msi e monarchici ottengono il 6,1%. Il consiglio comunale è composto da 20 consiglieri della Dc, 13 del PCI, 6 del PSI, 1 del PRI, 3 del PLI, 2 del MSI
  
1951 luglio 5 P Il consiglio comunale elegge sindaco La Pira, il più votato fra i candidati della DC, con l’astensione di quindici consiglieri di sinistra e 4 schede bianche
  
1951 luglio 7 P Prima riunione della giunta comunale guidata da La Pira. Le deleghe sono così ripartite: rag. Alberto Nocentini finanza e contabilità, avv. Eugenio Artom affari legali e generali, rag. Bruno Renato Branzi personale, prof. Francesco Leoncini igiene e sanità, Paris Sacchi assistenza, ing. Livio Zoli lavori e servizi pubblici, dott. Rodolfo Francioni polizia, annona e tributi, ing. Menotti Riccioli servizi demografici, dott. Ubaldo Rogari patrimonio, dott. Sergio Giochetti economato, prof. Piero Bargellini Belle arti e pubblica istruzione
  
1951 luglio 10 P Il consiglio provinciale elegge presidente Mario Fabiani a capo di una giunta formata da PSI e PCI
  
1951 luglio 27 U La Pira si impegna a far ricostruire il ponte di Santa Trinita "com’era"
  
1951 agosto 27 E Viene costituito il consiglio d’amministrazione della Centrale del latte: presidente è il prof. Vincenzo Visocchi già presidente del Consorzio agrario
  
1951 settembre 6 U Il Ministero dei lavori pubblici impone un nuovo studio su Ponte Santa Trinita. Il presidente del consiglio superiore delle Belle Arti Mario Salmi, fautore di una ricostruzione del ponte fedele al progetto originale, presenta la sue dimissioni
  
1951 settembre 13 U Decisi a Roma i lavori del villaggio dell’Isolotto nel contesto di attuazione del Piano INA-Casa
  
1951 ottobre 3 E La Pira annuncia l’apertura di quattordici cantieri come risposta alla disoccupazione e al bisogno di immobili fortemente diffusi in città
  
1951 ottobre 7 F Con una grande manifestazione del Salone dei Cinquecento, il consiglio comunale unanimemente conferisce il titolo di cittadino benemerito a don Giulio Facibeni, fondatore dell’Opera Madonnina del Grappa
  
1951 ottobre 10 P Il prefetto Soldaini lascia l’incarico per raggiunti limiti di età, lo sostituisce il dott. Attilio Gargiulo
  
1951 novembre E Secondo i dati del censimento, Firenze conta una popolazione di 374.625 persone, gli anziani sono circa il 9%
  
1951 dicembre 2 F Inaugurata a Palazzo Strozzi la Mostra artistica internazionale della Scuola
  
1951-1952 A Cantiere nella Chiesa di Sant’Ambrogio per il recupero della copertura lignea originaria
  
1952 C Pratolini pubblica presso Vallecchi Le ragazze di San Frediano
  
1952 R Nel quinto centenario della nascita, mostra sul Savonarola nel Museo di San Marco a cura dell’apposito comitato per le onoranze costituitosi sotto la presidenza del sindaco
  
1952 gennaio 21  E Su iniziativa del sindaco, ad ogni alunno delle elementari viene distribuito a ricreazione un bicchiere di latte con aggiunta di cacao e zucchero
  
1952 gennaio 22 A Apre al pubblico il Museo degli Argenti a Palazzo Pitti
  
1952 gennaio 27 C Einaudi inaugura il primo anno accademico dell’Accademia di Scienze forestali
  
1952 febbraio 1 U Riunione indetta dalla Società Leonardo per discutere i problemi dell’edilizia nel contesto delle ricostruzioni delle zone adiacenti a Ponte Vecchio. L’associazione denuncia speculazioni edilizie e rivendica la difesa del decoro della città
  
1952 febbraio 16 E Viene approvato lo statuto e concesso in appalto la gestione della Centrale del Latte al Consorzio costituitosi il 27 agosto ‘51
  
1952 febbraio 23 U Grande manifestazione di protesta contro le deturpazioni della città ad opera della Lega d’azione per la difesa estetica di Firenze, sostenuta dalla dura campagna iniziata da "La Nazione" e da "Il nuovo corriere" contro il degrado e i vandalismi edilizi in relazione alle costruzioni nelle aree adiacenti a Ponte Vecchio
  
1952 febbraio 26 C In Palazzo Strozzi, nella sede dell’Istituto nazionale di studi sul Rinascimento, viene inaugurato da Nicolai Rubinstein il ciclo di conferenze sull’umanesimo e il Rinascimento
  
1952 febbraio 27 U Il Consiglio comunale approva numerose delibere per la costruzione di piani stradali e fognature. Deliberata anche la costruzione di un ponte sul Mugnone all’altezza di via Madonna della Tosse
  
1952 marzo 1 P Ettore Bernabei è nominato direttore unico de "Il Mattino dell’Italia centrale"
  
1952 marzo 4 E Deliberata la costruzione di case per indigenti in località Pignoncino, e, sempre nel mese di marzo, di gruppi case minime nei quartieri di Novoli, Varlungo, Galluzzo
  
1952 marzo 14 F La Società Leonardo da Vinci celebra il suo cinquantesimo anniversario: discorso commemorativo di Giacomo Devoto
  
1952 marzo 30 C Per iniziativa dell’Istituto nazionale di Studi sul Rinascimento, Lionello Venturi commemora in Palazzo Vecchio Leonardo da Vinci nel V centenario della nascita
  
1952 marzo 30 A Alla presenza del presidente della Camera Gronchi, inaugurazione agli Uffizi del terzo braccio della Galleria e delle sale annesse completamente rinnovate
  
1952 aprile 11 F Nuovo cerimoniale per il Calcio in costume: per la prima volta i quattro capitani, l’araldo della Signoria e le rappresentanze dei giocatori assistono alla scoppio del carro, quindi in corteo si dirigono in piazza della Signoria dove, alla presenza di un notaio, si svolge il sorteggio delle partite
  
1952 aprile 15 A Alla presenza di Einaudi, inaugurata la Mostra su Leonardo da Vinci allestita nei locali della Biblioteca Laurenziana
  
1952 maggio 3 C Sotto il patrocinio della presidenza del Consiglio, per iniziativa della giunta e del Comitato per le tradizioni di vita internazionale in Firenze, targhe epigrafiche vengono apposte nei principali luoghi dove artisti e intellettuali stranieri sono stati ospiti della città nel corso dell’Ottocento
  
1952 maggio 18 F Allo stadio si gioca la partita di calcio Italia-Inghilterra 1-1 alla presenza di centomila spettatori
  
1952 maggio 23 F Manifestazioni organizzate dal Comune per celebrare il V centenario della nascita del Savonarola
  
1952 maggio 29 A Riordinato e riaperto al pubblico il Museo dell’Opificio delle Pietre dure
  
1952 giugno E Una straordinaria ondata di caldo con temperature vicino ai 40 gradi sconvolge i programmi del piano annuale di difesa contro la carenza idrica; per l’eccessivo consumo, ai fiorentini alla fine del mese viene a mancare l’acqua
  
1952 giugno 1 A Inaugurazione della mostra di arte etrusca nell’ex Convento delle Oblate
  
1952 giugno 7 U Grande comizio organizzato dalla Lega d’Azione per la difesa estetica di Firenze nella Sala Brunelleschi del Palagio di parte Guelfa contro le deturpazioni urbanistiche della città (a partire dai troppi fili del tram) e per evitare il rischio che la speculazione edilizia dilaghi sulle colline circostanti
  
1952 giugno 15 A Si inaugura in Palazzo Vecchio la mostra delle opere d’arte recuperate
  
1952 giugno 22 A Inaugurata in Palazzo Strozzi la mostra su Mezzo secolo d’arte toscana organizzata dalla Società di Belle Arti con il contributo dell’Azienda autonoma per il turismo e del Comune
  
1952 giugno 23 P La Pira accoglie sotto la Loggia dei Priori, di fronte ai fiorentini, i partecipanti a Civiltà e pace, primo convegno internazionale voluto dal sindaco per favorire la distensione nelle relazioni internazionali e la pace. Vi partecipano 26 stati
  
1952 giugno 23 U Fortemente criticato dai fiorentini, che lo denominano "ponte gobbo", il Ponte alla Carraia riapre al traffico senza una vera inaugurazione
  
1952 giugno 28 P Si conclude il primo Convegno per la pace e la civiltà cristiana con una dichiarazione nella quale si afferma che la pace non può essere disgiunta dalla libertà
  
1952 luglio 19  U Assegnato l’appalto per il primo lotto di costruzioni dell’Isolotto
  
1952 settembre 21 C Inaugurata in Palazzo Davanzati la mostra didattica leonardesca organizzata dal Ministero della Pubblica Istruzione sotto il patrocinio del Comitato fiorentino delle onoranze a Leonardo da Vinci
  
1952 settembre 25 C Si apre in Palazzo Strozzi il III Congresso internazionale di studi sul Rinascimento
  
1952 ottobre U Il sindaco ottiene che l’INPS metta a disposizione un miliardo di lire, suddiviso in tre assegnazioni annuali, per il risanamento di San Frediano
  
1952 ottobre 3-10 F I reali di Svezia visitano la città, ospiti di Bernard Berenson
  
1952 ottobre 27 P Unanime deplorazione del Consiglio comunale per la scarcerazione del generale nazista Kesselring responsabile di gravi crimini contro la popolazione italiana nel corso dell’occupazione tedesca della penisola fra il 1943-‘45
  
1952 novembre 30 C Inaugurata al Vieusseux la rinnovata sala dei convegni ove è stata collocata la libreria secentesca di Antonio Ferri (Sala Ferri)
  
1952 novembre 30 P Una relazione di Ferruccio Parri sul Compito della Resistenza nel momento attuale al Palagio di Parte Guelfa conclude le manifestazioni organizzate dalle associazioni partigiane in città a difesa del valore della Resistenza
  
1952 dicembre 8 F Arriva a Firenze la mostra itinerante che documenta l’opera di ricostruzione del governo e delle amministrazioni nelle varie province toscane nel dopoguerra
  
1952 dicembre 16 F Einaudi presenzia alla cerimonia di consegna della medaglia d’oro alla bandiera della sanità militare in Palazzo Medici Riccardi
  
1953 U Nell’ambito dei lavori del villaggio dell’Isolotto Francesco Tizzi progetta la scuola elementare, uno dei primi complessi scolastici secondo la tipologia a padiglioni
  
1953 A Carlo Lizzani gira il film Cronache di poveri amanti dall’omonimo libro di Pratolini
  
1953 gennaio E Nuove difficoltà economiche in importanti stabilimenti cittadini: alla Pignone sono licenziati 242 operai. Altri 158 licenziamenti alla Società anonima ceramiche artistiche (SACA) di Sesto fiorentino
  
1953 gennaio  P Scioperi negli stabilimenti industriali da parte degli aderenti CGL contro il progetto di riforma della legge elettorale nazionale per le elezioni politiche, culminante con lo sciopero generale del giorno 31 su tutto il territorio provinciale
  
1953 gennaio 10 E Gara d’appalto per la costruzione della Centrale del latte in via Circondaria
  
1953 gennaio 11 E Come negli anni della guerra viene introdotto il sovrapprezzo sui biglietti del tram a favore del soccorso invernale ai disoccupati
  
1953 gennaio 16 F La Pira riceve in Palazzo Vecchio il viceré dello Yemen principe Scif El Islam El Hasan
  
1953 gennaio 25 F In occasione delle Manifestazioni della moda a Firenze, nel Salone dei Cinquecento sono rievocate le fastose nozze del principe Vincenzo Gonzaga con Eleonora de’ Medici
  
1953 febbraio 9 P Muore Francesco Leoncini, assessore all’Igiene e alla Sanità
  
1953 febbraio 16 E 1018 dei 1062 operai della Pignone scioperano per protestare contro la rottura delle trattative nella vertenza sui licenziamenti
  
1953 marzo 6  P In Consiglio comunale il consigliere comunista Guido Mazzoni commemora Giuseppe Stalin, morto il 5 marzo, come genio militare e continuatore dell’opera di Marx, Engels e Lenin per la creazione dello stato socialista. Per la giunta il vicesindaco Nocentini, pur ribadendo di essere sempre stato su posizioni politiche antitetiche, ne riconosce l’opera positiva svolta nella guerra di liberazione contro il nazismo
  
1953 marzo 14 P Il Consiglio comunale stabilisce di riunirsi tutti i lunedì per lo svolgimento delle proprie sedute
  
1953 marzo 16 P Si insedia il nuovo segretario generale del Comune Isidoro Pazzaglia
  
1953 marzo 17 E Dopo il fallimento delle trattative al Ministero del lavoro nuovi scioperi alla Pignone, ma la dirigenza conferma il ridimensionamento dello stabilimento
  
1953 marzo 19 A Per l’interessamento di Bargellini, assessore alle Belle Arti, viene riaperta al pubblico, nelle stanze di servizio al mezzanino di Palazzo Vecchio, la collezione donata alla città dal critico d’arte americano Charles Loeser
  
1953 aprile 23 A Inaugurata in Palazzo Strozzi una grande mostra di arte moderna
  
1953 maggio 6 P Esce il primo numero di "Nazione Sera", con Tommaso Paloscia redattore capo responsabile
  
1953 maggio 23 C Inaugurazione della nuova sede della Biblioteca comunale, dell’Archivio storico e della Biblioteca del Risorgimento nell’ex convento delle Oblate in via dell’Oriuolo
  
1953 maggio 27 U Alla presenza del Ministro Zoli, del prefetto Gargiulo e delle autorità cittadine, il cardinale inaugura l’edificio che ospiterà gli impiegati delle Poste nei pressi della stazione di Castello
  
1953 maggio 31 A  Inaugurazione della mostra di dipinti del Tiepolo provenienti dai musei di Trieste alla Strozzina di Palazzo Strozzi
  
1953 giugno 6 P Elezioni politiche nazionali: la Dc e i partiti di centro apparentati non superano il 50%. Non ottengono dunque il premio di maggioranza nell’assegnazione dei seggi previsto dalla legge elettorale contestata nei mesi precedenti e definita da Nenni "legge-truffa". Nella circoscrizione Firenze-Pistoia la sconfitta è ancora più netta: i partiti di centro ottengono 323.578 voti (266.652 la DC) contro i 441.364 dei partiti non apparentati (279.839 il PCI e 113.626 il PSI) grazie anche al buon risultato di Autonomia socialista, lista formata dagli esponenti dei partiti di centro critici con la scelta di sostenere la riforma elettorale (8.804 voti)
  
1953 giugno 20 U Nel contesto dei numerosi lavori di ricostruzione della città, all’Accademia del Disegno assemblea di architetti, ingegneri e soci della Lega per la difesa estetica e della Società degli amici del paesaggio per chiedere urgentemente un piano regolatore e un piano paesaggistico
  
1953 giugno 21 P Secondo convegno internazionale per la pace e la civiltà cristiana, organizzato da La Pira, sul tema Preghiera e poesia; vi partecipano 42 nazioni
  
1953 luglio 11 F Il principe ereditario del Giappone Akihito in visita in città
  
1953 luglio 19 A In Palazzo Strozzi viene inaugurata la prima Mostra dell’Antiquariato. Ideata dal noto antiquario fiorentino Luigi Bellini riunisce 65 espositori italiani di cui 28 fiorentini
  
1953 settembre 9 C Inaugurazione del XXXII Congresso nazionale sul Risorgimento e della mostra su Firenze capitale allestita nei quartieri reali di Palazzo Pitti
  
1953 settembre 19 P Il prefetto Gargiulo è nominato rappresentante del Governo presso l’ente Regione Sicilia; viene sostituito da Camillo Bruno, prefetto di Verona, che si insedia in città il 6 ottobre
  
1953 settembre 19 A Inaugurazione della mostra di Luca Signorelli in Palazzo Strozzi
  
1953 settembre-novembre E Prosegue la crisi della Pignone, nonostante l’interessamento delle istituzioni locali. Cresce la tensione dei lavoratori fino all’occupazione della fabbrica
  
1953 ottobre 20 C Il corpo accademico ha eletto il preside di lettere Paolo Lamanna rettore dell’Università fiorentina. Questi, docente di filosofia e presidente della Società Leonardo da Vinci, subentra a Bruno Borghi che deteneva la carica da sei anni
  
1953 ottobre 23 P Manifestazione di studenti medi e universitari per il ritorno di Trieste all’Italia
  
1953 ottobre 24 C Varato l’atto costitutivo e lo Statuto dell’Istituto storico della Resistenza in Toscana. Presidente è Mario Augusto Martini, vicepresidente Mario Fabiani, direttore Carlo Francovich
  
1953 ottobre 24 P Il sindaco procede ad una nuova distribuzione delle deleghe agli assessori: Nocentini affari generali; Bargellini Belle arti e istruzione; Branzi personale; Francioni finanza, contabilità e tributi; Greppi igiene e Sanità; Zoli lavori e servizi pubblici; Artom affari legali e divisione urbanistica; Rogari divisione economato e divisione beni immobili; Giochetti polizia, annona e sport; Riccioli servizi demografici; Sacchi divisione assistenza
  
1953 ottobre 25 F Tumulate in San Lorenzo le spoglie di Nicola Stenone, anatomista e fisiologo danese, medico a Firenze del Granduca Ferdinando II; Bargellini tiene la commemorazione ufficiale in Palazzo Vecchio
  
1953 ottobre F Re Gustavo Adolfo di Svezia in visita in città
  
1953 novembre 22 P Nel contesto della lunga vertenza della Pignone, La Pira si reca allo stabilimento per assistere alla messa nella fabbrica occupata dagli operai e viene duramente attaccato dal quotidiano cattolico "L’Avvenire d’Italia"
  
1953 dicembre 22 E Sciopero dei metalmeccanici per la vertenza del Pignone, corteo di circa 2000 operai dalla sede dello stabilimento a Piazza Signoria
  
1953 dicembre 28 P Il Consiglio comunale vota la municipalizzazione del servizio di nettezza urbana
  
1953 dicembre  P In seguito al voto gli assessori del PLI Artom e Rogari si dimettono
  
1954 A Valerio Zurlini gira il film Le ragazze di San Frediano dall’omonimo film di Pratolini
  
1954 gennaio 10 C In Palazzo Vecchio celebrazione del II centenario dell’Accademia dei Georgofili
  
1954 gennaio 13 P E Grazie a un’intuizione di La Pira, l’accordo fra la Snia-Viscosa, che mantiene il 40%, e l’Agip di Mattei che acquista il 60 % della società del Pignone, chiude la lunga vertenza della fabbrica fiorentina, consentendo la ripresa del lavoro ai 1750 operai
  
1954 gennaio 25 P Con il ritiro delle dimissioni da parte degli assessori liberali, è risolta la crisi della giunta comunale
  
1954 gennaio 29 U La giunta approva il progetto di ricostruzione del Ponte Santa Trinita redatto dall’ing. Brizzi e dall’architetto Gizdulich
  
1954 febbraio 20 E Inaugurata la nuova filiale della FIAT in viale Belfiore
  
1954 febbraio 21 P "Il Mattino dell’Italia centrale" cambia la propria testata in "Giornale del Mattino" per evitare confusione con "Il Mattino" di Napoli
  
1954 marzo-aprile P Dopo la soluzione della vertenza del Pignone, La Pira continua a inviare lettere e a rivolgere forti pressioni sulle autorità governative e sulla dirigenza della direzione dell’associazione degli industriali in merito alle altre vertenze che gravano su stabilimenti fiorentini come la Richard Ginori di Doccia e la Manetti e Roberts
  
1954 aprile 17 F La cerimonia dello scoppio del carro in piazza del Duomo è ripresa per la prima volta dalla televisione
  
1954 aprile 21 A Alla presenza del presidente della Camera Gronchi, del Ministro degli Esteri francese Schuman, del Ministro della Pubblica Istruzione Martino, viene inaugurata in Palazzo Strozzi la mostra sui quattro maestri del primo Rinascimento: Paolo Uccello, Andrea Del Castagno, Domenico Veneziano e Piero della Francesca
  
1954 maggio 1-2 F Charlie Chaplin in visita in città
  
1954 giugno E Proseguono gli scioperi decisi dalla CGL, con l’opposizione degli altri sindacati, in vari stabilimenti cittadini: dai metallurgici ai dipendenti delle aziende di autotrasporto, agli edili
  
1954 giugno 6 A Apertura in Palazzo Vecchio delle manifestazioni per il V centenario della nascita di Agnolo Ambrogini, detto il Poliziano
  
1954 giugno 8 A Riaperto dopo il restauro il Quartiere degli Elementi in Palazzo Vecchio
  
1954 giugno 13 F In Palazzo Vecchio, alla presenza del presidente della Repubblica Einaudi, si commemora Amerigo Vespucci nel V centenario della nascita. Viene decisa la costruzione di un nuovo ponte, intitolato al navigatore, che colleghi la Stazione ferroviaria centrale con il quartiere di Porta Romana e San Frediano
  
1954 giugno 20-26 P Si apre in Palazzo Vecchio il terzo Convegno per la Pace e la Civiltà cristiana, dedicato a Cultura e rivelazione, alla presenza dei rappresentanti di 42 paesi
  
1954 giugno 28 A Inaugurazione della mostra di Ottone Rosai alla Strozzina di Palazzo Strozzi
  
1954 luglio 1 F Gemellaggio di Firenze con Reims; è il primo con una città straniera
  
1954 luglio 3 E Il sottosegretario alla pubblica istruzione Maria Jervolino ha inaugurato la nuova sede dell’Istituto agrario femminile "Giuseppina Alfieri Cavour" alle Cascine, fondato in città nel 1907
  
1954 agosto 11 F Commemorazione del X anniversario della Liberazione, con discorsi di Pieraccini, Fabiani e La Pira
  
1954 agosto 11 P Il Ministero della Difesa concede alla città l’uso del Forte Belvedere
  
1954 agosto 12 F Calcio in costume in lutto. Muore il vigile Fernando Papucci, popolare comandante delle milizie, per il tetano contratto prima della partita giocata in giugno. Si era ferito al femore sinistro, colpito dalla vecchia carabina che per tradizione segna con i suoi colpi l’inizio delle partite e i punti conseguiti dai giocatori che realizzano una "caccia"
  
1954 settembre 2 P  In accordo con la decisione assunta dalla sezione fiorentina del PLI, gli assessori liberali Artom e Rogari si dimettono
  
1954 settembre 12 R Nella basilica lateranense a Roma il vicario generale del papa, cardinale Clemente Picara, ha conferito la consacrazione episcopale a monsignor Ermenegildo Florit eletto arcivescovo coadiutore del cardinale Dalla Costa
  
1954 settembre 23 C Promosso dall’Istituto nazionale di studi sul Rinascimento, si svolge in Palazzo Strozzi un convegno sul Poliziano sotto la presidenza di Mario Salmi. Contemporaneamente si apre la mostra sui manoscritti degli autografi e degli incunaboli nella sede della Biblioteca Medicea
  
1954 settembre 24 P Il consiglio comunale chiude la crisi eleggendo assessori, in sostituzione dei dimissionari, i democristiani Guido Carli e Riccardo Santoro. Il gruppo consiliare liberale conferma la scelta di stare all’opposizione contestando l’utilità e la legittimità della politica sociale del sindaco
  
1954 ottobre 5-6 P Grande manifestazione popolare in piazza della Signoria per festeggiare il ritorno di Trieste all’Italia mentre viene fatta suonare a distesa la Martinella. Discorsi del sindaco, di Guido Carli e di Zavataro per le associazioni combattentistiche. Quindi un grande corteo, guidato dal Gonfalone del Comune, raggiunge piazza dell’Unità, deponendo corone d’alloro all’Obelisco ai caduti
  
1954 ottobre 17 R Il cardinale Dalla Costa presenta ai fedeli in Duomo il vescovo coadiutore Florit
  
1954 ottobre 24 F Traslazione nella Basilica di Santa Croce della salma di padre Eugenio Barsanti, inventore del motore a scoppio insieme a Felice Matteucci, in occasione del centenario dell’invenzione
  
1954 novembre P Nel contesto di crisi abitativa che grava sulla città nonostante le nuove costruzioni, duro scontro fra sindaco e pretore sul sequestro di immobili ordinato dal primo in nome dell’utilità sociale e bloccato dal secondo sulla base delle norme di legge e di una circolare del ministero degli Interni ai prefetti a difesa della proprietà privata
  
1954 novembre 6 U Sono consegnati ai primi mille inquilini i locali nel villaggio dell’Isolotto: si tratta di cento edifici con ventidue negozi. In questo stesso mese inizia la consegna delle prime "case minime" costruite a Varlungo e a Novoli
  
1954 novembre 6 F Inaugurazione della Centrale del latte di via Circondaria
  
1954 novembre 19 F Il consiglio comunale concede la cittadinanza onoraria all’ex console tedesco Gerhard Wolf che, nel corso dell’occupazione nazista del 1943-’44, si era prodigato per contenere le violenze tedesche cercando di ottenere per Firenze la condizione di "città aperta"
  
1954 novembre 19 P Il consiglio comunale, dopo che l’Azienda autonoma del turismo si è assunta l’onere del restauro, vota a favore del passaggio del Forte Belvedere al Demanio e quindi al Comune di Firenze
  
1954 novembre 20 E Viaggio inaugurale della nuova linea Ataf n. 9 che collega l’Isolotto a Piazza Santa Maria Novella
  
1954 dicembre 26 P Muore Amelia Rosselli madre di Carlo e Nello, nata a Venezia il 16 gennaio 1870
  
1954 dicembre 31 F Le campane della Torre d’Arnolfo suonano a festa dalle 23.30 alle 0.30 dell’1 gennaio 1955 per annunciare l’arrivo del nuovo anno
  
1955 A Restaurata la copertura della chiesa di S. Trinita
  
1955 gennaio E Il Dormitorio pubblico muta nome in "Albergo popolare"
  
1955 gennaio U Sono realizzate le prime "case minime" nell’area di Novoli
  
1955 gennaio 18 P Scontro fra consiglieri missini e comunisti in Consiglio comunale a seguito della proposta del missino Benfatti di commemorare il maresciallo Rodolfo Graziani. Tensione anche nel pubblico fra gruppi contrapposti. Il sindaco sospende brevemente la seduta, negando quindi a Benfatti di poter ripresentare la proposta. Questi abbandona l’aula insieme al collega Magrini
  
1955 gennaio 19 U Il Ministero dei LLPP approva il progetto presentato dall’amministrazione comunale per la costruzione del ponte Amerigo Vespucci
  
1955 febbraio C Pratolini pubblica presso Vallecchi Metello
  
1955 febbraio 1 U Viene dato alla ditta Pontello l’appalto per la costruzione del Ponte alle Grazie
  
1955 febbraio 14-16 P Gli operai occupano la Fonderia delle Cure, chiusa per fallimento. Il sindaco ne decide la requisizione e ne affida la gestione alla cooperativa costituitasi fra gli stessi lavoratori dello stabilimento
  
1955 febbraio 17 A Con una messa in San Marco, si aprono le celebrazioni per il quinto centenario della morte del Beato Angelico
  
1955 febbraio 27 E Aperta all’Isolotto una farmacia comunale
  
1955 marzo 1 C Mario Augusto Martini lascia la presidenza dell’Istituto storico della Resistenza in Toscana
  
1955 marzo 1 E Raggiunto l’accordo sulla Fonderia delle Cure fra liquidatori e creditori sulla base della proposta dei dirigenti della Cooperativa operaia che ne ha assunto la guida
  
1955 marzo 9 E Inaugurata in piazza Indipendenza la Casa dello Studente
  
1955 marzo 20 E Con una cerimonia ufficiale nel Salone dei Dugento in Palazzo Vecchio il Ministro della Difesa Taviani consegna la proprietà del Forte Belvedere alla città. La sera del 18, dopo decenni, il Forte Belvedere torna ad essere illuminato di sera e nei due giorni successivi, viene aperto alla cittadinanza
  
1955 aprile 4 A Inaugurata a Palazzo Strozzi la Mostra sull’Ottocento francese
  
1955 aprile 20 C Inaugurato il Museo storico-topografico Firenze com’era presso l’ex convento delle Oblate in via Sant’Egidio
  
1955 aprile 25 F Decennale della Liberazione. Traslazione di 75 salme di partigiani caduti nella cappella dei partigiani nel cimitero di Rifredi
  
1955 aprile 30 F Viene inaugurata la Mostra dell’Artigianato rinnovata e ampliata: partecipano più di 1500 espositori italiani e rappresentanti di sette paesi stranieri
  
1955 maggio 9 P L’ambasciatrice degli USA in Italia, signora Luce, in visita a Firenze, è ricevuta dal sindaco La Pira
  
1955 maggio 30 F Il presidente della Repubblica Gronchi inaugura la mostra del Beato Angelico al Museo di San Marco per il V centenario della morte
  
1955 maggio 31 P Il Consiglio comunale, preso atto delle dimissioni dell’assessore Livio Zoli, nomina in sua sostituzione l’architetto Lando Bartoli
  
1955 giugno C In seno all’Unione fiorentina si costituisce un Comitato per la tutela e promozione dei luoghi danteschi presieduto da Bruno Migliorini
  
1955 giugno 19-25 P IV convegno internazionale per la pace e la civiltà cristiana sul tema Speranza teologale o speranze umane. Partecipano 53 stati
  
1955 giugno 24 F La finale del torneo del calcio storico è teletrasmessa in tutta Europa
  
1955 luglio 15 U Riapre al pubblico il Giardino dei Semplici, chiuso nel 1944 perché adibito a cimitero di guerra
  
1955 luglio 24 U L’assegnazione di 248 alloggi costruiti per conto di INA-Casa chiude la prima parte dei lavori di costruzione dell’Isolotto, mentre sia il Comune che INA-Casa annunciano l’avvio dell’ultima fase di costruzioni che verranno a completare il piano con altri 500 alloggi
  
1955 agosto U La Giunta provinciale approva la deliberazione dell’Azienda autonoma del turismo di nominare un Comitato di estetica cittadina della città di Firenze sotto la presidenza di Piero Bargellini
  
1955 ottobre 2-5 P Convegno dei sindaci delle capitali del mondo: i sindaci di 38 capitali si incontrano a Firenze, su iniziativa di La Pira, siglando alla fine un patto d’amicizia. Presenti anche i primi cittadini dei paesi comunisti: da Mosca a Varsavia, da Belgrado a Pechino
  
1955 ottobre 23 P Oscar Benussi subentra alla guida della prefettura fiorentina a Camillo Bruno, che lascia per raggiunti limiti di età
  
1955 ottobre 28 P Il Consiglio comunale approva il progetto dell’acquedotto dell’Anconella che dovrà servire a evitare le crisi idriche estive
  
1955 ottobre 29 F Inaugurazione della Loggia del Pesce restaurata
  
1955 novembre 9-16 F Visita in città di re Gustavo Adolfo di Svezia e della regina Luisa. A fine mese sono presenti in città anche i sovrani di Grecia e l’ex re Michele di Romania
  
1955 novembre 21 R Al termine di un lungo restauro riapre al culto la Chiesa di S. Maria a Candeli all’angolo di Borgo Pinti e via dei Pilastri
  
1955 novembre 27 A Inaugurata in una sala del Museo di antropologia e Etnologia dell’Università la collezione dei cimeli del Siam di Galileo Chini che riunisce gli oggetti da lui raccolti durante il soggiorno in Estremo Oriente nel 1911, invitato dal sovrano siamese a decorare il salone del trono del palazzo imperiale
  
1955 dicembre 1 A In Palazzo Vecchio commemorato Lorenzo Ghiberti nel V centenario della morte
  
1955 dicembre 4 P Nel Salone dei Dugento, consegna dei certificati di benemerenza ai protettori e salvatori di ebrei nel periodo delle persecuzioni razziali alla presenza del presidente della Comunità israelitica Alfredo Orvieto e di Fernando Belgrado vicerabbino di Firenze. Sono consegnati certificati a: padre Umberto Loiacono, don Benedetto Richeldi, Amedeo Piacenti e Maria Bertelli, Lorenzo Gordigiani, padre Massimo da Porretta, Adelina Neri, professor Gaetano Chiavacci, Mario e Lina Canterini, Primo e Elena Pistoleri, coniugi Billour, Serafino Bianchini, don Leto Casini, Gina Silvestri, avv. Camillo Stagni, famiglia Salvini, Ottavio Falciani, don Giuseppe Bruno, avv. Giancarlo Zoli, prof. Vittorio Branca, Ezio e Anna Colzi, Galileo Borselli
  
1955 dicembre 14 P Unanime appello del consiglio comunale al Governo perché intervenga con fondi adeguati a garantire lo svolgimento del Maggio fiorentino e l’esistenza dell’ente omonimo messi in pericolo da una decurtazione del contributo statale
  
1955 dicembre 18 F Nel viale Righi è inaugurato l’ostello della Gioventù realizzato grazie all’Azienda autonoma del turismo
  
1956 A Giovanni Michelacci, Carlo Scarpa, Ignazio Gardella curano l’allestimento delle Sale dei Primitivi della Galleria degli Uffizi
  
1956 C Pratolini pubblica presso Vallecchi Diario sentimentale
  
1956 gennaio 9 E Viene bandita la gara d’appalto per il mercato ortofrutticolo di Novoli; l’impresa di Callisto Pontello si aggiudica il primo lotto dei lavori
  
1956 febbraio 2 F Il calcio in costume ‘parte’ per Catania, dove si giocherà una partita fra gli azzurri di Santa Croce e i rossi di Santa Maria Novella nell’ambito delle feste patronali dedicate a S. Agata, a conferma della crescente fama del gioco sia in Italia che all’estero
  
1956 febbraio E Ridimensionamento produttivo e conseguenti licenziamenti allo stabilimento Richard Ginori di Sesto fiorentino
  
1956 febbraio 2 E Il termometro scende a sei gradi sotto zero. La neve e il gelo paralizzano ogni attività. Una nuova nevicata scende sulla città il giorno 13, mentre le temperature restano "polari": il 16 scendendo a meno 10,6, superando i livelli minimi raggiunti nel 1929
  
1956 febbraio 25 E Benedetta dal vescovo Florit la prima pietra del Mercato ortofrutticolo a Novoli
  
1956 febbraio 26 F Viene posata la prima pietra della nuova sede provinciale dell’INPS in viale Belfiore
  
1956 marzo 24 A Mostra su Pontorno e il primo manierismo a Palazzo Strozzi
  
1956 marzo 31 F Spostato alla sera del sabato lo scoppio del carro rispetto alla tradizionale collocazione a mezzogiorno del giorno di Pasqua per scelta della Sacra Congregazione dei riti
  
1956 aprile 3 U Il consiglio comunale approva l’abbassamento della ferrovia nel tratto Statuto-Ponte al Pino
  
1956 aprile 4 F I resti di Giuliano de’ Medici duca di Nemours sono deposti nel sepolcro michelangiolesco della sacrestia della basilica di San Lorenzo
  
1956 aprile 10 P Scoperti alle Cascine i resti di 10 partigiani uccisi dalla Banda Carità
  
1956 aprile 17 A La Colonna dell’Abbondanza è rimessa al suo posto in piazza della Repubblica da dove era stata tolta nel 1887
1956  maggio 6 F La Fiorentina vince il suo primo scudetto: è campione d'Italia 1955/1956.  
1956 maggio 7 F La bandiera viola è issata dai tifosi sulla Torre d’Arnolfo per la vittoria del Campionato di calcio ormai sicura. Il sindaco riceve i calciatori della Fiorentina presieduta da Enrico Befani ed allenata da Fulvio Bernardini: Cerelli, Virgili, Prini, Rosetta, Gratton, Chiappella, Julinho, Sarti, Magnini, Montuori, Segato, Carvato, Toros, Orzan, Bizzarri
1956 maggio 13 F Il presidente della Repubblica Gronchi in visita a Firenze per celebrare in Palazzo Vecchio la XX edizione della Mostra dell’Artigianato e il Forte Belvedere, ormai prossimo alla riapertura dopo il restauro. In serata il presidente visita la Mostra di Pontormo a Palazzo Strozzi e assiste alla serata di gala del Maggio musicale con la rappresentazione della Traviata al teatro Comunale
1956 maggio 19 E Grazie alla mediazione del prefetto, viene chiusa la vertenza alla Richard Ginori di Sesto, apertasi in febbraio, con l’impegno della ditta a riprendere l’attività con 400 fra operai e impiegati e a concedere una somma extra pari a 800 ore lavorative ai lavoratori licenziati, oltre ad operare una revisione generale del sistema retributivo
1956 maggio 20 F Apertura al pubblico del Forte Belvedere restaurato dall’Azienda del Turismo sotto la direzione dell’avv. Mario Gobbo
1956 maggio 22 F Nozze in Palazzo Vecchio fra l’attrice svedese Anita Ekberg e l’attore inglese Anthony Steel
1956 maggio 27 F Ultima giornata casalinga del campionato di calcio: la Fiorentina, che batte in casa la Lazio per 4 a 1, festeggia con i suoi tifosi la vittoria dello scudetto
1956 maggio 27-28 P Elezioni amministrative: La Pira perde la maggioranza, ma ottiene 33.000 preferenze sulle 102.119 date dai fiorentini alla DC che conquista 25 seggi. Il Pci, con 69.285 voti, prende 17 seggi; i socialisti e la lista di Unità popolare (formata da ex azionisti come Piero Calamandrei, Tristano Codignola, Alberto Albertoni, Edoardo Detti) con 44.575 voti e 10 seggi sono i veri vincitori delle elezioni. Infine il PSDI con 13.680 voti ha tre seggi, due la lista civica formata da liberali e indipendenti con 11.095 voti, tre la destra monarchica e missina che ottiene 15.360 voti. La Pira decide di aprire ai socialisti, nonostante la decisione contraria del Congresso della DC
1956 giugno 5 C Si svolge a Firenze, organizzato dagli editori fiorentini, sotto la presidenza di Mario Salani, il XIV Congresso internazionale degli editori
1956 giugno 5 P Nella situazione di grande incertezza successiva al voto, la giunta provinciale della DC fiorentina affida a La Pira l’incarico di formare la nuova giunta
1956 giugno 10 F Il cardinale Dalla Costa consacra le nuove campane da collocare sul campanile di Giotto
1956 giugno 13 U Riunione al Ministero dei Lavori pubblici con il sindaco La Pira per definire la costruzione del villaggio di Sorgane, quale nuovo polo di edilizia popolare e di sviluppo della città
1956 giugno 15 F Giunto in visita a Firenze il presidente indonesiano Sukarno
1956 giugno 21-28 P Quinto convegno internazionale organizzato da La Pira sul tema Storia e profezia. Vi partecipano 61 nazioni; presenzia l’ultimo giorno anche il presidente della repubblica Gronchi
1956 giugno 28  P Eletta la giunta provinciale, confermato Fabiani alla presidenza con 19 voti su 36 (12 PCI e 7 PSI)
1956 luglio U Concordato fra Comune e INA-Casa il piano per il villaggio di Sorgane fra Pieve a Ripoli e Bagno a Ripoli
1956 luglio 8 C Muore lo scrittore Giovanni Papini
1956 luglio 31 P Stallo nel consiglio comunale sul nome del sindaco: ballottaggio fra La Pira e Calamandrei, ma nessuno ottiene i 31 voti necessari ad avere la maggioranza
1956 agosto 3 P Calamandrei chiede al consiglio comunale di non insistere sul suo nome per motivi personali e politici. Gli subentra Raffaello Ramat. Nella votazione decisiva ottengono entrambi 26 voti; diventa sindaco, secondo la legge, il più anziano che è La Pira. Questi torna ad essere quindi sindaco, ma con una giunta DC-PSDI di minoranza.
1956 agosto 5 P Ettore Bernabei è chiamato a Roma a dirigere "Il Popolo", quotidiano nazionale della DC. Lo sostituisce alla guida del "Giornale del Mattino" Arturo Chiodi, già direttore del "Popolo" di Milano
1956 agosto 7 C Romano Bilenchi annuncia la chiusura de "Il Nuovo Corriere"
1956 agosto 29 P Dopo lunghe discussioni viene formata la giunta comunale DC-PSDI: Alberto Nocentini resta vicesindaco con la delega agli affari generali, Giuseppe Arpioni assessore al lavoro, Lando Batoli ai lavori pubblici, belle arti e giardini, Piero Bargellini ai convegni e manifestazioni culturali, Renato Branzi al personale, Gaspare Cavallina ai servizi pubblici e aziende municipalizzate, Pietro Checcacci alla pubblica istruzione, Rodolfo Francioni a polizia, annona e sport, Giulio Maier (PSDI) a finanze e tributi, Cesare Mattini ai servizi demografici, Saverio Orlandini al patrimonio e economato, Paris Sacchi (PSDI) all’assistenza e beneficenza, Giancarlo Zoli all’urbanistica
1956 settembre F Visita e soggiorno in città di re Paolo e della regina Federica di Grecia con i figli Costantino e Sofia
1956 settembre 2 C Si apre all’Istituto di studi sul Rinascimento il V Convegno di studi internazionali sul Rinascimento
1956 settembre 27 P Muore Piero Calamandrei
1956 settembre 29 F Giunge in città per un breve soggiorno il presidente della Costa Rica Josè Figueres Ferrer insieme alla consorte
1956 ottobre C Forti proteste del mondo della cultura e dell’arte e manifestazioni popolari contro una prevista tournè in America di opere d’arte conservate nei principali musei fiorentini. Vi aderiscono, fra gli altri, Berenson, Annigoni, l’Accademia del Disegno, l’Accademia di Belle Arti, l’Istituto d’arte di Porta Romana, la Società Leonardo da Vinci, con il sostegno di tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale. La protesta ha successo e il 25 ottobre il Governo annuncia di aver deciso di non far partire i quadri degli Uffizi
1956 ottobre 11 C Inaugurato in Palazzo Davanzati, acquistato e restaurato dallo Stato nel 1951, il Museo dell’Antica casa fiorentina
1956 ottobre 20 C Lamanna riconfermato rettore dell’Università con il voto di 82 professori ordinari su 132
1956 novembre F Re Gustavo Adolfo di Svezia in visita a Firenze
1956 novembre 4 P Manifestazione al Gambrinus, indetta dal partito repubblicano e dal movimento federalista europeo, contro l’invasione sovietica dell’Ungheria. La giunta provinciale della Dc la definisce un delitto contro l’umanità. Il Comune stanzia due milioni per gli insorti, la Curia arcivescovile promuove una colletta in tutte le chiese. Aiuti e contributi finanziari da singoli fiorentini e da associazioni
1956 novembre 5 P Con la sola eccezione dei comunisti, tutti i gruppi consiliari condannano l’aggressione sovietica all’Ungheria. La Pira decide di sospendere la seduta del consiglio comunale in segno di lutto e protesta e di esporre a mezz’asta le bandiere tricolori e gigliate sulla torre d’Arnolfo e sulla terrazzina di Palazzo Vecchio
1956 novembre 6 P Manifestazione di oltre 4000 studenti medi e universitari contro l’invasione dell’Ungheria
1956 novembre 9 P In Duomo messa in suffragio dei caduti della rivoluzione ungherese; vi partecipa il sindaco con il Gonfalone
1956 novembre 30 P Scontri fra comunisti e missini in consiglio comunale: l’intervento del consigliere del MSI avv. De Sanctis, teso a denigrare la Resistenza e a esaltare il regime fascista, accentua la tensione e provoca la dura reazione di consiglieri democristiani, socialisti e comunisti fino allo scontro fisico fra questi e i consiglieri missini, scontro sedato dall’intervento dei vigili urbani
1956 dicembre 8 P I fiorentini mostrano una diffusa solidarietà verso i profughi ungheresi in occasione della giornata organizzata dalla Croce rossa per la raccolta di fondi, pacchi di viveri e indumenti
1956 dicembre 15 P La maggioranza socialista e comunista del consiglio provinciale respinge l’ordine del giorno di condanna dell’intervento russo in Ungheria sostenuto da democristiani e liberali
1956 dicembre 27 F Viene celebrato il secondo centenario della Fondazione dell’Osservatorio Ximeniano, voluto alla fine del 1756 dal padre gesuita Leonardo Ximenes
1957 A Viene inaugurato il Cinema Capitol
1957 gennaio 3 A Dopo un lungo restauro sono riaperte al pubblico alcune tra le più belle sale dei quartieri monumentali di Palazzo Vecchio: la Sala dei Gigli, la Cancelleria della Repubblica fiorentina, la Sala delle Carte geografiche, lo studiolo di Eleonora, le terrazze
1957 gennaio 13 F Carla Gronchi, consorte del presidente della Repubblica, in visita in città consegna 500 pacchi ai ragazzi della Madonnina del Grappa
1957 gennaio 15 P Il Demanio assegna al Comune i greti dell’Arno
1957 gennaio 21 A Carla Gronchi inaugura la tredicesima manifestazione di Alta moda a Palazzo Pitti
1957 gennaio 26 F "La Nazione italiana" denuncia la crisi che grava sulla popolare manifestazione del "Calcio storico", privo dei fondi necessari per sostituire i costumi tradizionali ormai vecchi e logori. Il giornale torna sulla questione sul numero del 31 gennaio
1957 gennaio 27 F Il re del Marocco Maometto V in visita a Firenze invita La Pira a proseguire il suo impegno per la pacificazione dei popoli del Mediterraneo
1957 gennaio 28 F L’Aga Khan in visita in città
1957 febbraio  U In vista della riapertura del ponte Santa Trinita "La Nazione italiana" promuove un referendum fra i lettori: la stragrande maggioranza chiede che le statue rappresentanti le quattro stagioni siano ricollocate sul ponte per renderlo davvero così com’era prima della distruzione nell’agosto ’44. Sulla stessa linea l’Accademia delle Arti del Disegno
1957 febbraio 11 P Il segretario generale del Comune Isidoro Pazzaglia lascia Palazzo Vecchio per coprire lo stesso incarico a Torino in seguito a concorso pubblico; gli subentra Filippo Cristini, vicesegretario generale nominato dal Ministero degli Interni segretario generale reggente
1957 febbraio 23 P L’ambasciatore degli USA Zellerbach in visita a Firenze
1957 febbraio 24 F Presenti il cardinale Dalla Costa, i ministri Romita, Vigorelli e Zoli, è inaugurato il Ponte alle Grazie e decretata la nascita della "città satellite" di Sorgane sulla base di un progetto di Michelucci che prevedeva l’urbanizzazione di 420mila metri quadrati e la costruzione di 12.455 vani. Romita visita anche l’Isolotto, che comprende 1.450 alloggi, ma di cui La Pira auspica l’ampliamento per dare risposte sempre più definitive al problema degli alloggi
1957 febbraio 28 A Il Puttino del Verrocchio viene trasferito dal cortile di Palazzo Vecchio al Museo nazionale del Bargello
1957 febbraio 28 C Nel Salone dei Ducento Raffaele Ramat celebra Carducci nel cinquantenario della morte
1957 marzo 2 P Su iniziativa di La Pira conferenze di vari diplomatici (del Libano, Birmania, Canada, Ceylon, Regno Unito) sulla vita dei popoli
1957 marzo 9 E La consegna della prima sonda petrolifera costruita dal Nuovo Pignone per l’Agip mineraria testimonia il successo dell’attività della fabbrica nel suo primo anno di gestione sociale
1957 marzo 12 U Personalità della cultura e dell’arte, fra cui Berenson, Bilenchi, Bonsanti, Garin, Luzi, attaccano il progetto Sorgane
1957 marzo 12 P Il PSDI ritira gli assessori Maier e Sacchi dalla giunta di cui già da febbraio lamenta l’inefficienza
1957 marzo 16-17 F A Firenze il XXX raduno nazionale degli Alpini
1957 marzo 28 P Accettate dal consiglio comunale le dimissioni degli assessori socialdemocratici. La giunta annuncia le dimissioni
1957 aprile 3 U La Lega per la difesa estetica di Firenze si esprime contro il progetto di Sorgane
1957 aprile 6 A Mario Salmi celebra nel Salone dei Dugento Andrea del Castagno nel V centenario della morte
1957 aprile 14 P Muore Gaetano Pieraccini, il sindaco della Liberazione. Sul balcone di Palazzo Vecchio esposta la bandiera di Firenze abbrunata
1957 aprile 26 P La Pira si dimette impossibilitato a costituire una maggioranza in consiglio comunale
1957 aprile 28 F Inaugurazione del Forte Belvedere
1957 aprile 28 F Inaugurata a Bellariva la prima chiesa prefabbricata della diocesi di Firenze; è dedicata a Sant’Antonio
1957 maggio U La commissione provinciale per la tutela delle bellezze naturali chiede il vincolo paesaggistico per la zona di Sorgane considerata in contrasto con il piano regolatore generale (cui lavora Michelucci) dove si indica verso ponente e non verso levante lo sviluppo naturale della città
1957 maggio 4 F Inaugura la XXI Mostra internazionale dell’Artigianato alla presenza di Gronchi. La Pira sottolinea come Firenze sia diventata centro di dialogo e di pace per tutti i popoli
1957 maggio 5-6 P Dimissioni dei consiglieri comunali democristiani
1957 maggio 8 F Ranieri di Monaco e Grace Kelly in visita a Firenze
1957 maggio 10 P Dimissioni dei consiglieri liberali Vittorio Fossombroni e Artom
1957 maggio 12 C Grazie al Comitato per le tradizioni di vita internazionale, promosso dall’Unione fiorentina, si ricorda in Palazzo Vecchio l’opera del grande medievalista tedesco Robert Davidsohn, morto nel 1937 e mai ancora onorato dalla città di cui aveva studiato la storia per quasi cinquant’anni
1957 maggio 13 C Muore Ottone Rosai
1957 maggio 15 P Si dimettono i consiglieri missini Vasco Magrini, Valerio De Sanctis, Piero Mazzoni
1957 maggio 19 P Il fiorentino Adone Zoli diventa presidente del consiglio di un governo monocolore DC
1957 maggio 23 C Convegno di Italia nostra nel Salone dei Dugento fortemente polemico verso il progetto di Sorgane. L’associazione era nata due anni prima su iniziativa del sen. Zanotti Bianco e di uomini della cultura e dell’arte per difendere il patrimonio artistico e naturale d’Italia
1957 maggio 26 F Il cardinale Dalla Costa inaugura la nuova chiesa dei Santi Gervasio e Protasio a San Gervasio
1957 maggio 28 C Nello Niccoli è eletto presidente dell’Istituto storico della Resistenza in Toscana
1957 maggio  30 F La Fiorentina raggiunge la sua prima finale di Coppa Campioni in cui è sconfitta dal Real Madrid.  
1957 giugno 3 U L’ing. Nervi firma il contratto per la piscina di Bellariva
1957 giugno 8 A Inaugurata in Palazzo Strozzi la Mostra d’Arte preistorica
1957 giugno 9 U Il convegno Firenze, Sorgane e il piano regolatore, promosso da personalità fra cui Detti e Ragghianti, si esprime contro il progetto Sorgane
1957 giugno 16 C In Palazzo Vecchio si concludono le celebrazioni del V centenario della nascita di Filippino Lippi
1957 giugno 17 P Il prefetto nomina commissario al Comune di Firenze il viceprefetto Lorenzo Salazar
1957 giugno 19 A Inaugurata al Forte Belvedere la mostra sugli affreschi staccati e restaurati con opere di artisti tra cui Cimabue, Lippi, Botticelli, Piero della Francesca
1957 giugno 24 F Lo scià di Persia Reza Phalevi visita la città con la moglie Soraja
1957 giugno 28 U Gronchi inaugura il ponte Vespucci, benedetto da Dalla Costa
1957 estate E Compaiono sull’Arno i "villaggi estivi" per i fiorentini
1957 luglio 9 P Il prefetto di Firenze, dott. Benussi, è nominato Consigliere di Stato
1957 luglio 12 A Iniziano i lavori di restauro a Santa Croce
1957 luglio 31 P Il prefetto Benussi lascia la città
1957 agosto 1 A Le gemelle fiorentine Rita e Gabriella Appioti vincono 10 milioni a Lascia e raddoppia
1957 agosto 10 P Si insedia il nuovo prefetto di Firenze: Arnaldo Adami, già prefetto di Alessandria
1957 agosto 4 U Salazar inaugura l’apertura del passaggio pedonale del Ponte Santa Trinita, definito dal "The New York Times" il più importante evento architettonico dalla fine della seconda guerra mondiale
1957 settembre 1 R Dalla Costa benedice la nuova campana detta "l’Apostolica" per il campanile di Giotto
1957 settembre 3 F Il Porcellino riprende il suo posto alle Logge del Mercato Nuovo dopo i lavori di restauro
1957 settembre 17 F Ricevuto in Palazzo Vecchio il principe del Marocco Moulay Abdallah
1957 settembre 29 F Alla presenza del presidente del Consiglio Zoli sono inaugurati i locali della nuova sede della Cassa di Risparmio in via Bufalini
1957 ottobre 1 P Hombert Bianchi nuovo direttore del "Giornale del Mattino"
1957 ottobre 13 E Dopo 13 anni parte dalla stazione di Santa Maria Novella il primo treno inaugurale per Marradi, ripristinando così il collegamento ferroviario fra Firenze e Faenza
1957 novembre 23 U Consegna di 200 case minime al Galluzzo, via G. Silvani, ai meno abbienti
1957 dicembre 8 F Benedetta in via di Capodimondo la nuova chiesa del Sacro Cuore, ribattezzata dai fiorentini "chiesa dello Sputnik", dal nome dei due satelliti sovietici, per l’ardita forma del campanile
1957 dicembre 9 U Il governo Zoli firma la convenzione per la sistemazione dell’assetto edilizio dell’Università fiorentina
1957 dicembre 21 R Carla Gronchi in visita alla Madonnina del Grappa in occasione delle nozze d’oro sacerdotali di Monsignor Facibeni
1957 dicembre 23 F Walt Disney in visita a Firenze
1958 U Inaugurato il nuovo mercato ortofrutticolo di viale Guidoni realizzato a partire dal 1955 su progetto di Giulio Lensi Orlandi
1958 A Restaurato il chiostro della Chiesa di San Salvi
1958 U Si concludono i lavori, iniziati nel 1953, del Centro Tecnico della Federazione italiana gioco calcio di Coverciano, progettato dagli architetti Arnaldo Degli Innocenti e Francesco Tizzi
1958 gennaio 2 P Geremia Ludovico Broccoli segretario generale del Comune
1958 gennaio 5 F Viene ricollocata la prima statua, l’Inverno, sul Ponte Santa Trinita
1958 gennaio 20 E L’ultimo viaggio del 17 segna la fine del tram, sostituito dal servizio di autobus su gomma
1958 gennaio 25 C Il presidente del Consiglio Zoli e il Ministro dell’Istruzione Moro presiedono all’inaugurazione dell’anno accademico
1958 marzo 16 U Dalla Costa e il presidente del Consiglio inaugurano Ponte Santa Trinita
1958 marzo 25 P La Pira decide di presentarsi alle elezioni politiche e la DC lo candida come capolista per la circoscrizione Firenze-Pistoia della Camera
1958 aprile 24 F In occasione dell’inaugurazione della XXII edizione della Mostra dell’Artigianato, alla presenza del presidente Gronchi, il presidente della Mostra Igino Cassi ne chiede il trasferimento dal Parterre alla Fortezza da Basso per far fronte alle crescenti esigenze di spazio
1958 aprile 25 E Appaltati alla ditta Pontello i lavori per la clinica ostetrica di Careggi
1958 maggio E Crisi alla Galileo: la ditta riduce l’orario di lavoro, agitazione delle maestranze
1958 maggio 24 U Salazar presenta il progetto di trasformazione parziale del Teatro Comunale e stanzia due milioni e seicentomila lira per lavori urgenti allo stadio
1958 maggio 25-26 P Elezioni politiche: alla Camera, nel collegio Firenze-Pistoia, la Dc ottiene 99.767 voti, il PCI 77.816, PSI 45.186, PSDI 17.190, PLI 16.148, PRI 5.305, MSI 16.083, partiti monarchici 5.381
1958 maggio 31 U Chiuso al traffico il Ponte Vecchio
1958 giugno A Dopo cinque anni di restauri i fiorentini possono tornare ad ammirare il Campanile di Giotto, liberato dalle impalcature
1958 giugno A Completato il restauro della Chiesa di San Giovannino degli Scolopi in via Martelli
1958 giugno 2 E Muore don Facibeni, fondatore della Madonnina del Grappa
1958 giugno 21 A Carla Gronchi inaugura la seconda Mostra degli affreschi staccati al Forte Belvedere
1958 giugno 29 E Via della Casella (Ponte a Greve): Salazar consegna 150 alloggi ai senza tetto alla presenza del cardinale Dalla Costa
1958 luglio 1 E Con un’ordinanza del commissario prefettizio, viene chiuso in orario notturno il centro storico ai veicoli a due ruote a motore per i mesi di luglio, agosto e settembre
1958 luglio 15 P Muore Bruno Borghi, già rettore dell’Università e assessore del Comune
1958 agosto  E Estate caldissima: si toccano i 42°, vari incendi sulle colline intorno alla città, ottantacinque ettari di superficie boschiva vanno distrutti
1958 settembre A Finiti i restauri degli affreschi di Giotto in Santa Croce
1958 settembre 10 U Dopo anni di studi, di discussioni e di rinvii, nella Sala d’Armi di Palazzo Vecchio sono esposte le 27 tavole a colori, le carte e le tabelle che illustrano il nuovo piano regolatore generale preparato da un gruppo di tecnici guidato prima dal prof. Michelucci, poi dall’ing. Giuntoli e infine dall’ing. Bigazzi, per la libera consultazione da parte della cittadinanza
1958 settembre 28 P Traslazione nel cimitero di Rifredi delle salme dei 17 fucilati alle Cascine il 16 luglio 1944, dopo una solenne cerimonia in Santa Croce alla presenza del sottosegretario alla Difesa on. Carlo Russo
1958 ottobre U Il Ministero dei LL.PP. stanzia 150 milioni per completare la Biblioteca nazionale, secondo il progetto originario, costruendo l’ala mancante dall’angolo di Corso dei Tintori con via Magliabechi al chiostro di Santa Croce
1958 ottobre 3 P Primo Colloquio mediterraneo, voluto da La Pira per cooperare alla realizzazione della pace. Sono presenti all’inaugurazione dei lavori il presidente della repubblica Gronchi e il presidente del Consiglio Fanfani
1958 ottobre 9-10 Campane a morto e tricolore abbrunato su Palazzo Vecchio: è morto papa Pio XII
1958 ottobre 27-29 Re Gustavo Adolfo di Svezia in visita privata in città ospite di Berenson
1958 ottobre 28 E Salazar decide l’acquisto da parte del Comune dell’immobile dove sorge la Fonderia delle Cure per evitare che la cooperativa dei lavoratori sia sfrattata dai liquidatori della vecchia società
1958 ottobre 28 R Campane a festa e Palazzo Vecchio illuminato con centinaia di fiammelle per l’elezione del nuovo papa Giovanni XXIII
1958 novembre E L’Azienda autonoma del Turismo promuove "Natale a Firenze" vasto programma di mostre e manifestazioni per favorire il turismo anche nel periodo invernale. Deciso lo sconto del 25% negli alberghi
1958 novembre 15 E La Galileo annuncia 980 licenziamenti. Manifestazioni delle maestranze cittadine. La Pira scrive una dura lettera alla SADE che detiene la maggioranza della società Galileo. Salazar fa pressione sul governo
1958 novembre 26 A Dopo 14 anni restaurato e ricollocato nell’edificio d’angolo fra Borgo S. Jacopo e via Guicciardini il "Bacchino", statua salvata dalle distruzioni della guerra. Il 7 dicembre cerimonia ufficiale
1958 novembre 29 P Il Ministro del Lavoro Vigorelli annuncia la sospensione dei licenziamenti alla Galileo
1958 novembre 29 E Firmata fra il Comune di Firenze e l’Azienda autonoma del Turismo la convenzione che affida a quest’ultima la gestione del forte di Belvedere
1958 dicembre A Terminato il restauro della facciata di Santo Spirito
1958 dicembre 1 E P Come ai tempi della vertenza della Pignone, i cattolici fiorentini si riuniscono con La Pira a pregare nella Chiesa di Santo Stefano in Pane
1958 dicembre 6 A Restaurato il chiostrino della Canova in Santa Maria Novella
1959 gennaio 1 C Il principale quotidiano fiorentino torna alla sua storica denominazione, "La Nazione", abbandonando l’aggettivo "italiana"
1959 gennaio 9 E Interrotte le trattative, gli operai della Galileo occupano lo stabilimento
1959 gennaio 29 E Riprende il lavoro alla Galileo per decisione dei sindacati mentre proseguono le trattative al Ministero del Lavoro a Roma
1959 febbraio 5 E Raggiunto un primo accordo parziale al Ministero del Lavoro sulla vertenza Galileo: l’azienda assicura indennità extra contrattuali ai lavoratori volontariamente dimissionari
1959 febbraio 21 C Luigi Salvatorelli apre il corso celebrativo del centenario del 1859 a cura della Società per la Storia del Risorgimento, nella sala della Biblioteca comunale, con una conferenza su "Mazzini e Napoleone III"
1959 febbraio 28 C Mostra di antichi tappeti orientali a Palazzo Strozzi
1959 marzo 10 A Il Putto con il delfino di Andrea del Verrocchio è sostituito nel primo cortile di Palazzo Vecchio da una copia ed è trasferito all’interno del Palazzo, nel terrazzo di Giunone
1959 marzo 18 E Vertenza Galileo risolta con la riassunzione di 100 operai e la concessione di una liquidazione straordinaria ai 64 rimasti senza lavoro
1959 marzo 25 E Un terremoto scuote la città: molta paura ma nessun danno per i fiorentini
1959 marzo 26 A Aperto ai visitatori il Refettorio di Santa Croce
1959 marzo 28 F Per la prima volta viene fatta la veglia pasquale notturna in Duomo. Lo scoppio del Carro è spostato al mezzogiorno del giorno di Pasqua
1959 aprile 10 C Inaugurazione a Palazzo Riccardi della Mostra dei manoscritti del Fucini
1959 aprile 24 F La XXXIII Mostra dell’Artigianato, inaugurata in Palazzo Vecchio alla presenza del presidente Gronchi, apre ancora al Parterre; nonostante le sollecitazioni e l’enorme affluenza di pubblico, non c’è nessuna assicurazione sul trasferimento alla Fortezza da Basso
1959 aprile 27 F In Palazzo Vecchio, alla presenza del presidente del Consiglio Segni, la prolusione di Alberto Maria Ghisalberti, presidente dell’Istituto per Storia del Risorgimento, celebra solennemente il centenario della Rivoluzione toscana del 1859. Segni inaugura la Mostra sul Risorgimento in Palazzo Strozzi
1959 maggio 10 F Gronchi assiste alla partita del calcio storico fra Bianchi e Verdi a Boboli. Vincono i Bianchi per quattro cacce e mezza a una e mezza
1959 maggio 13 R Pellegrinaggio in città della statua della Madonna di Fatima: veglia in Duomo. Il giorno dopo la statua è portata in processione da Santa Croce al piazzale Vittorio Veneto da dove è trasferita in elicottero a Siena
1959 maggio 16 C Nei locali dell’Archivio di Stato apre la Mostra Firenze ai tempi di Dante nell’ambito delle celebrazioni dell’anniversario della sua nascita
1959 maggio 17 C Solenne celebrazione della nascita di Dante nel Salone dei Dugento. Per iniziativa del Comune da quest’anno la ricorrenza sarà celebrata ufficialmente in una domenica della seconda metà di maggio
1959 maggio 20  F Salazar riceve una rappresentanza di Kyoto, detta la "Firenze giapponese"
1959 giugno 21 A Aperta al Forte Belvedere la terza mostra degli "affreschi staccati"
1959 luglio 14 F "La Nazione" celebra il centenario della sua "nascita"
1959 agosto 8 F Arriva in visita in città la principessa Beatrice d’Olanda
1959 settembre 8 F Re Paolo e la regina Federica di Grecia soggiornano in città
1959 settembre 12 A Dopo un anno terminato il restauro agli affreschi di Giotto nella cappella dei Bardi in Santa Croce
1959 settembre 29 A A Palazzo Strozzi viene inaugurata dal Ministro per la riforma burocratica, sen. Bo, la prima Biennale Internazionale; presenti 110 espositori per lo più stranieri
1959 ottobre 3 C Aperto il nuovo liceo scientifico Leonardo da Vinci; chiusa la vecchia sede di via Masaccio e la succursale di via Capodimondo
1959 ottobre 4 F Nel IV Centenario della caduta della Repubblica di Siena, si sono svolte cerimonie a Siena e Montalcino alla presenza del Gonfalone e di una rappresentanza della città di Firenze. Nella Fortezza di Montalcino viene firmato un patto di amicizia fra Siena e Firenze
1959 ottobre 7 C Muore Bernard Berenson. La sua Villa I Tatti a Settignano, con la collezione e la biblioteca, passa all’Università di Harvard che vi istituisce una Fondazione di studi sul Rinascimento italiano
1959 ottobre 11 F Inaugurata dal card. Della Costa la nuova Chiesa della Madonna della Divina Provvidenza
1959 ottobre 18 A Definitiva riapertura al pubblico delle sale della Collezione Loeser, arricchita di altre nove opere donate dalla figlia del donatore, Matilda
1959 ottobre 22 U Il Ministro delle Poste Spataro firma l’atto d’acquisto da parte dell’amministrazione statale del terreno situato in via Pietrapiana dove sorgerà il nuovo edificio della sede provinciale delle Poste
1959 ottobre 23 P Congresso nazionale DC al Teatro La Pergola. Alla presenza del presidente della Camera Leone e del presidente del Consiglio Segni il senatore Zoli commemora don Sturzo
1959 ottobre 24 F Il presidente del Consiglio e il Ministro del Lavoro Zaccagnini inaugurano la nuova sede dell’Ente nazionale prevenzione infortuni nel viale Gramsci
1959 novembre 5 P Firenze si gemella con Kassel, capitale dell’Assia lander della Repubblica federale tedesca
1959 novembre 9 F Re Gustavo di Svezia rende omaggio alla tomba di Berenson
1959 dicembre 14 A Si inaugura al Teatro della Pergola il "Festival dei Popoli", prima rassegna internazionale del film etnografico e sociologico, con la proiezione di 150 documentari provenienti da 32 paesi
1959 dicembre 14 A A Palazzo Strozzi inaugurata la Mostra di pittura e incisione americana contemporanea organizzata dall’Ambasciata degli USA a Roma e dal Ministero della Pubblica Istruzione
1959 dicembre 14 F Per l’inaugurazione dell’anno accademico, posa della prima pietra della costruenda sede delle Facoltà di Lettere e Magistero in via degli Alfani
1959 dicembre 21 FE Inaugurazione della nuova centrale della TETI in via di Ripoli. Nel 1959 in città ci sono 108.000 apparecchi telefonici: uno per ogni quattro abitanti
1959 dicembre 23 F Nell’ambito delle manifestazioni di "Natale a Firenze" speciale illuminazione del Forte Belvedere, di San Miniato e degli Uffizi
1959 dicembre 28 R Il cardinale Dalla Costa istituisce la nuova parrocchia Mater Dei nel Vicariato di Rifredi
1960 A Restauro del Convento di Santa Croce volto a recuperarne i tratti originari
1960 A Restauro del Cappellone degli Spagnoli, Convento di S. Maria Novella. Si concluderà nel 1965 e sarà vanificato dall’alluvione del 1966
1960 A Si apre il cantiere per il ripristino del Palazzo degli Studi della Certosa del Galluzzo, chiuso nel 1965
1960 U Inaugurata la passerella pedonale delle Cascine
1960 gennaio 17 P Da Piazza dell’Unità a piazza della Signoria e quindi alla Sinagoga si snoda il corteo promosso dalle federazioni giovanili comunista, radicale, repubblicana, socialista, socialdemocratica e democristiana, insieme all’associazione nazionale partigiani, per protestare contro la comparsa di svastiche naziste su diversi muri di strade cittadine e per ricordare e rendere omaggio alla liberazione della città e agli ebrei fiorentini trucidati nei campi di sterminio
1960 gennaio 20 C Alla presenza del Ministro dell’Istruzione pubblica, sen. Medici, viene celebrato il primo centenario dell’Istituto di studi superiori di Firenze, costituito sotto gli auspici di Ricasoli e di Ridolfi
1960 gennaio 25 U Riunione in Prefettura dei Ministri della pubblica Istruzione e dei LL.PP. Medici e Togni sul progetto di Sorgane con Salazar, i responsabili delle soprintendenze, i coordinatori del progetto architetto Michelucci e architetto Poggi; viene deciso di iniziare la costruzione del quartiere per la parte pianeggiante così da adottare opportuni provvedimenti per salvaguardare le caratteristiche della zona collinare
1960 gennaio 27 U Le sezioni del PCI, del PSI e del partito radicale e quella dell’associazione "Italia nostra" protestano contro il progetto di costruzione del quartiere di Sorgane
1960 gennaio 31 C Muore Arrigo Serpieri, economista, già sottosegretario all’Agricoltura nel Governo Mussolini e Rettore dell’Università
1960 febbraio 17-18   La piena dell’Arno più grossa registrata dal 1940 passa sotto i ponti fiorentini
1960 febbraio 20 P Muore il sen. democristiano Adone Zoli già vicesindaco di Firenze nella giunta Pieraccini, quindi ministro e presidente del Consiglio
1960 marzo 5-15 A Mostra a Palazzo Strozzi sulle nuove chiese di Francia su iniziativa dell’Azienda autonoma del Turismo e dell’Istituto francese di Firenze
1960 marzo 24 U Presentato il progetto per la costruzione di un nuovo edificio a tre piani in via Magliabechi come padiglione della Biblioteca Nazionale
1960 marzo 27 C Giovanni Spadolini celebra in Palazzo Vecchio il centenario del plebiscito toscano di annessione al Regno d’Italia
1960 aprile 3 C Convegno nel Salone dei Dugento e mostra sui cento anni di letteratura giovanile in Toscana; presente il ministro dell’Istruzione Medici. Particolare attenzione è rivolta al ricordo di Yambo (Enrico Novelli), Vamba (Luigi Bertelli) e Collodi e all’attività delle case editrici fiorentine: dalla Vallecchi alla Bemporad, alla Salani a Le Monnier
1960 aprile 10 C Celebrato in Palazzo Vecchio il V centenario della morte dell’umanista toscano Poggio Bracciolini
1960 aprile 25-27  C Il Comitato internazionale incaricato dal consiglio dei ministri della Comunità Europea di elaborare il progetto per la costituzione di un’Università europea, candida Firenze a sede della medesima
1960 aprile 30 F Annunciando il programma del Comitato per il calcio in costume, il maestro di campo Aldighiero Batini comunica che la finale si svolgerà a Roma il 28 agosto in occasione dei giochi olimpici, mentre la prima partita è spostata dall’8 maggio al 24 giugno in piazza della Signoria, dove avverrà anche il secondo incontro il 28 giugno
1960 maggio 1 F Nel V centenario della morte la salma del vescovo Sant’Antonino è trasferita dalla basilica di San Marco a quella di Santa Maria del Fiore, dove resta fino al 10 maggio quando è riportata in San Marco
1960 maggio 14 A Mostra di dipinti di Ottone Rosai in Palazzo Strozzi
1960 maggio 22 C Inaugurazione alla Biblioteca Mediceo-laurenziana della Mostra dei papiri
1960 giugno 2 A Agli Uffizi si inaugura il Gabinetto di disegni e stampe, ristrutturato da Edoardo Detti, con una mostra di disegni del Rinascimento
1960 giugno 5 C Alla Biblioteca nazionale una mostra celebra i mille anni della lingua italiana
1960 giugno 11 C Inaugurata al Circolo Borghese e della Stampa, alla presenza di Carla Gronchi, la Mostra dei tesori segreti delle case fiorentine
1960 giugno 13 U Presenti il vescovo Florit e le autorità, è posta la prima pietra della "chiesa dell’automobilista" che sorgerà a Limite presso Campi Bisenzio, in corrispondenza del centro direzionale dell’autostrada del Sole
1960 giugno 18 F Viene inaugurata la piscina di Bellariva sul lungarno Colombo
1960 giugno 23 U Il Consiglio superiore dei LL. PP. approva il piano regolatore comunale
1960 giugno 29 C Inaugurazione a Palazzo Strozzi della Mostra degli antichi strumenti musicali
1960 luglio A Completato il restauro della facciata di San Giovannino agli Scolopi, opera dell’Ammannati
1960 luglio 2 C A conclusione del Maggio musicale, viene inaugurata una Mostra di strumenti e manoscritti musicali antichi
1960 luglio 8 P Dopo manifestazioni di protesta per l’autorizzazione governativa al MSI a tenere il suo congresso a Genova, città medaglia d’oro della Resistenza e dopo gli scontri fra forze dell’ordine e manifestanti a Reggio Emilia e Roma, a Firenze la Camera del Lavoro proclama uno sciopero generale; non vi partecipano CISL e UIL, ritenendolo una manifestazione politica promossa dai comunisti. La DC fiorentina conferma l’adesione del partito ai valori della Resistenza e l’impegno a garantire l’ordine e i principi di libertà. Comunicati analoghi dalle sezioni del PSDI e del PRI
1960 luglio 25 F Consacrato il Cimitero militare americano sulla via Cassia
1960 luglio 31 F Inaugurata da monsignor Florit la Chiesa del Preziosissimo Sangue in via Boccherini
1960 agosto 7 E Muore il "calzolaio dei sogni" Salvatore Ferragamo. Aveva aperto il suo negozio nel 1937 e rilanciato l’attività nel dopoguerra ponendo le basi di un’azienda sviluppata da moglie e figli
1960 agosto 10 F Gastone Nencini, vincitore del Tour de France, viene portato in trionfo per le strade di Firenze
1960 agosto 28 F In occasione delle Olimpiadi il Calcio in Costume fiorentino gioca una partita in Piazza di Siena a Roma, dopo che il Corteo storico della Repubblica fiorentina ha attraversato le vie del centro della Capitale
1960 settembre 14 E Viene inaugurato l’allargamento del cavalcavia delle Cure
1960 settembre 15 P Hombert Bianchi è nominato capo ufficio stampa del presidente del Consiglio Fanfani; lo sostituisce alla guida del "Giornale del Mattino" Leonardo Pinzauti con la qualifica di condirettore responsabile. Vittorio Citterich diventa redattore capo
1960 settembre 18 E Il presidente del Consiglio Fanfani inaugura il nuovo Mercato ortofrutticolo di Novoli
1960 settembre 22 F Visita privata in città del re del Marocco Maometto V
1960 settembre 26 C Il Comune acquista la Villa di Marignolle per l’istituenda Università europea
1960 settembre 29 U Inaugurata la nuova sede del Comando dei vigili urbani nel Palazzo Guadagni in via Fratelli Rosselli
1960 ottobre 1-5  P Secondo Colloquio mediterraneo, presieduto da La Pira, sul tema "Il mondo mediterraneo e il suo avvenire"
1960 ottobre 7 C I giornali riportano la notizia che a Bruxelles la commissione dell’assemblea parlamentare europea specializzata nelle questioni di ricerca scientifica e tecnica ha preparato il testo sull’istituenda Università europea
1960 ottobre 16 Cerimonia della posa della prima pietra della Chiesa di S. Antonino a Bellariva alla presenza di monsignor Florit
1960 novembre 6-7 Elezioni amministrative: la DC conquista il 34,84% con 99725 voti su 293740 votanti, il PCI il 32,54%, con 93134 voti, PSI al 13,87% (39686 voti), PSDI 6,51% (18639), PRI 1,30% (3712), PLI 4,77% (93134), MSI 5,36% (15358), monarchici 0,81% (2331)
1960 novembre 18-21 F Soggiorno a Firenze di re Gustavo di Svezia
1960 dicembre 3 E Inaugurata l’autostrada del Sole Firenze-Bologna-Milano dal presidente del Consiglio Fanfani e dal Ministro dei LL. PP. Zaccagnini
1960 dicembre 17 A Inaugurazione del terzo braccio del Loggiato del Buontalenti in piazza Santa Maria Nuova, completato dopo tre secoli e mezzo dal suo inizio
1960 dicembre P Mario Fabiani eletto presidente della giunta provinciale, vicepresidente il socialista Lelio Lagorio
1961 U Viene inaugurata la Chiesa del Sacro Cuore di via Capo di Mondo, opera di Lando Bartoli
1961 U Terminano i lavori al Grand Hotel Minerva di piazza Santa Maria Novella su progetto di Edoardo Detti in collaborazione con Carlo Scarpa
1961 A Restaurato il Teatro Comunale
1961 U Iniziano i lavori della nuova sede della "Nazione" su progetto di Pierluigi Spadolini con ampio uso, per la prima volta in città, del sistema di prefabbricazione in cantiere
1961 febbraio 15 F I fiorentini assistono all’eclissi di sole
1961 febbraio 26 E Al cinema Piccolini, manifestazione di protesta dei commercianti contro l’apertura dei supermercati in viale Cialdini, Giannotti, Masaccio
1961 U Inizia la ricostruzione di Borgo San Jacopo
1961 marzo 1 U Con la sua ultima delibera Salazar ha appaltato i lavori per il cavalcavia dell’Affrico
1961 marzo 1-2 P La Pira viene rieletto sindaco alla guida della prima giunta di centrosinistra in Italia (DC, PSDI, PSI). Il socialista Enzo Enriques Agnoletti, successore di Calamandrei alla direzione del "Ponte", è il vicesindaco con delega agli affari generali. Altri assessori: Maier alla previdenza, bilancio, finanze e tributi, Detti urbanistica e edilizia, Furno aziende municipalizzate e servizi pubblici, Ramat belle arti e cultura, Sacchi asistenza e lavoro, Martelli patrimonio e economato, Pistelli lavori pubblici, Francioni polizia, annona e vigilanza, Zoli pubblica istruzione, Mazzei sport e turismo, Arpioni personale, Chiarori igiene e sanità, Nannini servizi demografici, Bausi affari legali
1961 marzo 10 E I commercianti proclamano una protesta di tre giorni: per manifestare contro i supermercati terranno spente le luci, le vetrine e le luminose pubblicitarie esterne
1961 marzo 11 A Inaugurata a Palazzo Strozzi la Mostra di Arte sacra
1961 marzo 12 P In occasione del Congresso provinciale MSI scontri fra missini e gruppi di antifascisti con intervento della polizia. Si contano nove feriti, tra cui un funzionario di polizia. La tensione è cresciuta quando si è diffusa la voce di una possibile spedizione punitiva fascista contro La Pira all’uscita della messa domenicale nella chiesa della Badia e quando ignoti hanno scritto su alcuni manifesti a firma del sindaco "saluti da Mathausen", disegnando una forca. Duro comunicato stampa del Comune contro il fascismo, le provocazioni e le aggressioni
1961 marzo 22 P Consiglio comunale straordinario sui fatti del 12. Dopo la relazione del sindaco, si discute l’odg della maggioranza sull’applicazione rigorosa della Costituzione che vieta la riorganizzazione del partito fascista in qualsiasi forma e auspica la diffusione dei valori della Resistenza e della Costituzione fra le nuove generazioni. Il gruppo PCI vota a favore, si astengono quattro consiglieri della DC: Alberto Nocentini, Guido Carli, Bettino Ricasoli, Luciano Bausi in quanto nell’odg non si fa cenno a altre dittature e per le polemiche espresse dai comunisti contro la DC anche nel dibattito. Si astengono i liberali e i missini votano contro
  
1961 marzo 23 P L’Unione delle province e dei comuni della Toscana conferisce una medaglia d’oro al Gonfalone del Comune di Firenze quale custode dei valori della Resistenza
  
1961 marzo 27 F Solenne celebrazione del Centenario dell’Unità d’Italia. Tutta la città è imbandierata a festa. In mattinata, Franco Valsecchi tiene la commemorazione ufficiale in Palazzo Vecchio, nel pomeriggio seduta straordinaria del Consiglio provinciale con discorso di Ernesto Ragionieri, docente di Storia del Risorgimento all’Università fiorentina
  
1961 marzo 29 U In Consiglio comunale l’assessore Detti annuncia una revisione del piano regolatore
  
1961 aprile 18 U Il Consiglio comunale approva le modifiche al piano regolatore proposte da Detti sulla base dei rilievi del Consiglio superiore dei lavori pubblici: dalla previsione di un piano intercomunale di intervento su problemi che non possono essere risolti nei confini comunali, al riesame del processo di lottizzazione in corso in città e della situazione del centro storico isolato per isolato, alla programmazione di un piano organico per l’edilizia scolastica. Votano a favore i gruppi della DC, del PSI, del PSDI, del PLI e del MSI, si astengono i comunisti
  
1961 aprile 26 E Il Consiglio comunale approva la municipalizzazione del gas. Votano a favore 46 consiglieri (democristiani, socialisti, socialdemocratici e comunisti), contro 5 (liberali e missini)
  
1961 aprile 29 U La terza commissione del Consiglio superiore delle Belle Arti approva il progetto di Borgo San Jacopo, mentre procedono i lavori di ricostruzione del quartiere
  
1961 maggio 7 P La Pira riceve la regina Elisabetta II d’Inghilterra in visita in città
  
1961 maggio 15 C La Pira firma il primo atto per la fondazione in città dell’Università Europea
  
1961 maggio 27 F Battendo in finale gli scozzesi del Glasgow Rangers la Fiorentina si aggiudica la Coppa delle Coppe 1961.  
1961 maggio 20- 18 giugno A A Palazzo Strozzi è allestita la Mostra del disegno italiano di cinque secoli, rassegna dei principali artisti dal ’300 all’’800
  
1961  giugno 11 F Battendo in finale la Lazio per la Fiorentina si aggiudica la sua seconda Coppa Italia.  
1961 giugno 18 P Muore Mario Augusto Martini, deputato del partito popolare dal 1919 al 1924, primo presidente della provincia dopo la Liberazione
  
1961 giugno 24 C Muore Andrea Corsini, igienista, fondatore del Museo e dell’Istituto di Storia della Scienza
  
1961 agosto 1 A La Giunta comunale approva i lavori di restauro di Porta San Niccolò
  
1961 agosto 20 E Emma Di Tullio, laureata in legge, è la prima "donna poliziotto" in servizio nella Questura di Firenze
  
1961 agosto 26-27 A Salvator Dalì visita Firenze
  
1961 agosto 29 E Dopo quasi 80 anni gli uffici della Fondiaria lasciano piazza della Repubblica per la nuova sede di piazza della Libertà
  
1961 settembre 7 F Cerimonia di gemellaggio fra Firenze e Aaiun alla presenza di Assan II re del Marocco, del presidente della Repubblica Gronchi e del presidente del Consiglio Fanfani
  
1961 settembre 16 A Il presidente del Consiglio Fanfani inaugura in Palazzo vecchio la seconda Mostra antiquaria
  
1961 settembre 16 P Il presidente del Consiglio Fanfani presenzia a una riunione straordinaria della giunta con il ministro della Pubblica Istruzione sen. Bosco. Fanfani, sottolineata l’eccezionalità dell’evento, assicura l’impegno del governo per la città: finanziamenti per acquedotto, collegamenti con l’autostrada in via di costruzione, edilizia scolastica, uso della Fortezza da Basso come sede della Mostra dell’Artigianato, ampliamento dell’aeroporto di Peretola
  
1961 settembre 27 C All’Istituto nazionale di studi sul Rinascimento convegno su Arte, pensiero e cultura a Mantova nel primo Rinascimento in rapporto con la Toscana e con il Veneto
  
1961 settembre 1961 E Dopo la decisione del Ministero del Commercio di permettere l’apertura di 13 supermercati e grandi magazzini a Firenze entro 1 anno, i dirigenti dell’Unione generale dei commercianti della provincia si dimettono per protesta
  
1961 settembre 30 A Ultimati i restauri del Forte Belvedere
  
1961 ottobre 6 A Timoteo Lucaroni, manovratore di una draga della ditta piacentina Ghissoni, scavando il greto nei pressi di Santa Trinita trova la testa della statua della Primavera perduta dopo l’esplosione del ponte nell’agosto del ’44 e poi inutilmente ricercata
  
1961 ottobre 11-12 C Riunito a Firenze il Comitato internazionale, composto dai rappresentanti dei sei paesi del Mercato comune europeo, per mettere a punto il progetto di Statuto dell’Università europea
  
1961 ottobre 12 C Lamanna si dimette da rettore per motivi di salute
  
1961 ottobre 26 F Inaugurazione della sede dell’Automobil Club nel viale Amendola
  
1961 ottobre 27-29 C Come in tutta Italia, per la prima volta nella storia dell’Università italiana l’ateneo fiorentino resta chiuso per la protesta di tutte le categorie universitarie contro l’inefficienza del sistema universitario
  
1961 ottobre 30 C Gian Gualberto Archi, docente di diritto romano, è eletto dai professori di ruolo nuovo rettore dell’ateneo fiorentino con 60 voti, pari alla metà più uno dei suffragi, contro i 49 di Giacomo Devoto, i 6 di Luigi Campedelli e 3 schede bianche
  
1961 dicembre 21 R Muore alle 6,20 del mattino, a quasi novant’anni, il cardinale Elia Dalla Costa, vescovo di Firenze dal 22 febbraio 1932. Monsignor Florit è nominato amministratore apostolico della diocesi in attesa della nomina del successore
  
1962 U Nell’area est della città iniziano i lavori di Sorgane, inizialmente progettata come città satellite per 12mila abitanti; tra i progettisti gli architetti Leonardo Ricci e Leonardo Ravioli
  
1962 A Si chiude il cantiere di restauro del campanile della Badia Fiorentina aperto nel 1945
  
1962 A Iniziano i lavori di restauro al complesso del Palazzo dei Vescovi di S. Miniato
  
1962 U Italo Gamberini firma il progetto per la sede RAI sul Lungarno Colombo. I lavori finiranno nel 1968
  
1962 U Costruito l’edificio della Società dei Telefoni in via Masaccio su progetto di Michelucci
  
1962 A Terminano i lavori di pavimentazione della Cappella dei Principi in San Lorenzo eseguiti dall’Opificio delle pietre dure a partire dal 1874
  
1962 A Esce il film Cronaca familiare di Valerio Zurlini, tratto dall’omonimo romanzo di Pratolini
  
1962 febbraio 11 P Nel Salone dei 500 manifestazione per la pace indetta da La Pira e dalla commissione interna delle officine Galileo, cui il sindaco consegna una pergamena con un messaggio di pace per i lavoratori di tutto il mondo
  
1962 febbraio 22 F Monsignor Florit benedice la prima pietra della chiesa in costruzione in via Centostelle, dedicata a San Zanobi e ai Santi fiorentini
  
1962 marzo 7 R Monsignor Florit annuncia la sua nomina ad arcivescovo di Firenze
  
1962 marzo 17 F Il Ministro della Pubblica Istruzione Gui inaugura alla presenza di tutte le autorità cittadine la clinica ostetrica e ginecologica di Careggi. La nuova maternità dispone di 314 posti letto e di 100 posti culla
  
1962 marzo 28 A Inaugurata l’annuale mostra delle opere restaurate agli Uffizi
  
1962 maggio 14 A La Biblioteca Laurenziana espone i suoi codici autografi e le miniature
  
1962 maggio 26-27 P La due giorni di manifestazioni per la pace in città si è conclusa in Palazzo Vecchio con gli interventi del vicesindaco Enriques Agnoletti, del presidente della provincia Fagiani, di Aldo Capitini. Si invita a fermare gli esperimenti nucleari e favorire il disarmo mondiale. La mattina del 27 marcia della pace di fiorentini e persone provenienti da tutta Italia da Rifredi fino a piazza della Signoria
  
1962 giugno A Dopo un lungo periodo di decadenza e 18 mesi di lavori, si conclude il restauro di Palazzo Bartolini Salimbeni in piazza Santa Trinita
  
1962 luglio 1 A Terminati i lavori di consolidamento della Loggia rinascimentale del Convento di Santa Maria del Carmine
  
1962 agosto 8 P Il prefetto Adami lascia la città, essendo stato nominato dal Consiglio dei Ministri presidente degli Ospedali riuniti di Roma; lo sostituisce dal 3 settembre Giuseppe Caso
  
1962 settembre 27 R Nel Salone dei 500 si aprono le conferenze sul Concilio Vaticano II. Relatori sono padre Féret, il gesuita francese padre Jean Danielou il 28 e il padre scolopio Ernesto Balducci il 29 settembre
  
1962 settembre 30 R Solenne processione penitenziale del clero e dei fedeli fiorentini, guidati da monsignor Florit, dalla SS. Annunziata al Duomo in preparazione dell’inizio imminente del Concilio Vaticano II
  
1962 ottobre E Insegnanti e studenti universitari in sciopero nella prima settimana del mese
  
1962 ottobre 4 F Visita del presidente del Senegal Leopold Sedar Senghor che, su invito di La Pira, lancia un messaggio di pace dal Salone dei 500. Medaglia d’oro dell’Ateneo fiorentino allo statista e poeta senegalese
  
1962 ottobre 9 R Monsignor Florit lascia Firenze per partecipare al Concilio Vaticano II
  
1962 ottobre 18 F A Firenze per soggiorno turistico re Federico e la regina Ingrid di Danimarca
  
1962 ottobre 24 A Il presidente del Senato Merzagora inaugura la Mostra "Antiquariato nella casa moderna" allestita a Palazzo Strozzi
  
1962 ottobre 26 P Il Consiglio comunale esprime unanime preoccupazione in merito a una possibile installazione di missili sovietici nell’isola di Cuba, e si appella al senso di responsabilità di tutti per favorire la pace e il dialogo, riaffermando piena fiducia nell’azione dell’ONU
  
1962 novembre 15 P Dopo le dimissioni di Fabiani, per 11 anni alla guida della provincia fiorentina, Elio Gabbuggiani (PCI) è eletto presidente della giunta sempre a capo di una coalizione PCI-PSI
  
1962 novembre 18 E Inaugurata dal sindaco La Pira a Novoli la prima scuola prefabbricata costruita dal Comune in via Torre degli Agli. Parzialmente funzionante dal primo ottobre, può accogliere 650 alunni
  
1962 dicembre E Le bottiglie della Centrale del latte iniziano a essere sostituite da nuovi recipienti di carta plastificata che appaiono più maneggevoli, meno ingombranti e che non dovranno essere restituiti dagli acquirenti
  
1962 dicembre 23 P Muore Luigi Boniforti, già presidente del CTLN
  
1962 dicembre
notte 28-29
 U Il Consiglio comunale approva all’unanimità il piano regolatore di Detti che riprende le linee del piano del 1958 e l’idea del "porto commerciale" che dovrebbe caratterizzare lo sviluppo dell’area di Peretola. Per far fronte alla crisi del centro storico prevista la possibilità di modifica delle strutture edilizie al loro interno, pur nel rispetto delle loro caratteristiche. Allegati al piano i progetti per i quartieri di Sorgane e Mantignano
  
1962 dicembre 29 P L’assessore alle Finanze, il socialdemocratico Maier, si dimette: avevano avuto forte eco su "La Nazione" le sue critiche rivolte ai colleghi di giunta con la denuncia della situazione finanziaria cittadina
  
1963 U L’area del Campo di Marte si arricchisce del Centro Balneare e del Palazzo dello Sport
  
1963 R Riapre al culto la Chiesa di San Donato in Polverosa
  
1963 gennaio 13 P Padre Ernesto Balducci teologo scolopio interviene su "Il Giornale del mattino" a favore dell’obiezione di coscienza e viene denunciato da alcuni cittadini, insieme al direttore del giornale
  
1963 gennaio 28-29 P Il Consiglio comunale elegge Raffaello Marchetti in sostituzione di Maier. Duro intervento del sen. socialista Mariotti sulla crisi del centrosinistra fiorentino, di cui comunque il PSI continua a far parte. La Pira ridistribuisce le deleghe: a Marchetti servizi demografici e tributi; Sergio Martelli è assessore alla presidenza e mantiene la competenza su demanio, patrimonio e economato; a Ciabatti finanza e bilancio
  
1963 febbraio 3 A Sono i 400 anni dell’Accademia delle Arti del Disegno: all’Archivio di Stato è inaugurata una mostra di documenti su di essa; mostra dei disegni dei fondatori al Gabinetto stampe e disegni degli Uffizi
 
1963 febbraio 4 P Muore l’assessore Paris Sacchi, aveva 80 anni
  
1963 febbraio 6 A Inaugurata a Palazzo Strozzi la mostra L’opera di Le Corbusier
  
1963 febbraio 9 U Firmata in Palazzo Vecchio dal sottosegretario ai LL. PP. on. Ceccherini la convenzione che segna l’atto di nascita del villaggio di Sorgane
  
1963 febbraio 24 E Inaugurato il Centro cooperativo carni, costituito in via dell’Arcovata per iniziativa dei macellai fiorentini
  
1963 marzo 1 U Firmata in Palazzo Vecchio la convenzione per la costruzione del villaggio residenziale di Mantignano
  
1963 marzo 2 C Inaugurato l’Istituto di Matematica nel viale Morgagni, nell’ambito dei progetti del Consorzio edilizio universitario per la realizzazione di costruzioni universitarie in città
  
1963 marzo 19 E Inaugurata dal sindaco la scuola della "Montagnola" per i bambini dell’Isolotto
  
1963 marzo 21 C Convegno Palazzo Medici Riccardi per rievocare Giovanpietro Vieusseux a cent’anni dalla morte. Interventi di Giorgio Spini e Raffaele Ciampini
  
1963 marzo 23-aprile 28 A Inaugurata a Palazzo Strozzi la Mostra mercato dell’Arte contemporanea
  
1963 marzo 26 E Gli studenti di Architettura occupano la Facoltà dopo che il consiglio dei professori ha respinto le loro richieste: eliminazione delle lezioni pomeridiane durante le quali gli studenti avrebbero dovuto discutere con i professori la riforma dell’Università, aumento delle ore di lezione la mattina (da 4 a 5), spostamento a mezzanotte della chiusura della facoltà
  
1963 aprile 5 E Ad Architettura assemblea fra studenti e professori che concordano un documento per la riforma dell’Università. Contemporaneamente gli studenti di Lettere e filosofia occupano la sede di piazza San Marco, non avendo trovato l’accordo con i loro docenti sulla riforma dell’Università
  
1963 aprile 7 F Benedizione della prima pietra per la erigenda chiesa di Santa Maria Ausiliatrice fra via di Novoli e via Baracca
  
1963 aprile 8 U Inaugurate dal sindaco La Pira le scuole elementari Federico Grifeo in via Villamagna alla Nave a Rovezzano e Salviati alla Lastra
  
1963 aprile 10 E Assemblea a Lettere fra studenti e professori: raggiunto l’accordo
  
1963 aprile 20 A S’inaugura all’Archivio di Stato una mostra sul palazzo del Bargello
  
1963 aprile 20 E Inaugurata la centrale della TETI in via Monteverde per servire tutte le utenze fra l’Arno e il Mugnone, fra Ponte alla Vittoria e Ponte all’Asse
  
1963 aprile 28-29 P Elezioni politiche: risultati fiorentini per la Camera dei deputati: DC 27,78% (88.328 voti), PCI 32,14% (102.189), PSI 13,66% (43.458), PSDI 7,82% (24.872), PLI 10,87% (34.587), MSI 5,37% (17.086), Monarchici 0,70% (2.246), PRI 0,92% (2.954), pensionati 0,69% (2.198)
  
1963 maggio A Riaperta, dopo i restauri, la Loggetta dei Rucellai in via della Vigna Nuova
  
1963 maggio U Iniziano i lavori del Palazzo delle Poste in via Pietrapiana; si tratta dell’ultima area rimasta non edificata dopo gli sventramenti del quartiere di Santa Croce degli anni Trenta
  
1963 maggio 6 E Aperto in Santa Apollonia il Congresso organizzato dagli studenti di Medicina di Firenze per discutere una riforma della Facoltà
  
1963 maggio 12 C Celebrato Vieusseux a cent’anni dalla morte: inaugurazione di una stele con targa marmorea nel piazzale Galileo e commemorazione ufficiale di Ernesto Sestan nella Sala Ferri del Gabinetto Vieusseux
  
1963 maggio 15 A A Palazzo Pazzi (via del Proconsolo) si illustrano i lavori di restauro del cortile dell’edificio, esempio dell’architettura del Quattrocento
  
1963 maggio 19 F Il calcio storico torna a giocare la prima partita del torneo nel Giardino di Boboli dopo un’interruzione di quattro anni a causa di lavori nel parco
  
1963 maggio 22 F Inaugurato presso la Loggia del Pesce il nuovo mercato del piccolo antiquariato
  
1963 maggio 28 E Inaugurata la Don Giulio Facibeni, scuola elementare e media prefabbricata dell’Anconella
  
1963 giugno 3 R Alle ore 20,00 la campana del Duomo annuncia la morte di papa Giovanni XXIII, da giorni agonizzante. Il papa è commemorato il 4 dal consiglio comunale riunito in apposita seduta
  
1963 giugno 7 R Monsignor Florit presiede il solenne rito in memoria del papa in Duomo e definisce il pontefice defunto "maestro di tempi nuovi" di fronte a migliaia di fiorentini riunitisi nella Cattedrale
  
1963 giugno 11 P Dimissioni del consigliere comunale democristiano Bettino Ricasoli che dopo il voto del 28 maggio ha chiesto le dimissioni della giunta. Sono accettate solo dal suo gruppo, si astengono socialisti, socialdemocratici e comunisti, votano contro liberali e missini sostenendo che un consigliere eletto può rimanere in consiglio anche se esprime una posizione in contrasto con quella del suo partito. Le dimissioni sono comunque accettate
  
1963 giugno 21 R Bandiere a festa sugli edifici pubblici e l’illuminazione straordinaria di Palazzo Vecchio salutano l’elezione al soglio pontificio del cardinale Montini con il nome di Paolo VI
  
1963 luglio 2 P Mario Napoletano, nuovo segretario generale del Comune, riceve le consegne da Broccoli
  
1963 luglio 12 F In Palazzo Vecchio cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a U Tant segretario generale dell’ONU
  
1963 agosto 7 P Muore Vittorio Fossombroni, presidente nazionale del PLI e leader dei liberali fiorentini
  
1963 agosto 14 F Soggiorno in città per il re dell’Afghanistan Mohammed Zahir Shah con moglie e figlia
  
1963 agosto 23 A Riaperta dopo i restauri la Cappella Peruzzi in Santa Croce
  
1963 settembre 15 P Non avendo ricevuto alcuna solidarietà dal partito per la denuncia subita per la pubblicazione sul giornale dell’articolo di padre Balducci sull’obiezione di coscienza, Pinzauti si dimette dalla direzione de "Il Giornale del Mattino". Bianchi ne riassume la direzione, ma il declino del quotidiano è ormai iniziato e si traduce in una serie di gestioni affidate ad ammistratori delegati del partito
  
1963 settembre 1-4 P Polemica fra forze di maggioranza e sindaco per la sua decisione di concedere le Cascine al PCI per la Festa nazionale dell’Unità
  
1963 settembre-ottobre A Palazzo Strozzi ospita la III Biennale Internazionale dell’Antiquariato, con manifestazioni collaterali di successo sulla cucina rinascimentale: cene a Villa di Marignolle, al Forte Belvedere, al Circolo Borghese
  
1963 ottobre U Iniziano i cantieri per la costruzione dei sottopassaggi pedonali in piazza della Stazione
  
1963 ottobre 4 P Il Consiglio provinciale delle ACLI presieduto da Goffredo Nocentini, assessore comunale, accusa di grave immobilismo la giunta La Pira in particolare in relazione alla grave crisi degli alloggi
  
1963 ottobre 12 U La Pira inaugura una nuova scuola prefabbricata in via dei Bruni
  
1963 ottobre 11-12 P Una manifestazione contro il risorgere del fascismo e del nazismo (con corteo dalla Fortezza da Basso a Piazza della Signoria) conclude il convegno sulla Resistenza europea tenutosi in Palazzo Vecchio
  
1963 ottobre 15 P Padre Balducci e Pinzauti sono condannati in Corte d’appello per l’articolo scritto dal primo sull’obiezione di coscienza
  
1963 ottobre 20 P Gli assessori comunali socialisti (Enriques Agnoletti, Furno, Detti, Ramat) rimettono il mandato al Congresso provinciale del partito per l’ attacco che la maggioranza "autonomista" del PSI fiorentino (pur confermando fedeltà al centrosinistra) conduce contro la giunta La Pira
  
1963 ottobre 20 U Collaudato il cavalcavia dell’Affrico
  
1962 novembre 2 P L’esecutivo provinciale del PSDI invita i propri assessori a dimettersi dalla giunta La Pira per mettere fine al suo "progressivo stato di deterioramento"
  
1963 novembre 5-6 P L’esecutivo provinciale della Dc conferma la fiducia a La Pira dopo l’annuncio delle possibili dimissioni da parte degli assessori socialdemocratici e dopo le critiche espresse dall’assessore democristiano Nocentini. Contraria la corrente di "centrismo popolare"
  
1963 novembre 6 P Duro scontro in giunta tra assessori democristiani: il lapiriano Pistelli e il presidente provinciale ACLI Nannini che aveva espresso forti critiche alle posizioni dell’area vicina al sindaco
  
1963 novembre 7 E L’Azienda per il Turismo delibera l’acquisto di Villa Contini Bonacossi per destinarla a sede del Palazzo dei Congressi della città
  
1963 novembre 9 P Gli assessori socialdemocratici Marchetti, Martelli e Palermo presentano le dimissioni al sindaco in ottemperanza alle deliberazioni della federazione provinciale PSDI. Nei giorni successivi il PSI conferma la propria posizione per il governo della provincia, rendendo evidente come la crisi del centrosinistra sia complessa e di difficile soluzione, anche per le divisioni interne alla DC le cui correnti più moderate chiedono cambiamenti radicali nella linea del partito
  
1963 novembre 16 E Il rettore Archi, aprendo l’anno accademico, auspica un rinnovamento strutturale pedagogico e scientifico dell’Università
  
1963 novembre 25 P Città in lutto per la morte del presidente americano Kennedy, assassinato il 22 novembre a Dallas. Kennedy è commemorato da La Pira in consiglio comunale. In sua memoria è svolta una solenne funzione religiosa in Duomo alla presenza di tutte le autorità civili e militari, del console americano, della colonia americana in città e dei fiorentini
  
1963 novembre 29 P Il gruppo Dc diserta il Consiglio comunale per far mancare il numero legale ed evitare la discussione sulla crisi che travaglia la giunta
  
1963 dicembre 8 U Aperto al pubblico il ponte pedonale metallico costruito su viale Matteotti, angolo fra piazza della Libertà e via Cavour
  
1964 A Si aprono i cantieri per il restauro del Chiostro degli Aranci della Badia Fiorentina (finito nel 1968), del chiostro e del cenacolo di Sant’Apollonia e di Casa Buonarroti
  
1964 A Lavori di ripristino dei saloni sovrastanti la Chiesa di Orsanmichele e di consolidamento delle strutture murarie e del tetto di questa
  
1964 U Gli architetti Giuseppe Gori, Paolo Pettini, Rosario Vernuccio firmano il progetto della Casa dello Studente di viale Morgagni, i cui lavori termineranno nel 1973
  
1964 U Iniziano i lavori del Centro internazionale dei Congressi in via Valfonda
  
1964 gennaio P Trasferito a Torino il prefetto Caso è sostituito da Simone Prosperi Valenti, proveniente da Ancona, che si insedia il 1° febbraio
  
1964 gennaio 14 P In seguito alla scissione della componente di sinistra dal PSI, anche a Firenze viene costituita la sezione del nuovo partito: il PSIUP (Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria)
  
1964 gennaio 17-18 P Il Consiglio comunale respinge le dimissioni della giunta. DC e PSI (24 in tutto) hanno votato contro, a favore PSDI, MSI e PLI (7), fondamentale l’astensione del gruppo del PCI (19)
  
1964 gennaio 18 E Entrano in funzione in via sperimentale gli autobus a due piani, alti 4,20 metri, capaci di trasportare 130 passeggeri
  
1964 gennaio 20 P L’assessore PSDI Marchetti, in contrasto con il partito, decide di restare in giunta e di garantirne l’appoggio in consiglio comunale
  
1964 gennaio 21 P Il PSDI espelle Marchetti
  
1964 gennaio 25 E Inaugurato l’Ufficio informazioni turistiche nella Loggia di Palazzo Rucellai
  
1964 febbraio 13 A Inaugurata in Palazzo Strozzi la "Mostra del letto antico e moderno"
  
1964 febbraio 15-16 P Il Consiglio comunale accetta le dimissioni degli assessori socialdemocratici Martelli e Palermo, sostituiti da Franco Tancredi (PSI) e Luciano Bausi (DC)
  
1964 febbraio 19 E Il Consiglio comunale approva l’acquisto del pacchetto azionario del consorzio della centrale del latte, assumendone quindi il controllo diretto e la gestione del servizio
  
1964 marzo 20 P La Pira presenta il primo numero di Firenze, notiziario quindicinale del Comune diretto a informare i cittadini degli impegni, dei lavori e dei problemi dell’amministrazione
  
1964 marzo 21 A A Palazzo Strozzi II edizione della mostra-mercato d’arte contemporanea
  
1964 aprile  F Si costituisce l’Associazione del Calcio in costume, presieduta dal marchese on. Emilio Pucci per il ritiro del colonnello Batini che è stato il vero organizzatore dalla ricostituzione della manifestazione nel dopoguerra. Vicepresidente è il marchese Gianpietro Ghini, consiglieri: Virgilio Ciardi, Gerardo Kraft, Ferruccio Bindi, Alberto Caramella, Gianfranco Franchi, Gilberto Turchini, Antonio Mangani, Luigi Sozzi, Umberto Vanni
  
1964 aprile 12 U Inaugurato il centro residenziale "Le Bagnese" realizzato dall’impresa del barone Ritter de Zahony in accordo con il Comune di Scandicci: venti ettari per circa 4.000 persone; assicurati tutti i servizi: scuola, asilo-nido, piscina pubblica e spazi verdi
  
1964 aprile 18 A Inaugurata all’Archivio di Stato la mostra sulla Basilica di San Lorenzo e le Cappelle medicee
  
1964 aprile 21 E Gli studenti occupano l’Accademia di Belle Arti, ospitata dalla Facoltà di Architettura in piazza San Marco, per protestare contro la mancata risposta del governo al progetto di riforma dell’accademia presentato dal congresso nazionale degli allievi
  
1964 aprile 30 E Rinnovato il sistema di illuminazione di piazza Indipendenza: al posto dei vecchi fanali installati i lampioni a candelabro di ghisa a quattro lampade
  
1964 maggio 23 A Con una solenne cerimonia in Palazzo Vecchio si apre il ciclo di celebrazioni promosse dall’Accademia delle Arti del Disegno in occasione del IV centenario della morte di Michelangelo alla presenza del sen. Gronchi, presidente del Comitato per le onoranze a Michelangelo
  
1964 giugno A Inizia il restauro della facciata della chiesa di San Gaetano in piazza Antinori
  
1964 giugno 3 F Scoperto, con cerimonia ufficiale alla presenza di Florit e La Pira, il bassorilievo di bronzo, opera dello scultore spagnolo Carmelo Pastor, in memoria di papa Giovanni XXIII nella piazzetta del Giglio
  
1964 giugno 14 A Riapre la Casa di Michelangelo in via Ghibellina, dopo i restauri iniziati nel settembre ’63 che l’hanno riportata allo stato originario; inaugurazione da parte del sen. Gronchi della Mostra di disegni e autografi di Michelangelo nell’ambito delle celebrazioni centenarie
  
1964 giugno 21 A Esposta in San Lorenzo, sull’altare di San Giuseppe, la grande tela raffigurante il santo dipinta da Pietro Annigoni
  
1964 giugno 28 F Posa della prima pietra della chiesa di San Pio X al Sodo, in fondo a via delle Panche, da parte del vicario generale della diocesi monsignor Giovanni Bianchi che sottolinea l’esigenza di costruire nuove chiese nelle zone periferiche della città
  
1964 luglio 4 R Monsignor Florit annuncia al clero la nomina pontificia di monsignor Giovanni Bianchi a vescovo ausiliare della diocesi di Firenze
  
1964 luglio 23-24 P Il Consiglio comunale approva, dopo una lunga discussione e forti tensioni nella Dc fiorentina, il bilancio con 31 voti contro 22
  
1964 agosto 11 P Per ricordare il XX anniversario della liberazione della città sfilano i gonfaloni di 86 città d’Italia. In piazza della Signoria interventi di La Pira, Fabiani, Gabbuggiani, Zoli, Enriques Agnoletti e del sen. Parri
  
1964 agosto 19 C Muore il pittore e scrittore Ardengo Soffici
  
1964 agosto 21 P Cordoglio di La Pira e di tutto il mondo politico fiorentino per la morte di Palmiro Togliatti segretario nazionale del PCI
  
1964 settembre 8 R Monsignor Bianchi consacrato vescovo nel Duomo di Firenze
  
1964 settembre 9 C Inaugurata nei locali della Biblioteca nazionale la mostra di documenti e cimeli galileiani nell’ambito delle cerimonie per il IV centenario della nascita di Galileo
  
1964 settembre 14 C In Palazzo Vecchio convegno su Galileo nella storia e nella filosofia della scienza
  
1964 settembre 17 P Muore in un incidente stradale l’on. Nicola Pistelli, assessore nelle giunte La Pira e leader fiorentino della corrente di "Base" del partito democristiano
  
1964 ottobre 3 F In occasione del raduno nazionale dei granatieri di Sardegna, carosello storico con i reggimenti vestiti con i costumi delle varie epoche allo Stadio
  
1964 ottobre 10-15 F I reali di Danimarca Federico e Ingrid trascorrono cinque giorni di vacanza a Firenze per la terza volta in quattro anni
  
1964 ottobre 11 F Patto di amicizia a fraternità siglato fra Firenze e Filadelfia
  
1964 ottobre 22 C Archi riconfermato rettore dell’Università con 81 voti dei 108 docenti ordinari votanti
  
1964 novembre 1 C Il cardinale Tisserant, decano del Sacro collegio, il cardinale Bea, presidente del segretariato per l’unità dei ciristiani, e monsignor Florit presenziano all’inaugurazione dell’Istituto Niels Stensen nel viale Don Minzioni, coronamento delle attività svolte dai padri gesuiti per i giovani fiorentini. L’edificio è stato progettato dagli ingegneri Camici e Cappelli. L’Istituto dispone di posti letto, aule, spazi ricreativi ed è frequentato da studenti americani, italiani e di altre nazionalità
  
1964 novembre 18 E L’amministrazione comunale firma la convenzione per la realizzazione, da parte del consorzio privato presieduto dal conte Filippo Pandolfini, del centro ortofrutticolo e dei relativi impianti di refrigerazione a Novoli presso il Mercato ortofrutticolo
  
1964 novembre 22-23 P Elezioni comunali: DC 28,41% (87.118 voti), PSDI 6,47% (19.828), PRI 0,7% (2.140), PSI 10,7% (32.801), PCI 34,75% (106.596), PSIUP 1,85% (5.660), PLI 11,97% (36.723), MSI 4,52% (13.875), Monarchici 0,63% (1.928). I seggi del Consiglio sono così ripartiti: PCI 22, DC 18, PLI 7, PSI 6, PSDI 4, MSI 2, PSIUP 1. Appare difficile la formazione di qualsiasi maggioranza
  
1964 dicembre E Molti fiaccherai iniziano ad arrendersi alle trasformazioni del traffico cittadino e chiedono di diventare tassisti
  
1964 dicembre 16 A Inaugurata in Palazzo Vecchio la mostra di arte thailandese
  
1965 A Nello Bemporad redige il primo progetto dei Grandi Uffizi
  
1965 U Su progetto di Velio Mazzei si aprono i cantieri per costruzione di nuovi edifici residenziali lungo il viale Europa
  
1965 U L’architetto Giovanni Ravioli e gli ingegneri Carlo Damerini e Vittorio Scalese progettano il Ponte da Verrazzano
  
1965 A Si iniziano a sostituire con delle copie le formelle di Andrea Pisano del Campanile di Giotto, trasferite nel Museo dell’Opera del Duomo
  
1965 A Si restaura il campanile della Chiesa di San Felice in Piazza
  
1965 gennaio 16 U Aperto il primo "braccio" dei sottopassi di Piazza della Stazione: è il tratto che attraversa via Nazionale
  
1965 gennaio 17 C Dopo sette anni di chiusura per riordinamento riapre il Museo della Specola fondato nel 1775 dal Granduca Pietro Leopoldo
  
1965 gennaio 23 E Occupata dagli studenti la nuova sede della Facoltà di Lettere in via Alfani nel corso dell’inaugurazione del nuovo anno accademico, dopo che il rettore aveva impedito alla rappresentante degli studenti di concludere il suo intervento
  
1965 febbraio 15 P Eletto sindaco l’avv. Lelio Lagorio, segretario della federazione socialista, con i 28 voti di PSI, PCI, PSIUP; La Pira ha ottenuto solo i 18 voti dei DC; liberali, socialdemocratici e missini hanno votato scheda bianca, assente il consigliere socialista Detti
  
1965 febbraio 16 P Confermato Elio Gabbugiani alla presidenza della provincia con una giunta PSI-PCI
  
1965 febbraio 22 P Eletto il sindaco, manca ancora l’accordo sulla giunta, anche per le proteste della DC nazionale per la svolta frontista del PSI fiorentino. I consiglieri di DC, PSI, PSDI e PCI fanno rinviare la seduta del consiglio
  
1965 febbraio 22 R All’interno del Concistoro voluto da papa Paolo VI, l’arcivescovo di Firenze, monsignor Florit, è consacrato cardinale
  
1965 febbraio 28 P La Pira non accetta la designazione a sindaco al posto di Lagorio, esito dell’accordo fra i partiti del centrosinistra legato alla contemporanea discussione per un rimpasto del governo nazionale
  
1965 marzo E Entra in funzione in via sperimentale sugli autobus una macchinetta per la distribuzione automatica dei biglietti. Proteste del personale ATAF
  
1965 marzo 3 P Lagorio giura come sindaco e poi si dimette per le pressioni ricevute da Roma e per le ripercussioni che una giunta con il PCI avrebbe avuto sul governo, mettendo a rischio la maggioranza di centrosinistra
  
1965 marzo 6 F Inaugurata in Palazzo Strozzi la prima Biennale della "Casa abitata" alla presenza del Ministro della Sanità Mariotti
  
1965 marzo 10 P Il Consiglio comunale approva una giunta di centrosinistra guidata da Lagorio eletto sindaco
  
1965 marzo 16 P Lagorio distribuisce le deleghe agli assessori: vicesindaco, con delega agli affari legali Giulio Maier PSDI, vicesindaco con delega agli affari generali Rodolfo Francioni DC, bilancio e finanze Giovanni Ciabatti DC, lavori pubblici Sergio Martelli PSDI, urbanistica Luciano Bausi DC, tributi assistenza e sviluppo economico Franco Tancredi PSI, pubblica istruzione Alderigo Chiarori DC, servizi pubblici e municipalizzate Aldo Fiaschi PSI, polizia annona e mercati Edoardo Speranza DC, personale Cesare Mattini DC, patrimonio ed economato Guglielmo Bacci DC, Belle arti, cultura e turismo Aurelio Frati DC, igiene e sanità Pietro Mazzocca PSDI, sport e giardini Sergio Querci DC, servizi demografici Gini Batisti DC
  
1965 marzo 28 P XX anniversario della Liberazione; raduno nazionale dei reduci del corpo di liberazione nazionale (i gruppi combattenti del ricostituito esercito italiano che aveva affiancato l’avanzata angloamericana lungo la penisola fra il 1943 e il 1945)
  
1965 marzo 30 E Un’assemblea di studenti decide l’occupazione della Facoltà di Magistero per protestare contro il piano Gui sulla riforma universitaria
  
1965 aprile 2 P Bianchi si dimette dalla direzione de "Il Giornale del Mattino"; gli succede Osvaldo Biondi, ma il giornale è ormai in grave crisi
  
1965 aprile 3 F Il Ministro della Sanità Mariotti inaugura la nuova sede dell’Ospedale oftalmico in via Masaccio
  
1965 aprile 4-9 F Soggiorno fiorentino per re Gustavo di Svezia
  
1965 aprile 5 P Il Consiglio comunale boccia l’odg della DC e approva quello del socialista Enriques Agnoletti sulla guerra del Vietnam grazie a La Pira e ad altri cinque consiglieri democristiani (Fioretta Mazzei, Giovannoni, Gori, Arpioni, Zolo) che hanno votato insieme ai comunisti
  
1965 aprile 10-11 P Gli organismi dirigenti comunali e provinciali della DC deplorano la scelta dei lapiriani di votare in consiglio comunale con i comunisti
  
1965 aprile 17 U Inaugurati i sottopassaggi di Piazza dell’Unità
  
1965 aprile 20 C Nel Salone dei 500 celebrazioni del VII centenario della nascita di Dante con l’apertura del congresso internazionale di studi danteschi da parte del presidente del Comitato nazionale on. Gui, Ministro della Pubblica Istruzione
  
1965 aprile 25 P Seduta congiunta straordinaria dei consigli comunale e provinciale per celebrare il XX anniversario della Liberazione. Interventi di Eugenio Artom, Fabiani, La Pira e Enriques Agnoletti, discorso dell’on. Ugo La Malfa. Cerimonia nel Salone dei Cinquecento con discorso dell’on. Giorgio Bo Ministro delle partecipazioni statali
  
1965 aprile 29 A Completati i restauri della Fontana del Nettuno in Piazza della Signoria
  
1965 giugno 10 C Il Ministro Gui inaugura alla Certosa del Galluzzo la mostra La città di Firenze ai tempi di Dante
  
1965 giugno 24 U Inaugurazione dell’intera rete di sottopassi pedonali di Piazza della Stazione
  
1965 settembre A Si concludono i lavori di restauro, iniziati a maggio, della facciata del Palazzo Giandonati-Canacci in piazza di Parte Guelfa
  
1965 settembre 20 P Sospeso dalla Dc il consigliere lapiriano Danilo Zolo per il suo intervento fortemente critico nel consiglio comunale del 29 luglio sul bilancio preventivo
  
1965 settembre 25 P Il Consiglio comunale accetta all’unanimità le dimissioni della giunta Lagorio
  
1965 ottobre 10 C Inaugurato in Palazzo Vecchio il convegno sul centenario delle leggi amministrative di unificazione nazionale del 1865 con l’intervento del presidente della Corte costituzionale prof. Ambrosini
  
1965 ottobre 12 C Inaugurata la mostra sull’unificazione amministrativa a Palazzo Pitti
  
1965 ottobre 16 A Primo congresso internazionale degli esperti e dei critici d’arte a Palazzo Strozzi collateralmente alla quarta biennale dell’antiquariato
  
1965 ottobre 26 P Fabiani, eletto sindaco con i soli voti dei 22 consiglieri comunisti, non accetta e si dimette. Assenti i consiglieri democristiani, compresi i lapiriani che hanno seguito le direttive del partito
  
1965 novembre U Ultimato il prolungamento del viale Redi di fianco al torrente Mugnone fino a via Maragliano
  
1965 novembre 5 E Tutta la città è sorpresa dalla notizia della nascita di due gemelli siamesi nella clinica di Villa Ulivella
  
1965 novembre 6 F Cerimonia di gemellaggio fra Firenze e Kyoto
  
1965 novembre 13-14 F Su iniziativa del cardinale Florit, i padri conciliari giunti a Firenze partecipano alle solenni cerimonie nel Battistero di San Giovanni per onorare la figura di Dante Alighieri, incoronato poeta nella sua città dopo sette secoli dalla sua nascita
  
1965 novembre 14 A Inaugurata dal presidente della Camera on. Brunetto Bucciarelli Ducci la mostra dell’architetto finlandese Alvar Aalto a Palazzo Strozzi
  
1965 novembre 15-16 P Dopo che anche l’ultima seduta del consiglio comunale è saltata per l’assenza del numero legale, il prefetto Prosperi Valenti ha adottato i provvedimenti previsti dalla legge e ha nominato commissario prefettizio il dottor Adriano Monarca, viceprefetto di Cagliari
  
1965 novembre 23 F Arrivano in visita in città il principe Hitachi, figlio minore dell’imperatore del Giappone, con la consorte Hanako
  
1965 novembre 27-28 F Nel 50° anniversario della morte, cerimonie in memoria di Giosuè Borsi: commemorazione del presidente della Camera on. Bucciarelli Ducci in Palazzo Vecchio, messa nella Basilica di San Lorenzo e scoprimento di una lapide nel chiostro laurenziano e di un busto dell’eroe nella cripta sottostante la Basilica
  
1965 novembre-dicembre A Grazie a vari scavi e ricerche, appare certo che la vecchia cattedrale di Santa Reparata è sotto il pavimento di Santa Maria del Fiore
  
1965 dicembre 27 P Data la complessità e la mole dei problemi della città, il prefetto ha accolto la richiesta del commissario Monarca di nominare due vicecommissari nelle persone del dottor Giuseppe Foti e dell’ispettore generale di ragioneria Salvatore Familiari
  
1966 A Restauro dell’Ospedale degli Innocenti
  
1966 C L’Accademia della Crusca si trasferisce da Palazzo Castellani nella Villa Medicea di Castello
  
1966 gennaio 6 R Nella Cattedrale si svolgono le cerimonie di apertura del Giubileo straordinario promulgato da papa Paolo VI a conclusione del Concilio
  
1966 gennaio 9 E La città è ricoperta dalla nevicata più abbondante verificatasi dal 1946
  
1966 gennaio 10 U Il Consiglio superiore dei lavori pubblici, riunito in seduta plenaria, approva il piano regolatore generale di Firenze adottato dal Consiglio comunale il 22 dicembre 1962
  
1966 gennaio 14 U Appaltati in Comune i lavori di risanamento del quartiere di Rovezzano, nuovi fabbricati saranno costruiti al posto dei lotti di "case minime"
  
1966 marzo 12 E Esposti a Palazzo Strozzi i progetti fra i quali sarà scelto il futuro Palazzo dello Sport. Il 27, al Gabinetto Vieusseux, premiazione del progetto vincitore, quello degli arch. Massimo Battaglini, Sante De Sanctis, Franco Tenca e dell’ing. Ugo Viale
  
1966 marzo 14 E Iniziano i lavori del nuovo Palazzo dei Congressi: la struttura sorgerà a fianco a Villa Vittoria, presso via Valfonda, e sarà parzialmente interrata e mimetizzata nel verde, con una copertura a forma di anfiteatro. La vecchia struttura della villa sarà destinata ai convegni minori
  
1966 marzo 30 C Nel Salone dei 500 celebrazioni per il V centenario della morte di Donatello a cura dell’Accademia dell’Arte del Disegno
  
1966 aprile 3 P Intervenuti per dividere una lite fra un gruppo di studenti e dei ‘capelloni’, i poliziotti arrestano uno di questi perché in possesso di un coltello. Contemporaneamente un gruppo di matricole universitarie ha disturbato il comizio del sen. Fabiani e dell’on. Pajetta del PCI nel Piazzale degli Uffizi
  
1966 aprile 17 P Con oltre l’80% delle preferenze gli iscritti DC designano Bargellini a capo della lista del partito per le prossime elezioni comunali. A La Pira solo il 16% dei voti. Nella DC fiorentina l’ex sindaco appare sempre più isolato e avversato per le posizioni di apertura ai comunisti
  
1966 aprile 24 C Inaugurata in Archivio di Stato la mostra su Firenze dopo l’Unità
  
1966 aprile 30 F Solenne chiusura delle manifestazioni del VII Centenario della nascita di Dante con l’orazione del Ministro Gui in Palazzo Vecchio
  
1966 maggio 2 U Il commissario Monarca ha modificato il piano regolatore secondo le indicazioni del Consiglio superiore dei LL. PP. Accentuato il potere di controllo e di intervento della soprintendenza ai monumenti, stralciate alcune parti ritenute irrealizzabili come, ad esempio, il previsto spostamento della ferrovia Firenze-Roma sotto le colline di Settignano e Fiesole
  
1966 maggio 7 P Partecipazione ridotta alla manifestazione antifascista in Piazza Strozzi per chiedere lo scioglimento delle organizzazioni fasciste nella scuola e nel paese, il rinnovamento democratico dell’Università e per commemorare lo studente romano Paolo Rossi morto negli scontri verificatisi nell’ateneo della capitale. Tra i relatori: Enzo Enriques Agnoletti, il sen. comunista Bufalini, l’on. Tristano Codignola, La Pira
  
1966 maggio 9-10 P Il Comitato provinciale della DC ha escluso La Pira dalla lista per le elezioni comunali. I lapiriani hanno annunciato il disimpegno dal partito, sostenendo una visione diversa del centrosinistra rispetto a quella DC. La Sinistra di Base, riunita attorno alla rivista "Politica" ha invece confermato la propria lealtà al partito
  
1966 maggio 19 F Battendo in finale il Catanzaro la Fiorentina si aggiudica la sua terza Coppa Italia.  
1966 maggio 14-23 C Mostra iconografica e fotografica sulla prima guerra mondiale a Palazzo Strozzi
  
1966 giugno A Dopo quelli dei palazzi Bartolini Salimbeni e Feroni, il restauro di Palazzo Buondelmonti restituisce a piazza Santa Trinita la bellezza originaria
  
1966 giugno 4 P La curia, con una nota di Monsignor Bianchi, richiama i cattolici all’unità in vista delle elezioni imminenti
  
1966 giugno 6 E Il Commissario Monarca inaugura la prima micropiscina costruita dal Comune presso la Scuola Don Minzoni in via Reginaldo Giuliani
  
1966 giugno 12-13 P Elezioni comunali: DC 28,63% (voti 85.333), PSI 10,93% (32.567), PSDI 7,42% (22.104), PRI 0,95% (2.821), PCI 35,16% (104.819), PLI 10,38% (32.948), MSI 3,6% (10.717), PSIUP 2,08% (6.208), Monarchici 0,7% (2.075). Il consiglio è composto da 22 comunisti, 1 esponente del PSIUP, 7 socialisti, 4 socialdemocratici, 18 democristiani, 6 liberali, 2 missini
  
1966 giugno 17 P Fallimento della SET, proprietaria de "Il Giornale del Mattino"
  
1966 giugno 19 F Battendo in finale i cecoslovacchi dello Jednota Trencin la Fiorentina si aggiudica la Mitropa Cup.  
1966 giugno 24 E "La Nazione" trasferisce la propria sede da via Ricasoli all’area compresa tra piazza Beccaria e piazza Ghiberti
  
1966 luglio 16 E Su provvedimento di Monarca, piazza della Signoria, piazzale degli Uffizi e vie adiacenti diventano "zona blu" pedonale dalle ore 10 alle 23
  
1966 luglio 28 C Il Comune cede allo Stato Villa Tolomei, in via di Marignolle, che dovrà ospitare la sede dell’Università europea
  
1966 luglio 29 P Il Consiglio comunale elegge sindaco Piero Bargellini con i 28 voti dei gruppi DC, PSI e PSDI; Fabiani ottiene 23 voti (PCI e PSIUP), 8 schede bianche (PLI e MSI)
  
1966 luglio 31 P Chiude "Il Giornale del mattino"
  
1966 agosto U Cominciano i lavori di consolidamento di Ponte Vecchio
  
1966 agosto 1 P Insediamento del sindaco Bargellini
  
1966 agosto 4 E Inaugurato alle Cascine il Centro turistico sportivo
  
1966 agosto 5 P Si è insediata la giunta: Lelio Lagorio (PSI) vicesindaco con delega agli affari generali e alla programmazione; Giulio Maier (PSDI) vicesindaco con delega agli affari legali; Guglielmo Bacci (DC) servizi pubblici e aziende municipalizzate; Luciano Bausi (DC) urbanistica; Giovanni Ciabatti (DC) bilancio, finanze e tributi; Aldo Fiaschi (PSI) personale; Mario Leone (PSI) pubblica istruzione; Sergio Martelli (PSDI) polizia e annona; Cesare Mattini (DC) assistenza, beneficenza e cantieri di lavoro; Pietro Mazzocca (PSDI) igiene e sanità; Alberto Nocentini (DC) patrimonio e sviluppo economico; Sergio Querci (DC) economato e giardini; Guglielmo Seravalli (PSI) servizi demografici e consigli di quartiere; Edoardo Speranza (DC) Belle arti, cultura, turismo e sport; Franco Tancredi (PSI) lavori pubblici
  
1966 agosto 25 P Nuovo prefetto di Firenze è Manfredi De Bernart, proveniente da Venezia; sostituisce Simone Prosperi Valenti nominato Consigliere di Stato
  
1966 settembre 2 E Inaugurato il primo nucleo di piscine del complesso del Campo di Marte intitolato allo sportivo fiorentino Paolo Costoli
  
1966 settembre 10 E Inaugurata dal sindaco Bargellini la biblioteca comunale di Bellariva, creata in un complesso prefabbricato in via Minghetti all’angolo con Lungarno Colombo
  
1966 settembre 13 C Muore per le gravi conseguenze di una caduta Delio Cantimori, maestro della storiografia moderna dal 1951 titolare della cattedra di Storia moderna all’Università di Firenze
  
1966 settembre 25 A A Palazzo Vecchio, presente il Ministro della Pubblica Istruzione Gui, congresso Donatello e il suo tempo nel V centenario della morte dell’artista
  
1966 settembre 25 P Raduno nazionale in Santa Croce di mille profughi di Zara e della Dalmazia
  
1966 settembre 29 P Sette giovani denunciati per aver scritto sui muri della città "W Mao" e delle bestemmie
  
1966 settembre 30 P La giunta si dimette dopo che il gruppo PCI ha votato contro l’odg dell’assessore socialista Targetti, che svincolava i gruppi esterni alla coalizione da qualsiasi responsabilità politica qualora avessero votato a favore del bilancio contabile, rivelando l’indisponibilità a sostenere quest’ultimo. Diventando i voti di PLI e MSI determinanti, gli assessori PSI e PSDI presentano le dimissioni spingendo a dimettersi lo stesso Bargellini
  
1966 ottobre 16 F Un grande concerto delle cornamuse scozzesi ha concluso la "Settimana inglese" organizzata in città dal Consolato del Regno Unito con allestimento di un pub tipico, il transito del caratteristico bus di Edimburgo, e le varie manifestazioni delle Union Jack
  
1966 ottobre 26 E Una ragazza di 14 anni di Scandicci scappa di casa per seguire la "vita beat"
  
1966 ottobre 31 E Gli ultimi reparti e servizi militari hanno lasciato la Fortezza da Basso per trasferirsi nella nuova caserma "Simoni" in via della Scala inaugurata dal gen. Ugo Centofanti comandante della regione militare tosco-emiliana e da tutte le autorità civili
  
1966 novembre 2 P Dopo le dimissioni degli assessori socialisti, il consiglio provinciale approva la nuova giunta guidata da Gabbuggiani grazie al voto dell’ex socialdemocratico Leonetto Strati nominato assessore
  
1966 novembre 4   L’Arno straripa a Firenze alle sei del mattino allagando gran parte della città
  
1966 novembre 6 P Il presidente della Repubblica Saragat in visita fra le rovine della città, contestato dalla rabbia popolare, predispone un piano straordinario di emergenza con i ministri Taviani e Tremelloni
  
1966 novembre 6 P Il Consiglio comunale, riunito in seduta straordinaria, respinge la richiesta dello stato di emergenza e si assume tutte le responsabilità. Viene formato un Comitato di salute pubblica formato dai capigruppo di tutti i partiti con gli assessori, sotto la presidenza del sindaco
  
1966 novembre 7 E Un reggimento dell’esercito arriva in soccorso della popolazione. Gruppi di studenti iniziano a lavorare al recupero delle opere d’arte
  
1966 novembre 8 P Drammatico appello di Bargellini che chiede macchinari per pulire Firenze dal fango e dai detriti dell’alluvione
  
1966 novembre 8 P Il Comitato di salute pubblica al termine di una lunga riunione in Prefettura ottiene che la giunta assuma la responsabilità diretta delle operazioni d’emergenza necessarie
  
1966 novembre 9 E Arrivano i primi mezzi meccanici per pulire la città
  
1966 novembre 12 C Costituito dal sindaco Bargellini e dal prof. Ragghianti il Comitato fondo internazionale per Firenze per raccogliere contributi che già arrivano da tutto il mondo per le biblioteche, i monumenti, i musei
  
1966 novembre 15 E Chiuso al traffico il Ponte alla Carraia. 1.300 alluvionati si installano a Sorgane. Un vero esercito di giovani è arrivato in città per salvare i libri e le opere d’arte sommerse da acqua e fango
  
1966 novembre 26 E Ripristinati i servizi ATAF grazie all’arrivo di automezzi da Genova, Milano, Roma e Bologna. Deviate alcune linee per l’intransitabilità della strada
  
1966 novembre 27 C Il Teatro comunale inaugura la stagione lirica con l’Incoronazione di Poppea di Monteverdi
  
1966 novembre 30 A Nonostante le distruzioni e le perdite subite, gli antiquari annunciano che si terrà ugualmente la Biennale di Palazzo Strozzi
  
1966 novembre 30 P Visita privata del presidente del Senato Merzagora
  
1966 dicembre 5 E Riaprono, pur tra molti disagi, le scuole elementari
  
1966 dicembre 6 E Partono i 3.500 soldati intervenuti in città subito dopo l’alluvione. Il lavoro di pulizia passa all’ASNU e ai vigili del fuoco
  
1966 dicembre 8 F Il Comune delibera di far apporre targhette di marmo per segnare il livello dell’Arno nel momento di massima piena; iniziano ad essere collocate dal 29 dicembre
  
1966 dicembre 9-10 P Riunione straordinaria del Consiglio comunale per ascoltare la relazione del sindaco Pieraccini conclusasi con la proposta, accettata da tutti i gruppi politici, di costituire cinque commissioni consiliari da affiancare al lavoro della giunta
  
1966 dicembre 10 E Certificata la potabilità dell’acqua
  
1966 dicembre 13 F "La Nazione" lancia l’idea di tenere le Olimpiadi del 1976 a Firenze quale grande occasione per la ripresa e lo sviluppo della città
  
1966 dicembre 21 C Con un’austera cerimonia in Palazzo Vecchio si annuncia la riapertura di tutti i musei fiorentini alla presenza del Ministro della Pubblica Istruzione Luigi Gui
  
1966 dicembre 24-25 R Notte di Natale: papa Paolo VI, giunto in visita in città, saluta i fiorentini davanti a Santa Croce
  
1967 A Il Gabinetto del Restauro presso la Sovrintendenza alle Gallerie viene unificato con l’Opificio delle Pietre Dure
  
1967 gennaio  E Il genio civile indica in otto miliardi i danni dell’edilizia privata
  
1967 gennaio 14 E Chiude al Parterre il Centro di soccorso della Croce rossa italiana che ha assistito 7.000 famiglie con alimenti ed indumenti
  
1967 gennaio 23 E Il sindaco inaugura la ripresa dell’attività al mercato di Sant’Ambrogio
  
1967 gennaio 28 F Il sen. Gronchi inaugura alla Loggia Rucellai la Mostra L’Istituto d’arte di Firenze: è la prima manifestazione dopo l’alluvione
  
1967 gennaio 31 E Occupata la Facoltà di chimica, anche i professori in sciopero per la riforma dell’Università
  
1967 febbraio E Risulta ormai riaperto il 90% degli alberghi devastati dall’alluvione
  
1967 febbraio 1 U Termina l’iter burocratico del Piano regolatore approvato nel 1962 con la registrazione da parte della Corte dei Conti del decreto presidenziale del 5 settembre 1966
  
1967 febbraio 2 E Il Governo autorizza il Comune a comprare 300 alloggi, per due miliardi, per le famiglie sfollate in alberghi e istituti
  
1967 febbraio 3 E Gli studenti di Belle arti occupano l’Accademia; alla base della protesta la richiesta della parificazione dei loro titoli con quelli universitari e la concessione di forme di assistenza
  
1967 febbraio 3 A Sono esposte in Palazzo Vecchio le opere d’arte moderna di pittura e scultura donate alla città dietro appello del prof. Carlo Ludovico Ragghianti
  
1967 febbraio 6 E Occupata dagli studenti anche la Facoltà di Lettere
  
1967 febbraio 8 E Università in fermento: occupate Chimica, Architettura e l’Istituto di Mineralogia, liberata Lettere ma gli studenti si astengono dalle lezioni
  
1967 febbraio 9 E Sciopero degli insegnanti delle scuole medie e superiori. Gli studenti borsisti occupano la Casa dello studente di piazza Indipendenza, collegandosi alle proteste delle Facoltà in sciopero, e chiedono una nuova mensa
  
1967 febbraio 10 E 10.000 studenti in corteo per la riforma della scuola
  
1967 febbraio 13 A In Palazzo Vecchio inaugurata la IX edizione del Festival dei Popoli
  
1967 febbraio 26 A A Palazzo Strozzi mostra dell’arte moderna in Italia dal 1915 al 1935
  
1967 febbraio 28 P Il Consiglio comunale approva il bilancio con i voti di democristiani, socialisti, socialdemocratici e liberali, si astengono comunisti e missini, vota contro l’avv. Pacchi del PSIUP
  
1967 marzo E Iniziano i lavori per la sistemazione del Parco delle Cascine, così come del lungarno Colombo a Bellariva
  
1967 marzo 1 U Presentato il bando per il restauro e la sistemazione urbanistico-arichitettonica della Fortezza da Basso, destinata alla Mostra dell’Artigianato
  
1967 marzo 9 E Il sindaco Bargellini ha salutato e ringraziato calorosamente una rappresentanza degli ultimi giovani, stranieri e italiani, i cosiddetti "angeli del fango", che hanno terminato la loro attività nel lavoro di recupero e assistenza svolto dopo l’alluvione.
  
1967 marzo 13 P Voto unanime del Consiglio comunale per ospitare le Olimpiadi del 1976
  
1967 marzo 25 F In onore di Arturo Toscanini, nel centenario della nascita, viene inaugurato il XXX Maggio fiorentino con la Messa di requiem di Verdi diretta dal maestro Claudio Abbado
  
1967 marzo 28 P Il sindaco Bargellini si reca negli Stati Uniti d’America, invitato da numerose associazioni e organizzazioni. Torna il 23 aprile
  
1967 aprile 9 F Il presidente della Repubblica polacca, Edward Ochab, in visita a Firenze
  
1967 aprile 16 E Al termine della tradizionale festa delle matricole in piazza Repubblica, scontro fra studenti e capelloni che volevano coinvolgere i primi in una manifestazione pro Vietnam
  
1967 aprile 1-2 P Visita a Firenze del vicepresidente degli USA Hubert Humphrey
  
1967 aprile 17 P Per troppi impegni, essendo segretario del Ministro Pieraccini, l’assessore Fiaschi si dimette. Il Consiglio lo sostituisce con l’assessore Guglielmo Seravalli che lascia la delega dei servizi demografici al neoeletto Achille Vuturo, socialista
  
1967 maggio 2 P Muore in un incidente automobilistico Raffaello Ramat, ordinario di letteratura italiana alla Facoltà di magistero, già assessore alle Belle Arti del Comune
  
1967 maggio 8 P Muore l’assessore Alberto Nocentini per collasso cardiocircolatorio. Gli subentra in consiglio comunale il giornalista Federico Scianò
  
1967 maggio 12 P Il Consiglio comunale vota unanime, con la sola eccezione del missino De Sanctis, l’odg proposto dalla giunta di condanna del colpo di stato militare in Grecia
  
1967 maggio 16 E Per il mancato funzionamento delle fognature, un forte nubifragio provoca l’allagamento di gran parte della città mostrando la precarietà dei lavori post alluvione
  
1967 maggio 22 P Approvato dal Consiglio provinciale l’odg di PCI, PSU, PSIUP contro l’espansionismo militare USA in Vietnam. In serata manifestazione pro Vietnam in piazza Strozzi e corteo non autorizzato al Consolato americano. Intervento della polizia, 39 denunce e due arresti
  
1967 maggio 28 E Intervento della polizia su una quindicina di capelloni forzatamente trasferiti nelle rispettive città di origine. Contro i capelloni per strada dura presa di posizione dei commercianti: farebbero scappare i clienti essendo sporchi e occuperebbero spazio davanti ai negozi
  
1967 giugno E Il codice postale prevede la divisione delle città in ventuno zone, ciascuna con un proprio CAP
  
1967 giugno 10 E Diciassettenne di Scandicci lascia i genitori per andare a vivere con i capelloni
  
1967 giugno 12 C Muore il prof. Lamanna, ex rettore dell’Università di Firenze; aveva 82 anni
  
1967 giugno 14 E Matrimonio beat fra due diciassettenni sul greto dell’Arno, all’altezza del lungarno Serristori. I due ragazzi erano scappati di casa
  
1967 giugno 15-16 P Arrestato il dinamitardo che ha fatto esplodere nella notte del 15 una bomba, con una svastica disegnata sopra, contro la sede della SIP di via Masaccio: è un garzone lattaio, Mario Degli Innocenti, fanatico nazista
  
1967 giugno 17 C Il Ministro della Pubblica Istruzione Gui apre in Palazzo Vecchio le celebrazioni per il VII centenario della nascita di Giotto e inaugura nei saloni di Orsanmichele, restaurati e liberati dalle sovrastrutture dell’Ottocento, una mostra delle opere di Giotto e dei suoi allievi
  
1967 giugno 20-21 P Bomba con una svastica esplode nella notte sotto l’auto di Renato Dello Strogolo, ebreo, nel viale Eleonora Duse
  
1967 giugno 22 P Insediata in Palazzo Vecchio la Conferenza economica della città di Firenze voluta dal Comune per stabilire uno stretto contatto fra l’amministrazione e la città, sollecitando sui propri indirizzi programmatici il parere di enti ed associazioni rappresentative della cittadinanza
  
1967 giugno 24 F In occasione della festa patronale il Comune consegna agli ambasciatori di tutti i paesi una medaglia dello scultore Quinto Martini per esprimere gratitudine a coloro che a livello internazionale avevano aiutato Firenze dopo l’alluvione
  
1967 giugno 26 R Muore don Lorenzo Milani, priore di Barbiana nel Mugello, di cui in questo stesso anno esce il libro Lettere a una professoressa
  
1967 luglio 19  A Inaugurata la Loggia di San Paolo in piazza Santa Maria Novella
  
1967 agosto 20 P Muore Roberto Bracco, presidente della Camera di Commercio, già assessore nella Giunta Pieraccini
  
1967 agosto 21 E Una quindicina di capelloni fermati dalla polizia sotto la Loggia dell’Orcagna e condotti in questura per essere poi rinviati alle rispettive residenze, eccetto uno arrestato perché in possesso di un coltello con lama di misura non consentita
1967 agosto 22 E Sotto la Loggia dell’Orcagna un ballo beat improvvisato fra una ragazza inglese in minigonna e un ragazzo tedesco attrae sulla ragazza l’attenzione di una ventina di capelloni; ne seguono scontri sedati dalla polizia. Sempre in Piazza della Signoria arrestato un capellone in crisi per avvelenamento da marijuana e uno per atteggiamenti violenti sul Ponte San Niccolò
1967 agosto 23 E Fermati dalla polizia una ventina di capelloni sotto la Loggia dell’Orcagna, applausi dei passanti
1967 agosto 25 E Fermati altri dieci capelloni nascosti sugli argini dell’Arno, arrestata una ragazza svizzera in possesso di un coltello
1967 settembre 11 U Dopo i lavori di ripristino, riaperti i sottopassi di piazza della Stazione
1967 settembre 12 F Inaugurata alla Loggia Rucellai una mostra fotografica su Firenze devastata dall’Arno
1967 settembre 22 P Il Comune requisisce uno stabile dello Stato all’Isolotto per accelerare le pratiche volte a dare un’abitazione agli alluvionati
1967 settembre 22 F Il sindaco e il presidente del Consiglio Aldo Moro inaugurano la V Mostra-mercato biennale dell’antiquariato
1967 settembre 25-26 P Nella lunga seduta notturna il Consiglio comunale conferma per un voto la fiducia al sindaco: votano a favore DC e PLI, si astengono i socialisti, ad eccezione del capogruppo Dini che vota contro insieme ai consiglieri del PCI e del PSIUP
1967 settembre 27 P Bargellini presenta le dimissioni da sindaco
1967 settembre 30 F In via Nazionale festa per la riapertura della strada
1967 ottobre 3 F Cerimonia di scoprimento della lapide voluta dal Comune in memoria dell’on. socialista Gaetano Pilati, ucciso dai fascisti nel 1925, sulla facciata della casa dove aveva abitato a lungo in via Fratelli Dandolo. Al suo nome è stato poi deciso di intitolare una nuova scuola che deve essere costruita nel quartiere dell’Affrico
1967 ottobre 10 P L’on. Goffredo Nannini capogruppo della DC in Consiglio comunale si è dimesso da tale carica e da quella di consigliere
1967 ottobre 11-15 F Soggiorno in città dei sovrani di Danimarca, Federico e Ingrid, e del re di Svezia Gustavo Adolfo
1967 ottobre 13 P Dopo il sindaco e gli assessori democristiani, si dimettono anche quelli socialisti
1967 ottobre 15 P Il Consiglio comunale prende atto delle dimissioni della giunta
1967 ottobre 19 P Manifestazione dei movimenti giovanili del PCI e del PSU per commemorare Ernesto "Che" Guevara nel piazzale degli Uffizi. Al termine un corteo sfila per le vie del centro fino a piazza Strozzi dove un gruppetto di manifestanti dà fuoco a una bandiera americana appesa fuori del Palazzo per la Biennale dell’Antiquariato, provocando l’intervento della polizia
1967 ottobre 21-novembre 1 E Prima mostra del mobile al Parterre (200 espositori, oltre 600 ambienti, più di 100mila visitatori)
1967 ottobre 26 C Giacomo Devoto è eletto rettore, subentra al prof. Archi
1967 novembre 3 P Luciano Bausi è eletto sindaco a capo di una nuova giunta DC-PSU
1967 novembre 4 F Nel I anniversario dell’alluvione, sotto il loggiato della Biblioteca Nazionale, inaugurazione di una lapide in ricordo dei tanti giovani che si sono prodigati nel salvataggio dei libri alluvionati. Presenti moltissimi "angeli del fango" tornati per l’occasione
1967 novembre 13 P Il sindaco assegna le deleghe ai componenti della giunta: Giulio Maier (PSU) vicesindaco con delega agli affari legali, Olinto Dini (PSU) vicesindaco con delega agli affari generali istruzione, Mario Leone (PSU) pubblica istruzione, Sergio Martelli (PSU) polizia e annona, Pietro Mazzocca (PSU) igiene e sanità, Guglielmo Seravalli (PSU) personale, Franco Tancredi (PSU) lavori pubblici, Achille Vuturo (PSU) servizi demografici e consigli di quartiere; Guglielmo Bacci (DC) servizi pubblici e aziende municipalizzate, Alderigo Chiarori (DC) urbanistica, Giovanni Ciabatti (DC) bilancio, finanze e tributi, Aurelio Frati (DC) economato e giardini, Cesare Mattini (DC) assistenza, beneficenza e cantieri di lavoro, Sergio Querci (DC) patrimonio e sviluppo economico, Edoardo Speranza (DC) Belle arti, cultura, sport e turismo
1967 dicembre 4 U La giunta delibera il trasferimento dell’Archivio di Stato dalla sede degli Uffizi, ormai insufficiente, in nuovi locali che saranno edificati nell’area ex GIL presso piazza Beccaria
1967 dicembre 7 A Inaugurata agli Uffizi la mostra di pitture giapponesi appartenenti al Museo di Tokyo
1967 dicembre 7 E Occupate le Facoltà di Magistero e Lettere per protestare contro il piano Gui e chiedere una riforma radicale dell’Università
1967 dicembre 11-12 P Il Consiglio comunale approva la delibera di Giunta per il restauro e la ristrutturazione del Mercato centrale di San Lorenzo
1967 dicembre 20 E Ha chiuso il Fondo artigianato fiorentino, l’ultimo dei Comitati sorti dopo l’alluvione a sostegno dei cittadini
1967 dicembre 21 C Dopo 18 mesi di inattività per i danni dell’alluvione, riapre il Teatro della Pergola
1967 dicembre 24-25 P Nella notte di Natale veglia di penitenza nella chiesa dell’Isolotto per l’aggravarsi della violenza contro il Vietnam organizzata dalla Comunità parrocchiale dell’Isolotto
1968 A Terminano i restauri avviati l’anno precedente alle cripte quattrocentesche sottostanti alla chiesa e alla sacrestia vecchia di San Lorenzo
1968 gennaio 8 C Riaperta la Biblioteca Nazionale, mentre 120 specialisti sono impegnati nel restauro dei volumi alluvionati
1968 gennaio 8 U La giunta delibera di affidare ai prof. Ardirò e Michelucci l’incarico di precisare gli orientamenti e i criteri della ristrutturazione del quartiere di Santa Croce
1968 gennaio 8 E Gli studenti occupano la Facoltà di Lettere per contestare la riforma dell’Università all’esame del Parlamento
1968 gennaio 25 E L’assemblea degli studenti di Magistero proclama l’occupazione ad oltranza della Facoltà
1968 gennaio 29 P L’apposita commissione del Consiglio comunale sul decentramento amministrativo, istituita il 26 novembre 1966, ha approvato il regolamento istitutivo dei consigli di quartiere
1968 febbraio E Entra in funzione il palazzo delle Poste di via Pietrapiana
1968 febbraio 3 E Studenti medi e universitari sfilano in corteo e manifestano davanti alla prefettura, mentre proseguono le occupazioni
1968 febbraio 12 P Il Consiglio comunale approva all’unanimità l’istituzione dei consigli di quartiere
1968 febbraio 16 P Nel piazzale degli Uffizi manifestazione del Comitato fiorentino per la pace e la libertà del Vietnam presieduto da Enriques Agnoletti. Prende vita un corteo non autorizzato che ben presto si scioglie; un gruppo dà vita a manifestazioni antiamericane inneggiando a Mao. Un manifestante è arrestato per oltraggio alla bandiera nazionale
1968 febbraio 19-20 P Approvato dal Consiglio comunale il bilancio grazie al voto favorevole dei tre consiglieri liberali. Rispetto ai 31 voti richiesti su 60 consiglieri, il bilancio presentato dalla giunta ha ottenuto, infatti, 32 voti (DC, PSU, PLI), contro i 24 voti contrari di PCI, PSIUP e MSI
1968 febbraio 22-23 E Migliaia di persone si accalcano sui lungarni per osservare con trepidazione l’alzarsi del livello del fiume a causa della piena
1968 febbraio 24 E Maestranze della Galileo in agitazione a causa dei licenziamenti decisi dalla società
1968 febbraio 26 A Inaugurata nelle sale dell’Accademia delle arti del disegno la mostra dei disegni di Telemaco Signorini
1968 febbraio 28 P Muore Nello Trequandi, amico dei fratelli Rosselli, tra i fondatori del "Non mollare" negli anni Venti, antifascista repubblicano, condannato a tredici anni di carcere e confino, assessore nella giunta Pieraccini dopo la Liberazione della città
1968 marzo 5 E Manifestazione studentesca di solidarietà con gli studenti romani e di protesta per l’intervento della polizia nelle facoltà occupate della capitale
1968 marzo 7 E Sciopero generale della CGL contro la riforma delle pensioni promossa dal governo
1968 marzo 12 F Cerimonia di gemellaggio fra Firenze e Kiev già sottoscritto in URSS il 27 luglio 1967
1968 marzo 18 E Gli studenti di Medicina occupano l’Istituto di anatomia umana normale della facoltà
1968 marzo 23 E Gli studenti di Medicina occupano tutti gli istituti universitari dopo che la polizia era entrata in Facoltà, schedando tutti gli occupanti
1968 marzo 24 E Posa della prima pietra dell’ospedale di Santa Maria Annunziata a Ponte a Niccheri nei pressi di Grassina
1968 marzo 25 A Inaugurati dopo il restauro successivo all’alluvione i Loggiati della SS. Annunziata e dell’Ospedale degli Innocenti
1968 aprile 2 E Termina l’occupazione di Medicina
1968 aprile 6 P Gli assessori socialisti Dini, Leone, Tancredi e Seravalle confermano le dimissioni già presentate in seguito all’approvazione del bilancio aprendo di fatto la crisi della giunta
1968 aprile 8 P Manifestazione in ricordo di Martin Luther King, sono intervenuti padre Ernesto Balducci e Giorgio La Pira
1968 aprile 10 P Dopo l’intervento del sindaco Bausi in Consiglio comunale, i quattro assessori socialisti accettano di ritirare le dimissioni posticipando il chiarimento politico alle elezioni per il rinnovo del Parlamento
1968 aprile 11 A Torna a Firenze lo scultore Marino Marini che ha deciso di donare alla città le sue opere riunite nella villa del "Cavaliere" in Boboli
1968 aprile 20 E Cessa l’attività l’Ufficio alluvionati, sorto il 5 novembre del ’66 per iniziativa del consigliere comunale Gian Carlo Zoli, su delega dello stesso Consiglio comunale
1968 aprile 24 E Inizia ufficialmente la sua attività la sede RAI sul Lungarno Cristoforo Colombo alla presenza del Presidente del Consiglio Moro
1968 aprile 26 F Soggiorno a Firenze della famiglia reale greca, ospiti dell’ex regina Elena di Romania a Villa Sparta. Re Costantino e la regina Anna Maria visitano la Mostra dell’Artigianato al Parterre
1968 maggio 17 E Gli studenti universitari occupano temporaneamente il rettorato in piazza San Marco per un’assemblea
1968 maggio 19-20 Elezioni politiche. Risultati per il Senato: DC 33,2% (96.507 voti), PRI 1,4% (3.959), PSU 16,4% (47.773), PCI-PSIUP 36,1% (105.045), PLI 8,3% (24.249), MSI 4,4% (12.898). Camera: DC 31,34% (99.624), PRI 1,45% (4.622), PSU 16,24% (51.646), PCI 32,15% (107.526), PSIUP 3,71% (11.818), PLI 8,74% (27.798), Monarchici 0,60% (1.918), MSI 4,06% (12.918)
1968 maggio 27 A Rimossa da piazza Santa Croce la statua di Dante
1968 maggio 31 E Riprendono le proteste degli studenti universitari che questa volta manifestano non contro la riforma universitaria, ma a sostegno degli studenti e degli operai francesi. Viene occupato il rettorato, sulla cui facciata viene issato il cartello "Il rettorato è occupato. Viva la lotta rivoluzionaria del popolo francese"
1968 giugno 1 F La giunta delibera che le partite del calcio storico siano giocate in piazza Santa Croce
1968 giugno 4 E Scontro fra capelloni e agenti di polizia sotto la Loggia degli Uffizi, dopo che i primi si sono ribellati alla richiesta di fornire le proprie generalità; i passanti sono intervenuti a sostegno della polizia
1968 giugno 6 E Gli studenti lasciano il rettorato
1968 giugno 6 P Commozione e sdegno di tutte le forze politiche per l’assassinio di Bob Kennedy che sarà commemorato dal sindaco Bausi nel corso del Consiglio comunale dell’11 giugno
1968 giugno 8 E Inaugurata la piscina di Bellariva che riapre dopo i lavori seguiti ai gravi danni subiti nei giorni dell’alluvione
1968 luglio 1-2 P In Consiglio comunale il gruppo socialista annuncia di ritirare i propri assessori dalla giunta, in conseguenza del voto favorevole dei liberali al bilancio, aprendo di fatto la crisi
1968 luglio 13 R Il cardinale Florit stabilisce che da oggi la messa del sabato sera valga per il precetto festivo
1968 luglio 15 A Gli eredi di Telemaco Signorini donano alla città un gruppo di lastre e di incisioni che testimoniano la vecchia Firenze cancellata dalle trasformazioni urbanistiche di fine Ottocento
1968 luglio 25 P Bausi presenta le dimissioni da sindaco
1968 agosto 7 P Il Consiglio comunale accetta le dimissioni della giunta
1968 agosto 15 E A Campo di Marte, all’interno del complesso balneare del centro per lo sviluppo economico, turistico, sportivo apre una quarta piscina riservata ai bambini sotto i sei anni
1968 agosto 21 P Tutte le forze politiche, PCI e PSIUP compresi, e sindacali condannano l’aggressione sovietica della Cecoslovacchia
1968 agosto 23 La giunta condanna l’aggressione sovietica della Cecoslovacchia
1968 agosto 26 Il Consiglio comunale, disertato per protesta dai comunisti e dal consigliere del PSIUP, rielegge sindaco Bausi a capo di una giunta DC-PSU
1968 agosto 29 Bausi presta giuramento come sindaco. DC e PSU confermano le rispettive delegazioni in giunta con due sole variazioni: Speranza, per gli impegni parlamentari, è sostituito da Giancarlo Zoli, l’ex vicesindaco socialista Dini è sostituito da Lelio Lagorio
1968 settembre 1 Inaugurazione a Palazzo Strozzi della mostra storica delle forze armate allestita dal Ministero della Difesa nell’ambito delle celebrazioni per il 50° anniversario della vittoria nella prima guerra mondiale
1968 settembre 3 Il rettore professor Devoto si dimette
1968 settembre 6-7 Pur esprimendo tutti i gruppi riprovazione per l’invasione sovietica di Praga, il Consiglio comunale non è in grado di approvare alcun ordine del giorno a causa delle divisioni politiche che impediscono la formazione di una maggioranza sui vari documenti presentati
1968 settembre 28 A Inaugurata in Orsanmichele la mostra del restauro dei monumenti dal 1944 al 1968: la documentazione riguarda la tre province di Firenze, Pistoia e Arezzo
1968 ottobre E L’azienda della nettezza urbana avvia la sperimentazione dei sacchi di plastica per la raccolta dei rifiuti
1968 ottobre 3 Dedica della lapide in memoria di Gustavo Console, ucciso dai fascisti con Gaetano Pilati e Giovanni Becciolini il 3 ottobre 1925, sulla sua casa in via Timoteo Bertelli
1968 ottobre 5 Manifestazione di un migliaio di studenti per le vie del centro per protestare per i fatti di Città del Messico
1968 ottobre 24 Inaugurazione della II mostra del mobile e del I Salone del vetro e della ceramica per la tavola al Parterre
1968 ottobre 25 La giunta istituisce l’Ente teatro stabile di prosa a gestione pubblica
1968 ottobre 29 Carlo Alberto Funaioli rettore dell’Università di Firenze
1968 novembre Agitazioni in vari istituti superiori da parte degli studenti che chiedono al collegio dei professori il riconoscimento dell’assemblea generale
1968 novembre 4 Commemorazione del 50° anniversario della vittoria nella prima guerra mondiale in piazza della Signoria. Agli ex combattenti è consegnata l’onorificenza di "Cavaliere di Vittorio Veneto", il nuovo ordine cavalleresco appositamente istituito per i reduci della Grande Guerra. Contestazioni da parte di monarchici, missini e socialproletari. Un gruppo di monarchici appende una bandiera tricolore con lo scudo sabaudo dalla balaustra del secondo piano del campanile di Giotto
1968 novembre 14 Gli studenti decidono l’occupazione della facoltà di magistero per dare vita ad un’assemblea costituente che sostituisca il Consiglio di Facoltà. Ma già il giorno 15, in seguito ad un’ordinanza della Procura generale della Repubblica, la Facoltà viene liberata
1968 novembre 14 Notificazione critica del cardinale Florit sull’esperienza della comunità dell’Isolotto: fermo invito al parroco don Enzo Mazzi al rispetto dell’autorità e dei principi della dottrina
1968 novembre 14 La città è paralizzata dallo sciopero generale per le pensioni, scontri in piazza Stazione fra la polizia e i manifestanti
1968 novembre 24 Inaugurazione del monumento in memoria dei "ragazzi" caduti nella prima guerra mondiale in via Ragazzi del ‘99, presso la Madonnina del Grappa, la cui immagine sarà posta sulla colonna dello stesso monumento
1968 novembre 30 Riaperta al pubblico dopo il restauro la Cappella Sassetti del Ghirlandaio nella chiesa di Santa Croce
1968 dicembre 1 Entra in funzione nella provincia fiorentina il servizio pubblico del 113
1968 dicembre 4 Il cardinale Florit solleva dall’incarico di parroco dell’Isolotto don Enzo Mazzi a seguito delle posizioni assunte dal parroco e per la divulgazione di un catechismo per la comunità dell’Isolotto uscito in libreria il 27 novembre. Nei giorni successivi la comunità dell’Isolotto, sempre solidale con il suo parroco, avvia una raccolta di firme per chiedere le dimissioni del cardinale
1968 dicembre 4-6 La Facoltà di Magistero è occupata dagli studenti e nuovamente liberata dall’intervento della polizia sulla base di ordinanza della Procura della repubblica
1968 dicembre 7-8 L’Istituto tecnico Galilei occupato dagli studenti viene sgombrato dalla polizia
1968 dicembre 8 Conclusi i lavori di ripavimentazione del Duomo
1968 dicembre 8 I parrocchiani dell’Isolotto manifestano in piazza Duomo, mentre il cardinale celebra messa in cattedrale
1968 dicembre 16 Inaugurazione alla Loggia Rucellai della mostra storica della casa editrice Sansoni
1968 dicembre 18 I fiorentini passano la notte sull’Arno preoccupati dalla grande piena
1968 dicembre 21 A  Palazzo Strozzi mostra internazionale della grafica
1968 dicembre 24-25 Mentre Florit assiste in Duomo alla messa celebrata dal vescovo ausiliare, la comunità dell’Isolotto si riunisce per una veglia di preghiera senza celebrazione liturgica
1969 maggio 11 Battendo la Juventus nel capoluogo piemontese, la Fiorentina conquista lo scudetto. Protagonisti principali di questa squadra, guidata da Bruno Pesaola, sono: Chiarugi, De Sisti, Amarildo, Esposito, Merlo, Maraschi, Ferrante, Brizi, Rizzo e Superchi.

 

 

 

SI RINGRAZIA L'ASSOCIAZIONE 'FIORENTINI NEL MONDO'
PER I CONTENUTI DELLA SEZIONE 'FIRENZE' DEL SITO MUSEALE



VISITATE IL MERAVIGLIOSO PORTALE DEDICATO A FIRENZE
www.fiorentininelmondo.it

 
 

Leggi tutte le News

Leggi tutte le News

Leggi tutte le News

I leoni di Ibrox - Coppa delle Coppe 1960-61

Leggi tutte le News

 
 
Facebook Museo Viola
Feed
Museo Fiorentina - Museo Viola
>> Home FIRENZE CRONOLOGIA FIORENTINA

MUSEO FIORENTINA

Sede Legale: Via Leonardo Ximenes 55B - 50125 Firenze

UTENTI ON LINE

 304 visitatori online

 

MOTORE DI RICERCA - Museo Viola

AREA RISERVATA

SERVICE